Cromoterapia, come dipingere le pareti di casa…

colori.jpgarco.jpg

Fin dall’antichità è stato dato molto spazio ad una sorta di medicina alternativa che utilizzava i colori per aiutare il corpo ad entrare in armonia con la psiche e creare il giusto equilibrio, il termine “cromoterapia” deriva dal greco e significa “cura con il colore“. Negli ultimi tempi e sempre più spesso si sente parlare di Feng Shui nell’ambito dell’arredamento, dell’orientamento della mobilia e dei colori in casa. Secondo il Feng shui appunto, alcuni colori sono più indicati di altri per certi ambienti. Per il soggiorno si potranno usare tutti i colori ma è preferibile usare i toni caldi dell’arancio che favorisce la comunicazione oppure il lilla che produce un’atmosfera adatta alla socializzazione. Per la cucina sono ideali il giallo ed il bianco che contribuiscono a percepire correttamente il colore dei cibi, inoltre mettono in evidenza l’igiene del locale. Per la camera da letto è consigliabile il blu, il lilla, l’azzurro e tutte le sfumatura di questi colori che stimolano il rallentamento dei battiti cardiaci favorendo il rilassamento. Per le camere dei più piccoli sono ideali i colori pastello, in particolare il verde acqua che favorisce l’intimità. Per le stanze da adibire a studio, i colori più adatti sono tutti quelli che stimolano la concentrazione: giallo chiaro, bianco, arancio, viola, da evitare il giallo intenso ed il rosso che sono eccitanti. Nella cromoterapia tradizionale i colori “rosso” e “blu” sono i più importanti, ma si utilizzano anche gli altri 5 fondamentali. Nello specifico:

Blu –  Colore della calma e della profondità interiore, utile in caso di stress, nervosismo, insonnia.

Rosso – Colore dell’energia vitale, favorisce l’eccitazione e tende ad innalzare la temperatura corporea.

Giallo – Colore che esprime il cambiamento, il movimento, l’espansione.

Aranione – Colore che stimola l’allegria e l’entusiasmo

Verde – Colore riequilibrante, favorisce la calma e la riflessione

Viola – Colore terapeutico per eccellenza, stimolante.

Indaco – Colore che innalza i sensi di olfatto, vista e udito.

21 pensieri riguardo “Cromoterapia, come dipingere le pareti di casa…

  • 24 agosto 2007 in 11:39
    Permalink

    vorrei ridipingere la mia camera da letto senza scostatmi troppo dall’arredamento, tutto arte povera con pavimenti in monocottura panna e granito sfumato rosa, tende rosa antico. porte ciliegio. Un vs consiglio

    Risposta
  • 24 agosto 2007 in 20:19
    Permalink

    Potresti dipingere le pareti color panna con una punta di lilla lievissimo e se i soffitti sono alti fare la cornice ai bordi di un lilla più marcato. Ciao.

    Risposta
  • 3 gennaio 2008 in 15:36
    Permalink

    Buongiorno, devo dipingere il mio soggiorno e vorrei una parete diversa dalla altre tre… il pavimento è in parquet rovere chiaro, il mobile sulla parete che vorrei diversa dalle altre sarà tipo venguè… ho poi un tavolo da pranzo in vetro con gambe alluminio satinato e lampade sempre satinate. vorrei un vostro consiglio .. grazie.

    Risposta
  • 3 gennaio 2008 in 19:50
    Permalink

    Ciao Veronica, considerando il mobile in vengé ti consigliamo una parete arancio, che si intona anche col rovere chiaro del pavimento; non sappiamo però i colori delle altre tre pareti e del soffitto..
    hai già deciso qualcosa al riguardo? una soluzione potrebbe essere color crema o avorio. Per rendere ancora più efficace il contrasto ti consigliamo di stuccare la parete arancio a cera.
    Facci sapere.

    Risposta
  • 5 gennaio 2008 in 18:48
    Permalink

    Anche secondo il mio punto di vista sarebbe un bell’accostamento il rovere chiaro del pavimento, la parete avorio o crema ed il mobile in wengè che ha un colore marrone scuro, tendente al nero.
    In ogni modo, come è stato già suggerito, questo dipende anche dal colore delle altre pareti. Se le altre sono bianche penso che il tutto sia gradevole.

    Risposta
  • 5 gennaio 2008 in 20:36
    Permalink

    Buonasera! Vorremmo dipingere una parete del nostro monolocale. Innanzitutto è consigliabile dipingere la parete con le finestre o quella di fronte? Inoltre, essendo un ambiente molto piccolo, quale colore è consigliabile? A me piacerebbe un viola ma rimpicciolisce l’ambiente? Grazie!

    Risposta
  • 7 gennaio 2008 in 10:56
    Permalink

    Buongiorno, nel caso di stanze piccole o comunque spazi unici la scelta del colore è fondamentale, innanzi tutto mi preme consigliarvi la scelta del bianco ghiaccio per il soffitto (anche in caso di travi a vista, queste andrebbero rivestite di bianco affinchè diano altezza all’intero ambiente). Per il resto capisco che il bianco vi sembri un po’ “anonimo” ma in caso di spazi ridotti è l’unico stratagemma per dare l’impressione di ampiezza…potreste fare le pareti bianche e sbizzarrirvi in colore con l’arredamento, tappeti, mobili, cucina…se poi volete dipingere almeno una parete sarebbe meglio che la luce che entra dalla finestra riflettesse su un bianco (è catarifrangente!), pertanto, se ti piace il viola (gusto che condivido in pieno) puoi usare un lilla il più chiaro possibile sulla parete che ospita la finestra.
    Buon divertimento.
    Elettra

    Risposta
  • 19 gennaio 2008 in 18:56
    Permalink

    Salve,
    Sono un applicatore e ditta di prodotti decorativi e tinteggiature.
    Nel mio sito blog vorrei inserire una pagina relativa al colore delle pareti, avrei bisogno di materiale da inserire nel sito
    quali
    il colore e psicologia (cromoterapia o altro)
    il colore e arredamento ( ruota dei colori)
    Dove posso trovare informazioni chiare e semplici?

    Risposta
  • 20 gennaio 2008 in 13:46
    Permalink

    Ciao Emanuele,
    penso che le informazioni che stai cercando siano quelle elencate di seguito.
    Possiamo definire i chakra come dei centri di energia – un’energia molto piccola ma dotata di grande forza vitale – e possiamo trovarli all’esterno del nostro corpo, ma allo stesso tempo contenuti all’interno dell’aura (il campo elettromagnetico che circonda ogni persona).
    Ognuno di noi ha sette chakra principali e ad ognuno di questi corrisponde ad uno dei 7 colori dello spettro della luce.
    Di seguito i colori con i corrispettivi charka:
    chakra di base –> rosso –> vita
    chakra della milza –> arancione –> energia
    chakra del plesso solare –> giallo –> intelletto
    chakra del cuore –> verde –> armonia, amore, simpatia
    chakra della laringe –> blu –> creatività, comunicazione
    chakra frontale –> indaco –> intuizione
    chakra del vertice –> violetto –> spiritualità
    Andando ad agire su questi centri energetici (i chakra appunto) possiamo influenzare e regolare la funzione specifica del corpo. Le energie dei vari chakra sono infatti collegate direttamente/indirettamente con il sistema parasimpatico, con quello nervoso autonomo e con la regolazione degli ormoni.
    Se si applica un opportuno colore con la lunghezza d’onda appropriata si ha come risultato il ripristino della lunghezza d’onda squilibrata. Agendo in questa direzione si stimolano i processi rigenerativi del corpo, all’interno delle cellule stesse, ed otteniamo benessere.
    Benessere in questo caso infatti significa essere ben equilibrato.
    Ciascun chakra agisce su un particolare organo del corpo umano o su una delle principali ghiandole:
    chakra di base –> organi sessuali/ghiandole sessuali/gambe/piedi/ossa
    chakra della milza (sacro) –> milza/pancreas/rene/plesso venoso ipogastrico
    chakra del plesso solare –> plesso solare/stomaco/fegato/cistifellea
    chakra del cuore –> cuore/timo
    chakra della laringe –> tiroide/paratiroidi
    chakra frontale –> pineale/epifisi
    chakra del vertice –> ipofisi
    Con la cromoterapia si cerca di equilibrare i chakra e le loro energie. Applicando al chakra un colore opportuno (quello corrispondente per aumentare l’effetto o il suo complementare per ridurlo) si cerca di riportare l’equilibrio di base. Di seguito un disegno che riassume il tutto.

    Risposta
  • 23 gennaio 2008 in 18:41
    Permalink

    Salve a tutti. Prossimamente dovrò, ahimè, attintare casa che attualmente è tutta bianca. Fermo restando i Vs. saggi consigli, Vi sarei grata se poteste fornirmi qualche indirizzo web o in alternativa indicarmi riviste mirate da cui trarre ispirazione.
    Avevo anche pensato ad un colore per camera (in tot. sono 3) ma mi sembra un po’ azzardato !
    Grazie in anticipo attendo riscontro.
    Marinella

    Risposta
  • 23 gennaio 2008 in 20:18
    Permalink

    Cara Marinella, oltre alle indicazioni che puoi trovare sul nostro blog, allego un testo molto interessante tratto dalla fonte italdonna.it, in particolare si tratta del colore secondo le regole dettate dal feng shui…e non ti preoccupare, 3 colori diversi per 3 camere non è un’idea sbagliata se si pensa che saranno occupate da persone completamente diverse l’una dall’altra. Buona lettura:

    La combinazione dell’energia dei colori nel fen shui I COLORI DEL FENG SHUI

    L’arredamento della nostra casa va scelto non solo secondo il nostro gusto e le nostre preferenze personali, ma nel Feng Shui anche secondo equilibrate combinazioni di materiali e colori se vogliamo una casa piena di energie positive e di benessere; si sa che i colori possono influenzare la nostra personalità, il buonumore ed il nostro stato d’animo. Addirittura i colori possono agire e bilanciare i materiali o agire da soli come singoli elementi: ad esempio se nel nostro appartamento è forte l’elemento del legno, dobbiamo bilanciarlo con il metallo, se però non ci piacciono sedie o arredi in metallo allora per bilanciare il legno potremmo usare il colore bianco (copriletto, cuscini, colore delle pareti, ecc.). In casa si preferiscono naturalmente colori più propizi come il rosso che è di buon auspicio, il giallo che rappresenta la longevità ed il verde che simboleggia la crescita, la freschezza e la tranquillità. In particolare:
    • Il bianco è il colore dei capelli di un autorevole anziano, saggio e distinto, quindi è il colore del comando, del leader; allo stesso tempo è il colore del freddo, dell’Ovest. Al bianco si associa come materiale il metallo, quindi oggetti metallici, lampadari, vasi e mobili in ferro.
    • Il rosso è di buon auspicio come detto, nell’arte è il simbolo della fortuna e del successo (non a caso nella tradizione cinese i regali per l’anno nuovo hanno un fiocco rosso! il rosso è considerato un portafortuna, ci avete fatto caso che tutti i ristoranti cinesi davanti alla porta hanno lanterne rosse?).
    Allo stesso modo è anche il colore della forza e del fuoco: nel Feng Shui il rosso è come un sole che sorge ad est e non appena sorge dall’orizzonte è rosso fuoco, è il simbolo della sorgente di energia vitale che permea l’universo. Il rosso è, quindi, un colore molto potente, stimola le forze del bene espellendo l’energia negativa da un ambiente (il Ch’i negativo); proviamo ad indossare una cintura rossa per contenere dentro di noi il nostro Ch’i positivo! al rosso si associano colori caldi, tessuti, lampade da scrivania o a stelo, candele, ecc.
    • Anche il color porpora è un colore di buoni auspici; è tradizionalmente il colore dell’alta nobiltà cinese e del potere.
    • Il giallo è il colore della terra; l’imperatore della Cina era visto come “figlio del cielo” e padrone della terra; il giallo è anche il colore dell’oro, per questa ragione l’imperatore vestiva di giallo. Inoltre è anche il colore che un architetto Feng Shui deve vestire durante il proprio lavoro.
    • Il verde rappresenta la rinascita, la reincarnazione; come colore del legno il verde rappresenta la crescita primaverile, quindi piante, oggetti di legno, prodotti ottenuti col legno come la carta, il cartone, ecc.
    • Il marrone ci ricorda l’autunno quindi, così come il verde, è il simbolo del legno.
    • Il rosa significa amore e romanticismo.
    • Il blu è il colore del letterato, anticamente gli scolari dovevano vestirsi di blu per mostrare il loro rango nella società; è ovviamente il colore dell’acqua, e lo si associa a tessuti morbidi o ad un’illuminazione tenue.
    • Il nero è il colore del mistero e del Nord; nel Feng Shui contiene tutti gli altri colori e così rappresenta la loro potenziale rinascita una volta terminato l’inverno. In certe situazioni significa anche cattiva fortuna.

    Testi a cura dell’Architetto Dominic Falco Fonte: italdonna.it

    Risposta
  • 1 febbraio 2008 in 15:26
    Permalink

    domanda: vorrei pitturare le pareti del soggiorno, con ingresso a vista, che attualmente è rivestito con carta vinilica a rilievo colore avorio. L’ambiente di circa 30mq è molto luminoso e sarà ammobiliato con divano (chiaro) a L, libreria rovere scuro e TV applicata a parete con struttura sempre in rovere scuro con bacheche in cristallo. Il pavimento è una monocottura chiara non lucida. Nella stanza controsoffittata in parte (zona ingresso) sono presenti due porte scorrevoli, una a vetri in legno tinto bianco (sv.circa 2m) che separa la zona giorno dalla zona notte e l’altra tutta in legno bianco con piccoli inserti in vetro (sv.circa 1m) per l’accesso in cucina. Le due porte sono su due pareti adiacenti.
    Mi piacerebbe avere un VS. consiglio per l’eventuale colore da usare. grazie.

    Risposta
  • 1 febbraio 2008 in 16:35
    Permalink

    <p>Caro Maurizio, non credo tu abbia bisogno di consigli, dalla tua descrizione del soggiorno si intuisce la passione per l’arredamento della tua casa e l’attenzione ai minimi particolari, i colori dominanti per adesso sono il bianco-avorio e il rovere scuro quindi puoi sbizzarrirti con qualunque colore. Dato che siamo nella zona giorno opterei per i toni caldi dell’arancio, ma anche per il verde menta, puoi benissimo usare stucchi veneziani e ti consiglio vivamente di interrompere la linea dalla parete al soffitto con linee orizzontali a cornice. In questo caso inoltre, data l’ampiezza della stanza, perchè non ricavi nella zona living un angolo ancora più intimo e usi la carta da parati? ti consiglio alcuni link da visitare,quasi tutti in lingua straniera, ma ti serviranno per farti un’idea, puoi ordinare gratuitamente dei campioni che ti verranno recapitati a casa…quindi:<br />
    http://www.ferm-living.com
    http://www.living.unlimited.dk
    http://www.ninacampbell.com
    http://www.osborneandlittle.com (qui troverai un contatto in italiano)
    cari saluti.

    Risposta
  • 3 febbraio 2008 in 17:08
    Permalink

    Salve. Vorrei dipingere le pareti della cucina che attualmente sono bianche, con mobili moderni in noce chiaro con rifiniture in acciaio satinato, pavimento grigio chiaro e divano verde a quadri. Mi aiutate con una idea particolare? Grazie in anticipo!

    Risposta
  • 3 febbraio 2008 in 19:29
    Permalink

    Buongiorno, vorrei dipingere le pareti della mia cucina, in cigliegio e panna molto luminosa, con una tinta rossa piuttosto carica. Inoltre vorrei cambiare il colore dei muri dell’anticamera, ora bianca, con una tinta verde mela. L’unico mio dubbio è se si abbina o meno con le porte color carta da zucchero.
    Grazie

    Risposta
  • 4 febbraio 2008 in 11:16
    Permalink

    Ciao Elisa, c’è bisogno assoluto di colore! la tua stanza soggiorno va’ resa più accogliente e dato che il pavimento e la mobilia sono “neutri” puoi veramente osare qualsiasi cosa…il divano verde a quadri che mi incuriosisce molto potrebbe essere il punto da cui partire, devi trovare gli abbinamenti giusti che si intonano a lui quindi vanno bene l’arancione ed anche il violetto in tutte le loro sfumature. Eviterei assolutamente un verde altrimenti si rischia di far diventare l’ambiente troppo asettico, dovresti abbinare i cuscini colorati da mettere sul divano con il colore delle pareti, dovresti mettere un tappeto ed in questo caso puoi sceglierlo del colore complementare che avrai usato per pareti e cuscini (parete arancio-tappeto azzurro/ parete viola-tappeto giallo).
    Buon lavoro.
    Elettra

    Risposta
  • 4 febbraio 2008 in 12:15
    Permalink

    Cara Marta, per il verde mela non vedo particolari problemi, dovresti sceglierlo in una nuance molto chiara e tenue così che non faccia da contrasto con le porte e poi illuminare il tutto con una luce bianca, vedrai che l’effetto sarà molto gradevole. Ho dei dubbi invece sul rosso nella cucina…sarebbe stato più semplice abbinare una parete panna ad una mobilia rossa, ma il contrario è più difficile perchè rischi di togliere luce all’ambiente che invece ha bisogno di un’illuminazione corretta in quanto la cucina è un ambiente di lavoro…se ti piace l’idea del rosso, potresti colorare di rosso cardinale una striscia orizzontale (su sfondo panna o bianco)di 60 cm circa di spessore, partendo da un altezza di 130-150 cm da terra circa su 2 delle pareti perimetrali della stanza dove potrai appoggiare delle mensole color panna dove appoggiare vasetti in vetro di varie dimensioni pieni di spezie, pasta, caramelle, alternati da foto di famiglia in bianco e nero.
    cari saluti.
    Elettra

    Risposta
  • 13 giugno 2009 in 22:35
    Permalink

    Buon giorno,ci aspetta il classico cerimoniale del bianco estivo, abbiamo la camera da letto wenghe e la testiera del letto rossa ,potete darci un consiglio sull’abbinamento dei colori Fateci sapere Carlo

    Risposta
  • 1 gennaio 2011 in 13:33
    Permalink

    salve, ci sposiamo prossimamente e stiamo sistemando la casa. per la camera dove abbiamo un letto i stile giapponese vorremmo dipigere la parete dietro il letto con una striscia che facesse da poggiatesta (alta 90cm). il pavimento è beige molto chiaro. ci piacerebbe anche dipingere una parete della sala (dietro il divano color marrone bruciato) e una parete dell’ingresso. che colori ci consigliate? grazie e complimenti per il blog.

    Risposta
    • 21 gennaio 2011 in 18:51
      Permalink

      Buongiorno, consigliamo per la camera i toni freddi pertanto tutte le sfumature del blu compreso il lilla chiaro, il verde e il grigio, riguardo la parete della sala consigliamo un color avorio o crema, saluti

      Risposta
  • 4 luglio 2013 in 01:36
    Permalink

    Cosiglio a tutti di dipingere almeno una parete di ogni stanza. Rende l’ambiente molto più accogliente ed il costo è davvero irrisorio. 🙂

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *