Il parquet, cosa c’è da sapere

stanza-rovere.jpgfiori-parquet.jpg

Il legno è sicuramente una materia prima affascinante per il rivestimento dei pavimenti di casa, a seconda dei tipi e dei formati del parquet si deve fare distinzione tra il parquet tradizionale (di varie dimensioni: piccole, a listoncino o a listoni con incastro a maschio-femmina), il parquet prelevigato che prevede l’incastro maschio-femmina ma una lavorazione precedente con calibratura e levigatura sui fianchi, il parquet prefinito che come quello prelevigato è costituito da più strati di legno che oltre alla calibratura e alla levigatura arrivano al montaggio già verniciati. La regola per le dimensioni della doga si riferisce ad una formula matematica che conferisce stabilità alla stecca di legno, la più usata è quella del x 5, ovvero lo spessore del legno viene moltiplicato per 5 e si ottiene la larghezza della doga e poi ancora per 5  e si ottiene la lunghezza, quindi, se abbiamo scelto un parquet con spessore 10, la larghezza sarà di 50 e la lunghezza di 250 (mm). Tra i sistemi di posa in opera più usati vi è l’incollaggio, ovvero le doghe vengono incollate ad un sottofondo di cemento che deve essere ben asciutto, per questo in genere bisogna aspettare circa 2 mesi per la posa in opera, se invece il parquet viene incollato su un pavimento già esistente, bastano 20 giorni circa; altri sistemi prevedono la chiodatura, ma solo per doghe di forte spessore con listoni lunghi fino a 3 metri, e la posa flottante in cui il rivestimento non viene incollato e si usa per pavimenti prefiniti di elevate dimensioni. In fase di finitura poi, il parquet può essere:

verniciato con una mano di fondo che chiude la porosità del legno e più mani di vernice che creano una pellicola trasparente che protegge e facilita la manutenzione. La vernice può essere lucida, semilucida, satinata o opaca.

trattato con cera che rispetto alla verniciatura richiede maggiore manutenzione ma esalta maggiormente il colore naturale del legno

trattato ad olio in questo caso si opera attraverso l’impregnazione del legno che comunque continua a traspirare, si usa questo sistema per “caricare” la tonalità del legno ed enfatizzarla. La manutenzione è un po’ più delicata rispetto alle altre.

532 pensieri riguardo “Il parquet, cosa c’è da sapere

  • 4 settembre 2008 in 15:41
    Permalink

    Buogiorno, ho acquistato una casa in fase di ristrutturazione, in cui è stato montato un parquet trattato ad olio. Mi hanno detto essere molto delicato quello trattato ad olio…la mia domanda è questa, posso verniciarlo x renderlo meno delicato ma mantenendolo opaco?
    Grazie

    Risposta
  • 4 settembre 2008 in 16:20
    Permalink

    Salve Dora, anche io ho in casa un parquet trattato ad olio; ho preferito un trattamento naturale perchè il legno è molto più bello e vivo ed ha un effetto molto più caldo ed accogliente.
    I trattamenti naturali del parquet (cera, olio, acqua) mantengono vivo il legno e lasciano (a differenza della verniciatura, dove viene creata una patina impermiabile che protegge ma non fa nemmeno respirare il legno) i suoi pori aperti. Per questo motivo il legno deve essere nutrito ed a cadenze regolari di circa 3 mesi è necessario dare delle apposite cere.
    Io non ho avuto alcun tipo di problema (ho un rovere macchiato scuro, oliato) per la manutenzione del parquet e se dovesse capitare qualche ‘piccolo disastro’ (ad esempio casca l’olio o una bottiglia di succo di frutta) basta pulire immediatamente ed il legno non subisce alcun danno.
    Per quanto riguarda la caduta di oggetti pesanti, non c’è differenza tra un parquet trattato in modo naturale o verniciato; in questo caso è la durezza del legno fondamentale.
    Inoltre se il tuo legno è già stato montato dovresti operare con delle macchine levigandolo, trattandolo nuovamente ed infine verniciarlo.
    Io lascerei tutto com’è perchè, ti ripeto, dalla mia esperienza personale non cìè alcun problema di manutenzione di un legno trattato in modo naturale.
    Ti inserisco una foto del legno:
    Parquet a listoni di rovere trattato ad olio

    Risposta
  • 2 ottobre 2008 in 14:56
    Permalink

    salve…ho un problema con il parquet, mi hanno posato circa 4 mesi fa dei listelli di iroko, incollandoli con della colla monocomponente….e adesso sta incominciando a muoversi, in molte parti della superficie pavimentata battendoci sopra si sente il classico rumore di vuoto. la mia domanda è: esiste un modo per recuperarlo prima che salti del tutto? grazie….marco

    Risposta
  • 2 ottobre 2008 in 15:21
    Permalink

    Ciao marco. Mi dispiace per l’accaduto; questi problemi in genere sono causati da 2 fattori:
    – Il legno è stato montato male.
    – E’ presente un’umidità sopra al limite massimo che consente il montaggio del parquet.

    Nel caso dell’umidità risulta essere un bel problema… Se il legno è già stato interamente montato e adesso c’è troppa umidità si creano dei dislivelli tra listello e listello: il legno soffre molto l’umidità e a contatto con superfici umide tende ad imbarcarsi causando questi tipi di problema…
    Di solito i montatori però misurano l’umidità del massetto e di conseguenza consigliano o meno il montaggio del parquet; i problemi di umidità di solito si hanno nelle abitazioni piano terra, difficilmente vengono fuori anche nei piani superiori (a meno di vecchie cascine o coloniche).

    Nel caso in cui non vi siano problemi di umidità vuol dire che il parquet è stato montato male. Questo significa smontarlo, togliere la colla riportando il massetto pulito ed iniziare da capo.

    Questi problemi dovrebbero essere risolti non da te ma da coloro che ti hanno fornito/montato il legno. Spero che la ditta che ha fornito il parquet e quella che te lo ha montato siano la stessa perchè in alcuni casi la ditta 1 da la colpa alla ditta 2 e viceversa. Per la prima (quella che ha fornito il legno) è problema di montaggio; per l’altra (quella che lo ha montato) è un problema del legno.
    Se la ditta che ha effettuato fornitura e montaggio del parquet è la stessa non dovresti avere alcun problema; esiste una garanzia, che per le normative europee, è di almeno 2 anni.
    Facci sapere come hai risolto questo problema…
    Un saluto ed in bocca al lupo,
    Claudio

    Risposta
  • 30 ottobre 2008 in 22:16
    Permalink

    Io devo montare un parquet su un pavimento di gomma. Secondo lei ci devo mettere del silicone sotto o va bene solo ad incastro?

    Grazie

    Risposta
  • 2 novembre 2008 in 17:11
    Permalink

    vorrei fare un pavimento in parte con del parquet industriale e con la resina o piastrella tradizionale, la mia domanda è tra un elemento e l’altro c’è compatibilità?? Il parquet nel tempo si muove? ho bisogno di lasciare dello spazio tra l’uno e l’altro? se si, ci sono in commercio delle guaine siliconiche o altro che vanno ad assorbire il movimento senza creare problemi?
    Vorrei piazzare il tutto io, non sono un esperto, mi può dare dei consigli?

    Grazie
    Fabrizio

    Risposta
  • 3 novembre 2008 in 01:34
    Permalink

    Ciao Antonio,
    la miglior cosa sarebbe togliere il pavimento di gomma e la colla e mettere il parquet che a quanto ho capito è ad incastro; deve quindi essere montato flottante (detto anche galleggiante) con materassino tra massetto e parquet oppure incollato.
    Nel caso del parquet montato flottante potresti anche lasciare il pavimento di gomma ma la miglior cosa, ripeto, sarebbe togliere tutto e poi montare il parquet.
    Un saluto

    Risposta
  • 3 novembre 2008 in 01:40
    Permalink

    Ciao Fabrizio,
    il parquet, essendo di legno e quindi di un materiale vivo tende un minimo a muoversi e ad assestarsi. In ogni modo i movimenti sono minimi e solitamente non causano problemi; in particolare il movimento del parquet è maggiore nelle direzioni dei lati di maggior lunghezza.
    Per posare 2 tipi diversi di pavimento come il parquet ed il cemento resinato (resina industriale, molto nella tra le altre cose) o un una mattonella normale puoi dividere le 2 superfici tra loro lasciando qualche millimetro e coprendo questa intercapedine con dei listellini. Ne trovi di tutti i tipi, di tutti i materiali e di tutti i colori.
    Io ho utilizzato questo sistema per dividere il bagno (mattonelle in gres) e tutto il resto della casa (parquet a listoni).
    Saluti,
    Claudio

    Risposta
  • 4 novembre 2008 in 15:27
    Permalink

    Vorrei posare il parquet su pavimento ceramica vetrificata preesitente .
    Il riscaldamento ha le canne che passano sotto il pavimento .
    Potrebbero esserci dei problemi a posarlo sopra.
    Naturalmente la casa è piena di mobili palissandro èd è circa 100 mq .
    Che tipo di legno mi consiglia (flottante/ spessore/colore) e come debbo fare per non svuotare la casa?
    Quanto potrebbe essere il costo?
    Grazie in anticipo per la risposta .

    Risposta
  • 5 novembre 2008 in 11:55
    Permalink

    Buongiorno,
    il lavoro perfetto sarebbe quello di togliere il pavimento preesistente e poi di posare il parquet. In ogni modo capisco benissimo che togliere 100mq di ceramica diventa un gran bel lavoro, quindi puoi benissimo posare il legno sul pavimento esistente.
    Il legno con il riscaldamento a pavimento non da alcun tipo di problema.
    Per quanto riguarda i tipi di legno dipende molto dai tuoi gusti personali, ma tendenzialmente ti consiglio quanto segue:
    – Più l’ambiente è grande e più i formati del legno dovrebbero essere maggiori (listelli medi o plance o listoni fino a 20 X 250cm). Chiaramente se la casa è suddivisa in stanze di 20-25 mq vanno benissimo anche i listellini 6X30 cm.
    – Se il soffitto ha travi e mezzane a vista è consigliabile posare legni più chiari. I legni scuri su soffitto scuro rendono un pò ‘buia’ la stanza.
    – Se il tuo appartamento è a piano terra assicurati che sussistano le condizioni climatiche adatte; in sostanza controlla a che livello è l’umidità; se è alta non montare il parquet perchè rischi che si imbarchi.
    – Io a casa ho un parquet a listoni montato flottante che a me piace moltissimo ma non sempre è possibile montarlo flottante (o galleggiante). Per i formati più piccoli è necessario incollarlo. Se opti per il flottante ricordati di posare il materassino tra il vecchio pavimento ed il parquet.
    – I tipi di legno tra i più utilizzati e che hanno un buon rapporto qualità(durezza)/prezzo sono il rovere, l’iroko, il doussie, il wengè e molti altri ancora. Ognuno ha le sue caratteristiche e le proprie particolarità. A questo punto entra in gioco il tuo gusto personale…

    Un saluto,
    Claudio

    Risposta
  • 11 novembre 2008 in 17:54
    Permalink

    Salve,
    ho comprato casa e sono in fase di ristrutturazione.
    Mi piace tanto lo stile rustico antico, infatti ho dato l’acconto per un parquet rovere cognac prefinito, quindi verrà montato flottante, soltanto che il parquettista ha misurato un’umidità di circa 86(piano terra), lui dice che è il doppio della normalità però potrebbe fare lo stesso il lavoro.
    Cosa mi consigli? e giusto perderci solo l’acconto del parquet, o fare lo stesso il lavoro e rischiare?
    Grazie
    Rosanna

    Risposta
  • 11 novembre 2008 in 19:03
    Permalink

    Io non rischierei, l’umidità è veramente alta e il legno assorbirebbe tale umidità del terreno…ma non avete considerato l’idea di fare un vespaio a terra?

    Risposta
  • 11 novembre 2008 in 21:43
    Permalink

    Ciao Elettra,
    scusa la mia ignoranza ma cosa è il vespaio?
    Rosanna

    Risposta
  • 12 novembre 2008 in 11:15
    Permalink

    Ciao Rosanna, il vespaio è un’intercapedine con il terreno, una camera d’aria che favorisce l’areazione appunto. Per realizzarlo dovreste “rialzare” quello che poi diventerà il pavimento e creare quindi un paio di scalini per accedere al piano terra…tutto questo sarà possibile se l’altezza delle finestre, delle porte e del soffitto ve lo permette, ma sicuramente ne riceverete tutti i benefici. Se ci fai caso, moltissime case coloniche ristrutturate presentano uno scalino per accedere all’abitazione oppure puoi notare dei fori circolari o a griglia a circa 15 cm dal terreno….tutto questo in funzione dell’areazione al fine di contenere il più possibile l’umidità.
    ciao

    Risposta
  • 15 novembre 2008 in 20:31
    Permalink

    Buoasera, mia figlia ha comprato casa. Un appartamento nuovo di ca. 60 mq. calpestabili. Il pavimento e’ tutto di ceramica chiara. Non le piace e vuol mettere il legno, a plance di rovere sbiancato. Lo vuol mettere anche nell’angolo cottura.
    In un primo tempo aveva pensato di metterlo flottante sul pav. esistente, con problemi di sistemazione del portoncino blindato e di due porte-finestre. (h: listoni cm 14. Ora ha optato per togliere la ceramica e posare il legno incollato (mi piace di piu’ anche a me!)
    Domando: il rovere sbiancato con l’uso continuo e frequente nell’angolo cottura non verra’ a macchia scura rispetto al restgo??
    Il lavoro di togliere la ceramica e’ indicato? Poi il massetto che certamente subira’ qualche danno, come si sistema? con che prodotti?
    Grazie

    Risposta
  • 16 novembre 2008 in 13:59
    Permalink

    Buongiorno Andrea.
    Capisco tua figlia che preferisce il parquet alla ceramica 😉 anche dal mio punto di vista non c’è un paragone.
    Prima cosa: essendo l’appartamento di circa 60 mq dovrebbe avere soggiorno con angolo cottura, camera e bagno (e forse camerina, a seconda della suddivisione). Le stanze sono quindi non troppo grandi; io per questo sconsiglio i listoni di parquet (più adatti ad ambienti grandi o open space) in quanto il fascino delle grandi place andrebbe un pò perso tra muri divisori, mobili, eventuali tappeti, ecc…
    Anche io nella mia mansarda ho dei listoni montati flottanti di spessore 2 cm, larghezza 18 cm e lunghezza 200/220 cm, ma ho lasciato tutti i 90 metri quadri open space.
    In sostanza con una spesa minore potresti optare per dei listelli medi con un notevole risparmio economico.
    Detto questo, è necessario togliere le piastrelle di ceramica e poi posare il legno. Come tu stesso hai sottolineato se l’altezza del listone è 1,4 cm supera di circa 4 mm l’altezza della mattonella standard e quindi hai dei seri problemi con portoncino, porte e porte finestre; la risoluzione di questi problemi è molto più complicata rispetto a togliere le mattonelle di ceramica.
    Il massetto non dovrebbe creare problemi; se si presentano delle buche o dei rilievi vanno pareggiati. Una cosa importante da testare è il livello di umidità dello stesso che deve essere sotto il livello massimo.
    Per quanto riguarda il rovere decapato (rovere sbiancato) non posso dirti niente di certo ma in molti rivenditori mi hanno sconsigliato la posa in quanto, come hai detto anche te, nei punti di maggior passaggio diventa un bianco più scuro (tipo grigio molto molto chiaro). L’effetto è quello che in alcuni casi si può vedere nei negozi che hanno lo stesso tipo di parquet. Chiaramente non è che da un giorno all’altro ti ritrovi con il parquet grigio 😀
    E’ un processo che lungo che dura molti anni.
    Un caro saluto,
    Claudio

    Risposta
  • 16 novembre 2008 in 15:35
    Permalink

    HO AVUTO INFILTRAZIONI DA UMIDITA’IN UNA CAMERA,E IL BORDO DEL PARQUET ADIACENTE ALLA PARETE OGGETTO DELL’INFILTRAZIONE,SI è ANNERITO ED EMANA UN PO’ DI ODORE DI MUFFA. COME POSSO RIPRISTINARLO? CHE PRODOTTI POTREI UTILIZZARE? GRAZIE

    Risposta
  • 16 novembre 2008 in 22:11
    Permalink

    Ho una casa in una palazzina al p. terreno di 90 mq, costrita all’inizio del ‘900, pareti 45 cent. , il pavimento e’ in piastrelle di ceramica 40×40 da oltre 20 anni. Vogliamo cambiare e saremmo orientati per il parquet. Ci e’ venuto il dubbio visto che abbiamo umido, senza avere muffa , ma gli strumenti della “Oregon ” mi indicano umidita’ sempre elevata (staSERA 71%) comunque sempre oltre il 70% salvo eccezioni). E’ opportuno istallare il parquet, o e’ preferibile cambiare a vantaggio di piastrelle di gres??

    Risposta
  • 18 novembre 2008 in 11:54
    Permalink

    Buongiorno Vittorio, nel tuo caso dubitiamo fortemente che il parquet sia il pavimento più indicato.Innanzi tutto c’è da premettere che tutti i piani terra sono più soggetti all’umidità a meno che non si tratti di nuove costruzioni. Nel caso di ristrutturazioni, c’è da distinguere se il piano terra poggia direttamente sul terreno o è areato da un vespaio. Le costruzioni dei primi del ‘900 non sono dotate di vespaio quindi i muri si bagnano più facilmente. Ti consigliamo un gres o un qualsiasi altro pavimento, ci sono dei gres simili al parquet, a listelli con venature che ripropongono il legno, molto comodi per la pulizia, resistenti e di grande impatto visivo.
    Saluti

    Risposta
  • 19 novembre 2008 in 11:50
    Permalink

    Nell’appartamento in affitto in cui abito c’è il parquet trattato solo con cera d’api. Per pulirlo ho usato prodotti diluiti in acqua (tipo Pronto Legno, Emulsio…) e ho dato la cera professionale che mi aveva lasciato la padrona di casa. Il risultato è che ora la polvere si appiccica ancora di più, ci sono aloni, strisce e in alcuni punti si sta scolorendo, credo anche per il sole.
    Come posso fare?
    Grazie!

    Risposta
  • 21 novembre 2008 in 10:26
    Permalink

    Ciao apemaia 🙂
    Purtroppo la cera d’api è molto sensibile all’acqua e sbianca al suo contatto soprattutto se prolungato. Temo che dovrai decerare il parquet con con un prodotto a base di alcool ed eventualmente dove c’è bisogno (le parti sbiadite dal sole per esempio)ripassare un pò di mordente.Dopo di che puoi decidere se,ritrattare il legno con cera d’api (sicuramente più pregiata e affascinante come effetto finale ma come hai visto delicata),oppure utilizzare prodotti più nuovi sempre a base di cere ma con aggiunta di resine che lo rendono più resistente ai piccoli incidenti domestici.
    saluti

    Risposta
  • 21 novembre 2008 in 10:31
    Permalink

    Ciao Antonio, intanto scusaci per il ritardo nella risposta ma siamo stati in trasferta e abbiamo avuto dei problemini a collegarci al nostro caro blog, comunque, prima di qualsiasi intervento, devi assicurarti che la causa della formazione di muffa, ovvero l’umidità, sia stata tolta facendo asciugare sia il muro sia il legno con stufetta o quant’altro, poi potrai intervenire con un prodotto fungicida(bromuro di metile o quel che ti consigliano in negozio).
    ciao

    Risposta
  • 24 novembre 2008 in 14:35
    Permalink

    Posso utilizzare un parquet prefinito in wengè con un riscaldamento a pavimento? Vi ringrazio.

    Risposta
  • 24 novembre 2008 in 15:05
    Permalink

    Buongiorno, ho pappena preso casa e voglio mettere in salone (8.30 x 7 metri) un parquet essenza doussiè. Sarei propenso ad una posa flottante (che farei personalmente ) ma ho trovato a buon prezzo del listello 60 x 700/900 da incollare. La mia domanda è questa: posso montare il parquet da incollare in modo “flottante ” incollando solo gli incastri maschio-femmina e non incollandolo al sottofondo? E’ sicuramente una domanda anomala ma vorrei avere una rispoosta chiara poichè alcuni palchettisti mi hanno detto che si può fare. Grazie attendo fiducioso una vostra risposta.

    Risposta
  • 24 novembre 2008 in 15:52
    Permalink

    Salve Monica,
    puoi montare il parquet prefinito in wengè nel tuo appartamento anche con il riscaldamento a pavimento. L’unica cosa che devi controllare è il livello di umidità.
    Anzi, con il riscaldamento a pavimento sarà veramente piacevole camminare senza scarpe per la tua casa 🙂
    Saluti,
    Claudio

    Risposta
  • 24 novembre 2008 in 16:05
    Permalink

    Ciao Roberto.
    Le misure a cui fai riferimento sono i classici listelli; anche se di solito le misure sono 6cm x 30/40cm, la lunghezza di 70/90 cm per una larghezza di soli 6 cm non l’avevo mai vista.
    In ogni modo penso che i listelli i cui parli siano stati realizzati per la posa con colla e non la posa flottante. Di solito si montano flottanti dei listoni con misure superiori che hanno appositi incastri maschio femmina che si uniscono tra loro in modo più profondo. I listelli di doussiè di cui parli non penso abbiano tali incastri.
    In ogni modo anche nei grandi listoni montati flottanti generalmente si mette un pò di colla tra gli incastri maschio femmina prima della posa.
    Saluti,
    Claudio

    Risposta
  • 3 dicembre 2008 in 18:08
    Permalink

    Buongiorno, ho avuto un problema con il mio parquet, dei listellini 6X30 cm di cabreuva incenso, ho fatto una nuova stanza dove ho rimesso lo stesso parquet, e poi ho rifatto lamare il pavimento in tutto il resto della casa. Ho chiesto un semi-lucido, ed il primo parquettista mi ha consegnato un lavoro lucido da alcune parti, opaco da altre tutto a buccia d’arancia dove si vedevano rullate e polvere. Insomma un disastro.
    E’ subentrato un secondo che ha vivamente contestato il fatto che il precedente ha incollato il battiscopa con il silicone, ha poi proceduto ad un’altra carteggiatura e l’ha fatto lucido brillante. Si sono verificati tutta una serie di puntinature inguardabili. Quando è andato a carteggiare per rimuovere la vernice, il parquet è rimasto tutto macchiato, mi ha assicurato che sarebbe andato tutto via e che la colpa era stata del silicone.
    Ha riverniciato questa volta con un satinato e l’effetto è stato meno disastroso, ma i puntini cmq sono rimasti lì.
    Che devo fare? Il parquet è stato irrimediabilmente rovinato? Che cosa può essere succeso. la prego mi aiuti sono disperata, ma è possibile che è così difficile trovare gente che sappia fare il proprio lavoro?

    Risposta
  • 4 dicembre 2008 in 23:32
    Permalink

    Salve, da cinque mesi ho casa nuova e un parquet rovere antico a listoni grandi predefinito e trattato a cera finora è andato tutto bene ma stasera il mio fidanzato per fare dei lavori ha posato per terra una trapuntina per proteggere il legno e ci siamo accorti ore dopo che era sporca di olio purtroppo non so che tipo di olio, l’abbiamo pulito con il detergente specifico per legno ma le macchie sono ancora tutte lì come devo fare? grazie in anticipo

    Risposta
  • 5 dicembre 2008 in 11:55
    Permalink

    Buongiorno Stefania, probabilmente sei stata particolarmente sfortunata nella scelta dei parquettisti.. Credo che il parquet non sia definitivamente rovinato. I puntini sono delle bollicine d’aria che formano dei crateri quando la vernice è stata passata male o in maniera sbrigativa; per risolvere il problema va rilevigato bene bene il legno eliminando qualsiasi imperfezione e poi ripassato il trattamento. Per quest’ultimo ti consiglio di optare per olio o acqua in quanto il legno, con questi tipi di trattamento, mantiene la sua naturalezza.
    Quando hai risolto facci sapere.
    Ciao
    Marco

    Risposta
  • 5 dicembre 2008 in 13:07
    Permalink

    Ciao Elena, per poterti dare un consiglio preciso dovrei sapere che tipo di olio ha macchiato il legno.. Comunque nell’eventualità che sia una macchia simile a grasso o a petrolio dovresti utilizzare sapone da cucina sfregando bene sulla macchia, oppure passare due batuffoli di cotone, il primo imbevuto con perossido di idrogeno ed il secondo con ammoniaca, ripetendo l’operazione fino ache la macchia non è stata rimossa.
    Ciao
    Marco

    Risposta
  • 21 dicembre 2008 in 11:25
    Permalink

    Nel mio studio ho messo il parquet che negli spazi dove si muovono le poltroncine è tutto sbiancato. Vorrei saper esistono trattamenti parziali in grado di rimediare, senza dover ripetere il trattamento su tutte le superfici. Grazie!

    Risposta
  • 21 dicembre 2008 in 23:12
    Permalink

    Ho gravi problemi con il mio parquet.
    L’ho acquistato su internet e fatto montare flottante questa estate nella zona giorno (soggiorno piu andito), è un rovere spazzolato oliato da 1.5 cm di spessore. Ho notato che quando lo montava il parquettista ha incollato tutti i bordi, cioè lungo tutto il perimetro della stanza, dicendomi che così facendo il pavimento sarebbe stato molto più stabile.
    Dopo circa un mese il parquet si è alzato in fondo al soggiorno l’ho richiamato e mi ha detto che non gli era mai successo e che era una cosa stranissima. Comunque anche se controvoglia l’ha sistemato staccando le doghe incollate in corrispondenza della zona rialzata. Dopo un’altro mesetto ho avuto lo stesso problema lungo tutto l’andito e in altre parti del soggiorno. Il parquettista si rifiuta di sistemarlo dicendo che è un problema del parquet, visto che siamo in mansarda e la posa è stata effettuata su un pavimento in marmo pre esistente quindi non ci dovrebbero essere problemi di umidità.
    Cosa devo fare? Devo staccare tutti i bordi?

    Risposta
  • 24 dicembre 2008 in 19:06
    Permalink

    Salve.
    Vorrei montare un parquet prefinito sul mio pavimento in tavelloni di marmo.
    Devo peggiorare la finitura del pavimento rendendolo più ruvido oppure posso incollarlo senza fare nessun intervento? Hai consigli particolari da darmi?

    Risposta
  • 30 dicembre 2008 in 23:53
    Permalink

    buonasera
    devo togliere il parquet incollato su di un pavimento ,mi sapreste dire quale prodotto usare per eliminare la colla dal pavimento?
    grazie attendo una vostra risposta
    saluti

    Risposta
  • 4 gennaio 2009 in 20:11
    Permalink

    Salve ho comperato casa, devo scieglire il parquet ideale.
    Mia moge vorrebbe un rovere sbiancato a listoni ma visto i preventivi dai 7000 fino a 10000 euro per circa 70 mq stò cercando un’alternativa meno costosa ma con caratteristiche simili, ne conoscete?
    Ci serve chiaro in quanto la luce che entra dalle finistre è sotto un portico e quindi una casa un pò scura.
    Grazie mille a presto

    Risposta
  • 5 gennaio 2009 in 12:20
    Permalink

    Ciao Leonardo, le informazioni che ci dai non bastano per poterti dare un consiglio.. occorre sapere che tipo di parquet hai montato e che tipo di trattamento è stato effettuato. In ogni modo per ottenere un risultato uniforme generalmente è meglio rilevigare e ritrattare il tutto, dipende poi anche da dove si trova il punto più consumato, se non è in un punto bene in vista si può provare a ripristinare solo quel pezzetto.
    Ciao Marco

    Risposta
  • 5 gennaio 2009 in 12:28
    Permalink

    Ciao Marco, se il legno salta solo dove è stato incollato al muro allora probabilmente è la colla che crea il problema ed in queto caso prova a staccare i bordi e controlla se il problema ritorna fouri. Facci sapere.
    Marco

    Risposta
  • 5 gennaio 2009 in 12:31
    Permalink

    Ciao Maurizio, puoi procedere al montaggio anche senza rendere la pavimentazione esistente più ruvida, ricorda comunque che il prefinito puoi montarlo anche flottante.
    Ciao Marco

    Risposta
  • 5 gennaio 2009 in 12:33
    Permalink

    Ciao Luigi, per rimuovere la colla prova con del cotone imbevuto di trielina.
    Marco

    Risposta
  • 5 gennaio 2009 in 12:56
    Permalink

    Ciao Federico, il parquet a listoni è costoso.. se le stanze dove va montato non sono eccessivamente grandi puoi optare anche per un listello di medie dimensioni se invece vuoi obbligatoriamente listoni prova a guardare su internet, si dovrebbero trovare a buon prezzo, ex: http://www.exportare.it. Facci sapere cosa hai scelto..
    Marco

    Risposta
  • 5 gennaio 2009 in 20:50
    Permalink

    Aggiungo anche la Stile Pavimenti in Legno Spa, il sito è http://www.stile.com e troverai maggiori informazioni.
    Io ho comprato i listoni di rovere (c’è anche sbiancato) 200cm X 18cm X 2cm a circa 55 Euro al metro quadro, ed il prodotto, almeno per il momento è molto valido…
    Claudio

    Risposta
  • 7 gennaio 2009 in 01:33
    Permalink

    Ciao a tutti,ho una casa di circa 90mq il pavimento e’ in ceramica ma io vorrei mettere il parquet,vorrei sapere come potrei fare con le porte senza dover togliere il pavimento,di porte ne ho 4 normali 1 a scrigno e il portone.
    Grazie in anticipo per una vostra risposta Francesca

    Risposta
  • 8 gennaio 2009 in 17:12
    Permalink

    Ciao a Tutti,
    In casa ho un parquet in rovere trattato ad olio. Il parquet e’ incollato sul pavimento originale (marmo). Se dell’acqua ristagna sul pavimento per piu’ di qualche ora si macchia. Le macchie sono scure, chiazze simili a muffa. Se potessi vi manderei una foto. Vorrei sapere se questa e’ una caratteristica del parquet (ne dubito) o se e’ un problema del legno o dovuto ad un’errore nella posa.
    Grazie !! Angelo

    Risposta
  • 8 gennaio 2009 in 18:06
    Permalink

    Ciao Francesca, sia per le porte che per il portone l’unica soluzione è farle tagliare tanto quanto lo spessore del legno.
    Ciao

    Risposta
  • 8 gennaio 2009 in 18:21
    Permalink

    Ciao Angelo, è normale che il parquet si macchi se dell’acqua vi ristagna per qualche ora in quanto il trattamento effettuato non isola i pori (che assorbono liqiudi). Cerca di rimuovere qualsiasi sostanza liquida caduta accidentalmente abbastanza velocemente.. Per non avere questo problema dovresti far trattare il legno a vernice, la quale crea una patina protettiva sul parquet.
    Ciao

    Risposta
  • 8 gennaio 2009 in 22:10
    Permalink

    Ciao, ho in tutta la casa un pavimento prefinito di rovere sbiancato finito a olio. Per cercare di togliere una macchia d’olio ho pulito con della trielina e ho combinato un disastro: la sbiancatura è venuta via insieme alla macchia… Su consiglio del parquettista ho sgrassato e dato una mano di olio bianco ma non è servito a nulla… E’ possibile risolvere in qualche modo? grazie.

    Risposta
  • 9 gennaio 2009 in 00:19
    Permalink

    Salve, da circa un paio di mesi ho problemi con il mio parquet; premetto che ho il parquet in tutta la casa escusi bagni e cucina. Il mio e’ un prefinito essenza iroko, questa estate ho avuto la splendida idea di dargli la cera del emulsio un vero disastro; consigliata da un parquettista ho decerato con il remover (decerante) della bona sweden, li per li sembrava tutto ok ma dopo poco tempo mi si sono formate delle strane rige come quelle che lasciano le scarpe e parti opache miste a parti lucide…
    Non so’se rendo l’idea… Un vero schifo! Adesso non so se è dipeso da me o magari da un parquet difettato da fabrica anche perchè l’appartamento l’ho comperato nuovo 2 anni fa e so che per 5 anni c’è la garanzia che copre e quindi posso farmelo sostituire.
    La ringrazio attendero la sua risposta con fiducia.

    Risposta
  • 9 gennaio 2009 in 12:49
    Permalink

    Ciao Samanta, per poter valutare bene il danno occorrerebbe vedere il legno, comunque probabilmente hai rovinato in alcuni punti il trattamento.. per risolvere ed avere un risultato nuovamente uniforme dovresti rilevigare il legno e poi procedere con il trattamento che più ti piace.. Ma come mai hai deciso di dare il decerante? c’era qualche problema?
    Ciao
    Marco

    Risposta
  • 10 gennaio 2009 in 13:13
    Permalink

    Chiedo cortesemente un consiglio,
    ho tutto il pavimento in parquet prefinito in listoni essenza merbau. In zona pranzo ho steso un tappeto di corda ma ora, spostato il tappeto per le pulizie, ho notato che sotto di esso il parquet presenta il disegno del tappeto con delle striature chiare. Pensavo fosse solo polvere ma, passata l’aspirapolvere, le striature sono rimaste. Ho provato a lavare il pavimento con prodotti specifici ma il risultato è stato solo un leggero miglioramento. L’impressione è che possa trattarsi di umidità. Ora proverò a lasciare scoperto il pavimento per qualche giorno ma come posso togliere i segni?
    Ringrazio anticipatamente per i consiglio.

    Risposta
  • 12 gennaio 2009 in 11:45
    Permalink

    Ciao Anna Maria, credo che il motivo sia l’ossidazione del tuo parquet se esposto alla luce, in quanto l’essenza merbau è estremamente fotosensibile. Esistono dei prodotti che, se usati prima del trattamento finale riescono a prevenire questo fenomeno, ma nel tuo caso non saprei cosa consigliarti non conoscendo il tipo di trattamento effettuato..
    Ciao Marco

    Risposta
  • 19 gennaio 2009 in 16:29
    Permalink

    Ciao, avrei bisogno di qualche consiglio pratico perchè vorrei mettere un parquet in legno in un appartamento di 80 mq al secondo piano sopra un pavimento pre-esistente in marmo. Vorrei rivestire tutto l’appartamento ad esclusione del bagno. L’appartamento è vuoto per cui posso aspettare anche un tempo di posa più lungo. Quale tipo di legno è consigliabile considerando che ricoprirà anche ingresso e cucina? E’ meglio un prefinito oppure un parquet tradizionale? Di quale durezza? Posa fluttuante o incollata? Io vorrei un pavimento il più resistente possibile senza necessità di grandi manutenzioni(per cui opterei per la verniciatura, unica cosa di cui per ora sono sicura). Cosa mi consigliate?
    Grazie e scusate le mille domande…
    Giada

    Risposta
  • 20 gennaio 2009 in 13:54
    Permalink

    Buongiorno, chiedo il vostro aiuto per un problema per me di difficile soluzione. Abito all’ultimo piano di un condominio ed ho una loggia (terrazzo coperto e chiuso tranne una apertura centrale) che ho chiuso con una veranda. La chiusura delle parti laterali è costituita da perline che fanno da supporto ad un telaio di travetti in legno su cui è fissato il tetto in lamiera: in mezzo non c’è isolante. Il pavimento è in piastrelle: la parte sottostante della loggia è esposta alle intemperie.
    Nell’angolo più freddo si forma della condensa sul pavimento per la differenza di temperatura tra interno ed esterno (un igrometro a filo che non so quanto sia preciso, appoggiato sul pavimento segnava umidità 100%). Per rendere più vivibile la zona pensavo di posare un prefinito in legno flottante, ed ovviare al problema della condensa mettendo sulle piastrelle prima uno di quei tappettini in polietilene (?) che hanno un lato argentato (il lato argentato rivolto verso il basso) e sopra un altro materassino di quelli apposta per la posa flottante. Può essere una soluzione oppure butto via tempo e soldi? Ringrazio anticipatamente, cordiali saluti.
    Vittorio

    Risposta
  • 20 gennaio 2009 in 16:16
    Permalink

    Ho montato da poco il parquet (doussie’ africa) lo abbiamo lavato, come consigliato con acqua e alcol, ma sono rimaste un pò di macchioline qua e là, di colla. Quali prodotti possiamo usare per eliminarle?
    Grazie cordiali saluti,
    Antonio

    Risposta
  • 21 gennaio 2009 in 11:36
    Permalink

    Ciao Giada, consigliarti in una scelta di questo tipo non è facile, in quanto la selezione dovrai farla in base ai tuoi gusti personali, sia per quanto riguarda l’essenza che per il formato.. Ti posso indicare il wengè (se ti piace il legno scuro e se la casa è luminosa) in quanto è un legno duro ed ha una stabilità media oppure il bamboo (se preferisci il chiaro) che è molto duro e molto stabile. Per quanto riguarda la posa dipende se preferisci i listoni prefiniti (che possono essere montati anche flottanti) o i listelli.. La differenza è che i secondi sono in massello (possono essere levigati più volte) mentre i primi hanno il primo piccolo strato di legno nobile (quello che si vede), mentre sotto sono in multistrato (betulla o similari). Per la verniciatura ti consiglio di farla ad acqua, in quanto non forma una patina sopra il legno e di conseguenza non fa risaltare eventuali graffi.
    Ciao
    Marco

    Risposta
  • 21 gennaio 2009 in 17:41
    Permalink

    Ciao Vittorio, ti consiglio di risolvere il problema di umidità prima di posare qualsiasi tipo di parquet..
    Potresti isolare la parete esterna, lasciar asciugare e poi procedere con la posa.
    Ciao Marco

    Risposta
  • 22 gennaio 2009 in 13:26
    Permalink

    ciao Antonio, il lavaggio che hai effettuato è la procedura giusta, se sono rimaste tracce di colla l’unico modo è provare a ripetere l’operazione o in alternativa, prima di farlo, controlla sul recipiente della colla stessa, quali prodotti sono indicati per diluirla.
    saluti

    Risposta
  • 23 gennaio 2009 in 21:23
    Permalink

    Buonasera, ho acquistato del parquet prefinito doussie 11 mm con listelli da 60 cm x 6 cm (mi sembra) da incollare su pavimento preesistente con colla bicomponente. Lo vorrei montare io, l’ho già montato nella cabina armadio di circa 8 metri quadri. Adesso però si parla di un open space da 70 mq. Da dove mi consigliate di cominciare, da fine sala o dalla soglia? Il parquet lo monto a correre. Inoltre, una parte dell’ingresso ho tolto le piastrelle per portare a misura del bagno e della cabina armadio facendo un massetto, come si calcola l’eventuale umidità del pavimento? Grazie

    Risposta
  • 28 gennaio 2009 in 17:35
    Permalink

    Buongiorno.
    Sto per aprire un negozio di calzature. Il negozio ha una superfice totale di circa 40mq.
    E’ possibile montare un parquet prefinito oppure la normativa me lo impedisce per via delle regole antincendio? Sarei grato se riusciste a risolvermi il problema.
    Ringrazio anticipatamente,
    cordiali saluti.

    Risposta
  • 28 gennaio 2009 in 17:36
    Permalink

    Ciao,
    vorrei avere un vostro parere inerente il parquet in legno di pino. Può essere una scelta indicata se posato nella zona notte? Accetto poi consigli sul tipo di legno da utilizzare per il bagno.
    Grazie
    Federico

    Risposta
  • 28 gennaio 2009 in 21:50
    Permalink

    Vorrei incollare sopra un pavimento in ceramica il parquet prefinito, ma avendo il riscaldamento a pavimento vorrei sapere se tutto ciò è possibile, se avrò meno caldo in casa o a che inconvenienti vado incontro. Grazie

    Risposta
  • 29 gennaio 2009 in 10:36
    Permalink

    Ciao Federico, da quello che ci risulta il parquet in legno di pino è poco usato in quanto assai morbido e quindi sottoposto facilmente a lesioni.
    saluti

    Risposta
  • 29 gennaio 2009 in 11:58
    Permalink

    Buongiorno Davide, per la posa del tuo parquet ti consigliamo di iniziare dal lato più cordo della stanza (se ce n’è uno) seguendo il lato lungo. Per misurare l’umidità del massetto di solito si usa un igrometro che può essere a carburo o elettrico; al momento della posa l’umidità non deve superare il 2%.
    Ciao Marco

    Risposta
  • 29 gennaio 2009 in 19:29
    Permalink

    ciao Betti, il legno trattiene calore pertanto non avrai problemi, nel caso di riscaldamento a terra l’unico inconveniente è che in caso di problemi/manutenzione dovrai smantellare il tutto.
    saluti

    Risposta
  • 29 gennaio 2009 in 19:31
    Permalink

    Buonasera Luca, esistono moltissimi negozi che hanno pavimento in legno, questo non influisce in alcun modo sulla sicurezza.
    saluti

    Risposta
  • 31 gennaio 2009 in 21:46
    Permalink

    Buonasera,
    innanzitutto coplimenti per le risposte precise e chiare.
    Il mio problema è che ho il parquet africa doussie prefinito, non ho la più pallida idea di come sia stato trattato, dopo tre anni a parte che è pieno di graffi alcuni anche molto profondi, ma ora ci sono anche delle macchie lasciate dal prodotto Lava-Incera per parquet e cotto della emulsio senza risciacquo, e dalla stessa cera emulsio per parquet, sono macchie lasciate dalle goccie del prodotto che, ovviamente, quando lavavo ho, versato sul pamimento ed immediatamente ripassato con lo straccio umido. Tutte queste macchie a goccia rendono il parquet buttissimo sembra sempre sporco, come posso fare per torglierle e magari rendere anche meno visible i graffi, a parte lamarlo…
    Ovviamente, per il momento non ho soldi sufficneti per farlo… Ah un’altra cosa ho una sufficiente manualità ma mi servono dei prodotti che siano chiarissimi nell’utilizzo… Mi spiego, se mi dite di passare la raminella ditemi che tipo, in che verso, per quanto tempo o suggeritemi prodotti chiari.
    Lo so sembro esigente in realtà non è così è che sono già disperata per l’orrore del pavimento non vorrei rovinarlo ancora di più.
    Grazie tatissimo,
    Oriana

    Risposta
  • 31 gennaio 2009 in 22:32
    Permalink

    In casa abbiamo messo da 2 anni il parquet doussie trattamento ad acqua (non lucido) essendosi rotta una bottiglia d’olio in cucina qualche pedata d’olio è arrivata per distrazione in salotto.
    Volevo sapere cosa posso fare per togliere ste macchie.
    Grazie,
    Lucio.

    Risposta
  • 6 febbraio 2009 in 18:00
    Permalink

    carissimi LUCIO e ORIANA, rispondo ad entrambi con lo stesso commento in quanto il vostro problema è simile. Purtroppo, trattare il legno per togliere questo tipo di macchia è rischioso ed un lavoro “fai da te” non mi sento di consigliarvelo perchè potrebbe essere risolutivo quanto dannoso. Sicuramente, per togliere queste macchie ormai vecchie di olio, la soluzione migliore è quella di un impacco con della polpa di cellulosa imbevuta nel solvente sgrassante da lasciare in posa sulla macchia, ma sia per le dosi, sia per il tempo di posa in opera, sarebbe necessario un sopralluogo in quanto il solvente scioglie la macchia che a questo punto viene assorbita dalla cellulosa, ma se si tiene troppo in posa, la cellulosa rilascia nuovamente l’olio e se il solvente è troppo la macchia rischia di allargarsi. Quindi, se proprio decidete di procedere vi consiglio di andare molto cauti e fare dei test su delle macchie (magari le più nascoste) per capire bene quanto solvente serve e quanto tempo di posa in opera partendo da una bassissima quantità di prodotto e da 1-2 minuti di tempo per l’impacco.
    saluti

    Risposta
  • 9 febbraio 2009 in 21:18
    Permalink

    Salve,
    ho fatto posare il pavimento tempo fa di rovere oliato che è stato succesivamente coperto per un lungo periodo con del telo bugnato e tenuto fermo con del nastro adesivo da imbianchino.
    Il problema è la colla del nastro adesivo che si è attacata al legno ed è impossibile da rimuovere
    Avete un suggerimento ?
    grazie per la celere risposta
    Federico

    Risposta
  • 9 febbraio 2009 in 21:59
    Permalink

    Salve,
    ho acquistato una casa in costruzione con vista mare di 60 mq. Ci sarò solo in estete. Vorrei mettere il parquet dappertutto eccetto in bagno. Gli ambienti sono luminosi, ma non assolati. Mi hanno consigliato il rovere trattato ad acqua, a listelli. Cosa ne pensate? Come faccio ad individuare la tonalità giusta?
    Grazie.

    Risposta
  • 10 febbraio 2009 in 11:37
    Permalink

    Ciao Franca, per una questione di comodità, il nostro consiglio è quello di cercare un’alternativa al parquet proprio perchè la casa verrà sfruttata nei mesi estivi e si trova al mare. Il pavimento delle case al mare, dovrebbe essere di un materiale più resistente possibile, uniforme e facilmente lavabile in quanto è sottoposto più facilmente a deterioramento dovuto sopratutto ai residui di sabbia che si accumulano nei vestiti e nelle scarpe e che andrebbero a graffiare continuamente il parquet. Il trattamento ad acqua è giusto, ma per i motivi che ti abbiamo spiegato sopra, secondo noi è da rivedere la scelta del pavimento. Se ti piace l’effetto Parquet, esistono delle mattonelle di gres che vengono tagliate a listelli e riproducono le venature ed i colori del legno. Saluti

    Risposta
  • 11 febbraio 2009 in 18:27
    Permalink

    ciao Federico, i casi sono due:
    1) la colla ha lasciato residui abbastanza grossi che potranno pertanto essere tolti con cautela in modo meccanico attraverso spatole
    2) e questo è il caso peggiore, la colla ha lasciato una pellicola sottile e siccome è lì da tempo sarà seccata, andrebbe pertanto sciolta, ma l’unico modo per scioglierla è lasciare agire un impacco per un po’ di tempo…questo eliminerebbe di sicuro la colla ma potrebbe intaccare l’olio del trattamento.
    Ti consigliamo vivamente di far fare un sopralluogo ad un parquettista e decidere insieme il da farsi.
    saluti

    Risposta
  • 15 febbraio 2009 in 15:44
    Permalink

    Ciao Elettra,
    grazie per il consiglio, ma forse non mi sono spiegata beme, la casa è vista mare, su una collina ed il mare si vede in lontananza. Ho sempre desiderato una casa con il parquet , puoi aiutarmi ancora?
    saluti.
    Franca

    Risposta
  • 16 febbraio 2009 in 01:11
    Permalink

    Salve,
    ho un parquet nouvo prefinito essenza doussie; dopo il montaggio a fatica sono riuscita a togliere le macchie di colla usando alcool e acqua… Alcuni aloni però proprio non vogliono andarsene, cosi come alcuni aloni di silicone… Che fare per risolvere il problema?
    Grazie Elena

    Risposta
  • 16 febbraio 2009 in 13:24
    Permalink

    Prova con del cotone appena imbevuto di trielina.
    saluti

    Risposta
  • 16 febbraio 2009 in 13:29
    Permalink

    Ciao Franca, in questo caso allora puoi sbizzarrirti, secondo il mio gusto personale, dato che le case al mare spesso vengono arredate con tonalità chiare, dal bianco al blu, quasi provenzali, il parquet che meglio si adatta è quello di rovere sbiancato o decapato a listoni.
    saluti

    Risposta
  • 18 febbraio 2009 in 11:22
    Permalink

    buongiorno,
    ho un problema di questo tipo: in casa ho ovunque il parquet merbau, ora dopo quasi 7 anni che l’ho montato mi trovo che si forma come un filo di polvere che vista controluce sembra bianca. Inoltre in alcuni punti, molto rari, le vene del listello sembrano bianche. Devo precisare che per un certo periodo è stata data spesso la cera (quella della Emulsio) poi subito interrotta perchè mi sono resa conto che il pavimento sembrava che assorbisse più polvere di prima.
    Ora lo sto pulendo solo con acqua e alcool ma il problema rimane ..tutto questo è successo negli ultimi 2-3 mesi..cosa posso fare?
    Grazie

    Risposta
  • 19 febbraio 2009 in 11:23
    Permalink

    Ho acquistato una villetta a due piani al mare, sui pavimenti esistenti vorrei mettere il parquet, anche sulla scala.
    E’ una zona abbastanza umida come tutte le zone di mare considerando che oltretutto a pian terreno uscendo sul portico si trova anche il giardino.
    Faccio bene oppure no?
    Saluti.

    Risposta
  • 19 febbraio 2009 in 17:15
    Permalink

    Buongiorno, in fase di ristrutturazione abbiamo optato per un rovere sbiancato spazzolato (e oliato) in tutta la casa che ora, a distanza di un anno, ci sembra troppo freddo e grigiastro. E’ possibile far togliere la sbiancatura e portare il rovere ad un effetto più naturale senza cadere nel giallo tipico? Ogni suggerimento è gradito.
    Grazie per la risposta,
    Nadia

    Risposta
  • 19 febbraio 2009 in 18:55
    Permalink

    Ciao Andrea, io sono un amante del parquet e lo metterei ovunque… Devono però sussistere delle caratteristiche essenziali per posarlo; in pratica se il tuo pavimento è troppo umido NON conviene posare il parquet.
    Ti consiglio di contattare un parquettista e di far misurare l’umidità del massetto. Per misurare l’umidità si utilizza l’igrometro; al momento della posa l’umidità non deve superare il 2%.
    Se la soglia del 2% non è superata allora vai libero, altrimenti (ahimè…) opta per un’altra soluzione.

    Ciao Nadia,
    puoi far levigare il parquet tramite appositi macchinari portando via un primo strato di legno (tieni conto del tipo di listello/listone che hai, se legno massello, multistrato, ecc…) e poi applicare un nuovo trattamento sempre direttamente sul posto.
    Fatti consigliare da un esperto del settore perchè va visto dal vivo per poter dare consigli precisi. In ogni modo la possibilità, secondo me, esiste.

    Ciao,
    Claudio

    Risposta
  • 19 febbraio 2009 in 19:13
    Permalink

    Grazie per la tua risposta, solo una precisazione, questo vale anche se lo volessi mettere sopra al pavimento esistente
    sia flottante che incollato.
    Saluti/Andrea

    Risposta
  • 19 febbraio 2009 in 19:39
    Permalink

    Sì, purtroppo anche se lo monti su un pavimento già esistente. L’umidità è terribile perchè riesce a passare dappertutto; l’unica soluzione sarebbe creare un vespaio sotto il massetto ma mi sembra una soluzione un pò troppo estrema per posare il parquet…
    Hai girato un pò? Esistono dei prodotti simili (laminati) che riproducono molto bene il parquet; è chiaro, non è legno, ma in ogni modo l’effetto ottico è bello comunque.

    Risposta
  • 23 febbraio 2009 in 14:33
    Permalink

    Buongiorno, vorrei mettere il parquet predefinito nella mia casa circa 100 mq. Premetto di avere poca conoscenza in materia, anzi quasi nulla… Ho fatto fare dei preventivi su un’essenza che mi piace: cabreuva.
    Pensavo di raccogliere informazioni utili per la decisione, ma ho le idee confuse più di prima per i pareri completamente contrastanti: flottante o incollato? Spazzolato o liscio? Listone o listino? Posato in diagonale, spina di pesce, tolda di nave? Alto mm 4,5 o un cm? Cucina e bagni sì o no? Prima scelta o seconda scelta? aiutoooooooooooo…
    Mi sono bloccata e non riesco a dedicedere. Ti dico quello che a me piace: cabreuva incenso spazzolato, ma mi hanno detto che tende ad accumulare lo sporco… E la qualità del parquet… Meglio affidarsi a ditte conosciute? Listone giordano, Berti, ecc?
    Vi ringrazio molto se vorrete aiutarmi
    Fiore

    Risposta
  • 23 febbraio 2009 in 16:46
    Permalink

    Ciao Fiore.
    Capisco la confusione che hai accumulato sentendo diversi pareri sulle diverse tipologie di legno, di montaggio e di finiture.
    Il legno cabreuva proviene dal sud america ed è una specie legnosa molto dura ed abbastanza stabile; quindi da questo punto di vista non dovresti avere alcun problema dopo la posa; l’unica cosa, come sempre, assicurati che il livello di umidità del massetto non superi la soglia massima.
    Per il montaggio flottante o incollato dipende molto dai tuoi gusti e dalle dimensioni del listello/listone. Tendenzialmente i listelli piccoli si montano incollati, mentre via via che le dimensioni aumentano (fino a circa 2 metri di lunghezza e 20 cm di larghezza circa) esiste anche la possibilità di montarlo flottante.
    E’ chiaro che se acquisti dei listelli 6×30 o 8×50 ti consiglio di montarli incollati; se acquisti listoni di grandi dimensioni puoi scegliere come preferisci te. Montato incollato il legno rimane fissato e stabile; montato flottante il parquet è ancora (in maniera molto molto molto minima) libero di muoversi e di ingrossarsi/ritirarsi a seconda delle stagioni. In sostanza il montaggio del parquet flottante (che viene effettuato con opportuno materassino sottostante) rende il legno ancora più vivo e al passaggio flette leggermente rendendo il passaggio ‘più soffice’ ed in alcuni punti emette anche un LEGGERISSIMO scricchiolio. Io in casa ho i listoni flottanti spazzolati e a me personalmente piacciono davvero molto; lo scricchiolio è quasi impercettibile ed il camminamento ‘ammortizzato’ dal legno per me è davvero piacevole. Poi dipende dai gusti; a molti piace il legno incollato direttamente sul massetto, che non si muove e si comporta in sostanza (a parte l’aspetto estetico chiaramente ed il fatto che tiene maggiormente il calore) come un normale pavimento.
    Per lo spazzolato o liscio devi decidere te, è solo una questione di gusti personali. Il parquet spazzolato ha in rilievo le venature ed ha un effetto molto bello se visto in controluce; quello non spazzolato ha una superfice completamente liscia. Lo sporco lo togli in modo semplice in entrambi i casi.
    La scelta di listone o listino dipende molto dai tuoi gusti personali, dal prezzo che vuoi spendere e dall’ambiente dove lo andrai a posare. Per ambienti grandi è più indicato il listone perchè può essere ammirato in tutta la sua bellezza; per gli ambienti piccoli va benissimo anche il listello piccolo in quanto la dimensione limitata della stanza non permette di godere delle grandi dimensioni del listone e quindi, secondo me, non conviene spendere di più. Via via che le dimensioni aumentano, tendenzialmente, aumenta anche il prezzo.
    Anche per la prima o seconda scelta devi scegliere te; la prima scelta ha la caratteristica di costare di più in quanto non contiene (o in minima parte soltanto) nodi; la seconda scelta invece ha la caratteristica di avere più nodi nei listelli/listoni. Sempre dal mio punto di vista preferisco la seconda scelta perchè personalmente la presenza di nodi non è un difetto ma una caratteristica che rende il legno più bello.
    Montarlo in cucina e in bagno? Dipende dal tipo di legno… Se lo monti flottante ti sconsiglio di montarlo in bagno in quanto l’acqua potrebbe entrale nelle piccole fessure presenti tra un listone e l’altro. In cucina invece non dovresti avere problemi anche se è sempre meglio utilizzare dei tappeti nelle zone di maggio utilizzo (fornelli, lavandini, frigo, ecc…).
    Per lo spessore del legno dipende dalle dimensioni; più il parquet che monti è grosso e più deve essere spesso; mediamente per listelli 6×30 in legno massello basta 1 cm di spessore; per listoni larghi 20 cm e lunghi 2 metri è consigliabile scegliere multistrati di 1,5 – 2 cm (meglio 2cm) con strato di legno nobile di almeno 0,4-0,5 cm.
    Infine per quanto riguarda le marche puo andare sul sicuro ed affidarti alle ditte conosciute oppure girare un pò e vedere cosa trovi in giro… Io per esempio l’ho acquistato dalla Stile (www.stile.it), l’ho pagato meno delle marche più famose e per ora (faccio le corna) non ha dato alcun problema.

    Mi raccomando scegli bene perchè il pavimento in una casa è gran parte dell’arredamento; il legno poi!!!!!!!!

    Spero di esserti stato d’aiuto e se hai altre domande chiedi pure…
    Claudio

    Risposta
  • 23 febbraio 2009 in 17:03
    Permalink

    buongiorno, ho un problema di questo tipo: in casa ho ovunque il parquet merbau, ora dopo quasi 7 anni che l’ho montato mi trovo che si forma come un filo di polvere che vista controluce sembra bianca. Inoltre in alcuni punti, molto rari, le vene del listello sembrano bianche. Devo precisare che per un certo periodo è stata data spesso la cera (quella della Emulsio) poi subito interrotta perchè mi sono resa conto che il pavimento sembrava che assorbisse più polvere di prima.
    Ora lo sto pulendo solo con acqua e alcool ma il problema rimane ..tutto questo è successo negli ultimi 2-3 mesi..cosa posso fare?
    Grazie

    Risposta
  • 23 febbraio 2009 in 20:38
    Permalink

    Ciao Claudio,
    ti ringrazio davvero molto della tua risposta rapida ed esauriente, mi hai fatto un grande regalo!
    Permettimi ancora di sciogliere qualche altro dubbio…per una stanze di metri 5×5 che grandezza consigli?
    ho un pavimento in ceramica che vorrei lasciare, come si misura l’umidità del massetto? come regolarsi per la parte nobile del listello? è meglio tutto in legno oppure con la betulla ( qualcuno mi ha detto che è meglio perchè è più flessibile)…una volta posato lo spazzolato necessita di ulteriori trattamenti (olio cera ecc) eppoi come è meglio pulirlo? ancora grazie:-) Fiore

    Risposta
  • 25 febbraio 2009 in 14:07
    Permalink

    Buongiorno,
    Abbiamo ristrutturato una casa e nelle stanze da letto abbiamo fatto posare un parquet prefinito in doussiè da 11 mm (2° scelta); il fondo è in massetto con materiale specifico per parquet (non ricordo il nome) ed i posatori, una settimana prima della posa, hanno prelevato un campione del massetto per misurarne l’umidità, dando il via libera alla posa tramite incollaggio con colla bicomponente. Dopo 15 giorni i primi problemi: alcuni listelli hanno evidenziato spaccature trasversali, altri longitudinali, alcuni presentano delle bolle che, battendoci, “suonano” vuote. Premesso che ci è stata assicurata una garanzia di 5 anni, quale potrebbe essere la soluzione meno invasiva, visto che in questa casa ci abitiamo? Grazie

    Risposta
  • 26 febbraio 2009 in 19:14
    Permalink

    Ciao Giuseppe, purtroppo di soluzioni non invasive non ce ne sono in quanto devi farti sostituire tutti i listelli che presentano imperfezioni, considerando anche che il lavoro è stato appena ultimato.
    Ciao Marco.

    Risposta
  • 27 febbraio 2009 in 20:29
    Permalink

    Salve, avrei bisogno di un consiglio importante: ho recuperato del parquet che era stato precedentemente incollato su un pavimento, dato che lo vorrei mettere a casa mia sempre su un pavimento esistente come devo fare per togliere la colla dal parquet per poi riutilizzarlo (se possibile).
    Grazie

    Risposta
  • 1 marzo 2009 in 19:04
    Permalink

    Ciao Annalisa.
    Secondo il mio punto di vista nel corso dei 7 anni hai dato qualche prodotto non congruo al trattamento dato al parquet. La soluzione migliore sarebbe quella di levigare il parquet e riapplicare di nuovo il trattamento.
    Non vedendo dal vivo l’entità del problema questo è il consiglio più immediato che riesco a darti.

    Risposta
  • 1 marzo 2009 in 19:08
    Permalink

    Ciao Francesco, ti consiglio di non riutilizzare un legno già installato precedentemente, in quanto il risultato finale potrebbe non essere soddisfacente..

    Ciao marco

    Risposta
  • 4 marzo 2009 in 21:18
    Permalink

    Aiuto!Ho una casa di 150 metri quadri dove ho fatto installare tutto parquet, (anche in bagno e in cucina).Il parquet è iroko semilucido misura 9 per 80/120,incollato. Mi ritrovo con un grosso problema, evidenziato già due anni fa alla consegna della casa, che stà sempre più peggiorando: Sono comparse da prima in un locale alcune macchie opache che con il passare del tempo aumentavano di numero e cambiavano di colore, ora sono piccole e bianche. le macchie si sono estese poi ad altri locali.( Ho il pavimento a pois). Dopo numerose trattative ( anche andando da un’avvocato), la ditta fornitrice è disposta a sostituirmrlo. Non ho però ricevuto una risposta su cosa è successo al pavimento, hanno ipotizzato umidità,il controllo dell’umidità ha però escluso questa possibilità sul pavimento. Ho però problemi di umidità alle pareti in quanto non è stato effettuato l’isolamento con la pavimentazione esterna in modo accurato.lo zoccolino interno presenta macchie di umidità. ( Tra poco incominceranno i lavori per risolver questo problema).
    Vi chiedo può essere un fungo? l’unica soluzione è solo quello di sostituirlo completamente? Cosa può essere?

    Risposta
  • 11 marzo 2009 in 15:05
    Permalink

    Salve avrei intenzione di monatare un parquet a basso costo in un sottotetto dove il massetto non credo sia livellato a dovere.
    Cosa mi consilia?
    Grazie

    Risposta
  • 11 marzo 2009 in 17:22
    Permalink

    Salve Giorgio, se il massetto non è livellato le consiglio di non montare il parquet, ma optare per delle mattonelle.. Se il sottotetto non deve essere utilizzato come abitazione ma come rimessa una soluzione può essere anche montare il linoleum (quel materiale che a volte si vede nelle palestre).
    Ciao

    Risposta
  • 11 marzo 2009 in 17:32
    Permalink

    Ciao Donatella, l’umidità è una possibilità concreta, anche se per poter valutare precisamente il danno occorre visionare il parquet. La sostituzione è sicuramente la miglior soluzione, ti consiglio anche di risolvere il problema dell’umido proveniente dalla parete esterna con della guaina e di controllare l’umidità del massetto prima di montare il nuovo parquet, in quanto è il peggior nemico dei pavimenti in legno e quindi potrebbero poi ripresentarsi problemi..
    Ciao

    Risposta
  • 16 marzo 2009 in 10:17
    Permalink

    Ho deciso di montare nel seminterrato di casa un parquet flottante per evitare di rischiare problemi di umidità.
    Ma ho un problema di massetto che è posto allo stesso livello della soglia della finestra. come posso ovviare tale problema se non posso alzare la finesta?

    Risposta
  • 21 marzo 2009 in 13:27
    Permalink

    Buongiorno, ho un parquet con finitura all’olio, circa una settimana fà il mio parchettista ha passato una macchina per togliere l’eccesso di prodotto e poi ha dato dell’altro olio. Fino a qui tutto bene ma dopo due giorni ho pulito con del prodotto apposito e mi ha creato una patina bianca e per di più anche l’acqua mi crea questo effetto; prima del trattamento del parchettista l’acqua non mi creava nessun effetto!!!
    E’ un incubo.
    grazie e aspetto una sua risposta oppure mi consigli uno psicologo perchè è diventata un’ossesione.
    Sonia

    Risposta
  • 22 marzo 2009 in 14:08
    Permalink

    Buongiorno,
    sto decidendo in questi giorni per la ristrutturazione.Vi sarei grata se qualcuno potesse aiutarmi…qualche informazione sulla qualità della casa La Panca parquet Kayu. Mi hanno proposto un cabreuva ma non trovo nessuna informazione in internet..
    vi ringrazio in anticipo

    un saluto cordiale

    flower

    Risposta
  • 22 marzo 2009 in 15:50
    Permalink

    Ciao Sonia, generalmente il difetto della sbiancatura incorre quando si eccede nel bagnare il pavimento con acqua o con della cera liquida.
    Ciao

    Risposta
  • 22 marzo 2009 in 16:18
    Permalink

    Ciao Fiore, per la casa che citi non sappiamo aiutarti, per quanto riguarda il parquet cabreuva ti posso dire che è un legno molto duro ma anche un po’ “agitato”,probabilmente si modificherà dimensionalmete dopo la posa adattandosi alla situazione ambientale e creando delle piccole fessure; ma comunque niente che comprometta la sua bellezza. opo il trattamneto e l verniciatara tende a scurire con l’esposizione alla luce.
    Ciao

    Risposta
  • 24 marzo 2009 in 01:17
    Permalink

    Salve,
    vorrei mettere il parquet a casa.
    Si tratta di circa 90mq bagni compresi.
    Ho visto dei listoni massello in quercia francese prelevigati, bisellati e maschiati ai 4 lati ho paura però che non siano molto adatti alla posa su pavimento preesistente in maioliche.
    ci sono varie dimensioni:
    14×110/130/150/170×400/2200
    20×130/150/190×400/2200
    io sono interessato più che altro alla tavole con larghezza 150 o 170 mm.
    Quelle da 14mm vengono incollate e quelle da 20 incollate o inchiodate (cosa che non posso fare dato che ho il pavimento preesistente).
    Mi è stato assicurato dal venditore che non sono problemi per la posa incollata su pavimento.
    Lei cosa ne pensa? Le tavole così lunghe e larghe potrebbero darmi dei problemi? E se, fermo restando le larghezze 150 o 170, mi faccio dare solo tavole non molto lunghe diciamo max 1400-1600mm?

    Conosce al limite dei prodotti simili a quelli che ho visto e che potrebbero fare al mio caso?

    Grazie
    Simone

    Risposta
  • 24 marzo 2009 in 14:55
    Permalink

    Ciao sono Federica,in camera da letto e in soggiorno ho montato un parqet Iroko prefinito.
    Il parquet è stato montato più di 6 anni fa ma la casa è rimasta incompleta e quindi disabitata, fino a 3 anni fa circa quando ho iniziato a viverci.
    Da qualche mese sto notando una strana cosa in alcuni punti della stanza da letto che si trova al secondo piano di una castta su 2 piani.
    Guardando in controluce i listoni vicino al muro che confina con il bagno infatti, si nota come una leggera “schiena d’asino” in corrispondenza dei punti di giunzione. Passandoci sopra un piede o la mano, si sente come un gradino e le giunture si sono anche leggermente allargate.
    La mia paura è che ci sia una perdita d’acqua dal bagno anche perchè, proprio in corrispondenza dello zoccolino, 2 listelli presentano una macchia più scura che però mi sembra ha le stesse dimensioni da tempo.
    Ho pensato anche all’effetto dovuto alla “pipì” del mio cane che, in mia assenza, è rimasta lì per un’intera giornata ma, parlando telefonicamente con chi mi ha posato il parquet, mi è stato detto che, quanto ho descritto pare più un effetto di carenza di umidità dell’ambiente; siete d’accordo? Potrebbe peggiorare la situazione e portare al sollevamento del parquet o è solo un effetto delle variazioni di umidità?
    Ho notato anche che, su un listone, si è formata una grossa crepa; è normale? Si può riparare o in caso si dovesse ingrandire devo sostituire il listone?

    Grazie mille

    Risposta
  • 27 marzo 2009 in 09:42
    Permalink

    Buongiorno,

    ieri sera è successo un fattaccio sul parquet della mia camera da letto. Mi sono accorta della presenza di alcune briciole e mi sono quindi avvicinata per toglierle e sorpresa: si trattava di briciole di “chiacchere” (dolce tipico di Carnevale, a Milano le chiamiamo così) che sono probabilmente finite lì trasportate dalla suola delle mie ciabatte! Appena le ho rimosse ho notato delle macchioline d’olio sul parquet! Ho subito cercato di pulire con acqua e un sapone neutro che utilizzo per la pulizia settimanale del parquet ma le macchie sono rimaste lì. Preciso che il mio parquet è un doussiè africa finito ad olio.

    Come posso fare a rimuovere le macchie d’olio?

    Grazie!

    Risposta
  • 29 marzo 2009 in 15:23
    Permalink

    Ho una domanda relativa alla verniciatura del parquet dussie Africa. E’ possibile cambiare il colore di questo tipo di parquet da rosso ( non molto forte) a bianco opaco?

    Risposta
  • 4 maggio 2009 in 14:15
    Permalink

    Salve! Sto ristrutturando casa e nella zona notte (circa 40 mq) vorrei mettere un parquet iroko! vorrei sapere se è meglio montare un parquet tradizionale oppure un prefinito ed eventualmente capire i pro e i contro di entrambi. Grazie Vi

    Risposta
  • 6 maggio 2009 in 12:39
    Permalink

    buongiorno. anche io come molti ho un piccolo prob. con il mio parquet è doussie in listelloni di spessori 15 mm e lung. 45. E’ montato su del compensato perchè il massetto non era perfettamente paro e il posatore non si è fidato a montarlo diversamente.Io lo vavo anche con ajax professionale,pronto emulsio lisoform parquet non mi soddisfano,il pavimento non mi si è danneggiato, sono due anni che è posato, ma non riesco a toglire i segni delle scarpe da quando ho cambiato cera, ogni tre o cinque mesi passo la cera sanitec a base di cera d’api cere naturali non mi dice gli altri componenti,e i segni sono maggiori,ogni minimo movivento rimane la riga, non graffio.potrebbe di pendere dal tipo ci cera? vivo in campagna e ho anche la sal d’ingresso con il parqet come posso fare ho provato anche l’aceto diluito con l’acqua, poi meglio calda o fredda? dove sbaglio? grazie

    Risposta
  • 16 maggio 2009 in 16:12
    Permalink

    Sono iniziati già i lavori di ristrutturazione della casa e ancora non mi decido tra due tipologie di parquet da incollare: Legno massello prefinito o parquet prefinito con i classici cm di legno e la base di betulla? Grazie in anticipi per la risposta.

    Risposta
  • 30 maggio 2009 in 11:41
    Permalink

    Buongiorno a tutti, io vorrei sapere come posso uscire nel modo più indolore da un problema che mi sta spaventando. Vivo in una casa di due anni (NUOVA) nella quale secondo me sono stati fatti degli errori di progettazione del vespaio sia dal punto di vista di aerazione che di isolamento del pavimento (sono al piano terra). Per farla in breve, dopo circa 1 anno ho iniziato a sentire in qualche camera il tipico odore di muffa e mi sono accorto che proveniva dal pavimento (in parquet Iroko Teknoparquet prefinito). Il motivo era dovuto all’insufficiente aerazione del vespaio che verrà risolta (spero) con la costruzione di griglie laterali e l’installazione di aeratori forzati per aspirazione. Il problema è che il parquet emana il classico odore di legno ammuffito anche se all’apparenza sembra perfetto; nessun difetto, scollamento o movimento dei listelli. Cosa posso fare per “risanarlo”? Posso trattarlo con qualche prodotto specifico (ovviamente in superficie) oppure sono costretto a sostutuirlo? Posso fare qualcosa perchè “perda” questo sgradevole odore di muffa? Grazie mille.

    Risposta
  • 1 giugno 2009 in 09:49
    Permalink

    Ho un grosso problema:

    circa sei mesi fa ho fatto levigare un pavimento di rovere posato circa 40 anni fa e trattato a vernice, successivamente alla levigazione e’ stato ritrattato ad olio.

    Dopo circa un paio di settimane, tale parquet ha iniziato a rilasciare una gradevole odore, dolciastro e nauseabondo, sicuramente chimico….tanto che siamo dovuti andare a dormire in un’altra stanza, possono essere le esalazioni delle vernici usate in precedenza????

    Disperati abbiamo rimosso tutto il parquet, ma ancora il massetto manda cattivo odore…….premetto che sono allergica a tutti i derivati del petrolio, cosa posso fare…..sono scoraggiata……grazie mille per la cortese risposta.

    Risposta
  • 9 giugno 2009 in 18:09
    Permalink

    Voglio montare un listone di iroko ad incastro,mis.cm 100x10x2 su un pavimento gia’ esistente,mi date qualche indicazione?

    Risposta
  • 11 giugno 2009 in 15:53
    Permalink

    Devo montare il nuovo pavimento sul vecchio ma ho il problema della porta blindata.Cosa posso fare per non cambiarla o danneggiarla?

    Risposta
  • 22 giugno 2009 in 19:36
    Permalink

    buongiorno.. mi si è allagata la casa parquet compreso.. nonostante sia stato asciugato subito si è formato un rigonfiamento nel centro,cosa posso fare???

    Risposta
  • 23 giugno 2009 in 09:35
    Permalink

    IN genere, in questi casi, il parquet rigonfiato va sostituito.
    saluti

    Risposta
  • 29 giugno 2009 in 15:09
    Permalink

    Salve ho appena ristrutturato l’appartamento ed ho scelto di mettere il perquet rovere in listelli tradizionali. Mi hanno consigliato la verniciatura ad acqua per un effetto più naturale e per la resistenza ai graffi, il risultato è bello solo che al tatto risulta un pò ruvido è normale? Il tecnico mi ha detto che è una caratteristica che ha il rovere quando si vernicia ad acqua…è vero? Grazie mille per la disponibilità

    Risposta
  • 29 giugno 2009 in 16:25
    Permalink

    Ciao Manuela, è normale che il rovere sia un pò ruvido, non ti preoccupare.. La vernice ad acqua lascia al legno il suo aspetto naturale in quanto non crea la patina lucida che si forma con le vernici a solvente.

    Risposta
  • 5 luglio 2009 in 23:13
    Permalink

    Ciao sono Emanuele, sto in questi giorni decidendo sul tipo di prefinito da installare sul reparto notte, anzi avevo già optato per il wengè ma il rivenditore me lo ha sconsigliato a causa del riscaldamento a pavimento che potrebbe causare crepe. E’ davvero alto questo rischio o posso ovviarlo in qualche modo? Ciao grazie!

    Risposta
  • 6 luglio 2009 in 15:19
    Permalink

    Buongiorno
    Nella casa che ho appena acquistato le camere hanno un pavimento di parquet essenza doussie’. Esso appare lucido in tutta la superficie tranne l’area in cui si trovavano gli armadi. Come posso fare per uniformarlo? Si tratta di un trattamento di pulizia (cera?) o di un trattamento specializzato (vernice, olio, altro?)?
    Tutte le imprese di pulizie prendono le distanze e dicono che deve essere lamato, ma e’ perfettamente conservato!!! La casa e’ stata abitata per soli due anni… Lamare un parquet senza nemmeno un segno mi pare uno spreco e d’altra parte sto osservando che in generale chiamare un tecnico per una valutazione costa un salasso…
    Per favore potete consigliarmi?
    Grazie 1000
    Lorena

    Risposta
  • 9 luglio 2009 in 09:59
    Permalink

    Aiuto!!!
    Per favore potete aiutarmi??? (domanda n. 117)
    Tra un po’ arriva il traslocatore e io ancora non so come devo pulire il parquet!!!!
    Grazie 1000
    Lorena

    Risposta
  • 9 luglio 2009 in 10:30
    Permalink

    Buongiorno Lorena, per intervenire nel modo giusto su un legno, bisogna capire come questo è trattato, altrimenti si rischia di fare un intervento inutile, quindi dovresti chiedere ai vecchi proprietari, che tipo di trattamento avevano fatto al pavimento. Può anche darsi che la differenza che noti sia dovuta all’effetto che ha avuto la luce sul legno più esposto rispetto a quello riparato e coperto dalla mobilia.
    saluti

    Risposta
  • 10 luglio 2009 in 12:11
    Permalink

    Ciao, Elettra, grazie per la risposta ma la casa apparteneva a figlia (ora separata) e mamma che non sa l’indirizzo attuale della figlia e non avrebbe mai voluto vendere casa.
    Tu andresti a chiedere del parquet?
    Per questo sto cercando di arrangiarmi da sola.
    Che fare? Come capire qual e’ la finitura?
    Grazie
    Ciao
    Lorena

    Risposta
  • 10 luglio 2009 in 17:07
    Permalink

    Le soluzioni sono due:
    1)rivolgersi al vecchio proprietario e chiedere delucidazioni sul trattamento
    2) contattare un parquettista che faccia un sopralluogo per capire il trattamento esistente e l’intervento da fare.
    saluti

    Risposta
  • 16 luglio 2009 in 10:29
    Permalink

    Ciao,
    sono Annalisa da Firenze.
    Avrei bisogno del Vostro prezioso aiuto…ho una casa nuova, appena un anno di vita, e nelle camere da letto abbiamo fatto montare un parquet a incastro di rovere naturale a listoni grandi trattato ad acqua. Il mio problema è che non è lucido come pensavo, non che lo volessi lucido come il parquet verniciato, però in casa di amici i quali mi hanno consigliato quel tipo di parquet e trattamento, ho visto lo stesso parquet più lucido. Come posso risolvere questo problema? Inoltre, posso usare detersivi che contengono cera oppure rischierei di sciuparlo e di impregnarlo di cera?
    Grazie mille in anticipo.
    Annalisa

    Risposta
  • 20 luglio 2009 in 14:11
    Permalink

    Buongiorno. Abito in un appartamento in affitto e di nuova costruzione nel quale è presente parquet in tutti gli ambienti.Il mio problema è che non riesco a risalire al tipo di parquet e nemmeno al trattamento che ha ricevuto al momento della posa. A distanza di un anno sul parquet si sono formate delle righe tipo “strisciata con le scarpe” che non riuscivo più a rimuovere. Ho quindi pensato si stendere della cera per parquet verniciati e il risultato è stato fantastico ed è durato qualche giorno. Poi mi sono accorta che la cera in alcuni punti mi salta via proprio come se non fosse aderita perfettamente al legno. Sapreste darmi qualche consiglio? Grazie

    Risposta
  • 24 luglio 2009 in 02:11
    Permalink

    Ciao Elettra,
    mi avevi dato già un consiglio per la mia casa al mare per il quale avevo richiesto un parquet in rovere trattato ad olio. Il campione mi sembra diverso dal pavimento che vedo montato, anche se esteticamente non mi dispiace.
    Ti riporto i dati indicati sulla confezione dei listoni per capire se si tratta almeno di un allestimento valido o se devo insistere per la prima richiesta.
    parquet prefinito 3 strati miniplancia delle dimensioni di 10x156x610/1220mm
    qualità: select classe o
    finitura: verniciatura UV;
    trattamento:spazzolato
    colore: naturale
    essenza: rovere

    Grazie

    Franca

    Risposta
  • 27 luglio 2009 in 16:48
    Permalink

    Ciao e complimenti per l’articolo!
    Personalmente consiglio sempre il parquet prefinito che costa meno ed è più facile da posare e ormai con i moderni trattatamenti dura quanto il parquet massello!

    Risposta
  • 28 luglio 2009 in 17:14
    Permalink

    Buongiorno.
    Ristrutturando il ns. pavimento abbiamo deciso di conservare il parquet in rovere in tutte le stanze, compresa la cucina (ad esclusione dei bagni). Io propendevo per una finitura all’acqua o verniciata opaca ma l’architetto ci ha consigliato una vernice lucida, a suo avviso più resistente ed impermeabile soprattutto considerando l’uso della cucina. Io non sono soddisfatta dell’effetto che mi pare poco naturale. Mi consolerebbe sapere che è davvero più resistente e antimacchia. Cosa ne pensate? Grazie, Paola

    Risposta
  • 28 luglio 2009 in 22:38
    Permalink

    ciao ho un piccolo problema con il mio parquet un iroko a listelli piccoli (55×210 sp10) incollati e verniciato con vernice ecologica semilucida montato circa 2 anni fa. Fin’ ora tutto bene ma qualche giorno fa mi sono accorto che un listello si e appena alzato da un lato, al tatto si muove e sembra che sotto non sia fissato con la colla magari in fase di montaggio puo essersi creto un buco dove la colla non e stata posata, cosa si puo fare per non incorrere a spese troppo eccessive? e se si puo fare qualcosa si potrebbe riverniciare solo quel pezzo di pavimento ho bisogna rifare tutta la stanza?
    In attesa di una vosrta risposta vi ringrazio e vi porgo i miei piu cordiali saluti

    Risposta
  • 29 luglio 2009 in 06:23
    Permalink

    per pavimenti in legno

    scusa, non capisco se la tua risposta era per me.
    Vuoi dire che il parquet prefinito che mi hanno montato è valido? Io sono andata da un rivenditore che mi ha detto che è di spessore eccessivamente sottile, non trattato con l’antigiallente e mi ha consigliato di insistere per la rimozione e la rimessa del parquet concordato ( sempre prefinito trattato ad olio ed insistere per una plancia ) Verniciato UV cosa significa?
    Grazie, ma ho bisogno di decidere in fretta.

    Risposta
  • 30 luglio 2009 in 12:00
    Permalink

    Salve, in casa ho un doussie africa verniciato posa flottante, vorrei sapere se è possibile “spazzolarlo” o carteggiarlo per eliminare la verniciatura e renderlo più naturale. Se si chiedo se esistono dei macchinari appositi o se si deve fare a mano considerato che si tratta di ca. 90 mq.
    Grazie

    Risposta
  • 31 luglio 2009 in 11:52
    Permalink

    Buongiorno, ho preso una casa da ristrutturare e ho in mente di fare il secondo piano in parquet, ho bisogno di un consiglio, è meglio prefinito o massello? Cè differenza tra parquet italiano e straniero? Il secondo ha un prezzo inferiore e attira molto ma alcuni lo sconsigliano.che fare?
    Grazie in anticipo ivan

    Risposta
  • 1 agosto 2009 in 12:37
    Permalink

    Salve,
    quali sono le causa e rimedi per la comparsa di bolle sul parquet?
    N.B.: è stato posato un doussie africa e utilizzate vernici all’acqua.
    Grazie

    Risposta
  • 3 agosto 2009 in 15:52
    Permalink

    Salve,

    lo scorso anno ho fatto montare il parquet (cabreuva listone giordano,maxi)sopra il pavimento preesistente in ceramica.I parquettisti l’hanno montato senza prima irruvidire la superficie e con una colla monocomponente della mapei…
    Alle mie domande rispondevano che l’abrasione chimica o meccanica della ceramica non era necessaria…secondo te posso stare tranquillo o tra un po’ di tempo potrei avere sorprese, anche se essendo a incastro secondo me non dovrebbero essercene…abito al terzo piano, senza riscaldamento a pavimento.

    Risposta
  • 4 agosto 2009 in 12:36
    Permalink

    Buongiorno,
    mi sono trasferita qualceh giorno fa in una casa in affitto nuova che non è mai stata abitata. In camera da letto c’è il parquet in rovere, ma non so quale trattamento è stato fatto. Il problema è che c’è un odore insopportabile che non sembra diminuire nemmeno lasciando aperta la porta balcone tutto il giorno. Il parquet è stato posato più di un mese fa.
    Che cosa posso fare per eliminare quest’odore
    Grazie mille.

    Risposta
  • 12 agosto 2009 in 11:17
    Permalink

    Ho un parquet in jasquerotrattato ad olio… Il mio bambino mi ha fatto delle gocce con qualche prodotto del bagno… non so esattamente cosa. Ma si sono create delle macchioline scure impregnate nel legno. Come posso per lo meno sbiadirle un pò. Posso usare dell’ammoniaca e poi rendere il trattamento ad olio che mi ha lasciato il montatore?
    Grazie mille

    Risposta
  • 20 agosto 2009 in 18:13
    Permalink

    Salve, ho acquistato una fornitura di 120 mq. di parquet rovere naturale spazzolato oliato, da montare flottante, però ho il massetto non livellato, ovvero hanno applicato dell’autolivellante keratech 10 creando dislivelli di 4/5 mm in più punti anche ravvicinati tra loro. Volevo sapere se questo poteva causare problemi o difetti di posa. Grazie

    Risposta
  • 25 agosto 2009 in 12:08
    Permalink

    Buongiorno,

    Vorrei incollare del parquet prefinito (merbau o doussiè) sul pavimento preesistente che nella zona giorno è costituito da marmo e nelle camere da parquet preesistente.

    Per non creare dislivelli tra le due zone mi chiedevo se è posibile incollare il nuovo parquet sul vecchio (quindi legno su legno)?

    Risposta
  • 3 settembre 2009 in 10:11
    Permalink

    Ciao a tutti, io e mio marito dobbiamo decidere il tipo di parquet da mettere nella nostra casa(bagni e cucina compresi). Premetto che la casa è su due piani con tetto a vista in legno bianco. Come essenza siamo orientati sul rovere prima scelta, sicuramente trattato ad acqua per un effetto più naturale e poichè il piano terra è open space siamo orientati su listelli di grandi dimensioni.
    Il dubbio è sul colore: a entrambi piace molto l’idea di un parquet sbiancato che riprenda l’effetto bianco del tetto. Un rivenditore però ce l’ha sconsigliato perchè con il tempo ha detto che nelle zone di maggiore passaggio la verniciatura bianca potrebbe sparire riportando il legno al suo colore naturale creando un effetto anitiestetico e poichè il trattamento di verniciatura è fatto a livello insustriale ritiene che non si possa rimediare ad esempio con una nuova verniciatura bianca sul luogo. In altrenativa ci ha proposto il legno sbiancato decapato che a suo dire maschera meglio l’inevitabile perdita di colore del legno sbiancato. Siamo un po’ confusi..c’è qualcuno che mi sa dire se effettivamente esiste tale rischio? inoltre, in base alla vostra esperienza, sul rovere sbiancato si vede maggiormente lo sporco rispetto al rovere tradizionale? grazie in anticipo per le vostre risposte
    Lorenza

    Risposta
  • 4 settembre 2009 in 13:56
    Permalink

    Buongiorno,
    abbiamo ristrutturato il nostro appartamento e abbiamo montato ovunque il parquet prefinito in rovere naturale.
    Con l’aiuto di mio suocero, che è un piastrellista (ma non ha mai montato parquet), l’abbiamo posato noi. Il lavoro è venuto benissimo ed è perfetto ma sono rimaste qua e la tracce ed aloni di colla (Kerakoll). Ho comprato un solvente apposta chiamato SILOMAC ma le macchie e gli aloni persistono…SONO MOLTO PREOCCUPATA!!! Come posso fare?
    Grazie mille, Fra

    Risposta
  • 7 settembre 2009 in 22:10
    Permalink

    Ciao a tutti,
    se volessi posare un parquet (10 mm), quanto dovrebbe essere la differenza di altezza tra lo “zero” ed il massetto sottostante?
    Grazie per l’attenzione,
    Davide

    Risposta
  • 9 settembre 2009 in 19:43
    Permalink

    Tornato dalle vacanze mi sono accorto di una perdita d’acqua, per fortuna, iniziata da lì a poco dal mio rientro. Pur avendo prontamente asciugato tutto, mi sono accorto che man mano il parquet,( a listoni incollati su pavimento precedente) nelle vicinanze della perdita, si sta alzando e fa degli scalini, pur mantenendo comunque la sua colorazione. Che fare? Ringrazio con anticipo della risposta

    Risposta
  • 11 settembre 2009 in 10:24
    Permalink

    Buongiorno Mauro, è un problema serio, il legno si sta “imbarcando” e andrà sostituito.
    saluti

    Risposta
  • 13 settembre 2009 in 00:26
    Permalink

    Salve,
    avrei intenzione di mettere il parquet in un bilocale con angolo cottura facendolo posare sopra l’attuale pavimento in ceramica. Il problema è che i vecchi proprietari mi lascerebbero l’angolo cottura arredato con una cucina nuova e su misura e io non so se e come sia possible far posare il parquet se ci sono i mobili della cucina. Devo lasciare necessariamente tutto l’appartamento vuoto smontando la cucina, vero? Vi sono alternative? Grazie mille, Cri

    Risposta
  • 19 settembre 2009 in 15:54
    Permalink

    Buongiorno,ho appena fatto posare un parquet flottante prefinito in quasi tutta la casa, è successo che il parquettista mi ha stuccato qualche fesura con del silicone a colore, il risultato e che ho il parquet pieno di macchie visto il calpestio delle fessure e non riesco a farle venire via, vi prego di aiutarmi a capire come eliminarle grazie da Gianvito

    Risposta
  • 24 settembre 2009 in 10:29
    Permalink

    ciao gentilmente vorrei sapere se e possibile incollare un pavimento in ceramica su un parquets in legno incollato grazie

    Risposta
  • 25 settembre 2009 in 10:46
    Permalink

    Salve Cri, purtroppo non ci sono alternative, se vuoi rifare il pavimento posando il parquet deve essere tutto libero…

    Di solito si usano gli stucchi appositi del colore del legno per tappare le fessure; l’uso del silicone è, di solito, riservato ad altre applicazioni… Ti consiglio di togliere il silicone e ricoprire buchi e fessure con dello stucco.

    Non ci dovrebbero essere problemi, se non ci sono problemi di umidità; in quest’ultimo caso dopo un tot di tempo il legno tenderebbe ad imbarcarsi rompendo le mattonelle. Ci sono prodotti appositi per fare quello che vuoi te; vai in ferramente ad informati…
    PS. Io se fossi in te farei levigare il parquet (riportandolo a nuovo) e lascerei il legno invece che montare una ‘banale’ mattonella in ceramica…

    Risposta
  • 1 ottobre 2009 in 12:43
    Permalink

    Salve, abbiamo ristrutturato casa da poco e messo il parquet in tutta casa tranne che in bagno ed in cucina, la scelta e ricaduta sul iroko prefinito qualità superiore, posato su pavimento esistente ed incollato con colla bicomponente, il mio problema è questo: se mi cade una moneta di 10centesimi mi lascia il solco, oppure se per caso calpesto il filo dell’aspirapolvere mi lascia il segno,com’è possibile? ce qualche trattamento per renderlo più duro? grazie per l’aiuto

    Risposta
  • 1 ottobre 2009 in 12:52
    Permalink

    E’ molto strano che accada questo perchè l’iroko, come la maggiorparte dei legni provenienza Africa, è molto duro.
    Le uniche due possibilità che possono venire in mente sono:
    1 – Il legno non è stato essiccato abbastanza
    2 – E’ stato fatto un tipo di trattamento che ha lasciato una specie di pellicola superficiale sul legno ed è quella che si ammacca; il legno sottostante in realtà è intatto.

    Risposta
  • 6 ottobre 2009 in 12:07
    Permalink

    Buon giorno, sto acquistando un appartamento a piano terra a Lissone, e hanno rifatto tutto compreso il vespaio da 50 cm, e intonaco esterno. Posso mettere un palquet o rischio che si gonsi a causa dell’umidita? Ci sono delle precauzioni che posso prendere se volessi a tutti i costi il palquet?
    Grazie per la disponibilità
    Davide S.

    Risposta
  • 7 ottobre 2009 in 17:01
    Permalink

    buongiorno Davide, prima di acquistare il parquet, faccia misurare il massetto con un igrometro che è uno strumento che rileva la percentuale di umidità. Ogni parquettista ne è dotato.
    saluti

    Risposta
  • 8 ottobre 2009 in 14:47
    Permalink

    da due anni ho un pavimento in parquet iroko prefinito della Alpina parquet.
    Da subito mi sono accorto che la superficie del pavimento era estremamente delicata e bastava una leggera pressione per danneggiarlo e graffiarlo profondamente, tanto che in due anni è già da rifare.
    Ho provveduto a far testare campioni del pavimento ad un istituto accreditato (CATAS SpA) che ha rilevato quanto da me sostenuto: la durezza superficiale del pavimento è molto al di sotto del minimo previsto.
    Ho coinvolto la Alpina, costruttrice del parquet ma questa sostiene che non possono farci nulla e che la qualità del materiale naturale è anche che si può rovinare perchè non abbastanza duro da rispettare le norme e questo non è da considerarsi un difetto.
    Qualcuno ha avuto lo stesso problema con prodotti della Alpina? Come avete risolto?

    Risposta
  • 8 ottobre 2009 in 14:49
    Permalink

    x ISA,
    quello che accade al suo parquet è esattamente quello che accade al mio. Si accerti della marca del costruttore, e se è Alpina parquet mi contatti

    Risposta
  • 14 ottobre 2009 in 10:25
    Permalink

    Buongiorno, vorrei aacquistare un parquet prefinito in rovere ma sono indecisa se prenderlo con verniciatura ad acqua o normale. Non vorrei che la verniciatura ad acqua sia troppo delicata. Inoltre ho letto che esistono parquet massello gia’ prefiniti. Hanno controindicazioni? Grazie

    Risposta
  • 14 ottobre 2009 in 22:42
    Permalink

    Ciao ho un piccolo problema con il mio parquet iroko a listelli piccoli (55×210 sp10) incollati e verniciato con vernice ecologica semilucida montato circa 2 anni fa. Fin’ora tutto bene ma qualche giorno fa mi sono accorto che un listello si e appena alzato da un lato, al tatto si muove e sembra che sotto non sia fissato con la colla magari in fase di montaggio puo essersi creto un buco dove la colla non e stata posata.
    Cosa si puo fare per non incorrere a spese troppo eccessive?
    E se si puo fare qualcosa si potrebbe riverniciare solo quel pezzo di pavimento o bisogna rifare tutta la stanza?

    In attesa di una vosrta risposta vi ringrazio e vi porgo i miei piu cordiali saluti

    Risposta
  • 15 ottobre 2009 in 16:47
    Permalink

    Salve,
    in una nuova costruzione ho fatto posare, in zone diverse, un parquet in rovere rigatino ed uno in rovere fiammato prima scelta. Nel caso del rovere fiammato ho avuto l’impressione che ci fosse una ‘mescolanza’ di listelli a vena regolare – come il rigatino – e di listelli con taglio irregolare – come il fiammato -.
    Premesso che le confezioni, procurate dall’impresa posatrice, non dovrebbero essere state mescolate, vi chiedo se potete darmi indicazioni o fornirmi link ad immagini per confronto?
    Una seconda domanda e’: quanto tempo si lascia passare tra la prima e seconda mano di vernice?
    Vi ringrazio in anticipo per una eventuale risposta.
    Saluti, Riccardo

    Risposta
  • 17 ottobre 2009 in 00:33
    Permalink

    Salve, ho passato la cera emulsio 6 mesi con tecnologia nanotech su un parquet iroko prefinito. Il risultato e’ pessimo in quanto strisciate e ogni tipo di segni ed aloni sono evidentissimi. Cosa posso usare per togliere questo strato senza rovinare il pavimento e riportarlo all’aspetto originale? Ho lavato e rilavato, anche con alcool senza nessun risultato. Grazie per l’aiuto

    Risposta
  • 17 ottobre 2009 in 12:51
    Permalink

    Salve, ecco il mio problemino: parquet antico trattato ad olio, ma abbastanza sporco dopo lavori di ristruttrazione in casa ( vernice e calce ovunque, pure sul parquet!). Ho usato per lavarlo un detergente regalatomi da un conoscente (di solito ne uso uno ‘neutro’, questo è ‘alcalino’).
    Il risultato: pare molto più terso di quanto fosse col precedente, ma m’hanno detto che, forse, ho irrimediabilmente tolto l’olio a suo tempo steso!!
    Possibile? Ne ho usato veramente poco di detergente, e la marca è fra le più prestigiose!

    Grazie mille

    Risposta
  • 19 ottobre 2009 in 15:56
    Permalink

    Salve!
    Nel parquet prefinito che ho trovato nella casa che ho acquistato mi ritrovo in molte zone il rumore di vuoto con qualche movimento delle liste ed in due punti in modo particolare appoggiando il piede si vede come in modo sensibile le liste vanno giù. Sembra che sotto non ci sia niente dove poggiare.
    Per quanto riguarda questi avvallamenti è possibile intervenire? In che modo? Non vorrei essere costretto a cambiare pavimentazione per tutta la casa.
    Grazie

    Risposta
  • 19 ottobre 2009 in 19:22
    Permalink

    Salve, sto riustrutturando casa situata al primo e secondo pian ed ho aquistato un parquet prefinito a listelli alti 10,5mm in teak asia antichizzato, da montare su riscaldamento a pavimento. Volevo chiedervi cosa potevo fare per accellerare l’asciugatura del massetto (del tipo lasciare sempre acceso l’impianto di riscaldamento) e quanto tempo potrebbe passare per riuscire a montare il parquet avendo aime parecchia premura.
    Vi ringrazio anticipatamente dell’attenzione.

    Risposta
  • 21 ottobre 2009 in 11:11
    Permalink

    Ciao Manuela,
    devi fare una distinzione tra i parquet verniciati e quelli trattati ad olio ed ad acqua.
    I parquet trattati ad acqua non hanno colorazioni sopra il parquet ma solo vengono trattati con delle soluzioniapposite e trasparenti (come i parquet trattati ad olio) e non sono più delicati degli altri.

    Ciao Fabrizio,
    io direi che non devi verniciare niente ma semplicemente cercare di togliere il listello che si muove, applicarci un’apposita colla ripulendo la vecchia e riposarlo dov’era prima.

    Ciao Riccardo,
    la differenza tra il parquet fiammato ed il parquet rigatino in molti casi non è molto visibile perchè alcuni listelli del primo tipo si avvicinano al secono e viceversa.
    Il tempo che intercorre tra una verniciatura e l’altra dipende da quando la prima mano è stata assorbita dal legno; di solito si aspetta qualche giorno.

    Ciao Federica,
    mi dispiaci ma per situazioni come la tua sarebbe necessario visionare direttamente sul posto; le consiglio di rivolgersi ad un parquettista specializzato.

    Ciao Gianluca,
    utilizzare un detergente alcalino su un parquet trattato in modo naturale (olio o acqua) non è sempre un’azione consigliata… Anche nel tuo caso bisognerebbe verificare sul posto; ti consiglio di rivolgerti ad un parquettista di tua fiducia.

    Ciao Givanni,
    è sempre bene tenere i radiatori accesi in modo da far asciugare più velocemente il massetto e quindi posare il parquet; il tempo? Dipende dall’umidità esistente.
    Di solito nei periodi caldi si consiglia anche di tenere areato l’ambiente, ma visto il periodo, non è il tuo caso.

    Saluti a tutti
    No Ivan,
    il parquet prefinito montato galleggiante ha questa caratteristica. Al passaggio il listone tende ad abbassarsi lievemente addolcendo il passaggio; di solito non è un problema ma una caratteristica piacevole.
    Se nel tuo caso è troppo accentuato mi viene da pensare che il massetto sotto il parquet non sia pari in qualche punto.

    Risposta
  • 22 ottobre 2009 in 22:00
    Permalink

    Salve.
    A ottobre il 2008 abbiamo messo il parquet dossie ma, dopo tre mesi sono usciti macchie. Abbiamo chiamato la ditta che a montato il parquet e ci hanno detto detto che queste macchie sono macchie di silicio e ci hanno detto che questa è una situazione normale, queste macchie di silicio sono presenti nella maggiorparte della casa, la ditta ci ha detto che queesta è una situazione normare e che si potrebbe ripete ancora e quindi non si può fare nulla. Io vi volevo chiedere se questa situazione è normale? Se si esiste qualche rimedio? Questa situazione potrebbe entrare in garanzia?
    Grazie aspetto la più presto la vostra risposta.

    Risposta
  • 27 ottobre 2009 in 11:12
    Permalink

    buongiorno, ho da poco preso un cucciolino ed ahimè ha fatto pipì sul parquet….come posso far andar via la macchia, l’alone che ha lasciato? il parquet è un prefinito scuro legno panga panga….grazie!!!

    Risposta
  • 7 novembre 2009 in 15:12
    Permalink

    Ciao e complimenti per il sito!
    Volevo accennare al fatto che grazie ai nuovi materassini la posa del parquet prefinito si riesce a fare abbastanza agevolmente anche mentenendo i vecchi pavimenti.

    Risposta
  • 12 novembre 2009 in 12:37
    Permalink

    Buongiorno,ho una casa con pavimento in marmo e vorrei ricoprirlo con parquet. la casa è dei primi del 900 e il pavimento in diversi punti ha ceduto. pensavo di metter un parquet flottante per preservare il pavimento in marmo, per eventualemente poterlo ripristinare in futuro. secondo voi è possibile o è meglio una posa di altro tipo? potrebbero esserci problemi con l’altezza delle porte o è sufficiente segarle? grazie!

    Risposta
    • 12 novembre 2009 in 19:00
      Permalink

      Gentile Beatrice, il tipo di posa che ci descrive potrebbe essere adatto, ma ovviamente rimane il problema delle porte…si faccia consigliare da un parquettista. saluti

      Risposta
  • 18 novembre 2009 in 13:49
    Permalink

    Salve,
    causa demolizione di una vecchia villa, mi piacerebbe recuperare il pavimento in legno ma, è incollato.
    C’è la possibilità di recuperarlo senza spaccarlo??
    Grazie

    Risposta
    • 19 novembre 2009 in 17:11
      Permalink

      buongiorno Carmen, si deve rivolgere ad un parquettista che a seguito di un sopralluogo, le spiegherà come è meglio agire. saluti

      Risposta
  • 23 novembre 2009 in 15:25
    Permalink

    Salve.Io devo comprare un appartamento nuovo con già del parquet montato su tutto l’appartamento meno che in bagno.Non sono molto convinto nel comprarlo perchè ho paura del parquet.Non so che tipo è,se è stato trattato.Come faccio a vedere se è un buon legno e se è stato trattato nel modo migliore visto che è stato messo pure nell’angolo cottura.

    Risposta
  • 26 novembre 2009 in 16:34
    Permalink

    ciaoooo…ho un grosso problema…ho un parquet trattato con olio …sopra c’è un tappeto…e ho un cane…il cane ci ha fatto piu volte sopra la pipi e non me ne sono accorta…sarà ormai sporco da due settimane e c’è una macchia scurissima abbastaza grande…e non so cosa fare per pulirla…devo trovare una soluzione il piu in fretta possibile se no mio padre mi ammazza …grazie in anticipo…chiaretta90

    Risposta
    • 26 novembre 2009 in 18:51
      Permalink

      vada in un negozio specializzato per la pulizia del parquet e si faccia consigliare da loro il prodotto e l’utilizzo. saluti

      Risposta
  • 30 novembre 2009 in 12:27
    Permalink

    Ho comprato una villetta d’angolo : il piano mansarda è stato pavimentato con parquet in iroko prefinito. La superficie è scandalosamente delicata: si graffia e si ammacca con oggetti leggerissimi. Praticamente bisogna volare per evitare il deterioramento del pavimento ligneo. Mi hanno detto che il problema è da ricondurre allo strato di vernice superficiale che è praticamente “inefficace” a quasiasi azione delle persone.
    E’ possibile realizzare ad oggi una verniciatura sovrastante a pennello (con aggrappante?)a protezione del pavimento in oggetto, ovviavente senza levigatura?
    Cordiali saluti, Vittorio

    Risposta
  • 30 novembre 2009 in 18:50
    Permalink

    Buonasera
    ho trasformato un magazzino al pian terreno in un loft.
    Abbiamo rifatto le fondamenta mettendo il cuplex su tutto il piano sottostante e creando un vespaio sul lato giardino .
    Inoltre è previsto il riscaldamento a terra su tutta la casa quindi con un ulteriore isolante prima della posa del riscaldamento radiante.
    Il desiderio sarebbe di mettero tutto legno ,bagni compresi , ad eccezione dell’ isola della cucina ma i dubbi e le paure sono tante .
    In primis su quale tipologia di posa usare per sfruttare al massimo la tecnica radiante e contemporaneamente avere minor rischi sul movimento del pavimento .
    No vorrei inefficiare il riscaldamento con una posa non adatta.
    Al momento avrei visto dei listoni ” controbilanciati ” con 5 MM di legno nobile rovere sbiancato spazzolato da mettere incollati spessore tot 140 / 150 mm cosa ne pensate?
    Mi sembra di capire che la miglior cosa è farsi posare il pavimento direttamente dal venditore per non creare ” attenuanti ” se il lavoro non viene a regola d’arte , è ipotizzabile richiedere una garanzia scritta per alcuni anni ? Esitono dei riferimenti specifici per questo .
    Visto l’investimento ( 110 m2 ) vorrei cercare di fare le scelte giuste ed i passi migliori per tutelarmi al massimo
    consapevole certo di scegliere un materiale piu’ delicato .
    Cordiali Saluti
    Francesco

    Risposta
  • 2 dicembre 2009 in 16:56
    Permalink

    Buongiorno, io ho in tutto l’appartamento un parquet iroko verniciato. Ho subito un danno abbastanza serio da parte di alcuni operai che hanno letteralmente trascinato sul parquet, per circa 50 cm di lunghezza, la mia parete attrezzata, provocando dei graffi lunghi, come delle strisce…
    Il parquettista ha sconsigliato la levigatura della parte in quanto avrebbe provocato un dislivello e una notevole differenza di colore, e si è limitato a passarvi un’ulteriore mano di vernice. L’effetto finale a mio avviso è orrendo, perché le righe continuano a vedersi molto e in piùla parte verniciata due volte risulta più lucida del resto…
    Non sono il tipo che si preoccupa di un segnetto, il parquet lo si deve vivere, ma vorrei porre rimedio a quello che è uno scempio! Se carteggiassi la parte interessata per eliminare la vernice, poi passassi un bastoncino di cera per cercare di uniformare la superficie e infine riverniciassi, otterrei qualcosa di meno sgradevole o mi devo rassegnare???
    Grazie mille

    Risposta
    • 3 dicembre 2009 in 16:42
      Permalink

      Gentile Antonella, lei ha diritto ad essere risarcita per questo danno, pertanto, invii una raccomandata di richiesta danni alla ditta che le ha inviato questi operai maldestri per il trasloco e poi incarichi un buon parquettista che ripristini le condizioni ottimali del legno, le sconsigliamo vivamente un fai da te. saluti

      Risposta
  • 4 dicembre 2009 in 00:03
    Permalink

    Buongiorno,ho fatto un lavoro di tinteggiatura in un appartamento ristrutturato al piano terra.il pavimento e’ in parquet rovere,io l’ho sigillato tutto con del naylon compreso il batiscopa in legno per una durata dei lavori di circa 30gg in modo da non sporcarlo.quando sono andato a togliere il naylon ho notato che il batiscopa in legno presentava delle macchie scure di muffa in certi punti e che queste macchie si presentavano nella parete divisoria tra due camere esattamente nello stesso punto e delle stesse dimensioni sia da una parte che dall’altra.Vorrei gentilmente sapere se questo fenomeno e’ stato causato dal fatto che io ho sigillato il parquet per lungo tempo con il naylon o anche perche’ potrebbe essere presente molta umidita’ nel sottofondo,dato che il parquet e’ stato posato su un pavimento in piastrelle gia’ esistente e forse non dotato di vespaio.Esistono dei prodotti in grado di eliminare queste macchie scure di muffa dal batiscopa in legno?

    Risposta
    • 5 dicembre 2009 in 11:23
      Permalink

      Buongiorno Roberto, è ovvio che la muffa si è generata a causa del nylon. Si rivolga ad un negozio specifico e chieda un prodotto per risolvere il problema. saluti

      Risposta
  • 6 dicembre 2009 in 14:53
    Permalink

    Buongiorno, chiedo il vostro aiuto perchè ho intenzione di acquistare un appartamento ultimo piano con riscaldamento a pavimento. Attualmente vi è un gres porcellanato e vorrei sostituirlo con il parquet ma posandolo sopra all’attuale pavimeto. Vi chiedo è possbile? Puo essre un problema per il riscaldamtnto a pavimento? Mettendo la posatura sopra arriva meno calore?
    Grazie anticipatamente
    Sara

    Risposta
    • 7 dicembre 2009 in 11:17
      Permalink

      si Sara, senza considerare che nel raro caso di problemi all’impianto dovrà smantellare 2 pavimentazioni..

      Risposta
  • 11 dicembre 2009 in 16:57
    Permalink

    Vorrei un consiglio. Stiamo ristrutturando un appartamento anni 60 posto al 4 piano. Vogliamo coprire il pavimento preesistente con un parquet prefinito incollato. Il venditore ha misurato l’umidità presente lungo i bordi delle stanze dove sono stati cambiati i tubi idraulici, bordi poi ricoperti con cemento a presa rapida. Sostiene che c’è umidità e che deve essere fatto un trattamento su tutto il pavimento ( Quindi non solo le parti ricoperte col cemento ma anche sul vecchio pavimento presente nelle stesse stanze)Chiede 17 euro al mq e dice che puo’ poi immediatamente posare o in alternativa metterebbe il flottante. che fare?

    Risposta
  • 12 dicembre 2009 in 12:47
    Permalink

    Esiste un prodotto che toglie le macchie di colla senza roivinare il parquet? In commercio naturalmente…

    Risposta
  • 15 dicembre 2009 in 17:05
    Permalink

    Buongiorno,
    Sul mio parquet (doussiè prefinito della Berti) sono presenti alcuni “solchi” provocati dalla caduta di alcune bottiglie della profondità di 1-2 mm. è possibile sistemarlo?
    Grazie

    Risposta
  • 26 dicembre 2009 in 01:28
    Permalink

    Ciao, ho un grosso problema con il mio cane che da un po’ di tempo si è abituato a fare la “pipì” sul parquet. Di solito lo fa quando viene lasciato solo in casa, per dispetto, quindi se non si pulisce in fretta il parquet la assorbe e si crea una macchia scura. Ho provato a pulire con uno sgrassatore, ma non si verifica nessun risultato(premessa: lo sgrassatore non è quello specifico per parquet)!!!!Vi prego consigliatemi qualcosa, perchè le macchie sono grandi e spaventosamente scure!!
    grazie in anticipo

    Risposta
  • 26 dicembre 2009 in 09:59
    Permalink

    Buongiorno, l’altra sera ho appoggiato sul mio parquet di rovere sbiancato spazzolato un sacchetto di carta contenente una boccetta di profumo per la casa (molto alcoolico e non oleoso)che mi è stato regalato la notte di Natale. Non mi sono accorta che la boccetta aveva il tappo difettoso e durante la notte si è completamente svuotata del liquido che è stato parzialmente assorbito dal sacchetto di carta e in gran parte dal legno, lasciando sul pavimento un’ampia macchia violacea con contorni più marcati.
    Ho provato a toglierla con l’acqua e con un detersivo spry per la casa, ma senza risultati. Che speranze ho di rimuovere la macchia, senza dover sostituire il listone (sempre che si possa fare)?Grazie. Disperata…

    Risposta
  • 27 dicembre 2009 in 01:00
    Permalink

    salve, il mio parquettista ha portato nella mia futura casa la fornitura di parquet da posare: rovere slavonia 1 scelta, ma dopo circa 1 mese prendendo le stecche e ponendole una sull’altra vedo che le estremità non si toccano. chiamo il mio parquettista dicendo di non posarlo perchè per me è imbarcato, ma lui ne misura l’umidità e a 11.2 dice che è un buon valore e che fa così perchè lungo 50 cm; inoltre dice che dentro casa c’è un’umidità elevata è al 40% e mi consiglia di riscaldare la casa e che lui non avrà problemi per la posa. lo faccio posare? o convenite con me che è imbarcato? grazie.

    Risposta
  • 31 dicembre 2009 in 13:32
    Permalink

    Ho un appartamento da 2 anni in cui ci vivo con mia moglie.Essendo all’ultimo piano, sto soffrendo il freddo,e l’impianto di riscaldamento a termosifoni sembra non bastare a rendere l’ambiente vivibile.Siccome ho fatto installare un parquet tradizionale incollato per tutto l’appartamento,mi chiedevo se fosse poossibile rimuoverlo senza rovinarlo,in quanto sto decidendo di fare un impianto a pavimento.grazie

    Risposta
  • 3 gennaio 2010 in 20:33
    Permalink

    Buongiorno,ho una decina di mattonelle del mio parquet con dei solchi di circa 1 mm,quali rimedi ci sono per sistemarlo? Grazie

    Risposta
  • 4 gennaio 2010 in 11:48
    Permalink

    Buongiorno, Buon Anno!
    Ho in casa il parquet iroko dove mi si son formati dei piccoli solchi; posso sistemarli, con della cera d’api o qualcosa di simile??
    Grazie mille.

    Risposta
  • 5 gennaio 2010 in 18:08
    Permalink

    Salve, sto per acquistare un appartamento che ha dei vecchi pavimenti orribili nella zona notte, pensavo di mettere un parquet sul pvecchio pavimento in ceramica, ma sono proprio ignorante in materia.
    Sarebbero due camere di medie dimensioni e un piccolo corridoio, che tipo di legno e di posa mi consigliate? Su che prezzo mi aggirerei?
    Grazie
    Bruna

    Risposta
  • 8 gennaio 2010 in 01:49
    Permalink

    buonasera, vorrei montare un parquet flottante in una casa di circa 90mq, bagni, zona cucina e fronte camino esclusi. tutta la casa e’ pavimentata con mattonelle da 20×20 che hanno un certo dislivello tra mattonelle e fughe (1mm? comunque sensibile, il pavimento non e’ una tavola liscia per capirsi).
    volendo mettere dei 3-strip larghi almeno 16 cm secondo lei si puo’ fare senza problema o prima andrebbe livellato il pavimento con autolivellante?
    grazie

    Risposta
  • 10 gennaio 2010 in 20:27
    Permalink

    Devo montare il nuovo pavimento sul vecchio ma ho il problema della porta blindata.Cosa posso fare per non cambiarla o danneggiarla?

    Risposta
  • 11 gennaio 2010 in 12:10
    Permalink

    Salve, in casa ho un parquet prefinito spazzolato verniciato montato da 6 mesi. La mia domanda è se c’è qualche soluzione per rimuovere alcuni graffi . Sono listelli da 1,4 cm di spessore, 10 cm di larghezza e 90 cm di lunghezza. Grazie mille.

    Risposta
  • 11 gennaio 2010 in 22:16
    Permalink

    Potresti chiamare un fabbro e farti tagliare la porta, altrimenti alcune porte blindate si possono alzare.

    Risposta
  • 16 gennaio 2010 in 16:58
    Permalink

    Ho montato personalmente un parquet (Rovere gunstock 15mm listoni da 12 cm X 120 cm) incollato con colla specifica monocomponente. nella camera precedentemente vi era un parquet a listelli piccoli incollato da circa 20 anni. è stato rimosso il vecchio parquet, rimosso il pavimento che era al di sotto e rilivellato il massetto con un autolivellante della mapei. dopo circa 20 giorni dall’asciugatura dell’autolivellante è ststo posato il nuovo parquett. Risultato: dopo circa 20 giorni il confine laterale tra i listoni risulta più alto determinando una superfice non liscia ma, cosa più grave in una zona centrale della camera si è sollevata una parte di parquet creando un rialzo di oltre6 cm, cosa devo fare?
    Vi ringrazio anticipatamente per la risposta.

    Risposta
  • 21 gennaio 2010 in 14:27
    Permalink

    vorrei mettere un parquet in rovere chiaro (non mi piace quello che tende al miele) Sono incerta tra i listelli medi di cm. 7×45/70 o i listoni in rovere spazzolato lucidato effetto cera. Quello che temo nel discorso della spazzolatura è che la polvere si insidi all’interno e quindi si annerisca il parquet. Io preferisco i listoni poichè ho ingresso e salone aperto mt. 8,00×4,00, un altro ingresso più stretto e una camera di mt. 4,00×4,00. Cosa mi consigliate? Per i listelli invece che differenza c’è tra l’elegant e il selekt?
    Grazie

    Risposta
  • 27 gennaio 2010 in 15:46
    Permalink

    Ciao
    sto ristrutturando casa, sono al piano terra e vorrei mettere i parquet, ho visto che un minimo di umuidità di risalità c’è stata…la casa è degli anni 50, ma ha un vespaio.
    In ogni modo, ho visto che il bamboo tiene molto bene l’umidità ed inoltre non costa molto….cosa ne pensi di questa opzione???
    Grazie
    federico

    Risposta
    • 30 gennaio 2010 in 11:10
      Permalink

      buongiorno FEderico, prima di prendere qualsiasi iniziativa in merito, ti consigliamo di far misurare il livello di umidità da un parquettista. saluti

      Risposta
  • 28 gennaio 2010 in 16:45
    Permalink

    Salve, in tutta la casa (ad eccezione del bagno e della cucina) ho listoni di parquet merbau trattato ad acqua! Purtoppo le scarpe provocano delle striature chiare che non riesco a mandare via (o a scurire) ne’ con “Emulsio Lavaincera, parquet e cotto” ne’ con il prodotto consigliatomi dal parquettista “Bona, Wood cleaner”. Ho provato anche a passare un po’ di cera!
    Potreste gentilmente consigliarmi un prodotto per eliminare queste strisciate’
    Grazie mille

    Risposta
  • 30 gennaio 2010 in 16:13
    Permalink

    grazie della sua risosta, ma l’umidità nel corso dello stesso anno varia, quando dovrei misurarla??
    Grazie ancora

    Risposta
  • 31 gennaio 2010 in 01:03
    Permalink

    Salve, avrei da montare il parque in una sala d’entrata di 37 mq. Siccome sono molto insicura se faccio la scelta giusta, perchè ho 2 bambini e la stanza è a piano terra e di passaggio. Volevo sapere con quale tipo di trattamento superficiale conviene per vedere meno graffi e urti, e che tipo di legno usare. A me piaceva il rovere a listoni color noce spazzolato o invecchiato. Grazie

    Risposta
  • 2 febbraio 2010 in 20:32
    Permalink

    Buona sera penso di avere un problema con il parquet ma non ne sono sicura..magari potete aiutarmi a capire. Ad aprile ho ristrutturato casa ( ho rifatto anche i fondi) e mi è stato posato il parquet incollandolo, il problema è che ultimamente quando si abbassano le temperature scricchiola…secondo voi sta per saltarmi ovunque il pavimento?!!!
    grazie in anticipo per la risposta

    Risposta
  • 3 febbraio 2010 in 22:43
    Permalink

    Buonasera gentilmente vorrei sapere se esiste il parquet cambreua vermella di prima e seconda scelta.
    E se le bacchette di parquet (cambreua)più chiare sono di seconda scelta.
    Grazie mille.

    Risposta
  • 6 febbraio 2010 in 17:11
    Permalink

    Buon giorno!Ecco il mio problema: come togliere tracce di colla (lasciate ad esempio dai feltrini) da un pavimento di legno verniciato? Grazie

    Risposta
  • 6 febbraio 2010 in 19:19
    Permalink

    Salve! premetto che siamo in casa nuova da due anni e mezzo, e dal primo anno dopo il primo inverno passato in casa nuova ho notato una leggera apertura nel pavimento a parquet, tra un listello e l’altro. noi abbiamo il riscaldamento a pavimento, ma non dovrebbe essere quello il problema perchè ci avevano detto che non sarebbe sucesso niente per la scelta del riscaldamento a pavimento. In questi giorni ho notato che le fessure tra un listello e l’altro sisono aperte sempre di piu, e ce quasi un dislivello tra uno e l’altro , e questo succede in tutta la casa in posti diversi.Volevo chiedere , puo essere la colla sbagliata, o il sillicone non adatto, o comunque un problema collegato alla posa? è normale tutto ciò?
    Sono molto preoccupata, anche perchè nel momento della posa, i ragazzi che stavano lavorando non erano molto esperti, e avevano già sbagliato nel decorso del lavoro, ed erano stati ripresi .Quindi, adesso le penso tutte.Potete aiutarmi a capire per favore? Grazie mille!!!

    Risposta
  • 7 febbraio 2010 in 16:58
    Permalink

    salve, ho un appartamento in villa su terrapieno (piano giardino) di circa 180 mq. Vorrei mettere parquet di rovere dappertutto ma ho dei dubbi per il livello di umidità. Sul pavimento preesistente, che a sua volta poggia su un vecchio vespaio probabilmente non del tutto efficiente, verrà posato l’impianto di riscaldamento radiante e su questo il nuovo pavimento in parquet.
    Diversi fornitori/posatori mi hanno consigliato il prefinito controbilanciato a listoni di 120-140 x 2000 mm o altrimenti doghe di massello non maggiori di 90mm x 900/1000. Quale dei due è più indicato?

    Risposta
  • 9 febbraio 2010 in 01:12
    Permalink

    Buonasera,
    Vorremmo un consiglio. Stiamo ristrutturando un appartamento anni 50 posto al piano rialzato. Abbiamo messo il vespaio in camera, mentre sotto la cameretta, si trova la cantina, o meglio l’abbiamo ristrutturata come tavernetta. Vorremmo mettere il parquet su queste due camere. Considerando che Il parchettista che abbiamo interpellato,ci dice che per mettere il tipo tradizionale, occorrono circa tre mesi, prima che si asciughi il massetto mentre per un prefinito a tre strati possono essere sufficienti 2, tenendo conto che il massetto sarà da fare in questi giorni. Avremmo bisogno di sapere se è veramente cosi,o se avete altre soluzioni da proporci.
    Ringrazio anticipatamente.

    Risposta
  • 9 febbraio 2010 in 23:56
    Permalink

    Buona sera,
    spero tanto possiate darmi un vostro consiglio su quanto mi è successo perchè mi sento disperato: a fine Ottobre 2009 è stata effettuata la posa in opera del parquet (Alberani parketti rovere espace natural liscio, doghe cm 15 x 90/ 150) mq 100 e la posa in opera, a mio giudizio, è stata approssimativa sin dall’inizio perchè erano evidenti già inizialmente numerose fessure perimetrali in corrispondenza del battiscopa di 1 cm. A fine lavori, a distanza di 2 mesi, mentre stavo per effettuare il trasloco ho notato che le fessure perimetrali erano enormemente aumentate, erano comparse fessure tra 1 doga e l’altra, alcune molto evidenti di 1,5-2 mm e soprattutto tutte le doghe si sono tutte imbarcate nel senso della larghezza (sembrano tutte ondulate)con il lato lungo all’insù e una lieve depressione nel mezzo. Cosa devo fare visto che il parquet è nuovo, e mi è costato tantissimo??? Cosa è successo? Spero ardentemente in un vostro consiglio visto che la ditta fornitrice e quella del montaggio attribuiscono tutto ad un ambiente troppo secco e quindi a colpe mie (premetto che è un appartamento condominiale al 4° piano con un riscaldamento centralizzato in funzione da metà novembre che funziona 2 ore al mattino , 3 nel pomeriggio e tre la sera ed è stato comunque sempre arieggiato) Mi hanno detto adesso che devo montare un umidificatore, mettere un igrometro e mantenere la umidità intorno a valore 60 e tenermi il parquet in queste condizioni! Cosa devo fare????

    Risposta
  • 10 febbraio 2010 in 11:34
    Permalink

    Buonasera,

    ho recentemente comprato un appartamento al piano terra da ristrutturare. Vorrei far ricoprire con il prefinito l’attuale pavimento che è in marmo, a parte le stanze da letto in cui è presente un parquet, che comunque sarebbe da ripristinare. Al fine di evitare dislivelli tra il nuovo ed il vecchio vorrei montare il parquet in tutte le stanze, ci possono essere problemi nel montaggio del prefinito sul parquet vecchio?

    Grazie.

    Risposta
  • 13 febbraio 2010 in 18:38
    Permalink

    Salve, devo ristrutturare un appartamento di 240 mq nel centro della mia città.
    E’ suddiviso in 2 parti principali: zona giorno che vorrei in stile più modermo e zona notte con salottino in stile veneziano e marmo giallo siena, camere da letto con soffitti affrescati, studio con soffitti decorati.

    L’architetto mi consiglia vivamente il parquet per due motivi:

    1 ) essendo al 3 poiano di un palazzo storio con solaio in travi e travicelli dice che assorbe meglio i movimenti elastici.
    2) secondo lui lega molto con i soffitti decorati sia nelle zone notte che nella zoan giorno, salone, sala da pranzo etc.

    Supponendo di seguire la sua idea mi sconsigliate un pavimento flottante???

    Lo chiedo perchè tr qualche anno, se non fossi soddisfatta dello stato del parquet sostituire tutto con altra superficie senza devastare completamente l’appartamento.

    Che ne dite?

    Visto che ci son lunghi corridoi che tipo di legno consigliate e che dimensioni?

    Grazie 1000

    benedetta

    Risposta
  • 13 febbraio 2010 in 19:28
    Permalink

    Salve, in tutta la casa (ad eccezione del bagno e della cucina) ho listoni di parquet merbau trattato ad acqua! Purtoppo le scarpe provocano delle striature chiare che non riesco a mandare via (o a scurire) ne’ con “Emulsio Lavaincera, parquet e cotto” ne’ con il prodotto consigliatomi dal parquettista “Bona, Wood cleaner”. Ho provato anche a passare un po’ di cera!
    Potreste gentilmente consigliarmi un prodotto per eliminare queste strisciate’
    Grazie mille

    Risposta
    • 16 febbraio 2010 in 17:25
      Permalink

      IL parquet con trattamento ad acqua deve essere pulito con materiali non aggressivi, in genere detergenti ben diluiti, non sappiamo cos’altro consigliarle. saluti

      Risposta
  • 14 febbraio 2010 in 11:59
    Permalink

    Salve, ho montato un parquet laminato a posa flottante senza colla e nel corso del trasloco una dogha si è rotta. E’ possibile sostituire solo la dogha senza rimuovere l’intero parquet. Grazie

    Risposta
  • 14 febbraio 2010 in 14:35
    Permalink

    Salve, circa due settimane fa ho posato un parquet prefinito teak in quasi tutta la casa. Appena il parquettista ha finito di posare il parquet in alcuni punti dell casa sotto il parquet si sente un po di vuoto, la mia domanda è la seguente:
    Potrei avere dei problemi in futuro? se si di che tipo.
    Il mio parquettista ha detto che non avro’ problemi, ma se comunque questo rumore mi dara’ fastidio potra’ intervenire con delle infiltrazioni di colla espansiva.
    Grazie per la fattiva collaborazione a presto.

    Risposta
  • 15 febbraio 2010 in 12:37
    Permalink

    buonasera, vorrei montare un parquet flottante doussiè di 14mm + 1mm di materassino isolante, a questo proposito volevo chiederle quale grado di umidità deve avere il sottopavimento o il cosidetto battuto, per poter posare il parquet, tenendo conto che il sottopavimento è stato fatto a metà gennaio..
    Aspetto una sua risposta..ringarazio anticipatamente
    Roberta

    Risposta
  • 15 febbraio 2010 in 20:59
    Permalink

    Buonasera, so bene che è possibile la posa del parquet incollato su pavimenti preesistenti, come marmo, gless porcellanato e cotto, mi chiedo: la posa del parquet incollato è possibile anche su un pavimento preesistente in ceramica? Le mattonelle in ceramica che spesso tendono a staccarsi, e ciò può avvenire anche dopo diversi anni, garantiscono la stessa stabilità dati dal marmo e dal gless a un pavimento in parquet incollato sopra? Grazie. Ettore

    Risposta
  • 20 febbraio 2010 in 09:51
    Permalink

    Salve, la mia cagnolina ha fatto la pipì sul parquet. Come posso fare per eliminare la macchia?
    Grazie
    Alessandra

    Risposta
  • 3 marzo 2010 in 16:07
    Permalink

    Buongiorno , abbiamo montato del parquet Iroko prefinito Listone Giordano al naturale , scegliendo da un campione (abbastanza chiaro) propostoci dal venditore , una volta installato (e dopo appena 1 mese) il legno ha cambiato notevolmente colore avvicinandosi al marrone scuro e cominciando su circa il 50% dei listoni a presentare delle macchie biancastre che si espandono sempre di più. A guardarle (ed a toccarle) sembra che in quelle zone il legno non abbia assorbito i trattamenti di lavorazione. Puo’ essere un difetto di produzione ?
    Grazie.

    Risposta
  • 3 marzo 2010 in 22:40
    Permalink

    Nei prossimi mesi dovrei mettere parque predefinito nell’ abitazione (ha 19 anni) al piano terra della casa dove vivo. Nella cucina ,corridoio e camera dove è gia’ esistenze pavimentazione di cotto leggerissimamente ondulato
    La mia idea è di mettere un colore scuro e opaco
    Cosa devo verificare prima che venga messo giù ..l’umidita’??
    Poi è vero che deve essere levigato il pavimento esistente prima di posizionare il predefinito ? Sono andata da 2 posatori diversi e co 2 pareri.
    Cosa viene messo tra la piatrella e il legno solo della colla ? Avete mezionato il sughero perchè?
    La mia intenzione e di farlo incollare per non avere quella senzazione di vuoto.
    Mentre in un’altra stanza con pavimento a piastrelle semplici li ci andra’ il riscaldamento a pavimento e sempre il predefinito devo avere cortezze diverse??Le colle che vengono usate poi possono danneggiare?
    Grazie mille

    Risposta
  • 6 marzo 2010 in 11:32
    Permalink

    In primavera vorrei posare parquet flottante prefinito su circa 180 mq di pavimentazione presistente. Il problema è che in una stanza le piastrelle si sono “alzate”. Corro dei rischi con il flottante? Posso risolvere con dei giunti (tagli della pavimentazione lungo i battiscopa e al centro delle stanze?)
    Grazie infinite!

    Risposta
  • 8 marzo 2010 in 15:10
    Permalink

    Salve ,
    ho appena comprato un appartamento di nuova costruzione nella mia città.Avendo avuto la possibilità di scegliere la pavimentazione ,ho scelto con grande gioia il parquet.Dopo tanti dubbi (visto la loro bellezza)ho optato per quello in wenge.
    Da qualche giorno lo hanno posato e appena si assesta il tutto dovranno verniciarlo. Ieri mi hanno illustrato le varie tipologie per la verniciatura (opaco,lucido,semilucido e satinato),essendo quindi ignorante in materia non saprei cosa scegliere. Anche perchè non deve essere solo bello da vedere,ma sopratutto funzionale ( facile da mantenere )
    Cosa mi consigliate?
    Grazie mille

    Risposta
  • 14 marzo 2010 in 19:24
    Permalink

    Ho un parquet in teak lucidato a cera che presenta rialzi ai bordi dei listelli, è già stato rilamato una volta dalla ditta ma ora, dopo cinque anni, il problema si è ripresentato e ormai la garanzia è finita. Da cosa può dipendere e cosa posso fare? Grazie, Anna

    Risposta
  • 15 marzo 2010 in 15:24
    Permalink

    Salve a tutti,
    ho acquistato da poco un appartamento del 2002.
    Vorrei posare il parquet (rovere naturale lucido) per tutta la casa tranne che in cucina e nei bagni.
    Il mio dubbio è la posa flottante o la posa con colla?
    Personalmente, preferirei incollare il parquet sulla pavimentazione preesistente. Però ho un dubbio. La casa è a piano terra, e sotto ci sono i box auto ed il corsello.
    Questo potrebbe creare dei problemi di umidità oppure, al contrario, potrebbe fungere da “vespaio” e mettermi al riparo da qualsiasi problema futuro?
    Grazie a quanti vorrano rispondere.

    Risposta
  • 18 marzo 2010 in 15:33
    Permalink

    salve ho un problema con il mio parquet iroko 10×120 prefinito verniciato opaco.
    ho comprato un nuovo appartamento riuscendo a farmi mettere nel capitolato il parquet in tutta la casa; a distanza di diversi mesi acuni listoni presentano, lungo la venatura del legno, dei rilievi (come fossero raschi al contrario per intenderci). Il parquettista mi ha detto che è il silicio presente nell’essenza.Il mio dubbio è che il parquet sia di bassa qualità. La domanda è quali rischi comporterà col passare del tempo?

    Risposta
  • 18 marzo 2010 in 19:58
    Permalink

    N.B.
    oggi ho notato, avvicinandomi di più, che tutta la superficie presenta delle macchie grigiastre dovute probabilmente alla disuniformità della verniciatura o della posa del parquet. Inoltre alcuni listoni presentano delle increspature. tutto questo è grave? esistono tempi tecnici per la garanzia del parquet?

    Risposta
  • 18 marzo 2010 in 20:01
    Permalink

    Ho richiamato il costruttore, domani verrà con il parquettista per una “diagnosi”. Aiutatemi ,è URGENTE… grazie!!!

    Risposta
  • 25 marzo 2010 in 09:13
    Permalink

    ho un parquet vecchio e usurato, in alcuni punti è grigio e consumato in maniera “pesante” posso fare qualcosa per renderlo meno brutto? la casa è vecchia ed io sono in affitto vorrei provvedere in maniera economica io stessa a risolvere esteticamente il problema. Grazie
    Mi mandate la risposta alla mia mail?

    Risposta
  • 28 marzo 2010 in 13:41
    Permalink

    Buongiorno, ho da poco finito di ristrutturare la mia nuova casa per la quale ho scelto un parquet di rovere con listelli di varie dimensioni incollato e verniciato. Mi sono accorta che davanti la porta-finestra del balcone in soggiorno il parquet si è gonfiato vistosamente! Ho il sospetto che il massetto in quel punto non fosse proprio asciutto quando hanno posato il parquet. Vorrei sapere se è davvero possibile intervenire solo sulla zona interessata e non rifare tutto il parquet, così come suggerisce l’architetto, senza che si noti la differenza! Grazie.

    Risposta
  • 4 aprile 2010 in 04:39
    Permalink

    Ho acquistato una casa del 1990 con parqut nelle camere.
    L’ho fatto lanare e sbiancare, ma adesso è pieno di pallini in superfice ed avendo io una bimba di 3 anni la prima volta che entra stacca tutto, è normale?

    Risposta
  • 13 aprile 2010 in 14:47
    Permalink

    Salve,
    da qualche giorno mi sono accorto che “un” listello del parquet che ho in casa ( IROKO ) è ceduto , come se si fosse affossato da una parte, mentre l’altra risulta ancora in piano. La cosa strana è che il resto dei listelli intorno o adiacenti non presntano difetti . Cosa posso fare ??? posso recuperarlo in qualche modo ??? Grazi mille x il supporto

    Risposta
    • 16 aprile 2010 in 15:43
      Permalink

      si, può recuperarlo, ma affidi il lavoro ad un parquettista esperto. saluti

      Risposta
  • 24 aprile 2010 in 19:59
    Permalink

    Salve, ho appena comprato casa e desidero mettere il parquet flottante nella zona notte al secondo piano. Avrei optato per un prodotto verniciato anziché finito a olio, essendo quest’ultimo più delicato (ho una bimba di 2 anni in casa!) Mi è stata proposta da un rivenditore una partita in occasione a 32 euro + iva al mq, si tratta di tavole di rovere spazzolato verniciato UV, misura 14,5 x 186 cm. La verniciatura è opaca, solo mi sembra un prodotto diverso da tutti i tipi di parquet verniciati mostratimi fino adesso dai diversi rivenditori. Sembra quasi dall’aspetto un rifinito a olio, ma il rivenditore dice di no, che è verniciato. Anche al tatto sembra diverso dagli altri, quasi grezzo. Che cosa significa verniciato UV? è per caso un tipo di verniciatura diversa, più economica? è sicura per la salute?
    grazie e saluti, Serena

    Risposta
  • 3 maggio 2010 in 21:05
    Permalink

    Buonasera! Ho acquistato una casa dinuova costruzione che ha un pavimento in ceramica. Stavo pensando di mettere nelle camere da letto un parquet prefinito, ma non vorrei togliere un pavimento nuovo. In una delle camere ho una porta a scrigno, nell’altra una normale bussola. La mia domanda è questa: come sistemare il dislivello? Pur tagliando la bussola, come faccio con i balconi? Grazie

    Risposta
  • 4 maggio 2010 in 10:11
    Permalink

    Buongiorno
    circa 1 anno fa ho fatto posare sopra un pavimento di cermamica, un parquet prefinito incollato in teak asia, sia in cucina che in sala e corridoio.
    Volevo un trattamento naturale a cera, ma forse non mi sono spiegata bene e mi hanno messo il classico tipo lucidato.
    Si può togliere la lucidatura e fare un trattamento naturale tipo acqua, cera, olio? E se si é molto costosa?
    Grazie

    Risposta
    • 4 maggio 2010 in 18:43
      Permalink

      si Barbara, il parquet dovrà essere trattato nuovamente, per i prezzi dovrà informarsi presso un parquettista.saluti

      Risposta
  • 10 maggio 2010 in 15:55
    Permalink

    Buongiorno,
    farò una ristrutturazione parziale di casa. Farò eliminare le piastrelle esistenti in camera da letto e vorrei mettere il parquet bamboo. Perchè mi piace e perchè ecologico. So che è molto più resistente dei normali parquet e mi piacerebbe metterlo anche nel salone però io ho un cane. Non ha le unghie lunghe per fortuna però vorrei sapere se vista la sua presenza è il caso di metterlo anche in sala.
    Grazie.
    T.

    Risposta
  • 11 maggio 2010 in 10:39
    Permalink

    Buongiorno,
    ho un problema col parquet, si tratta di merbau prima scelta, soltanto dopo pochi mesi dalla posa, ho scoperto estese macchie di colore, come se in alcuni punti il colore fosse andato via lasciando delle macchie color biondo, ho pensato che qualcuno avesse versato del solvente o del detersivo aggressivo ma anche la signora che fa le pulizie nega e non ho motivo di dubitarne, possono esserci altre cause e quali sono i rimedi?
    Grazie.

    Risposta
  • 12 maggio 2010 in 15:22
    Permalink

    Salve, abbiamo appena acquistato casa, e vogliamo incollare un parquet sul pavimento esistente.
    Abbiamo deciso di utilizzare il bamboo stand wook alto 15, ovviamento ci saranno da tagliare tutte le porte, ma la domanda che ci siamo posti è: come si farà con la soglia delle porte finesre visto che alla fine saremo più alti della soglia di uscita? qualche contro indicazione per il bamboo?
    grazie dell’attenzione, vi ringrazio

    Risposta
  • 12 maggio 2010 in 16:15
    Permalink

    Quale parquet può essere posato in bagno senza problemi? E’ risaputo che il legno mal tollera umidità e acqua, ma vorrei fare la pavimentazione della mia casa completamente in legno. E un pavimento di legno per bagno è ugualmente posabile anche in cucina?

    Risposta
  • 14 maggio 2010 in 11:13
    Permalink

    Buongiorno,
    nella palestra in cui vado è stato messo il parquet( circa 80 m2 ) da più di un anno , la tendenza è sempre stata quella di gonfiare ma adesso si sono proprio imbarcati i listelli ( circa 15cm x 2000 ) , disconnessi e spezzati.
    Il materiale dà l’impressione di essere tipo cartone pressato rivestito di una sottile lamina di legno, non mi intendo di parquet e non sò definirlo diversamente.
    La domanda è la seguente:
    Quali sono le cause di questo problema , materiale non idoneo , troppa umidità , montaggio errato senza considerare i margini di allungamento o cosa ?
    Grazie

    Risposta
  • 14 maggio 2010 in 11:29
    Permalink

    Buongiorno Stefano, probabilmente il ‘parquet’ montato nella tua palestra è laminato, vale a dire ha solo uno strato sottilissimo in superfice che assomiglia al parquet.
    Le cause potrebbero essere tutte e 3 quelle che hai nominato; posa in opera fatta male, umidità (ma prima della posa dovrebbe esser stata misurata) oppure materiale difettoso.
    Le consiglio di far visionare la palestra da un’esperto e nel caso di errore della ditta che ha operato, richiedere un rimborso.

    Risposta
  • 14 maggio 2010 in 11:33
    Permalink

    Ciao Parquet Milano, quello che ti sconsiglio è di montare il parquet flottante in bagno in quanto non viene incollato e tra listone e listone rimangono (in alcuni casi) delle piccolissime fessure dove l’acqua può filtrare. Se monti il parquet a listelli incollati non hai problemi in quanto tra listello e listello non rimane alcuna fessura.
    Per la cucina puoi montare quello che preferisci, non ci sono problemi.

    Risposta
  • 14 maggio 2010 in 11:36
    Permalink

    Ciao Matteo, dovresti rialzare anche le soglie delle porte esterne.

    Il bamboo è molto delicato e si ammacca facilmente; prima di acquistarlo prendi un listello e prova a farci cadere una moneta da un metro, vedrai che rimane ammaccato. Io personalmente opterei per legni più duri.

    Risposta
  • 14 maggio 2010 in 11:38
    Permalink

    Ciao Como, dipende se il legno è un prefinito o meno; nel primo caso è stato posato senza dare alcun solvente o prodotto particolatre, nel secondo invece dopo la posa è stato levigato e trattato con appositi prodotti.
    Se siamo nel primo caso direi che il prodotto è difettoso; se siamo nel secondo caso direi che chi lo ha montato ha commesso qualche errore con i prodotti e/o solventi.

    Risposta
  • 14 maggio 2010 in 11:39
    Permalink

    Ciao Tina, a me non risulta che ilbamo sia un legn duro, tutt’altro…

    Risposta
  • 15 maggio 2010 in 15:50
    Permalink

    Premetto che non sono un posatore di parquet, ma per il problema di rottura dei listelli, dovuta a eccessivo peso specialmente per le palestre, credo di avere una soluzione valida per questo problema, a breve faremo dei test per verificare il peso massimo e l’altezza della caduta per dare delle garanzie documentate.
    Saluti giuseppe

    Risposta
  • 26 maggio 2010 in 13:09
    Permalink

    buongiorno
    installando le nuove porte con le cerniere non regolabili (mod. Pivato) mi sono accorto che i listelli posati non consentono l’ apertura totale della porta. Mi sapete suggerire un rimedio col quale “schiacciare” di quel tanto i listelli (multistrato rovere sp.13, 190×2200) da poter risolvere il problema ? avevo in realtà già pensato, tra le varie soluzioni, di fare uno o più piccoli fori con una punta a tazza per avvitare sulle piastrelle sottostanti delle viti, ma sono scettico per via del fatto che ho messo il tappetino sp.2 mm., per cui non so.

    grazie

    tiziano

    Risposta
    • 26 maggio 2010 in 15:08
      Permalink

      gentile Tiziano, non riusciamo ad aiutarla, servirebbe un sopralluogo. saluti

      Risposta
  • 26 maggio 2010 in 21:10
    Permalink

    Buona sera, abbiamo acquistato per la nostra casa un parquet prefinito wengè naturale ma ad effetto olio. Mi sono fatto spedire un campione dalla casa produttrice!
    Appena messo a terra ho camminato sul listone e sono rimaste le impronte delle scarpe! La mia domanda è questa… Una volta posato questo tipo di parquet viene
    trattato in qualche modo con un prodotto particolare?
    Grazie mille,
    saluti

    Risposta
  • 1 giugno 2010 in 00:51
    Permalink

    Salve, vorrei un consiglio: sto per comprare un parquet in listelli da 6,50 x 40 cm circa di iroko,i listelli non sono con incastro maschio femmina, ciò cosa comporta? è migliore un parquet maschiato oppure senza incastro? quali sono i vantaggi/svantaggi dell’uno e quali quelli dell’altro.
    Attendo con ansia un consiglio o comunque un chiarimento sulle due tipologie di parquet.Grazie

    Risposta
  • 3 giugno 2010 in 19:23
    Permalink

    Salve Tiziano, dal mio punto di vista ci sarebbero 2 soluzioni: o togliere il materassino sottostante guadagnando 2 mm (ev entualmente limando un pò anche il massetto) oppure tagliare le porte.
    In ogni modo come già accennato sarebbe necessario un sopralluogo…

    Risposta
  • 3 giugno 2010 in 19:26
    Permalink

    Rosanna, il parquet prefinito è già pronto per il montaggio, non viene applicat alcun trattamento dopo la posa.
    Le impronte rimangono nel caso in cui (come quando si è in un cantiere) si ha polvere e sporco in quantità consistente sotto le scarpe. In più, essendo wengè e quindi scuro, le impronte si notano di più…

    Risposta
  • 3 giugno 2010 in 19:28
    Permalink

    i listelli piccoli non vengano fatti con incastri maschio/femmina in quanto vengono incollati direttamente sul massetto.
    Nel caso dei parquet prefiniti ci sono gli incastri maschio/femmina perchè in questo caso si può decidere se montarli incollati (come gli altri) o flottanti/galleggianti incastrando un listone con l’altro sopra un apposito tappetino di circa 2 millimetri.
    Non c’è un meglio o un peggio, sono 2 tipi differenti di posa del parquet.

    Risposta
  • 5 giugno 2010 in 11:34
    Permalink

    Buongiorno,
    vorrei acquistare un parquet Woodco 14mm di cui legno nobile acero 3,7mm, listoni dimensioni medie, per il mio appartamento & piano, di circa 60mq, escluso bagno e cucina.Pensavo ad una posa flottante per evitare tutti i disagi derivanti da una posa incollata, dovendo abitare nell’appartamento durante i lavori di ristrutturazione. Mio marito però si dimostra molto scettico,non abbiamo riscaldamento sotto il pavimento, ma teme che il flottante provochi quel fastidioso effetto soft durante il calpestio. Lei cosa mi consiglia, e soprattutto pensa che l’acero sia un legno abbastanza resistente per l’abitazione e adatto ad un arredamento moderno con prevalenza di colore bianco e nero?
    Infinitamente grazie
    Sadia

    Risposta
  • 7 giugno 2010 in 23:06
    Permalink

    Salve, ringraziando per il chiarimento datomi riguardo il parquet maschio/femmina, vorrei chiedervi un consiglio riguardo lo spessore del parquet, ovvero : il 10mm è troppo sottile o va comunque bene, in cosa si differenzia a livello di prestazioni con il 14 mm, considerato che si tratta sempre di un iroko? grazie infinite Rosanna

    Risposta
  • 8 giugno 2010 in 12:44
    Permalink

    Il parquet montato flottante si ‘inclina’ leggermente al calpestio e dal mio punto di vista è cosa estremamente piacevole perchè anche se in realtà non ti accorgi di niente, accompagna ed ammortizza i tuoi passi.
    Lo scricchiolino (se c’è) è davvero minimo e si adatta perfettamente ad un’arredamento moderno con prevalenza di colori nero e bianco.

    Risposta
  • 8 giugno 2010 in 12:47
    Permalink

    Salve Rosanna, lo spessore del parquet è una caratteristica del listone; non ha particolari riscontri ma uno spessore troppo sottile potrebbe causare problemi di stabilità.
    Ma le misure che hai indicato vanno comunque bene.
    Quello che conta è lo strato di legno nobile presente nella parte del listone visibile, l’iroko appunto.

    Risposta
  • 12 giugno 2010 in 00:35
    Permalink

    Ho acquistato da poco un appartamento di recente costruzione con riscaldamento a pavimento. Ho chiesto che venisse montato il parquet prefinito in tutte le camere tranne che nei servizi con una diagonale di 45 gradi a partire dalla zona ingresso – soggiorno. Non mi sono stati sollevati problemi di alcun tipo(premetto che con il parquettista non ho alcun contratto scritto e che ho pagato tutta la fornitura del parquet prima ancora che venisse montato). Il giorno di inizio della posa in opera, per la presenza nella zona ingresso-soggiorno di altri operatori, il parquettista ha deciso di iniziare dall’ultima stanza dell’appartamento, con diagonale di 45 gradi così come d’accordo, e proseguendo senza soluzioni di continuità nel corridoio e nelle altre stanze senza tener conto che le pareti divisorie non sono parallele tra loro. Risultato: solo nella prima stanza si ha una diagonale di 45 gradi, nelle altre tale diagonale si perde sino ad avere l’effetto peggiore proprio nella zona ingresso-soggiorno. Domanda: è mio diritto chiedere la rimozione del parquet e la sostituzione con una posa che rispetti una giusta geometria anche se non più in diagonale considerato che le pareti non sono parallele tra di loro? Io credo che il posatore non ha proprio considerato l'”irregolarità” dell’appartamento. Grazie in anticipo per le delucidazioni.

    Risposta
  • 14 giugno 2010 in 23:31
    Permalink

    Buonasera ho ristrutturato casa ed ho preferito dare nelle camere da letto( una con pavimento in castagno vecchio e nelle altre due camere abbiamo posato noi dei listoni in larice nuovi ) l olio e’ stato dato da un professionista e ha usato prodotti ” solas “. Nel pavimento in larice sono ancora rimasti tipo degli aloni e ha un aspetto un po’pasticciato , sono stati oliati circa 6 mesi fa’, x la pulizia uso prodotti specifici e consigliati dal mio palchettista ogni tanto mi ha consigliato di aggiungere al sapone che uso x lavare, un altro prodotto contenente olio , e mi ha spiegato che dovra’ passare un anno prima di vedere il mio pavimento bello e perfetto . E’ tutto giusto cio’ che mi e’ stato detto ? Un ultima domanda sopratutto nel pavimento di castagno sento un odore di ” vecchio ” e’ possibile che il legno come nel caso del mio castagno sia dovuto propio al fatto che sia l,odore di legno vecchio ? E puo essere che l’ odore di questi oli anche se piu’ naturali possibili diano un po’ fastidio ( parlo sempre di prodotti solas ). LA ringrazio molto spero in un Suo parere. Susanna

    Risposta
  • 21 giugno 2010 in 10:17
    Permalink

    Nella finitura lucida del parquet i segni si vedono di più che in quelle opache o a cera?
    Io ho un pavimento teak asia.
    Attendo notizie grazie.

    Risposta
  • 21 giugno 2010 in 10:54
    Permalink

    Salve,
    il mio parquet presenta delle macchie più chiare in alcune zone che solitamente sono coperte da tappeti e mobili e quindi non esposte alla luce. Per necessità di spazio adesso devo eliminare un mobile e vorrei sapere se posso in qualche modo recuperare questa differenza di colore. Ringrazio fin d’ora per il consiglio che vorrete darmi.

    Risposta
  • 21 giugno 2010 in 15:10
    Permalink

    Buonasera
    ho acquistato da poco casa. Avevo deciso di posare il parquet prefinito rovere, ma con mio rammarico, in fase di misurazione di umidità è risultato che la camera da letto è idonea, la cucina anche ma il salone ha un’umidità di oltre 60(premetto che sono al secondo piano con appartamenti al piano inferiore). Il parquettista mi ha consigliato un parquet flottante. Potrebbe essere la soluzione al mio problema? Il pavimento esistente oggi è un cotto, posato circa tre anni fa.
    Ringraziando anticipatamente, porgo cordiali saluti
    Paola

    Risposta
  • 21 giugno 2010 in 22:51
    Permalink

    come posso rimuovere la colla del parquet posata su ceramica?

    Risposta
  • 22 giugno 2010 in 23:17
    Permalink

    Ciao Paki,
    se le pareti non sono parallele è normale che il parquet venga di inclinazioni diverse.
    L’errore è stato quello di montarlo in diagonale e di essere partiti da una stanza che non è la prima.
    Non penso che riuscirai ad avere dei rimborsi o che il parquettista rimonti tutto il parquet…

    Risposta
  • 22 giugno 2010 in 23:20
    Permalink

    Salve Susanna.
    Il legno vecchio andava prima levigato e poi trattato; per quanto riguarda il parquet a listoni non capisco che trattamento è stato fatto in quanto quasi sicuramente le tavole grosse di legno sono prefinite, ovvero già trattate; è necessario solo posarlo.

    Risposta
  • 22 giugno 2010 in 23:21
    Permalink

    Scusa Barbara ma non capisco a che ‘segni’ fai riferimento.

    Risposta
  • 22 giugno 2010 in 23:23
    Permalink

    Salve Domenico,
    purtroppo questo processo si chiama ossidazione e crea delle differenze di tonalità nei punti coperti rispetto a quelli esposti.
    Non esistono particolari prodotti da dare ma se togli il mobile col passare del tempo vedrai che si uniformerà…

    Risposta
  • 22 giugno 2010 in 23:27
    Permalink

    Ciao Paola,
    innanzitutto ti confesso che l’umidità al secondo piano è molto strano e forse anche ‘sospetta’; probabilmente il massetto è stato realizzato da poco e deve ancora asciugare per bene.
    Tra i tipi di parquet in questo caso è meglio il prefinito montato flottante; in ogni modo ti consiglio di non posare il parquet quando l’umidità è sopra la soglia massima.
    Prova a rifare la misurazione tra un pò di tempo, visto il periodo estivo è probabile che asciughi…

    Risposta
  • 22 giugno 2010 in 23:28
    Permalink

    Ciao Giuseppe per togliere la colla esistono prodotti appositi; rivolgiti ad un negozio specializzato.

    Risposta
  • 23 giugno 2010 in 11:39
    Permalink

    Buongiorno,
    Vorrei un vostro consiglio per un problema sul mio parquet installato da qualche giorno.
    Premetto che abito in campagna in una casa recentemente ristrutturata al primo piano. Nel mese di marzo 2010 sono stati rifatti gli impianti e il nuovo massetto con un tipo di cemento top cen (essiccazione più rapida del cemento normale),
    ho aspettato circa tre mesi per la posa di un parquet rovere naturale composto da listoni di diverse lunghezze 90×50/70/120 per h.14 mm maschiettato.
    Il problema è che dopo l’installazione eseguita 2 settimane fà eseguita con collante bicomponente, in alcuni punti della casa si nota nella parte più lunga delle tavole come una schiena d’asino (un piccolo scalino tra l’una e l’altra tavola. Il parchettista dice che è una cosa anomala e prima di laminarlo e lucidarlo con vernice all’aqua, bisogna aspettare qualche giorno per vedere come si comporta il parquet (se continua ad alzarsi oppure rientra). Pensate che sia una cosa normale o questi scalini non dovevano presentarsi?
    Grazie in anticipo.

    Risposta
  • 23 giugno 2010 in 14:27
    Permalink

    Buongiorno Alessandro.
    Innanzitutto la prima domanda che viene in mente è se prima di aver posato il parquet è stata controllata l’umidità del massetto… Se questa non è stata misurata il problema potrebbe essere questo.
    Il fatto che tra un listone e l’altro ci sia un piccolo scalino può essere una cosa normale prima della levigatura; dopo la levigatura il parquet diventa perfettamente pari.

    Devi osservare attentamente i listoni; gli scalini possono essere normali se i listoni non sono perfettamente orizzontali e quindi da una parte sono più alti e dall’altra più bassi. In questo caso con la levigatura torna tutto perfetto.
    Nel caso in cui invece i listoni risultino ‘imbarcati’ (vale a dire formano una curva concava o convessa) allora esiste un problema di fondo che è da ricercarsi o nell’umidità del massetto o nei materiali utilizzati (colla) oppure nella bassa qualità del legno scelto che magari non è stato seccato a dovere…

    Risposta
  • 23 giugno 2010 in 15:40
    Permalink

    Salve,
    grazie mille per la celere risposta.
    Il parchettista dice di aver misurato l’umidità del massetto e che quindi era idoneo per la posa anche perchè il massetto è stato fatto 3 mesi fà con il cemento ad essiccazione rapida. Devo far presente però che questo fenomeno di scalini a schiena d’asino non appare in tutte le stanze perchè in alcuni punti è perfettamente planare.
    Mi sono accorto che durante la posa, sono stati messi lungo tutto il perimetro di ogni stanza dei distanziatori che sono rimasti per circa una settimana, non saranno passati troppi giorni? e il parquet non riusciva a sfogare? Se fosse così è possibile che si sistemi tutto dopo la laminatura?
    Le chiedo gentilmente se invece fosse dovuto ad umidità che consiglio può darmi?
    Grazie per la collaborazione

    Risposta
  • 25 giugno 2010 in 12:04
    Permalink

    Ciao
    qualche giorno fa ho chiesto se i segni si vedevano meno su una finitura a olio o a cera rispetto a quella lucida che ho su teask asia.
    Per segni intendo le ammaccature di quando cade qualcosa, i solchidi quando strisci qualcosa…..il teak in questo senso é davvero un disastro.Mi chiedevo se una diversa finitura poteva nasconderli di più……
    Grazie

    Risposta
  • 25 giugno 2010 in 17:36
    Permalink

    Ciao a tutti, nella mia casa ho montato un termoparquet listone giordano, finitura ad olio naturale. Mi domandavo se potrò mai avere un cane per casa e se mai farà pipì, dovrò tenermi la macchia o questa andrà via.
    aiutatemi

    Risposta
  • 29 giugno 2010 in 10:39
    Permalink

    Buongiorno a tutti. Sto ristrutturando una casa di circa 80 mq dove metterò il riscaldamento a pavimento. Sono molto indeciso se mettere parquet oppure delle piastrelle sempre a listoni che assomigliano molto al legno ma comunque molto belle. Il mio è un discorso di manutenzione; nel senso che il parquet (pensavo sicuramente verniciato con modello rovere sbiancato o un altro che mi hanno proposto color grigio-caffè in listoni cm 19×200 spessore 15mm bellissimo!!!) mi piace molto ma comunque voglio che sia bello ma allo stesso tempo funzionale, vista anche la spesa che concerne. La mia domanda è: i parquet verniciati con colori non naturali (non amo il color legno…) avranno problemi nel tempo? Verrà via il colore ‘artificiale’ lasciandomi il colore legno? In quanto tempo? La manutenzione è difficile? E per l’angolo cottura? Grazie e scusate le mille domande.
    Mattia

    Risposta
  • 29 giugno 2010 in 17:20
    Permalink

    Gentilissimi Signori,
    Esiste una soluzione per rimuovere piccole ammaccature dal pavimento in legno, escludendo la possibilità di levigate tutta la superficie?

    Ringrazio anticipatamente per la risposta, Vi auguro buon lavoro.

    Risposta
  • 5 luglio 2010 in 09:42
    Permalink

    Salve! stò finendo di fare casa, la settimana scoprsa mi sono stati recapitati i listoni di teak prefinito per il pavimento e mi sono accorto subito che praticamente tutti presentavano delle strane macchie, mi sono accertato che si tratta di umidità (condensa) assorbita dal legno e mi sono opposto alla posa; il rivenditore e il posatore dicono che è normale, che quelle macchie sono tipiche del teak e col tempo schiarisce e si uniforma, ma non mi fido. in una settimana quelle che ho estratto dalle scatole sono sì in parte schiarite ma sono visibili ancora aloni residui… inoltre alcuni listoni hanno cominciato ad imbarcarsi… che devo fare???

    Risposta
  • 5 luglio 2010 in 14:56
    Permalink

    Buongiorno, ho acquistato con mio marito un appartamente in fase di costruzione; per due camere abbiamo scelto un parquet rovere sbiancato spazzolato e per il corridoio, le scale e la camera rimanente avevamo scelto per un parquet in rovere verniciato nero spazzolato ma adesso mi assalgono dubbi su dubbi.. oltre alla questione polvere che ovviamente si noterà particolarmente sul parquet nero vorrei sapere se è tanto delicato e se me lo consigliate perchè in caso contrario opterei per un parquet in wengè.
    Grazie

    Risposta
  • 7 luglio 2010 in 04:37
    Permalink

    Un conisglio, per favore. Il rovere sbiancato ingresso e studio è un problema perché bisogna pulire sempre?

    Risposta
  • 8 luglio 2010 in 12:17
    Permalink

    Buongiorno, ho comprato casa e l’impresa costruttrice sta rimandando continuamente la posa del parquet a causa di problemi di umidità del sottofondo.
    Ora è al 3% e hanno acceso il riscaldamento a pavimento per portarla al 2%.

    La mia domanda è: quando tempo di attesa ci vuole per poter camminare su un parquet prefinito iroko?
    Non so’ se la posa sarà flottante o in altro modo.
    Potreste darmi qlc indicazione?

    Grazie mille
    Lisa

    Risposta
  • 8 luglio 2010 in 12:38
    Permalink

    Vorrei comprare 50 mq di parquet in internet dalla ditta exportare di Bologna, sapete dirmi se il materiale è valido e se la ditta è seria nel fornire le garanzie?
    Grazie

    Risposta
  • 13 luglio 2010 in 13:39
    Permalink

    Gent.mo Sign. Admin,
    grazie per la Sua cortese risposta che aspettavo con ansia. Naturale che il parquettista non ha nessuna intenzione di rifare il parquet ma mi consenta una breve riflessione. Egli non si è proprio reso conto sin dall’inizio dell’irregolarità dell’appartamento tanto è vero che non mi ha mosso alcuna obiezione sulla possibilità della posa in opera con diagonale a 45 gradi. Se io fossi stato informato sin dall’inizio che tale diagonale non sarebbe stata rispettata in tutte le stanze, avrei chiesto di posare il parquet nel modo più tradizionale possibile. Quindi a mio avviso ci sono 2 errori di fondo del parquettista: erroneo valutazione dell’ambiente e non corretta informazione all’utente. Ci sono secondo Lei gli estremi per un’azione legale o sono cause perse in partenza?
    Ringraziandola in anticipo della Sua cortese attenzione La prego di gradire i miei più cordiali saluti.

    Risposta
  • 14 luglio 2010 in 12:39
    Permalink

    Salve,
    mi hanno appena montato in casa un parquet doussiè prefinito. Nonostante sia stato montato quasi a fine lavori di ristrutturazione e gli operai avessero provveduto a coprire tutta l’area con del cartone, il parquet presenta qua e la’ macchie di colla, di calce e in controluce si vedono altre macchie. Ho già fatto una prima pulizia aspirando completamente la polvere e lavando il parquet una prima volta solo con acqua e una seconda volta diluendo un bicchierino di un prodotto per parquet. Come posso togliere le varie macchie? C’è chi mi ha consigliato di usare l’acetone o l’acqua raggia nei punti in cui ci sono tracce di colla/calce? Mi può dare un consiglio? Grazie

    Risposta
  • 15 luglio 2010 in 19:41
    Permalink

    Ho un paquet non predefinito montato sopra il pavimento preesistente. Dopo quattro anni una parte del pavimento (circa due metri per tre mi si è completamente alzata. Sul pavimento in ceramica sottostante non mi sembra ci sia umidità (la ceramica si sa e generalmente fredda). Quale può essere il motivo di tutto ciò? Sul muro del mio confinante (cioè dalla parte dove ha iniziato ad alzarsi il parquet) non ci sono segni di rigonfiamenti dell’intonaco tale da far pensare a qualche perdita. Non so cosa fare.

    Risposta
  • 24 luglio 2010 in 18:12
    Permalink

    buongiorno
    vivo in un appartamento in affitto e abbiamo parquet in ogni stanza…la mia cagnolona un mese fa ha ben pensato di farci pipì sopra, ho pulito diverse volte ed ora mi ritrovo con delle macchie scure che non riesco a togliere!c’è qualcosa che posso fare?dovrei risolvere il problema visto che a fine mese devo lasciare la casa
    grazie mille

    Risposta
  • 27 luglio 2010 in 18:06
    Permalink

    Vorrei sapere quali sono le caratteristiche che differenziano lka prima e la seconda scelta di un parquet tradizionale.
    GRAZIE

    Risposta
  • 30 luglio 2010 in 08:15
    Permalink

    Buongiorno, ho acquistato un appartamento in cui è stato posato, circa quindici anni fa, un parquet a listoni in rovere naturale, non verniciato, su cui gli ex proprietari passavano un olio prodotto dalla ditta “Geal”.Il parquet è sporco e macchiato, come posso pulirlo?

    Risposta
  • 3 agosto 2010 in 15:56
    Permalink

    ho appena acquistato una casa con parquet e coloro che mi hanno montato i mobili mi hanno fatto delle incisioni abbastanza evidenti,cosa posso fare a rimediare? grazie anticipatamente x la risposta e l’interessamento.

    Risposta
  • 3 agosto 2010 in 16:56
    Permalink

    Salve Amilcare, di solito il parquet di seconda scelta ha molte più venature di quello di prima scelta; io personalmente preferisco quelli di seconda scelta perchè lasciano traspirare l’essenza del legno anche all’impatto visivo.

    Ciao Bianca, dipende che macchie sono presenti; sempre alla ditta Geal (con sede ad Agliana in provincia di Pistoia) producono prodotti di qualsiasi tipo e per qualsiasi tipo di esigenza. Prova a contattarli ed a spiegare loro il tuo problema; hanno un laboratorio in cui producono prodotti specifici.

    Ciao Michele, purtroppo le incisioni non si possono eliminare a meno di laminare nuovamente il parquet. Non sei il primo che ha questo problema con i montatori. Quando qualcuno deve entrare in casa ed effettuare dei lavori è sempre bene coprire il più possibile le superfici con coperte o cartoni, far notare ai montatori l’esistenza del parquet raccomandandosi di stare attenti, ma soprattutto (visto la ‘delicatezza’ che molto spesso utilizzano) sarebbe opportuno essere presente durante il montaggio dei mobili.

    Risposta
  • 3 agosto 2010 in 17:32
    Permalink

    Salve, vi scrivo perchè ho un problema con il parquet industriale.
    Circa 1 anno fa ho fatto la ristrutturazione dell’appartamento e ho utilizzato il parquet industriale a listelli piccoli, ma in alcuni punti dell’appartamento si sono create delle fessure tra i listelli, lasciando uno spazio quasi di un centimetro, cosa posso fare?
    Da cosa può dipendere e come posso chiudere queste fessure?
    Lo stucco è utilizzabile, mi potreste consigliare su come devo intervenire?
    In attesa di una vostra gentile risposta vi auguro buone vacanze.
    Grazie,
    Paolo.

    Risposta
  • 5 agosto 2010 in 22:02
    Permalink

    Devo ristrutturare un appartamento a piano terra. I pavimenti esistenti sono di graniglia. Vorrei lasciare questi e fare sopra un riscladamento a pavimento per poi mettere il legno.E’ possibile? Grazie

    Risposta
  • 8 agosto 2010 in 19:18
    Permalink

    Salve, sto pensando di rimuovere il parquet dussie Africa che ho in tutti gli ambienti di casa (esclusi i bagni) perchè nonostante siano passati più di 6 anni dal montaggio, continuo a sentire un odore sgradevole, soprattutto nel periodo estivo. All’epoca del montaggio del pavimento ho chiesto fossero usate vernici senza formaldeide e all’acqua. In quel periodo avevo problemi con dell’arredo in ufficio che emanava un sostanza che ho pensato fosse la formaldeide. Il montatore mi aveva detto che quelle all’acqua pozzavano più delle altre e che quando le davano dovenano allontanarsi subito dall’ambiente. Il fatto è che non ho annullato la fonitura del parquet e me ne sono pentita subito. Sapete dirmi le difficoltà riguardanti la rimozione del parquet? C’e spazio per collocare un altro pavimento?

    Risposta
  • 14 agosto 2010 in 10:15
    Permalink

    Purtroppo mettendo su i battiscopa..un pò di silicone è caduto sui palchetti fluttanti..con ke cosa posso pulirlo?grazie

    Risposta
  • 19 agosto 2010 in 11:19
    Permalink

    come togliere dal parquet (teak) la colla lasciata dai feltrini delle sedie che si sono straccati e appiccicati sul legno. Ho provato di tutto e sono lì da anni

    Risposta
  • 22 agosto 2010 in 11:45
    Permalink

    Salve, ho acquistato un parquet (listoni) in rovere di 2.2 metri di lunghezza e 14mm di spessore, costituito da uno strato superiore in legno nobile e da latri due strati in conifera nordica.
    La scheda tecnica suggerisce l’installazione flottante, ma io vorrei incollarlo sul solaio visto che lo spazio che ho a disposizione tra il solaio e la porta finestra e’ di 15mm e non mi consente l’uso del materassino.
    Potreste cortesemente dirmi se possono sorgere problemi con l’andare del tempo se decido di incollare i listoni piuttosto che posarli flottanti?
    Grazie

    Risposta
  • 26 agosto 2010 in 00:57
    Permalink

    complimenti agli amministratori di questo blog, risposte chiare e veloci a tutti gli utenti. leggendo tra i commenti ho trovato la soluzione che cercavo! ancora complimenti e grazie.

    Risposta
  • 26 agosto 2010 in 11:29
    Permalink

    Ho 20 mq di abete massiccio da 3 cm, le tavole hanno lunghezza di 3,5 m e larghezza max di 80 cm. Come posso recuperare questo legno e abbinarlo ad altro pavimento in legno nel resto dell’appartamento mantendendo lo stesso livello? Stiamo rifacendo i massetti di tutto l’appartamento e non ci è chiaro se il legno massiccio, doipo eventuale riparazione e maschiatura, può essere posato sul calcestruzzo e se si con quali modalità. Ci è stato detto che può essere tranquillamente incollato, ma noi abbiamo qualch perplessità. Grazie per la cortese risposta. Nadia

    Risposta
  • 30 agosto 2010 in 16:17
    Permalink

    Salve, ho acquistato un parquet laminato che mi dovrebbe arrivare fra pochi giorni, dal momento che attualmente ho la moquette ho provato a levarne una striscia e sotto purtroppo anzichè trovare un pavimento, ho trovato una superfice in massetto. Dopo aver tolto la moquette il massetto si sgretola causando un fondo non completamente liscio. Potrebbe questo essere un problema per la messa in posa del laminato? Considerate che insieme al laminato ho acquistato anche un sottoparquet in sughero.

    Risposta
  • 31 agosto 2010 in 12:18
    Permalink

    Buongiorno,

    in alcune zone della mia casa il parquet presenta un odore di legno ammuffito. Tuttavia risulta perfetto, planarità ecc. non ci sono segni visibili di possibili danni.
    Cosa potrebbe essere? Potrebbe essere dovuto al fatto che durante la posa alcuni punti del massetto erano più umidi di altri e l’umidità in eccesso sia migrata sul legno dando questo odore?
    Come si può risolvere?
    Grazie per le risposte.

    Ivo

    Risposta
  • 31 agosto 2010 in 14:27
    Permalink

    Buongiorno, ho acquistato casa ed l’ho arredata con mobili di colore bianco e granata. Il dilemma è: che colore tinteggiare le pareti??? Avevo scelto un colore bianco ghiaccio ma il pittore mi me lo ha sconsigliato. Adesso io chiedo AIUTO a voi. Grazie anticipatamente

    Risposta
  • 1 settembre 2010 in 03:18
    Permalink

    Salve il 6agosto2010 mi e’ stato posato un parquet gazzotti rovere sand vintage (spazzolato) 11x 90, 80 metri quadri in 5giorni con colla bicomponente ultrabond 902 k2.
    Durante la posa ho notato alcuni listelli non perfettamente accostati, piccoli fessure sui lati lunghi ed in testata,al ritorno dalle vacanze, ovvero il 30 agosto 2010 alcune di quelle fessure sono aumentate al punto da riuscire a vedere l ‘ incastro della doga maschio. Durante la posa chiesi spiegazioni, mi risposero che era normale, e che bisognava dare il tempo al parquet di adattarsi eall ambiente e che questi spazi pian pian si sarebbero chiusi.
    Prima di interpellare il fornitore vorrei gentilmente capire perché si creano queste fessure tra una doga e l altra, e come rimediare a questo problema.
    Grazie e complimenti per il blog

    Risposta
  • 6 settembre 2010 in 09:48
    Permalink

    Buongiorno, desideravo sapere se ci sono prodotti tipo cere in grado di proteggere il parquet da eventuali graffi provocati dalle unghie del cane e, soprattutto, per evitare che qualche accidentale pipì nel posto sbagliato ( è cucciolo e deve ancora imparare) possa annerire il pavimento.
    Grazie
    Silvia

    Risposta
  • 6 settembre 2010 in 21:24
    Permalink

    Buonasera, vorrei recuperare un prefinito flottante incollato sulle maschiature. Secondo voi facendo moolta attenzione è possibile?

    Risposta
  • 12 settembre 2010 in 09:01
    Permalink

    hanno appena finito di posare in casa un parquet in rovere prima fiammata e rigatino prima scelta,i listoncini sono stati incollati con collanti epossilico bicomponente.Ora cortesemente vorrei sapere quanto tempo deve intercorrere tra la posa e la verniciatura perchè secondo il nostro tecnico posatore ci vogliono circa 20 gg di tempo affinchè secondo suo dire il legno si assesti. 2 quale verni ce è meglio indicata per il rovere o meglio per neutralizzare eventualmente quelle fastidiose macchioline nere dovute alla presenta di tanni-no.Grazie

    Risposta
  • 16 settembre 2010 in 15:41
    Permalink

    Buonasera, dovrei mettere il parquet tipologia merbau, il parquettista mi ha detto che posso montare le porte prima del montaggio del parquet, è possibile? ho dei dubbi, grazie

    Risposta
  • 25 settembre 2010 in 15:17
    Permalink

    salve,
    ho un parquet prefinito montato da poco. lo spessore del legno è di 2,5 mm colore rovere chiaro. spostando una pesante libreria si sono creati un paio di profondi graffi. vorrei sapere come si può rimediare.
    grazie

    Risposta
    • 27 settembre 2010 in 17:07
      Permalink

      buongiorno Pierpaolo, probabilmente sarai costretto a ritrattare il parquet…o coprirlo con un tappeto. saluti

      Risposta
  • 25 settembre 2010 in 15:32
    Permalink

    buon giorno,
    ho montato da poco un parquet prefinito di 2,5 mm di spessore, colore rovere chiaro. spostando una libreria pesante si sono creati dei profondi graffi. come posso fare per eliminarli o attenuarne l’effetto?
    grazie e buon lavoro
    pier paolo cinti

    Risposta
  • 2 ottobre 2010 in 16:14
    Permalink

    Buongiorno.

    Progettiamo e realizziamo Pavimenti in legno artigianali di grande pregio adatti a chi non si accontenta del solito parquet , siamo in grado di realizzare intarsi con diverse essenza e a disegno o del committente o su nostra progettazione. Il nostro studio di progettazione e showroom si trova a Milano.

    Risposta
  • 13 ottobre 2010 in 12:20
    Permalink

    Ciao, questa estate mi hanno montato il parquet in mansarda, che per qualche mese e’ rimasta chiusa, il metodo di montaggio e’ stato utilizzare la colla su una striscia di parquet e una no. Adesso ho una striscia al centro della stanza che si e’ rialzata. Come posso fare per rimediare?
    Chi me lo ha montato dice che fara’ dei fori nel tetto del piano di sotto e con una pistola mettera’ della colla. Sara’ il metodo giusto o potete suggerirmene un altro?

    Risposta
  • 14 ottobre 2010 in 23:09
    Permalink

    Ciao,
    circa cinque mesi fa ho messo il parquet prefinito iroko.
    Spostando il tappeto ho notato che ha lasciato il segno,ma se tolgo il tappeto per un po’ di tempo si uniformera’??

    Risposta
    • 18 ottobre 2010 in 15:06
      Permalink

      si Giulia, lasci il pavimento scoperto per un po’, il colore del legno si modifica anche in base alla luce, vedrà che col tempo si uniformerà.

      Risposta
  • 17 ottobre 2010 in 21:20
    Permalink

    Ciao ragazzi, io ho fatto levigare il mio parquet, doussie fiammato, circa 5 mesi fa. Non vi dico la puzza e quella polverina rossa da per tutto, anche avendo delle macchine con sacca.
    Il mio problema è che da allora ho ancora un po di puzza a casa sopratutto ora che chiudo le finestre. Quando torno a casa mi sento male, sarà anche la gravidanza che mi fa sentire tutte queste puzze, ma nel frattempo cosa posso fare oltre a pulirlo con pronto e acqua con panno umido?

    Risposta
  • 4 novembre 2010 in 10:53
    Permalink

    Io credo che ormai il parquet sia posabile in ogni ambiente e in ogni situazione sono talmente tante le lavorazioni che subisce, che i vecchi problemi del parquet tradizionale sono stati ampiamente superati.

    Risposta
  • 8 novembre 2010 in 20:12
    Permalink

    Buongiorno,
    ho acquistato per la mia casa un parquet flottante a grandi listoni ma ora ho dei dubbi sul verso in cui è meglio piazzarli. Infatti, se li metto verticali rispetto all’ingresso, che credo sia la soluzione più praticata, rimangono piazzati perpendicolari alle piastrelle della cucina. In pratica nella cucina ho posato delle piastrelle 30*60 lungo la zona cottura e il parquet rimarrebbe nell’altro senso formando una specie di T. Secondo lei sarebbe molto brutto quindi posare il parquet orizzontalmente rispetto all’ingresso in casa? Spero che la mia descrizione pasticciata possa risultare comprensibile.

    Risposta
  • 9 novembre 2010 in 22:25
    Permalink

    buonasera.saremmo interessati all acquisto di un parquet prefinito da posare con il sistema flottante e per problemi di adattamento ad un pavimento preesistente avremmo optato per doghe dello spessore di 10mm. rivolgendoci però ad un rivenditore del settore ci ha fortemente sconsigliato questo tipo di posa per questo spessore, spiegendoci che a suo parere l incastro tra le varie doghe avrebbe poca “morsa” e ci sarebbe quindi il rischio che si sfilino l una dall altra sotto il peso del calpestio.
    ci sarebbe realmente questo tipo di rischio oppure si tratta solamente di un parere personale?
    grazie per la collaborazione

    Risposta
  • 15 novembre 2010 in 20:19
    Permalink

    salve, ho un parquet doussie montato da 9 anni e cerato,non per mia volontà ma a causa del massetto non idoneo,non ho potuto verniciarlo.col tempo sono nati una serie di piccoli incidenti:graffi,macchie di candeggina,scalfimenti con la lucidatrice,sbucciamento di un listello e sopratutto il non vederlo mai lucido nonostante le cure.gentilmente vi chiedo se è possibile riparare questi inconvenienti,e se c’è un prodotto che possa evitarli nel futuro.una cera che possa farmi vedere un po’ di lucido.vi ringrzio anticipatamente.

    Risposta
    • 24 novembre 2010 in 19:01
      Permalink

      gentile Simonetta, la soluzione più appagante a livello estetico sarebbe un nuovo trattamento, in mancanza, le sconsigliamo alcun tipo di intervento che non sarà risolutivo, saluti.

      Risposta
  • 20 novembre 2010 in 20:28
    Permalink

    Ho un parque in cotto… Per togliere le strisce di scarpa ho usato un prodotto di nome ( emulsio per cotto) alla fine il mio parque è diventato lucido io credevo che sarebbe restato cosi.. ma con il tempo il colore che si era formato si e scambiato e mi ha lasciato macchie lucide che non riesco a togliere come posso fare? Voi mi potete aiutare? grazie mille

    Risposta
    • 24 novembre 2010 in 18:25
      Permalink

      buongiorno, provi a rivolgersi ai negozi di fai da te. saluti.

      Risposta
  • 22 novembre 2010 in 11:48
    Permalink

    buongiorno, abbiamo comprato una casa col parquet e dobbiamo decidere come trattarlo. Siamo molto indecisi perchè due professionisti ci hanno dato opinioni opposte su cosa è meglio. Il primo sostiene che il trattamento ad olio e cera è il migiore perchè ugualmente resistente alla verniciatura ad acqua ma più naturale; l’altro sostiene che il trattamento è o ad olio o a cera, non entrambi, e che la verniciatura ad acqua è meglio perchè più resistente e il risultato è sempre naturale. Noi abbiamo il parquet anche in cucina e quindi vorremmo qualcosa che non si usura facilmente ma che risulti naturale…cosa dobbiamo scegliere? grazi

    Risposta
    • 24 novembre 2010 in 18:19
      Permalink

      ci sentiamo di asseverare il parere del secondo tecnico. saluti

      Risposta
  • 29 novembre 2010 in 13:03
    Permalink

    Salve ho un parquettes in rovere, ieri il mio compagno ha steso dei panni non centrifugati ed è caduta acqua abbondante sul pavimento ogni tanto asciugava ma l’acqua per un pò è rimasta sul parquettes. Oggi sono andata a controllare ed era bagnato la fessura tra due listelle. Esiste secondo lei la possibilità che il parquettes mi alzerà? inoltre il corridoio è molto lungo e potrebbe esserci il pericolo che se si alzano due listelle devo rifarlo completamente ? grazie mille sono molto preoccuata

    Risposta
    • 29 novembre 2010 in 13:26
      Permalink

      Buongiorno, non credo che il parquet si rovini, dovrebbe asciugare, comunque nel caso si alzino dei listelli basterà sostituire solo i listelli rovinati. Cercate comunque di stare più attenti la prossima volta!

      ciao

      Risposta
  • 7 dicembre 2010 in 10:40
    Permalink

    Buongiorno,
    ho in tutta la casa, tranne in bagno, il parquet in dussie verniciato, recentemente si sono formate in soggiorno delle evidenti strisciate dovute alle suole di gomma (causate dai miei nipotini). come posso togliere? sono davvero molto visibili e antiestetiche.
    grazie

    Risposta
    • 10 dicembre 2010 in 12:37
      Permalink

      gentile Elena, ci sono dei prodotti pulenti, per questo potrà chiedere nei negozi specializzati, ma se i solchi sono profondi, l’unico trattamento sarebbe livellare nuovamente il parquet..

      Risposta
  • 13 dicembre 2010 in 21:40
    Permalink

    Buonasera,io ho un problema con il mio pavimento in rovere spazzolato sbiancato oliato.Le tavole sono di svariate tonalità che variano dalla più chiara alla più scura e sono posate in maniera abbastanza omogenea ma,al centro della stanza c’è una macchia dello stesso colore formata da tre tavole unite!è possibile sbiancare le tavole cosi da non far notare la macchia più scura?grazie e buona serata.

    Risposta
  • 22 dicembre 2010 in 23:02
    Permalink

    Salve,
    Ho acquistato una casa e ho deciso di cambiare il pavimento di tutta la casa con del parquet.
    Il parquettista dice che pero’ per una posa corretta del parquet non bisogna superare una soglia di umidita’ del suolo.
    Sono passati ormai 2 mesi da quando e’ stato tolto il vecchio pavimento e utilizzato l’autolivellante, ed ancora non risulta essere idoneo per la posa del parquet .
    Mi chiedevo se c’era un modo per accellerare la riduzione del tasso di umidita’ del suolo al fine di ridurre i tempi di attesa per la futura posa del parquet .

    Non vedo l’ora di passare alla casa nuova 🙁 aiutatemi o consigliatemi qualcosa …..

    Risposta
  • 23 dicembre 2010 in 11:42
    Permalink

    Buongiorno Luca,
    se la macchia è dovuta al trattamento dei listoni di parquet non puoi intervenire in quanto le tavole di parquet prefinito sono già pronte per la posa e non necessitano di ulteriori lavorazioni. Per questo se sono presenti delle macchie in origine, una volta posato, non è possibile intervenire.
    Se le macchie sono dovute ad un incidente domestico ricordati cosa ci è caduto e vai in un negozio specializzato per farti consigliare un prodotto esatto; ricordati di far presente il tipo di legno, il trattamento e tutte le caratteristiche del tuo parquet.

    Ciao Giuseppe, capisco bene la tua voglia di entrare nella nuova casa e di vedere posato il tuo nuovo parquet ma purtroppo se ancora il livello di umidità è superiore al limite sarebbe da irresponsabili procedere con la posa.
    Hai sfortuna perchè in questo periodo c’è molta umidità; in ogni modo prova a tenere i termosifoni accesi nelle stanze dove poserai il parquet, così accelleri il processo.

    Risposta
  • 23 dicembre 2010 in 19:09
    Permalink

    Salve,
    Sto per iniziare i lavori di ristrutturazione del mio appartamento e vorrei un consiglio sul parquet. Vorrei installare il parquet in tutto l’appartamento, bagni compresi e prediligo i legni chiari, tendenti al biondo. Finora mi sono piaciuti il rovere e il cabreuva dorado. Quale dei due è il più adatto per l’intera superficie dell’appartamento? Grazie mille e buone feste a tutti!!!!
    Silvia.

    Risposta
  • 29 dicembre 2010 in 23:17
    Permalink

    ho montato due anni fa un pavimento in legno dussiè africa su massetto con impianto a pavimento.Dopo due mani di vernice all’olio a causa dell’utilizzo del silicone per la messa in opera dei battiscopa sulla superficie sono comparse delle bollicine. Il parquettista mi ha allora consigliato di carteggiarlo e passare una vernice all’acqua.Ora mia moglie quando lo pulisce nota la presenza esagerata e ripetitiva di una polvere biancastra che temo sia conseguenza della vetrificazione e disgregazione della vernice.come si può rimediare? esiste qualche prodotto specifico? Si ringrazia.

    Risposta
  • 30 dicembre 2010 in 12:35
    Permalink

    Vorrei sapere per favore se è possibile mettere il pavimento a incastro a casa mia dato che ho il riscaldamento a pavimento.
    Grazie

    Risposta
  • 1 gennaio 2011 in 19:12
    Permalink

    E’ corretto lavare il pavimento in parquet Doussie con acqua e alcol o meglio usare prodotti Emulsio? Grazie per la collaborazione.

    Risposta
  • 1 gennaio 2011 in 21:15
    Permalink

    Buongiorno
    Devo posare un parquet in rovere in modo flottante su due stanze e un corridoio per un totale di 60 mq la stanza piu’ grande e di 28 mq la seconda di 16 mq raccordate dal corridoio posso posare in modo continuo o devo interrompere la posa in corrispondenza delle porte con quegli inserti i plastica o allumino?
    Che misura di listone mi conviene scegliere?
    Grazie i anticipo per le risposte.
    Andrea

    Risposta
  • 3 gennaio 2011 in 21:26
    Permalink

    buonasera, ho intenzione di montare nella mia nuova casa, dove è gia presente pavimento in ceramica con riscaldamento a pavimento. Vorrei sapere se questo influisce sul riscaldamento dei locali e che tipo di pavimento mi consigliate (legno, misure listoni, verniciatura, tipodi montaggio), visto che possiedo due cani media taglia che vivono in casa. Visti questi elementi se è il caso di montare il parquet, o lasciare l’attuale pavimento

    Risposta
  • 4 gennaio 2011 in 09:10
    Permalink

    Buongiorno,
    ho un problema con il mio parquet Listone Giordano: è un prefinito rovere e in alcuni punti adiacenti al battiscopa si è annerito. Questo si è verificato a meno di un anno dal montaggio. Da cosa potrebbe dipendere? Posso rimediare in qualche modo per eliminare le striature nere?
    Grazie mille.

    Risposta
  • 5 gennaio 2011 in 13:29
    Permalink

    Un parquet che ha subito una levigatura presenta macchie nere tipo sfiammatura. Sapete dirmi la causa?

    Risposta
  • 5 gennaio 2011 in 18:02
    Permalink

    vorrei mettere il parquet flottante sui pavimenti esistenti di marmo.
    La ditta cui mi sono rivolta mi dice che il parquet flottante da poter rimuovere al bisogno è possibile averlo solo con l’incastro a secco mentre quello flottante senza incastro non è possibile comunque rimuoverlo senza danneggiarlo perchè almeno i bordi vanno incollati tra di loro.Volevo sapere se questo è corretto: io non vorrei incollarlo perchè l’impianto di riscaldamento è vecchio ma per ora non posso sostituirlo.Grazie mille per la risposta.
    Carla

    Risposta
  • 9 gennaio 2011 in 22:33
    Permalink

    Buonasera, stiamo sistemando la casa vecchia di famiglia e solo in una stanza ( camera da letto) ci troviamo un pavimento in larice posato su dei travi come una volta ma questo non è regolare perchè da un lato è più alto e da un lato è più basso e non sappiamo come livellarlo mi dicevano di usare l’autolivellante e poi essendo che ha un pò di mollaggio quando cammini si voleva posargli sopra nel verso contrario il nuovo pavimento così da rinforzarlo e anche qui non sappiamo se rim anere con il legno oppure un laminato. Ecco questo è il problemino, non sappiamo pù cosa decidere e cosa è meglio fare se cortesemente ci può aiutare le saremo grati. Saluti

    Risposta
  • 11 gennaio 2011 in 19:32
    Permalink

    Quello che èsuccesso ha dell’incredibile…

    Sto costruendo casa in sopraelevazione 1 piano.
    Compro parquet afrormosia 6×30 stupendo.
    1- Metto il telo per l’umidità.
    2- Metto cemento spessore dai 3/6 cm più marmette di 2.5 cm.
    3- Faccio levigare le marmette.
    4- Dopo 2-3 mesi viene il parquettista, monta il parquet.
    5- Dopo un mese il parquet mi spinge le soglie delle porte mi crea lesioni nei muri , mi rompe soglie e battiscopi esterni dei muri perimetrali , mi curva porte per esterno

    Premetto costruisco la casa come vuole il parquettista e non mi misura l’umidità prima di montare il parquet sul pavimento creato appositamente per lui.

    Non mi risarcisce nulla perché dice che la colpa è del sottofondo da lui richiesto che non risulta adeguato.

    Secondo me è pazzo!!!

    Risposta
  • 12 gennaio 2011 in 23:08
    Permalink

    Buona sera, vorremmo avere un consiglio sulla posa di parquet prefinito verniciato effetto usato colore grigio chiaro.
    Il dubbio è che ci piacerebbe fare tutta la casa con il parquet, anche cucina, scale e bagni.
    Abbiamo 2 figli “maschi” giocatori di calcio e vorremo avere un consiglio sulla tenuta del legno nelle zone più sfruttate della casa, sia in termini di macchie che in termini di graffi.
    Ringrazio, michele

    Risposta
  • 14 gennaio 2011 in 11:01
    Permalink

    Salve, per cortesia avrei bisogno di un consiglio su che tipo di parquet poter mettere. Faccio presente che si tratta di un salone con angolo cottura già pavimentato con gres porcellanato effetto pietra con quindi irregolarità di superficie. Mi è stato consigliato di mettere un flottante che poggia su un “tappetino” che elimina i dislivelli. Essendo un ambiente non molto luminoso e che si sviluppa per lungo (circa 8×5 per una superficie di circa 42 mq), mi piacerebbe optare per un legno chiaro ma parimenti resistente dato che ho due bimbi molto piccoli che scaraventano tutto per terra. Pensa inoltre che i listoni più lunghi possano valorizzare meglio l’ambiente? Grazie mille. Flo

    Risposta
  • 17 gennaio 2011 in 13:21
    Permalink

    salve, vorrei sapere se la posa in diagonale tipo cassero irregolare comporta un elevato scarto di materiale e se in via definitiva risulta piu o meno difficoltosa rispetto alla posa orizzontale. Grazie mille e arrivederci.

    Risposta
  • 18 gennaio 2011 in 16:19
    Permalink

    Salve, ad Agosto ho fatto mettere il parquet Afrormosia Prefinito 14mm in tutta la casa di 130mq al piano rialzato, (sotto ho la tavernetta con gres). Sta fatto la barriera a vapore e non risultava umidità.
    Da ottobre sentivo qualche volta dei rumori scocchianti che rimbombavano nel salone, pensavo che era la porta d’ingresso, invece era il parquet. Ho notato delle lesioni centrali e laterali a 2 listoncini. Col passare dei mesi ora per tutta la casa dei listoni sono lesionati e sembrano dilatati, contro luce il parquet sembra che hai bordi si alzino e in effetti certe punte sono saltate via. Continuamo a sentire quei rumori tipo toc….toc, anche tre volte dopo qualche minuto.
    Era venuto il parquettista e ha detto di tenere il calorifero acceso a 22 gradi, e di non lavare per terra per un mese e che dovrebbe tornare e vedere se si restringe. Io lo lavavo con panno microfibra strettissimo con i loro prodotti e poco acqua.
    Comunque vedendo un listoncino dal cartone abbiamo notato che stanno le crepe. Sarà una partita non buona?
    Come farà il parquet a ritornare normale?
    Dovrei andare via legale?
    Cordiali saluti.

    Risposta
  • 19 gennaio 2011 in 15:44
    Permalink

    Salve Michele, il parquet verniciato tende di più a ‘deteriorarsi’ nelle zone di forte passaggio in quanto la vernice superficiale con il passare del tempo tende ad andare via. Chiaramente questo non avviene nel corso di upochi mesi ma di molti anni e l’effetto non è tutto sommato sgradevole.
    Se anche i figli sono giocatori di calcio spero che non giochino sul parquet con le scarpette da calcio, quelle con i tacchetti; in questo caso le sconsiglio vivamente la posa del parquet ma le consiglio di optare per una comune mattonella in gres.

    Salve Flo, il parquet a listoni flottante potrebbe essere una buona soluzione per un pavimento non perfettamente livellato; chieda però un parere da uno o più esperti prima di procedere in quanto se troppo disconnesso dovrebbe optare per il rifacimento del massetto.
    Per quanto riguarda il colore e la durezza le consiglio il parquet a listoni di rovere: legno chiaro e resistente. Poi con una bella sala di 40 metri quadri può anche scegliere i listoni prefiniti che se anche costano un pò di più rispetto al normale parquet a listelli sono davvero molto belli specialmente in ambienti ampi come il tuo.

    Salve Antonio, la posa diagonale del parquet comporta uno spreco maggiore rispetto alla posa lineare ed ha un livello di difficoltà superiore in quanto sono neccessari più tagli ed una maggior precisione.

    Anna Marie, probabilmente o la partita del parquet non era buona o è stato montato male. Provi a contattare un altro parquettista e si faccia dare un consiglio anche da una terza persona.

    Risposta
  • 20 gennaio 2011 in 13:05
    Permalink

    Salve, nel mio nuovo appartamento è stato montato un pavimento in parquet doussiè Africa di tipo commerciale. Tutto bene solo che è troppo opaco e a me non piace lo preferisco lucido. Come posso fare? Posso farlo lucidare o verniciare? Mi potete aiutare. Grazie. DANIELA.

    Risposta
    • 21 gennaio 2011 in 18:18
      Permalink

      buongiorno Daniela, tutto dipende dal trattamento che è stato fatto al parquet, in genere un trattamento a cera rende più lucido il legno, saluti

      Risposta
  • 21 gennaio 2011 in 17:56
    Permalink

    Buonasera, nel settembre del 2009 mi hanno posato, dietro consiglio del mio parquettista, dei listoni tradizionali di cumarù (incollato sopra ad un massetto di cls e livellina). Dopo qualche mese ho notato delle fessure tra un listello ed un altro, bordi rialzati e in alcuni punti il vuoto sotto, oltre alla vernice (ad acqua) già “consumata”.. Ora ho delle enormi fughe (3/4 mm) per quasi il 70% della pavimentazione (posato in tutte le camere tranne nel bagno).Il parquettista mi ha detto che verrà in primavera per controllare.. ora non può fare niente perchè la casa è troppo calda. Sono amareggiata e dispiaciuta. cosa posso fare?

    Risposta
  • 23 gennaio 2011 in 16:59
    Permalink

    Buongiorno, sto ristrutturando una casa antica canaria a Tenerife e purtroppo sul posto non riesco a trovare nessuno che mi possa aiutare. In 2 camere ho del parquet, presumo sia pino canario, di 100 anni. E’ abbastanza rovinato perchè i precedenti proprietari non se ne sono mai tanto curati.
    Abbiamo paura che lamandolo possa perdere tutto il suo fascino, però tra fessure, qualche buchetto (anche di un paio di cm di diametro) ,ecc avrebbe veramente bisogno di essere messo a posto.
    Secondo lei come potremmo procedere?
    E per la rifinitura?
    Grazie in anticipo

    Risposta
  • 24 gennaio 2011 in 13:26
    Permalink

    Salve, volevo chiedere un consiglio sul parquet da montare, circa 130 mq, in una casa con tetto lamellare in legno (colorazione molto simile al ciliegio) e infissi in legno. La scelta, per una questione economica, è caduta sul bamboo prefinito e sul merbau. Due colorazioni molto differenti. Premesso che le pareti sono bianche e la cucina a vista rossa non riesco a decidermi sul tipo di parquet da scegliere, ma soprattuto la mia problematica è capire le caratteristiche (resistenza, assorbimento, etc) di entrambi i legni.

    Risposta
  • 30 gennaio 2011 in 04:49
    Permalink

    Salve, ho una casa di circa 100 mq completamente coperta con parquet (listoncini 30×6 posati a spina di pesce). Da circa 15 giorni mia moglie sta lavando il parquet con acqua e alcol, dato che non le piaceva il risultato che aveva ottenuto con i prodotti emulsio. Oggi ho notato che in modo quasi uniforme (per tutta la casa) si stanno creando delle microaperture tra i listelli del parquet, come se stesse venendo meno il materiale che li univa e rendeva tutto un unico corpo. E’ normale? Puo essere dovuto all’alcol inserito nell’acqua di lavaggio? Cosa si può fare?(nel caso in cui ci sia qualcosa da fare). Grazie

    Risposta
  • 30 gennaio 2011 in 13:38
    Permalink

    Salve, volevo chiedervi un consiglio in merito al parquet di casa mia. Da qualche giorno noto che tra i listelli si stanno creando delle piccole fughe. Ho chiesto informazioni alla ex proprietaria la quale mi ha confermato che il parquet ha circa 10 anni. Le aperture che si stanno creando non superna in nessuno dei casi l’ordine del mezzo millimetro. A cosa può essere dovuto questo fenomeno? Potrebbe essere il troppo caldo doto dal riscaldamento? Oppure potrebbe essere causa del fatto che non passo la cera da circa 6-7 mesi? Grazie.

    Risposta
  • 30 gennaio 2011 in 16:39
    Permalink

    buongiorno, abbiamo deciso di coprire le piastrelle in marmo di corridoio e cucina con un parquet. Il resto della casa ha un parquet d’epoca (fine 800) che ovviamente rimane. L’ambiente è al quinto piano, non c’è umidità. Il posatore si occupa anche del taglio porte (eslucsa la blindata, dovremmo trovare qualcuno che lo facci). Viviamo già in questa casa e abbiamo un bimbo di due anni che gioca sempre a terra. Vorremmo che la nostra scelta fosse più ecologica possibile. Siamo orientati al rovere. Magari un prefinito ma con 5 mmm di legno nobile. Ma il dilemma principale è flottante o incollato (con colla ecologica)? Nessuno sa darci un’indicazione precisa su questo… Grazie!

    Risposta
  • 31 gennaio 2011 in 22:49
    Permalink

    Buongiorno,ho un parquet giordano prefinito con trattamento opaco vernice all’acqua.Poco tempo fà ,accidentalmente mi è caduto del liquido ,contenuto in quei diffusori profumati,lasciando delle macchie opache.Come posso ripristinare.

    Risposta
  • 2 febbraio 2011 in 12:59
    Permalink

    Buongiorno. Vorrei tanto cambiare il pavimento tutta la casa e mettere il parquet, ma ho una splendida boxerina che amo come una figlia. Esiste un tipo di parquet che possa assorbire le sue unghiette senza rigarsi ?.
    Che cosa cosiglia di fare ?.
    Grazie in anticipo.

    Risposta
  • 5 febbraio 2011 in 10:38
    Permalink

    Buongiorno! Volevo sapere se era possibile fare un processo inverso e trasformare un parquet prefinito verniciato in un oliato o un cerato? Cioè.. posso far togliere lo strato di vernice (che è opaco) e farlo tornare al naturale?

    Risposta
  • 6 febbraio 2011 in 18:56
    Permalink

    Ciao
    devo scegliere un parquet per casa sono indeciso se utilizzare un tradizionale o un prefinito, e devo mettere un riscaldamento a pavimento.
    Quale posa è migliore per tale riscaldamento? incollato o flottante? Che tipo di vernici consisciate? Ad acqua o altre?
    Grazie mille per la collaborazione
    Ciao Francesco.

    Risposta
  • 7 febbraio 2011 in 01:32
    Permalink

    Salve mi e’ stato appena posato lamato ,stucato e lucidato il parquet,non so’ se sia normale ma visto in controluce si notano qui e la delle piccole imperfezioni,come fossero delle micro bollicine ( 1 mm circa ) credo sia polvere mprigionata nella fase di verniciatura,sono io un perfezionista o e’ normale che in un lavoro artigianale qualche piccolo difetto pssa esserci? il parquet e’ massello iroko e la verniciatura e opaca ( quella che puzza moltissimo) potete rispondermi? devo prendermela con l atigiano o…..rientra nella norma?
    Grazie nfinite Gianni

    Risposta
  • 9 febbraio 2011 in 15:37
    Permalink

    Buongiorno. Circa 1 anno fa ho fatto posare nel mio appartamento di circa 150 mq, in un edificio di nuova costruzione, un parquet di wengé a listoni di grandi dimensioni (20cm circa x lunghezze varabili anche di diversi mt), molto costoso, trattato a cera d’api e posato su riscaldamento a pavimento di nuova generazione (a bassa temperatura). A parte i grossi problemi di mautenzione (il parquet si macchia con grande facilità al contetto con i liquidi, si riga e si vede ogni impronta di calpestio), mi sono recentemente accorta che i listoni si sono in alta percentuale fissurati con crepe di circa 0,5-1mm e di diversa lunghezza. Come devo interpretare questo fenomeno? Può essere attribuito ad una non sufficiente stagionatura del legno e c’è responsabilità da parte del fornitore? Cosa mi consigliate di fare? Grazie in anticipo per i consigli che mi vorrete dare.

    Risposta
  • 10 febbraio 2011 in 00:00
    Permalink

    Salve, ho il parquet prefinito semi lucido liscio afrormosia da poco e quando sono venuti a montare le porte mi hanno graffiato il parquet. Il parquettista ma detto di passare la cera con un panno ma sono rimaste aloni. Ho ripassato con il decerante e non si toglie. Cosa faccio per eliminare quei aloni??? Grazie!

    Risposta
  • 16 febbraio 2011 in 22:41
    Permalink

    Salve,
    Dovrei rivestire la mia scala di cemento armato in legno, mi chiedevo se posso utilizzare del parquet industriale per ridurre cosi notevolmente i costi. E’ possibile?
    Grazie,
    Massimo

    Risposta
    • 21 febbraio 2011 in 18:27
      Permalink

      si Massimo, può farlo. saluti

      Risposta
  • 18 febbraio 2011 in 10:27
    Permalink

    Salve, un anno fa ho posato in tutta la casa il parquet in bambù alto 15 mm, premetto che la casa è stata ristrutturata con un vespaio aerato di 25 cm e che il posatore ha misurato l’umidità prima della posa ed era a livelli minimi.Ciò nonostante ho notato che in quasi tutte le stanze anche al piano superiore i listelli si sono imbarcati un po’. Vorrei sapere se è dovuto ad una specie di assestamento del primo anno o se devo preoccuparmi.Grazie cordiali saluti.

    Risposta
  • 28 febbraio 2011 in 23:46
    Permalink

    Buongiorno, mamma indaffarata avrebbe forte bisogno del vostro prezioso aiuto! Ho una casa in ristrutturazione su 3 piani: piano terra circa 50 mq con ingresso cucina sala da pranzo open space e 2 porte finestre sul giardino; mezzanino con soggiorno 50 mq e piano notte 60 mq con stanze tra 10 e 18 mq, mansarda 25 mq. Vorrei mettere parquet dappertutto, che dimensioni/misure/spessori di essenza mi consigliate per i vari piani? Pensavo ad un flottante, può andare? Al piano terra devo montare il pavimento su pavimento esistente in gres, agli altri piani su massetto. Ho tre bambini tra i due mesi e i due anni e mezzo: mi piace molto il bambu e il rovere sbiancato, che finitura potrei usare (vernice, ad acqua, ad olio, a cera)? Che differenza c’è tra rovere sbiancato e decapato?
    Spero mi rispondiate perchè con tre bambini così piccoli mi sa che sono un po’ fuori di me e non riesco a venirne a capo!!!

    Risposta
  • 1 marzo 2011 in 23:15
    Permalink

    Buongiorno. Devo dare inizio alla ristrutturazione del mio appartamento (135 mq, terzo piano di un condominio) e vorrei posare un parquet unico in tutta la casa, compreso bagno e cucina. Alcuni mi sconsigliano di posarlo in questi ultimi ambienti perchè le doghe potrebbero risentire troppo dell’ umidità nei bagni o di cadute di liquidi di cottura in cucina. Voi che ne dite? Si corrono veramente seri rischi? Tenete conto che avrei optato per un prefinito jatoba o dussiè color cognac perchè vorrei dare un tono molto caldo agli ambienti. Che mi consigliate? In alternativa, mi hanno detto che in cucina potrei inserire, a ridosso della zona cottura, un pavimento in cotto. Che ne pensate? Grazie di tutto.

    Risposta
  • 2 marzo 2011 in 21:18
    Permalink

    Eccoci… Sono disperato ho messo il parquet è bellissimo perchè tutto lucido (è stato verniciato), non posso rientrare in casa perchè c’è una puzza di colla pazzesca… Sapete indicarmi qualache rimedio? Sono giorni che arieggio tutta casa.
    Grazie sergio

    Risposta
  • 2 marzo 2011 in 22:06
    Permalink

    Buongiorno,
    vorrei rivestire la mia camera (attualmente il pavimento e’ piastrellato) con il parquet ma ho un dubbio in quanto sono a piano terra ed ho le pareti umide.
    Il mio timore visto che voglio mettere un listone massello in rovere di 1,5 – 2 cm di spessore e’ che, dovendo essere incollato (cosi’ mi ha detto un tecnico), potrebbe imbarcarsi o sollevassi nel tempo. Potete darmi qualche consiglio?
    Grazie
    Giuseppe

    Risposta
  • 4 marzo 2011 in 15:00
    Permalink

    dobbiamo pavimentare una mansarda con riscaldamento a paviimento(150 mq) è abbiamo pensato ad un rovere spazzolato bisellato, prefinito, a plance per la zona giorno e di dimensioni più piccole per la zona notte.
    Stiamo valutando i parquet tra le seguenti ditte : Berti, Haro, Baltic, Fiemme, Stilo, con prezzi molto diversi.
    Vorremmo un consiglio tra quali prodotti orientarci, (qualità / prezzo), considerato che vorremmo un buon parquet ed una spesa non elevatissima. Grazie

    Risposta
  • 9 marzo 2011 in 15:39
    Permalink

    Gentile Elena, personalmente con tre bambini piccoli opterei per un tipo di parquet incollato e non flottante in quanto nel parquet flottante rimangono delle piccole fessure tra listone e listone e quindi quando cade del materiale liquido si può infiltrare con più facilità.
    Tra rovere sbiancato e decapato non ci sono differenze e come durezza e resistenza è ok; il bambu lo sconsiglio perchè delicato in quanto poco duro, si ammacca facilmente.
    Io se fossi in te metterei i listelli piccoli o medi incollati in modo da non far rimanere fessure.

    Risposta
  • 9 marzo 2011 in 15:41
    Permalink

    Gentile Vito, l’unico ambiente dove non sono consigliati i listoni flottanti è il bagno in quanto soggetti ad infiltrazioni di acqua tra listone e listone.
    Per la cucina non dovresti avere alcun tipo di problema. Complimenti per l’appartamento, 135 mq tutto parquet dev’essere davvero bello!

    Risposta
  • 9 marzo 2011 in 15:42
    Permalink

    Sergio devi attendere che l’odoro di vernice sia andato via. Attendi qualche giorno e poi potrai goderti il tuo parquet.

    Risposta
  • 9 marzo 2011 in 15:44
    Permalink

    Giuseppe, semplicemente fai fare delle misurazioni di umidità da un tecnico fidato. Se l’umidità del pavimento è sotto la soglia massima puoi procedere con la posa del parquet, altrimenti ti consiglio di optare per qualcos’altro per evitare che i listoni si imbarchino.

    Risposta
  • 9 marzo 2011 in 15:50
    Permalink

    Ciao Francesco, innanzi tutto per mio modesto parere mettere 2 tipi diversi di parquet (sia di tipologia che di dimensioni) in uno stesso appartamento non è un’operazione molto consigliata in quanto il colpo d’occhio molto spesso non è bello.
    Per quanto riguarda le marche esposte deve farsi fare dei preventivi, farsi dare dei piccoli campioni e valutare insieme ad un parquettista di fiducia la qualità di ognuno.
    A quel punto può avere un’idea del rapporto qualità/prezzo di ogni tipo di parquet, di ogni marca.
    Tendenzialmente più le plance sono grandi e più il prezzo sale; il tipo di parquet influisce molto sulla spesa così come per la qualità (durata, durezza, assestamento, ecc…); per la spesa di montaggio invece vale il discorso inverso: costa meno montare plance di parquet più grandi.

    Risposta
  • 10 marzo 2011 in 21:31
    Permalink

    Salve, vorrei montare un parquet in sala, dove c’è un camino. Secondo voi è sconsigliabile per motivi di sicurezza?

    Risposta
  • 12 marzo 2011 in 16:17
    Permalink

    salve, vorrei posare un parquet industriale nel mio alloggio che ho appena ristrutturato e abbiamo messo il riscaldamento a pavimento. Secondo voi il parquet industriale è adatto a questo tipo di riscaldamento o rischio fessure e movimenti del legno?
    grazie! chiara

    Risposta
  • 16 marzo 2011 in 18:05
    Permalink

    Buongiorno a tutti, vorrei montare un parquet in teak massello stagionato 20 anni, listoni 16mm spessore, x 125mm larg, x 1800mm lunghezza che ho già comprato. Il problema sta nel fatto che vorrei mettere il riscaldamento a pavimento e non vorrei rinunciare ne al parquet ne al riscaldamento. Considerato lo spessore di 16mm massello mi date qualche dritta o accorgimento affinchè possa ottenere il massimo per bellezza ed efficenza energetica. Grazie a tutti spero mi rispondiate in tanti.
    Alessandro

    Risposta
  • 18 marzo 2011 in 13:51
    Permalink

    Salve, vorrei sapere quale è il comportamento del parquet quando questi viene a contatto con l’acqua. Mi spiego: se c’è un’infiltrazione da sotto, il legno si gonfia e le liste si sollevano; se, invece, viene fatta ristagnare acqua sopra si avrà lo stesso comportamento oppure il livello del parquet tende ad abbassarsi? o il legno si macchia solamente e basta? Grazie.

    Risposta
  • 18 marzo 2011 in 19:09
    Permalink

    Salve, da tre mesi circa mi è stato montato il parquet in una casa ristrutturata del tutto, e da un mese, nel corridoio di casa, i listelli hanno assunto una forma curva, come se si volessero staccare! Il parquet è stato posato sul pavimento e in più la casa è al secondo piano e quindi non ci dovrebbero essere problemi di umidità. ome mai è successo?C’è rischio che i listelli possano staccarsi????grazie

    Risposta
  • 19 marzo 2011 in 11:10
    Permalink

    gentilmente volevo sapere quale tipo di parquet e meglio montare su pavimenti in maiolica quello da posare predefinito o quello da incollare e trattare a vernice . quale dei due risulta migliore nel tempo. gradirei un risposta da un esperto grazie.

    Risposta
  • 20 marzo 2011 in 10:37
    Permalink

    Buongiorno,

    circa 4 mesi fa hanno posato nell’appartamento che ora ho acquistato io circa 80 mq di parquet in rovere prefinito , lista lunga.

    Nel momento dell’acquisto dell’immobile da parte mia, lo stesso non era stato ancora trattato. Io ho dovuto far fare alcuni lavori di ritrutturazione, dove sono stati demoliti alcuni muri ed è stata rifatta la decorazione; l’impresa ha schermato tutto il pavimento, ma circa 10 gg fa quando abbiamo tolto tutti i cartoni di protezione , il parquet sotto non era molto bello da vedere ( macchie di calce, di decorazione e di colla…)è venuto il parquettista e dopo una pulizia sommaria ha deciso ugualmente di trattarlo ad olio… DISATRO…. ora mi trovo ad avere un parquet a macchie chiare ….vista la situazione mi hanno detto che per togliere tutte le macchie e la calce avrei dovuto raschiare le zone interessate o con la carta seppia o con una paglietta… ci ho messo 2 gg di lavoro da certosino , utilizzando anche il cutter x togliere le dalle venature i residui di decorazione…dopo aver finito mi hanno consigliato di passare nuovamente l’olio e cosi’ è stato fatto..peccato che appena passato l’olio il pavimento sembra bellissimo, appena assorbe tutto rifiorano tutte le macchie bianche… ora io devo fare il trasloco ma il parquet continua ad essere a macchie bianche.. secondo Lei cosa posso far fare per riportrarlo ad una situazione normale? grazie

    Risposta
  • 21 marzo 2011 in 22:11
    Permalink

    Salve,
    abito in una mansarda e ho il parquet prefinito di rovere in tutte i locali (esclusi cucina e bagni).
    Purtroppo a causa di una infiltrazione d’acqua da sotto la finestra della camera ho avuto il sollevamento di alcuni listelli: in pratica si sono scollati i listelli di legno di rovere dalla base del parquet prefinito che e’ un legno poco pregiato.
    La base di legno poco pregiato non si e’ sollevvata ed e’ rimasta integra.
    Da qullo che ho visto il listello di rovere e’ incollato sopra questa base di legno poco pregiato.
    Cosa mi potete suggerire:incollare, sopra la base, dei nuovi listelli di rovere che posso recuperare da dei nuovi listelli completi di parquet prefinito oppure togliere completamente tutto il parquet prefinito per poi rimetterlo?
    Grazie
    Saluti
    Guglielmo

    Risposta
  • 25 marzo 2011 in 16:05
    Permalink

    Buongiorno,
    ho posato in tutta la casa un parquet prefinito in rovere naturale spazzolato, è molto bello ma ho notato che ci sono zone opache causate da macchiette grigiastre, presumo di colla. Alcune sono venute via usando delicatamente un cacciavite, ma in alcune zone risulta difficile in quanto sono in corrispondenza delle spazzolature e poco raggiungibili senza rischiare di rovinare il pavimento. C’è qualche prodotto che penetra in profondità senza essere troppo aggressivo? grazie

    Risposta
  • 28 marzo 2011 in 10:48
    Permalink

    Buongiorno,

    cortesemente avrei bisogno di essere aiutata a capire cosa è successo al mio parquet,circa tre settimane fa ho lavato il pavimento di rovere spazzolato e trattato ad olio con semplice acqua e sapone neutro vegetale, da quel momento il pavimento ha iniziato a sprigionare un forte odore tipico del legno bagnato, e più passavano i giorni e più l’odore acre aumentava, oggi a distanza di diverse settimane non possiamo resistere in casa neppure con le finestre aperte, tanto che abbiamo deciso di smantellare tutto…..potrei avere qualche risposta in merito?

    Grazie mille.

    Risposta
  • 5 aprile 2011 in 19:56
    Permalink

    Buongiorno,
    dovrei far posare un parquet in massello su un pavimento a tavelloni preesistente.Abito al quarto piano. Sono preoccupata per il peso eccessivo sul pavimento considerando che ho anche moltissimi libri che di per sè creano peso. E’ il caso di far togliere il pavimento preesistente?
    Grazie
    Saluti
    Maria

    Risposta
    • 8 aprile 2011 in 11:05
      Permalink

      Gentile Maria, il nostro parere non è oggettivo in quanto in questo caso sarebbe necessario un sopralluogo presso l’abitazione, ma in linea di massima è consigliabile togliere il pavimento esistente prima di posare il nuovo. saluti

      Risposta
  • 10 aprile 2011 in 22:06
    Permalink

    buona sera,avrei una semplice domanda da porre: io e mia moglie vorremmo sostituire il pavimento esistente di casa nostra,in gres,con del parquet in rovere spazzolato. ma non sappiamo se poi la manutenzione e la pulizia saranno semplici.c’e’ qualcuno che puo’ darci qualche consiglio? grazie

    Risposta
    • 21 aprile 2011 in 10:43
      Permalink

      la pulizia del parquet è assai semplice, basta un panno inumidito, tutto dipende comunque dal trattamento che apporrete al legno, noi consigliamo il trattamento ad acqua (meno invasivo). saluti

      Risposta
  • 11 aprile 2011 in 18:17
    Permalink

    salve, hanno da poco montato un parquet rovere prefinito a vernice,ora c’è un piccolo problema, purtroppo hanno continuato a fare dei piccoli lavori di ristrutturazione dentro l’abitazione e il parquet essendo molt poroso e pieno di venature si è riempito del “bianco cemento” sto impazzendo come faccio a toglierlo? grazie

    Risposta
  • 26 aprile 2011 in 01:09
    Permalink

    Buongiorno,
    innanzitutto chiedo scusa per il disturbo e se approfitto della vostra competenza in materia ma da queste parti è molto difficile trovare qualcuno che possa aiutarmi.

    Vorrei chiedere in che modo mi consigliate di ovviare a degli inestetismi che
    si cominciano a notare sul mio parquet che è un rovere prefinito spazzolato oliato della crespano parquet.

    Mio figlio con le scarpe da ginnastica scivolandoci sopra ha creato una sorta di strisciate simile ad una passata di gomma per cancellare.
    Ho provato a lavare il parquet col trattamento di manutenzione ordinaria e straordinaria fornitomi dalla ditta(cleanwax credo si chiami)) ma non ho ottenuto nessun risultato se non quello di lavare il parquet.
    Poi ho provato a strofinarci con un panno di lana ed in controluce si nota una leggera differenza di colore come se avessi tolto una sorta di patina.

    Per favore mi darebbe un consiglio? Dovrei usare un altro tipo di prodotto?

    Ho notato poi che su dei listoni c’è una leggera sbiancatura invece del colore rovere caldo che caraterizza l’intero parquet,cosa ci dovrei passare?

    Sperando che mi possiate fornire un aiuto concreto,saluto cordialmente e ringrazio fin d’ora per l’attenzione che mi vorrete dedicare.

    Risposta
  • 27 aprile 2011 in 11:30
    Permalink

    buongiorno, ho un bellissimo parchet di rovere chiaro a listoni lunghi finitura ad olio. dopo 5 anni è diventato scuro e sbiadito in alcuni punti. per favore sapreste segnalarmi delle marche giuste per la pulizia e delle cere o oli per la manutezione e nutrimento? grazie tante.

    Risposta
  • 1 maggio 2011 in 14:57
    Permalink

    Ciao a tutti,
    ho avuto un disguido nell’ordine del legno per la mia casa nuova. Io avevo chiesto larice decapato, ma mi è arrivato larice spazzolato. I tempi stringono (mi sposo tra un mese) e dunque ho deciso di tenerlo se no avrei dovuto aspettare altri 20 giorni per averlo e il ritardo (che già sussiste) sarebbe stato enorme.

    Cmq mi chiedevo ed ecco perchè scrivo qui, se non sia possibile trattarlo ora che è già posato per sbiancarlo. Qlc è a conoscenza di questa possibilità?

    Grazie!

    Risposta
  • 17 maggio 2011 in 13:26
    Permalink

    Salve,
    3 anni fa ho posato un parquet prefinito rovere sbiancato. Solo oggi (ma probabilmente il problema ha iniziato a presentarsi parecchio tempo fa) mi sono accorto che in una stanza alcuni listelli del parquet hanno assunto un colore giallastro. Questo problema si presenta su listelli mai coperti, altri che si trovano nella stessa posizione (praticamente uno di fianco all’altro) sono rimasti quasi invariati (una leggera differenza di colore che però credo sia normale). Mi sapete spiegare cosa può essere successo? Lo stesso è accaduto su alcuni listelli ancora imballati che avevo tenuto in cantina

    Grazie
    Roberto

    Risposta
  • 9 giugno 2011 in 18:22
    Permalink

    Salve,
    ho un parquet in tek in tutta casa, cucina compresa, trattato a cera. E’ stato posato nel 2003 e da allora non è stato mai né ricerato né rilamato. Purtroppo con il tempo si è usurato perdendo il colore caldo che emanava (righe, segni e soprattutto si è come seccato e schiarito dal sole) e tra i vari listoni è sparita la riempitura che causa un’antiestitica riga vuota. In un punto poi ho fatto un disastro perché seguendo un consiglio ho passato un olio per mobili (pronto) e si è schiarito ulteriormente. Non potendo effettuare una rilamatura nel breve vorrei dargli un tocco di vitalità e magari ripristinare il più possibile la situazione. Ho provato con una cera per parquet ma la situazione non è cambiata molto. Mi è stato consigliato di passare più mani di cera d’api pura, voi cosa mi consigliate?
    Per piacere datemi un consiglio.
    Vi ringrazio fin d’ora,
    Samantha

    Risposta
  • 10 giugno 2011 in 14:41
    Permalink

    Salve,
    ho ristrutturato casa e ho fatto posare un parquet prefinito (semi anticato) doussiè in tutta casa ad eccezione dei bagni.
    Il parquet è stato incollato sul pavimento preesistente (marmo). In alcuni punti però (ad esempio vicino ai battiscopa e alle porte scrigno) si nota uno spazio di qualche millimetro tra il parquet e il battiscopa.
    La ditta che cura i lavori mi ha proposto di chiudere questi spazi con un sigillante colorato (tipo silicone). E’ corretto?
    Inoltre in alcuni punti il parquet risulta ancora macchiato in alcuni punti, anche se ho tolto i residui di colla con un prodotto per parquet della 3V. Credo che le macchie “resistenti” siano di silicone (un operaio aveva del silicone sulla suola delle scarpe). Come le posso levare?
    Infine posso passare un prodotto lucidante? se si quale mi consiglia?
    Grazie

    Risposta
  • 23 giugno 2011 in 17:24
    Permalink

    ho bisogno di un consiglio da esperto, vorrei mettere in casa un parquet in bamboo chiaro, ma non trovo rivenditori a cui rivolgermi.Mi sembra di capire che è diffusa l’idea ma non il prodotto e per chi vuole concretizzare il sogno debba rivolgersi alla vendita on line.Ma a quale marca affidarsi? La paura di avere una brutta fregatura è tanta sopratutto perchè ogni qual volta mi sono rivolta ad un rivenditore di parquet per chiedere del bamboo ho ricevuto risposte a labbra strette e sguardi inquietanti che nascondevano frasi del tipo:”faccia attenzione con questi nuovi prodotti non si sa MAI cosa ci si mette in casa”. ( manca soltanto la musica da film orror)
    Vivo a Napoli e qui non ne ho trovati. Vi prego AIUTATEMI.Ciao

    Risposta
  • 27 giugno 2011 in 01:09
    Permalink

    PAtrizia, prima di mettere in casa il parquet di bamboo ti consiglio di prenderne solo un listello e di farci cadere una moneta da 1 euro sopra.
    Come legno è troppo morbido e ti viene tutto picchiolettato. Poi se a te il parquet piace ‘vissuto’ allora va bene.

    Risposta
  • 27 giugno 2011 in 11:06
    Permalink

    Salve, circa 3 anni fa abbiamo messo il parquet a listoni tipo dussie’.
    Da una settimana in una stanza c’è puzza tipo muffa. Ho notato che in corrispondenza della traccia dei tubi dell’impianto di riscaldamento, ci sono delle macchie sul parquet. Puo’ essere questa la causa del cattivo odore? cosa devo fare?

    Risposta
  • 28 giugno 2011 in 01:00
    Permalink

    Probabilmente (e purtroppo direi) hai una tubazione che perde. Chiama un tecnico e fagli vedere.

    Risposta
  • 30 giugno 2011 in 09:25
    Permalink

    Salve,

    Ho affittato per un po’ di tempo il mio appartamento che ha tutti i pavimenti in iroko naturale.
    L’inquilino distratto lo ha macchiato in più punti facendo diventare ad esempio il pavimento della cucina a macchia di leopardo tante le macchie che ha provocato. Che soluzione potete prospettarmi per il ritorno almeno alla decenza del pavimento? Grazie mille per l’eventuale aiuto.

    Risposta
  • 6 luglio 2011 in 12:33
    Permalink

    ho un pavimento in listone di abete (credo) su cui il vecchio proprietario ha incollato una moquette, vorrei toglierla e recuperare il vecchio pavimento in listoni come devo fare? grazie

    Risposta
  • 13 luglio 2011 in 16:33
    Permalink

    Buongiorno,
    un parquet montato con posa flottante può essere lamato, compatibilmente con lo spessore di legno nobile, o la posa svincolata dal sottofondo lo rende sconsigliabile?

    Risposta
  • 26 luglio 2011 in 23:34
    Permalink

    Buongiorno, io e il mio fidanzato abbiamo comprato una casa ristrutturata il cui pavimento è un parquet mai trattato (escluso cucina e bagno). Vorremmo lasciarlo opaco e naturale, come possiamo fare? Inoltre, possiamo fare da soli o può consigliarci un bravo parquettista su Milano?

    Risposta
  • 1 agosto 2011 in 09:22
    Permalink

    Buongiorno,
    sono indecisa sulla scelta del parquet e vorrei un consiglio. Ho già optato per il massello , 14 mm, in modo da poterlo levigare più volte (vista la presenza del cane in casa). A me piace molto l’Afromosia, ma i dubbi sono sorti quando, girando per diversi rivenditori per cercarne un prezzo più conveniente, ho notato che il colore era differente. Addirittura un parquettista mi ha mostrato due tonalità di Afromosia, una chiara e l’altra più scura e i rispettivi livelli di ossidazione raggiunti(uno medio-chiaro, l’altro scurissimo). Vi chiedo: il colore dipende esclusivamente dal trattamento? Visto che a me piace un colore medio-chiaro e non certo scuro,e non solo per i primi mesi, ma per sempre! Mi consigliate l’afromosia o dovrei optare per altri tipi di legno? Tenete conto che avrò il parquet anche in cucina e il cane che girerebbe per tutta casa! 🙂 Avete foto di appartamenti con parquet afromosia da farmi vedere? Grazie per la collaborazione.Betty

    Risposta
  • 13 agosto 2011 in 16:24
    Permalink

    Buon giorno….ho un grande problema con il mio parquet appena lamato e trattato ad olio….il risultato è orribile!! Presenta macchie scure come se l’olio non fosse stato steso bene se cade una goccia d’acqua viene immediatamente assorbita e lascia una macchia molto più chiara inoltre presenta pure delle onde che lo rendono visibilmente informe anche se al tatto la superficie risulta liscia. Ho qualche possibilità di risolvere la cosa ? E sarebbe possibile( visto che mi è stato detto che ha assorbito troppo l’olio e devono ripassarlo)finirlo ora a cera? E ultima domanda…ma la finitura ad olio non dovrebbe essere idrorepellente? grazie in anticipo x la risposta…

    Risposta
  • 18 agosto 2011 in 10:22
    Permalink

    Buongiorno, abito al terzo piano e 10 anni fa ho ristrutturato il mio appartamento. Sia l’impianto di riscaldamento che quello idrico e fognante è stato collocato sotto il pavimento “morto” sul quale è stato incollato il parquet tradizionale a listoni di 14 mm di spessore e 70×600 mm. Purtroppo, l’inquilino del 2° piano lamenta dell’umidità al soffitto del suo bagno che corrisponde alla zona della dello scarico della colonna montante del bagno del mio appartamento prima della ristrutturazione, mentre attualmente corrisponde alla zona soggiorno. Pertanto, per individuare e riparare la rottura dell’impianto idrico-fognante credo che sarà necessario “svellere” alcuni listoni di parquet. Domanda:
    è corretto prodere come ho detto? Esistono degli attrezzi adatti a togliere alcune doghe del parquet oltre “allo scalpello e martello manuale usato in occasione della sostituzione di una doga in un altro punto del parquet e che provocò rimostranze dall’inquilino del piano di sotto oltre che per il rumore anche per lesioni al soffitto sottostante?
    Cosa mi puoi suggerire? Mi puoi aiutare?
    Grazie e cordialità. Vito

    Risposta
  • 23 agosto 2011 in 18:55
    Permalink

    Buonasera,
    ieri per rottura della lavatrice ci si è allagato il bagno e parte della camera da letto,
    ho asciugato nel giro di 10 minuti ma già oggi alcune listarelle di palquet (in rovere 5×15)
    si sono alzate di 1 millimetro.
    Cosa devo fare? quando vedrò danno totale?cioè:se ne alzeranno altre?in quanto tempo?
    Grazie in anticipo

    Risposta
  • 29 agosto 2011 in 11:53
    Permalink

    Ho un parquet industriale rovere, verniciato ad acqua, l’effetto da subito è stato quello di un pavimento opaco con le venature del legno ben visibili e percepibili anche al tatto. Il posatore mi ha detto di non mettere mai la cera e di lavarlo semplicemente con detergenti leggeri, ma il risultato è disastroso, ho provato anche l’aceto, appena lavato si ricopre di uno strato opaco, se ci riflette il sole poi fa veramente schifo! Che posso fare per renderlo più lucente? Lo posso verniciare con un olio? Ho più volte contattato il posatore che si guarda bene dal rispondermi il che mi fa pensare che non abbia proprio la coscienza a posto!

    Risposta
  • 29 agosto 2011 in 11:57
    Permalink

    Parquet industriale rovere verniciato ad acqua: è opaco e appena lavato e peggio di prima ricoperto di una patina biancastra, che faccio? Lo posso verniciare ad esempio con un olio per renderlo lucente

    Risposta
  • 29 agosto 2011 in 12:00
    Permalink

    Parquet industriale rovere all’acqua 2: aggiungo che ho dei dubbi sul fatto che sia stato verniciato come si deve, le venature del legno sono percepibili anche al tatto, non è liscio.

    Risposta
  • 30 agosto 2011 in 14:15
    Permalink

    Buongiorno,
    chiedo se possibile un consiglio a supporto della mia idea…
    A causa del sollevamento del parquet in prossimità della porta di ingresso ho pensato di ritagliare un quadrato (circa 125×100) e di sostituirlo con un tappeto/mosaico in gres porcellanato o ceramica. Il parquet è stato precedentemente incollato sulle piastrelle preesistenti.
    Nella mia immaginazione il lavoro finito sembra carino…
    Le chiedo cortesemente consiglio su come effettuare, se possibile, il taglio del parquet già applicato.
    Grazie infinite.

    Risposta
  • 2 settembre 2011 in 10:41
    Permalink

    Salve! In casa ho un parquet prefinito in rovere gunstock (massello di spessore 15 mm, listoni di lunghezza varia, montato parallelamente, listoni sfalsati longitudinalmente)incollato su pavimento di ceramica preesistente. 2 mesi fa la parte adiacente alla soglia della porta-finestra si è gonfiata, per rottura impianto di irrigazione delle fioriere. Ora che si è asciugato, ho rimosso i listoni rovinati e la colla dal pavimento: ne risulta che longitudinalmente l’area da ricoprire ha un lato ad andamento “merlato irregolare”, perchè costituito dai listoni non danneggiati, che sono ancora bel incollati a pavimento con lunghezze tra loro sfalsate. Dovendo accingermi a posare i nuovi listoni, incontro il seguente problema: i nuovi listoni da incollare a partire dal lato irregolare (avendo i lati maschio-femmina) vanno parzialmente incastrati negli spazi risultanti tra i listoni originali e quindi l’unico sistema per inserirli è di posarli sul pavimento un pò più avanti e poi farli scorrere longitudinalmente con movimento “a slitta”, radente il pavimento. Mi preoccupo del fatto che in tale operazione di slittamento la colla che avrò steso sul pavimento verrà spinta dal lato corto del listone (che lavorerà come una spatola) e si ammucchierà tutta nel punto di combaciamento del listone nuovo con quello vecchio, sbavando superiormente e rovinando il parquet (si insinuerà nelle belle e profonde venature e dopo sarà impossibile rimuoverlo). Che cosa mi consigliate di fare? Grazie e complimenti per il blog! Umberto

    Risposta
  • 3 settembre 2011 in 20:39
    Permalink

    buonasera a tutti, ho un parquet in rovere prefinito spazzolato. Il vecchio padrone di casa mi diceva di dargli ogni tanto della cera in pasta, ma il parquet era veramente brutto (scuro, opaco…). Ora l’ho lavato con il decerante (quello da mettere in acqua), e con la paglietta l’ho pulito per bene (secchi e secchi di acqua nera). Ora il parquet e’ decisamente piu’ bello, chiaro. Ma resta ancora molto opaco. Vi do’ qualche elemento: al tatto e’ abbastanza ruvido, l’acqua tende a stagnare non a scivolare.
    Come faccio a renderlo bello lucido e magari un pochino piu’ scuro? basta la cera liquida oppure devo mettere l’olio? grazie!

    Risposta
  • 5 settembre 2011 in 10:48
    Permalink

    Sono indecisa ed ho tanta confusione in testa. Tra Parquet verniciati, oliti e oliati uv. L’unica cosa che sappiamo è che ci piace il legno rovere naturale spazzolato. Enigma da capire se oliato normale oppure verniciato oppure oliato uv. Noi abbiamo capito questo (ditemi voi se è vero):
    – verniciato è impermeabile, manutenzione circa mensile con cera, efetto lucido;
    – oliato naturale, dipende dalle zone,comunque bisogna togliere l’olio e rimeterlo (ogni 2-3 mesi in posti più esposti al sole e dove si cammina più spesso (si ferma più sposrco), ogni 6 mesi camere);
    – oliato UV è simile al verniciato, non si da la cera ma un qualcosa’altro, non si toglie olio e non se lo rimette, più naturale, meno lavoro.
    Qualcuno sa consigliarmi, c’è qualcuno che ha in casa un parquet oliato UV? Come si trova. Attendo auito. Grazie

    Risposta
  • 6 settembre 2011 in 11:10
    Permalink

    Buon giorno, ho acquistato una casa dove è stato posato prima con tecnica incollaggio un parquet prefinito rovere sbiancato. Successivamente a causa dell’umidità (????) è stato completamente tolto e riposato (con listelli nuovi) flottante, levigando prima a mano la colla, ma senza passare la fresatrice e senza utilizzare livellina. Sotto le porte finestre è stata messo del silicone a detta del posatore per farci stare i listelli in quanto non era possibile metterli sotto le porte finestre perché tra cuscinetto, naylon, ecc… la posa era più alta (da precisare che prima con la posa incollata ci stava). A me non piace in quanto il silicone si sporca ed è brutto da vedere. Ho chiesto che venga rifatto il lavoro, considerato che forse dovevano fresare la colla ed eventualmente limare un pò i listelli in quanto mi avevano assicurato che con la posa flottante l’unico inconveniente sarebbe stato un diverso rumore nel calpestio, non si è mai parlato di altro. Il posatore dice di aver fatto le cose secondo normativa, che usare il silicone è normale e quindi non ha intenzione di rifare il lavoro.
    Che ne dite, posso contestare il tutto, considerato che devo ancora fare il rogito?

    Risposta
  • 7 settembre 2011 in 21:13
    Permalink

    l’antefatto:in un appartamento di circa 50 mq. in ristrutturazione ho deciso di abbattere le pareti interne, questo ha evidenziato notevoli dislivelli nel pavimento, il muratore ha deciso di utilizzare un prodotto autolivellante applicato in giornate estremamente calde: 30-35 C. dopo qualche giorno sono comparse delle crepe, è stato successivamente posato un parquet a listoni prefinito flottante, previa applicazione di un foglio di nylon e di uno strato di sughero.
    il mio problema: quando uso l’aspirapolvere ad acqua, nel secchio di lavaggio si deposita una sostanza scura in quantità non giustificata dalla polverosità dell’ambiente, il mio dubbio è che sia l’autolivellante.
    cosa devo fare? togliere il parquet e posarlo incollato? oppure lascio le cose come stanno.

    Risposta
  • 9 settembre 2011 in 11:04
    Permalink

    Buongiorno, stiamo comprando una casa nuova. Il problema è che era una casa campione e quindi arredata. Dove c’era il tappeto il colore del parquet è più chiaro rispetto al resto della camera. E’ possibile uniformare il colore? Se si con quali trattamenti? Grazie anticipatamente per la risposta. Antonella

    Risposta
  • 9 settembre 2011 in 12:07
    Permalink

    Buongiorno,

    nella mia abitazione, una casa del 1900 che appoggia direttamente sul terreno, ho da tre anni il parquet di rovere posato flottante sul vecchio pavimento di piastrelle.

    Non essendoci vespaio, tra il vecchio pavimento di piastrelle ed il parquet abbiamo posato una mano di primer, abbiamo usato un materassino con bariera all’umidita’e per sicurezza abbiamo posato un ulteriore strato di “celofan”.

    Prima di fare il lavoro il parquettista ha misurato l’umiditá in vari locali con il metodo del carbone, riscontrando un’umiditá al limite della possibilitá di incollaggio ( intorno al 2%).

    Oggi, le pareti non hanno assolutamete umiditá di risalita, ma, in una zona facilmente ispezionabile, mi é capitato di infilare la mano sotto il parquet, a contatto con il vecchio pavimento ricoperto dalla bariere al vapore, e sentire uno strato di umiditá, non so se condensata o di risalita ( vista la posa anche del primer penso sia condensata).

    La mia domanda é :
    Questo strato di umiditá costantemente presente, se da una parte testimonia che la bariera al vapore funziona, dall’altra puó creare problemi di vario genere, poco igene e presenza di insetti?

    Cordiali saluti

    Emanuele

    Risposta
  • 9 settembre 2011 in 20:49
    Permalink

    Stiamo pensando di montare parquet su tutto il pavimento di ceramica della nostra casa. Essendo questa composta da numerose stanze, ci chiediamo se dobbiamo rispettare il verso dei listoni in tutte le stanze oppure ogniuna può avere il suo.

    Risposta
  • 20 settembre 2011 in 10:21
    Permalink

    buongiorno, anche io ho il pavimento del salone/cottura in legno di rovere trattato a olio, anzi è assolutamente uguale a quello in foto, che ha necessita di una bella pulitura e una passata d’olio. Ho provato a contattare un artigiano che mi ha chiesto una cifra impossibile quindi vorrei sapere se ci sono prodotti e materiali per poter fare da soli questa pulizia.
    Il pavimento ha 3 anni quindi è ancora in buonissimo stato, ha solo bisogno di essere nutrito.
    Spero d ricevere notizie confortanti, nel frattempo saluto cordialmente
    Nelly

    Risposta
  • 22 settembre 2011 in 17:17
    Permalink

    Buongiorno, sto per ricoprire un vecchio pavimento in ceramica con delle liste di rovere prefinito. Avendo deciso per una posa incollata, in modo da tenermi piu’ basso possibile circa 10 mm,in questo caso quanto spazio va lasciato per le eventuali dilatazioni. E poi mi chiedo,ma se le liste sono incollate al pavimento sottostante come fanno a dilatarsi ?

    Grazie.
    Piero.

    Risposta
  • 25 settembre 2011 in 12:19
    Permalink

    Salve,
    devo “contestare” la posa di un parquet a colla bicomponente dopo aver rifatto il sottofondo con l’intero ciclo di preparazione.
    I listoni da 180 cm in rovere verniciato ad olio sembrano ben incollati, ma si ha la netta sensazione, camminandoci a piccoli passi, di sentire continui “sali e scendi”, anche se è stato utilizzato l’autolivellante, si ha questa sensazione…
    Quale potrebbe essere la causa?
    Come poter, eventualmente, contestare il lavoro eseguito, commissionato proprio per eliminare questo difetto del parquet preesistente?
    Rigraziando Vi saluto.
    Dario

    Risposta
  • 5 ottobre 2011 in 14:29
    Permalink

    vorrei chiedere ad admin (commento del 4/9/2008) la marca del parquet di cui alla foto pubblicata .
    grazie

    Risposta
  • 5 ottobre 2011 in 14:31
    Permalink

    vorrei chiedere ad admin ( commento del 4 settembre 208) la marca del parquet rovere di cui alla foto pubblicata .E’ un tradizionale trattato ad olio ?
    grazie

    Risposta
  • 13 ottobre 2011 in 11:50
    Permalink

    Salve,siamo soci di una coopeatia edilizia siamo attualmente in fase di scelta dei pavimenti!Nel capitolato sono poposte delle mattonelle in gres e l’artefice sostiene che qualora scegliessimo il parquet ci sarebbe un sovraprezzo per la messa in posa?Costa tanto di più?

    Risposta
  • 16 ottobre 2011 in 08:07
    Permalink

    Ciao,
    dobbiamo scegliere le piastrelle per la casa e siamo in difficoltà;da una parte ci piacerebbe il parquet in tutta la casa (rovere spazzolato verniciato) dall’altra abbiamo paura che sia poco pratico durante la vita di tutti i giorni(rottura di bottiglie, oggetti, eventuali perdite d’acqua o presenza di un cagnolino,ecc) ed inoltre abbiamo il riscaldamento a pavimento e ci è stato detto che col legno,in quanto isolante,la resa sarebbe inferiore del 27%.Soprattutto l’ultima parte,risponde al vero?

    Risposta
  • 17 ottobre 2011 in 15:49
    Permalink

    Buongiorno, stiamo per ristrutturare la nostra casa e vorremmo mettere un parquet prefinito 3 strati (15mm) di Bamboo che ci hanno consigliato per pavimento riscaldante e ci hanno detto essere molto resistente, più di altri legni però qui leggo che invece non lo è affatto??? di chi mi devo fidare? ci sono altre controindicazioni verso il Bambo? noi ne abbiamo visto uno sbiancato e non riusciamo a trovare un rovere altrettanto bello.

    Risposta
  • 1 novembre 2011 in 20:17
    Permalink

    Buonasera,
    Ho acquistato casa nel mese di marzo 2011.
    Abbiamo deciso di posare un parquet prefinito a listoni di rovere, di una nota marca, sia zona giorno al piano terra sia nel primo piano notte.
    E’ stato acceso il riscaldamento a pavimento inizialmente prima di posare il pavimento poi qualche giorno dopo la posa.
    Ad oggi non è stato più acceso ma il parquet presenta il seguente problema:
    Siai al piano terra sia al primo piano.
    I listoni presentano nei bordi lunghi una sorta d’ “increspatura” ed al tatto un leggerissimo “saltino”
    Mi dicono che appena si riaccende il pavimento tutto torna come prima.
    Il mio timore invece che queste “increspature” di legno si sfalderanno una volta formata una sfesa tra un palchetto e l’altro.
    Non vorrei soffrendo d’asma di avere qualche disturbo.
    Vi chiedo la gentilezza di darmi qualche consiglio in merito.
    Grazie Emanuel

    Risposta
  • 2 novembre 2011 in 23:21
    Permalink

    Salve, devo ristrutturare casa e sono angosciata per la scelta del parquet. Sono indecisa tra il tradizionale e il prefinito; quali sono vantaggi e svantaggi di entrambi? Lei, personalmente, cosa mi consiglia? Io sarei per il tradizionale, visto che comunque si tratta di legno massello più consistente del prefinito. La ringrazio anticipatamente.

    Risposta
  • 4 novembre 2011 in 15:43
    Permalink

    Buongiorno,
    stiamo acquistando un’abitazione che ha un palchetto doussie in tutta la casa. Avendo già della mobilia (rovere grigio e bordeux) pensiamo che l’accostamento non stia benissimo oltre a rendere la casa troppo scura.
    C’è la possibilità di sbiancare il parquet doussie?
    Grazie mille

    Risposta
  • 5 novembre 2011 in 12:51
    Permalink

    Vorrei cortesemente sapere come posso elinare e/o ridurre la macchia che si è formata sul parquet a seguito tracimazione di acqua dal sottovaso di una pianta. Grazie.

    Risposta
  • 5 novembre 2011 in 21:17
    Permalink

    aiuto, ho montato 4 mesi fà il parquet flottante ho notato che in alcuni punti dell’appartamento si è gonfiato potreste darmi un consiglio sù come risolvere il problema? grazie

    Risposta
  • 6 novembre 2011 in 13:11
    Permalink

    salve, circa 5 mesi fa ho montato nel mio appartamento parquet in rovere flottante di 15mm (parte nobile 4mm) ho notato che da circa 10gg in alcune parti dell’appartamento si è gonfiato, c’è un modo per risolvere tale inconveniente? grazie

    Risposta
  • 11 novembre 2011 in 12:02
    Permalink

    Salve
    Stò ristrutturando il mio appartamento e avrei intenzione di far posare sul pavimento esistente (ceramica) un parquet.
    Sono orientato per un listone Doussie semi-spazzolato, larghezza 9 cm. Il dubbio che mi assilla riguarda l’azienda produttrice dello stesso. Io sarei orientato, a parità di caratteristiche tecniche del prodotto (spessore legno pregiato 4 mm, spessore del listone 1 cm) , sul prodotto “Berti”, rispeto al “listone Giordano” cosa mi consigliate voi? Dal punto di vista strettamente estetico, il listone della “Berti” mi sembra più “naturale” rispetto allo spazzolato Giordano, è solo una mia impressione?
    Ringrazio per le eventuali risoste
    Ciao

    Risposta
  • 11 novembre 2011 in 20:17
    Permalink

    Buongiorno,
    ho un parquet mosaico iroko. Siamo in fase di ristrutturazione dell’appartamento. Ieri il palchettista ha inziato a rachiare il parquet. L’effetto naturale a seguito della raschiatura mi piace molto ed è anche + chiaro rispetto a prima. Io vorrei mantenere un effetto simile, molto naturale ma allo stesso tempo proteggere il parquet (ho 2 bimbe). Il parquettista mi ha suggerito una vernice all’acqua opaca, ma dice che comunque il parquet tornerà scuro.
    Esiste qualche prodotto alternativo che mantenga la naturalezza ma che contemporaneamente sia facile da mantenere?
    Domani alle 9 procederà con la verniciatura, eventuali consigli sarebbero necessari prima di allora…. Grazie!

    Risposta
  • 12 novembre 2011 in 19:16
    Permalink

    buongiorno, ho ristrutturato casa tre anni fa e fatto posare un parquet in rovere sbiancato spazzolato oliato in tutta la casa tranne che in bagno ed in cucina. il problema è che nella fascia antistante la porta di ingresso e nella parte del soggiorno più usata si è ingrigito decisamente, a causa del calpestio e della presenza di un cane in casa, mentre nelle altre parti è ancora diciamo perfetto. esiste una soluzione a questo problema che mi angustia parecchio?
    ringrazio tantissimo.

    Risposta
  • 13 novembre 2011 in 22:19
    Permalink

    Vorrei acquistare del parquet e dopo rivolgermi ad un posatore. Vorrei un consiglio per l’acquisto (non tanto prefinito o tradizionale, essenza, dimensione), ma produttore, materiali utilizzati, etc. Questo perché in alcune zone esiste una sorta di oligopolio.
    Grazie

    Risposta
  • 18 novembre 2011 in 20:44
    Permalink

    Circa 2 mese fa mi è stato posato un parquet prefinito, flottante in rovere verniviato a olio con plancia da 110cm . il mese dopo ho iniziato a vedere delle crepe su alcune plance .
    Il palchettista dopo molto tempo e su mia insistenza è venuto a vedere il pavimento e mi ha liquidato dicendomi che è normale .
    Ma le plance non sono controllate una ad una ? E’ possibile che tra 10anni mi si creperanno tutte ( ad oggi siamo a 4)
    Grazie
    Sonia

    Risposta
  • 22 novembre 2011 in 19:26
    Permalink

    Salve, volevo chiedervi consigli su come pulire e mantenere lucido un parquet massello in rovere di slavonia finito con olio e cera.
    Il posatore mi ha detto che bastava lavarlo con acqua e detergente neutro molto diluito e, una volta l’anno, ripassare la cera con la monospazzola.
    Invece in nove mesi ho dovuto richiamare il posatore tre volte per farlo ricerare e rilucidare perchè dopo un pò la cera va via e inoltre si sporca facilmente.
    Ci sono prodotti adatti sul mercato?

    Risposta
  • 27 novembre 2011 in 23:20
    Permalink

    buona sera, avrei un problema che mi sta facendo impazzire… Nella mia casa nuova ho fatto posare nelle camere dei listoni di parquet rovere spazzolato scuro…il problema è che le venature del legno si sono riempite di polvere bianca….forse polvere di gesso visto che il condominio è ancora un cantiere… Ho provato ad aspirare scopare e lavare con acqua almeno 20 volte…ma quelle venature rimangono sempre biancastre… AIUTO COSA DEVO FARE!!!!?????

    Risposta
  • 28 novembre 2011 in 21:52
    Permalink

    Oggi mi hanno portato il parquet che avevo ordinato da molto tempo. Ho fatto asciugare il massetto con il riscaldamento a pavimento. Oggi mi è stato consegnato un bancale di rovere prefinito (quello che ho scelto) e l’hanno lasciato all’aperto imballato con 100% di umidità esterna. Domattina cominciano a montarlo. Devo fidarmi che non ha assorbito troppa umidità?

    Risposta
  • 30 novembre 2011 in 20:40
    Permalink

    Buonasera, avrei bisogno di un suggerimento. Sto operando una ristrutturazione molto fai da te, in una casa singola. Ho già tolto il parquet che era presente, perchè tutto rovinato, ma sul cemento ci sono ancora molte tracce di colla come posso toglierle. Esiste un prodotto per aiutarmi nel difficile lavoro che stò affrontando, purtroppo con la spatola viene via a fatica. Vi ringrazio anticipatamente per l’attenzione.
    Resto in attesa di una vostra risposta.
    Giulia

    Risposta
  • 4 dicembre 2011 in 14:13
    Permalink

    Buongiorno,causa incendio tetto in legno ho subito gravi danni(bruciature) sul parquet pre finito rovere sbiancato della Salis.ora è tutto macchiato dall’acqua che i pompieri hanno utilizzato.è incollato a terra,ci sono strumenti o proddotti per una rimozione agevolata? Ho urgente bisogno di saperlo dato che questo lavoro lo faró da solo grazie

    Risposta
  • 11 dicembre 2011 in 16:08
    Permalink

    ho lavato il parquet con cera bianca e si e levato la laca cosa posso fare

    Risposta
  • 14 dicembre 2011 in 10:20
    Permalink

    Buongiorno,

    abbiamo posato nella nostra nuova casa un parquet in legno di frassino termocotto. Domenica sera mi è caduto dell’olio e non ho pulito subito: sono rimaste le macchie e sono disperata, non so come pulirlo, anche perchè le macchie sono proprio in corrispondenza dei nodi (venature) del legno. Mi potete aiutare?

    Grazie!

    Risposta
  • 27 dicembre 2011 in 16:55
    Permalink

    Salve, ho bisogno di un consiglio. In casa ho un antico parquet in rovere al quale vorrei cambiare aspetto, vale a dire vorrei farlo levigare, trattare e verniciare di bianco. E’ possibile? fatemi sapere. Grazie

    Risposta
  • 1 gennaio 2012 in 17:42
    Permalink

    Buonasera, sei anni fa ho scelto per la mia nuova casa un parquet di teak verniciato ad acqua opaco Mi avevano detto che si poteva lavare solo con acqua ma avendo due cani ed avendo avuto nel frattempo una bimba a volte uso il detersivo specifico quello del supermercato o quello più caro della nuncas.
    Nei punti di passaggio ho notato che il pavimento non è più uniforme ma ha come degli aloni che sembra si accentuino nei periodi più umidi. Volevo sapere se esiste un detersivo che igienizzi ma non alteri il parquet che ho oppure se davvero devo lavare solo con acqua.
    In alcuni punti poi è molto rigato ci sono anche dei solchi profondi e allora mi chiedevo se devo pensare di farlo lamare prima o poi e se in questo modo tornerebbe liscio. Eventualmente potrei anche cambiare la finitura? Cosa comporta la lamatura in termini di tempo e impegno da parte mia?
    Grazie x la disponibilità. Simona

    Risposta
  • 2 gennaio 2012 in 17:45
    Permalink

    Buongiorno,
    ho un problema con la pulizia del parquet. Si tratta di rovere sbiancato decape. L’ho pulito con acqua e alcol ma mi restano aloni e impronte. Come mai? Come si possono eliminare? Grazie mille, Mara

    Risposta
  • 2 gennaio 2012 in 21:50
    Permalink

    Su un palchetto opaco ho utilizzato a fini di manutenzione la cera consigliata. Purtroppo e’ stata utilizzata una quantità di c’era esagerata rispetto al consigliato. Il palchetto e’ diventato lucido ma soprattutto appiccicoso. Come si può rimuovere la cera per riportare il palchetto allo stadio originario?
    Grazie

    Risposta
  • 13 gennaio 2012 in 00:51
    Permalink

    Salve, scusate se sarò un po lungo ma ci tengo molto al vostro parere ed ho un po di problemini con il mio parquet.
    ho montato da 1 anno e qualche mese un parquet industriale tipo rovere chiaro a listelli stretti e lunghi circa 25cm.
    a parte la rasatura o lamatura che dir si voglia, più accentuata in certi punti, che crea avvallamenti tipo fossa delle marianne, direi che tutto sommato nn mi dispiace.
    restano aperti alcuni quesiti che vorrei sottoporvi:
    1. è normale che dopo pochi mesi il parquet cominci a vivere dilatandosi e aprendo piccole fessurette tra un listellino e l’altro?
    2. è possibile che l’industriale beva come una spugna? stasera mi sn accorto che superficialmente in un punto dove non dovrebbero passare tubi dell’acqua il parquet si è aggrinzito e segnato tipo ferita di guerra in via di cicatrizzazione tra un listello e l’altro, praticamene dove c’è lo stucco. cosa mi consigliate di fare? farlo asciugare e poi scartavetrarlo e riverniciarlo? è possibile che l’umidità o il bagnato sotto arrivi in superficie con questi fenomeni oppure se l’umidità è sotto, il parquet si dovrebbe aprire e non aggrinzire rimanendo comunque compatto?(ho la sensazione che la mia ragazza abbia messo a stendere un tappeto in quel punto quindi nn so se incavolarmi con lei o con l’impresa, devo prima scoprire di chi è la colpa..lei nega)
    3. due listellini in un preciso punto della casa si sono leggermente staccati da una sola estremità e quindi fanno effetto pedale della frizione con annesso verso da papero, si possono reincollare con siringhe di colla o roba del genere o conviene sostituirli?
    4. chiaramente in privato, avete un parquettista da consigliarmi, al quale rivolgermi ad occhi chiusi su milano??

    sono stato lungo lo so ma l’avevo detto
    grazie mille
    igor

    Risposta
  • 20 gennaio 2012 in 17:34
    Permalink

    Buona sera, ho comprato casa da un anno circa…c’è montato un parquet chiaro e la ex proprietaria mi ha detto che è stato incollato.
    Ci sono dei solchi abbastanza evidenti causati da una scegghia di vetro che era rimasta sotto un fetro di una sedia…. Ho altre lastre da poter sostituire, ma oltre ad essere di colore diverso non so come fare a scollare le vecchie e incollare le nuove…potete aiutarmi per favore?…Grazie!

    Risposta
  • 21 gennaio 2012 in 17:24
    Permalink

    ciao, ho comprato una casa in costruzione a circa 100 metri dal mare e vorrei mettere il parquet. Ho sentito il costruttore che dice che le mura per asciugare ci impiegano degli anni e che potrei avere dei problemi. Potete darmi qualche consiglio? grazie

    Risposta
  • 21 gennaio 2012 in 17:46
    Permalink

    Salve,
    Dovrei acquistare un parquet da incollare su pavimento già esistente. Dopo averne visti tanti ITALIANI, mi è stato consigliato un listone da 2 metri con sopra assemblati dei listoncini di noce americano con finitura ad olio. Il listone è di 3 strati e con incastro a doppio click. Vorrei sapere cortesemente, se il parquet tedesco è affidabile, se il sistema a doppio click , come dice il rivenditore, è più sicuro e stabile e se la cifra che mi è stata chiesta per acquistarlo( € 47,00) è conveniente. Inoltre,vorrei sapere se si adatta bene ad un ambiente con un arredamento moderno e porte bianche, considerando che la parte da coprire è di circa 50mq.
    Grazie della disponibilità

    Risposta
  • 24 gennaio 2012 in 10:02
    Permalink

    Buongiorno,

    sono Matteo
    sto eseguendo dei lavori di ristrutturazione.
    Avrei intenzione di abbattero un divisorio interno per allargare una stanza.
    La stanza in questione è pavimentata in parquet in rovere chiaro listelli 5×20.
    Il problema è che abbattendo il muro ci sarebbe una differenza di copertura del pavimento, parquet – spazio vuoto del muro demolito – granito nell’atrio.
    Vorrei sapere se è materialmente possibile eliminare il granito e posare una “toppa” di parquet per dare continuità al tutto.
    Preciso che non ho “ricambi” di quello già posato che è comunque recente e in ottime condizioni.
    Spero di non essere stato troppo confuso nella ricostruzione della situazione.
    Ringrazio anticipatamente.

    Matteo

    Risposta
  • 24 gennaio 2012 in 11:08
    Permalink

    Salve,
    sono in fase di ristrutturazione
    ho da 8anni un parquet melbao a listoni, negli anni e’ diventuto troppo rosso, per scaricarlo, mi hanno conisgliata una levigatura con resina colorata ad olio, per dare cmq l’idea del parquet, indi renderlo + chiaro.
    anche perche’ quello esistente e’ stato un acquisto errata troppo imponente per 120mq
    lo consiglia? non saprei se fidarmi o meno.

    Risposta
  • 24 gennaio 2012 in 17:35
    Permalink

    Ho un parquet in rovere chiaro da 30 anni, é abbastanza rovinato con raschi e vernice venuta via. Sto pensando di stendergli sopra un nuovo parquet flottante a incastro. Cosa mi consiglia?
    Consideri che ho tutti i mobili e non posso svuotare le stanze ma solo spostare i mobili.
    Grazie

    Risposta
  • 26 gennaio 2012 in 00:05
    Permalink

    salve, ho acquistato da poco dei parquet prefinito rovere sbiancato spazzolato-decapato marcato “Ce e prodotto in italia” ma venduto da una ditta che probabilmente li commercia ma non li produce, non ha il sito e non è conosciuta tramite una conoscente.
    Non appena ho aperto una confezione si è sentito un forte odore da vernice/solvente insopportabile.
    Può essere perhè li hanno prodotti da poco o devo pensare che l’odore potrà durare anche dopo la posa? Inoltre ho bimbi piccoli è temo che possano essere anche nocivi per loro.
    Mi consiglia di restituirli? Ho ancora qualche giorno per farlo.Grazie mille

    Risposta
  • 8 febbraio 2012 in 14:50
    Permalink

    buongiorno a tutti
    spiego il mio problema
    ho acquistato un parquet dussiè prefinito da una ditta rinomata e credo referenziata
    subito dopo il montaggio ci siamo resi conto con il parquettista che le tavolette non erano perfettamente omogenee bensì leggermente rialzate nelle giunture ( tra una tavoletta e l’altra )Abbiamo chiamato la ditta fornitrice la quale ci ha sostituito l’intero lotto con altro parquet
    Rimontato il nuovo lotto stesso problema
    1. quale potrebbe essere la causa
    2. a questo punto in considerazioen che sono 4 mesi che abito fuori casa ( dato che ho fatto altri lavori ) non sarei disponibile a far rismontare tutto e quindi come mi conviene procedere ?
    Grazie in anticipo per chi mi darà riscontro
    Saluti

    Risposta
  • 14 febbraio 2012 in 14:09
    Permalink

    Salve,
    ho un parquet in rovere dei primi del 900, dunque immagino sia chiodato. E’ stato lamato 3anni fa, ora però mi accorgo che le fessure tra i listelli si stanno aprendo. Cosa posso fare? c’è qualche rimedio che posso usare da sola oppure serve l’intervento di un professionista?
    Grazie davvero molte

    Risposta
  • 14 febbraio 2012 in 18:29
    Permalink

    Buon giorno a tutti,
    ho un problema,ho da poco acquistato casa.In tutta la casa tranne bagni e cucina è stato posato un parquet doussiè prefinito verniciato uv.Ho provato a lavarlo come mi hanno consigliato, solo con acqua e un panno delicato ben strizzato, ma il risultato è il seguente: sul parquet rimangono delle impronte/macchie,un po’ grasse,che con il semplice panno strizzato, non vengono via..ho provato ad usare un detergente per Parquet Pronto Legno ma il risultato è sempre il medesimo.Ho provato su una piccola zona a stendere un prodotto cerante, ma non so se ho sbagliato a passarlo o il prodotto non andava bene, ho peggiorato la situazione, le striature ora in quella parte trattata con la cera sono più evidenti..Sono disperata ..non so cosa fare..Qualcuno potrebbe darmi un consiglio su come pulire bene questo tipo di parquet,magari usando un prodotto che lucidi e rimuova quello strano strato di macchie grasse che fanno apparire il mio pavimento sporco..
    Grazie in anticipo per chi saprà aiutarmi
    saluti

    Risposta
  • 19 febbraio 2012 in 12:41
    Permalink

    Buongiorno, io e il mio fidanzato stiamo per scegliere il parquet da posare nella nostra casa.
    L’architetto ci ha consigliato di posare dei listoni di circa 15 mm di spessore e 500 mm di lunghezza di rovere naturale massello.
    Io sarei per un colore più caldo, da scegliere tra il teak il doussiè o l’iroko…e soprattutto ho un dubbio molto forte sulla superficie del parquet: il rovere naturale posato e poi lavorato avrà sempre un aspetto ruvido e con venature al tatto, così come quando è ancora grezzo?
    A me piace il parquet completamente liscio, ma non vorrei rinunciare alla posa di quello massello.Insomma sono molto confusa!Potreste dirmi se l’aspetto liscio è dato dalla lavorazione o dal legno scelto?
    Grazie a tutti!

    Risposta
  • 20 febbraio 2012 in 10:09
    Permalink

    Buongiorno,
    la decisione è caduta su rovere prefinito in tutta casa, nuova con riscaldamento a pavimento.
    La mia paura, visto che verrà incollato, è quella delle esalazioni da parte del legno e della colla.
    Paura fondata? esistono colle ecologiche?
    Grazie e buon lavoro.

    Paolo A.

    Risposta
  • 23 febbraio 2012 in 22:47
    Permalink

    Salve,
    sono della provincia di Fermo (FM) e in data 01/02/2012 è stato applicato il massetto autolivellante su un immobile di nuova costruzione. Il 04/02/2012 nel comune in cui insiste il suddetto immobile, ha nevicato moltissimo. Preciso che l’immobile, ancora privo di finestre, è stato riparato con dei teloni di plastica. Il gran vento su cui insiste l’immobile ha anche causato la rottura dei teloni in plastica. Ciò ha causato una conseguenza incredibile.Infatti in data 18/02/2012 è tornata la neve e stavolta, con i teli rotti, il massetto è stato innevato completamente con circa 20 cm di neve sopra. La cosa più brutta è che me ne sono accorto solamente il 16/02/2012 quando la neve si era già sciolta quasi completamente. A questo punto devo chiedere se, secondo voi, il massetto abbia subito danni tali da non poter permettere l’applicazione di un parquet prefinito. Dimenticavo di dire che l’impianto di riscaldamento è previsto a terra, sotto il massetto.
    Ringrazio anticipatamente per l’eventuale cortese risposta.
    Saluti e buon lavoro

    Risposta
  • 28 febbraio 2012 in 10:48
    Permalink

    Buongiorno,
    ho comprato un appartamento degli anni 70 quasi tutto parquettato con listelli masselli molto piccoli posati a lisca di pesce. Non vorrei rilaminarlo perchè è tenuto bene e il parquet un poco “vissuto” mi piace. L’unica cosa che non mi piace e che in alcuni punti qualche listoncino si è scollato o ci sono delle fessure tra listoncini dove entra lo sporco. Potete consigliermi cosa posso fare per eliminare questi piccoli difetti con il fai da te?

    Risposta
  • 29 febbraio 2012 in 10:38
    Permalink

    Buongiorno,
    avevo delle macchie di colla sul parquet di una casa che ho appena acquistato. Non riuscivo a farle venire via con acqua, quindi ho provato con Pronto Legno, ma purtroppo ora mi sono rimasti degli aloni bianchi. Qualcuno sa aiutarmi? Come potrei ovviare alla situazione?
    Grazie in anticipo per gli eventuali aiuti/consigli.

    Risposta
  • 16 marzo 2012 in 00:40
    Permalink

    ciao stiamo tistrutturando una vecchia casa in sasso, tetto e solaio sono stati da noi rifatti in rovere e castagno,abbiamo trovato un pavimento a listoni i frassino già levigato al costo di euro 50 al metro quadro.
    vi sembra un buon prezzo?il mio compagno ha suggerito di farlo in abete per risparmiare,cosa ne pensat?e,è poco resistente?. grazie aspetto risposte

    Risposta
  • 14 aprile 2012 in 19:25
    Permalink

    buongiorno,mi chiamo Annamaria, ho un problema con il mio parquet, posato tre anni fa che non riesco a risolvere! il parquet in rovere sbiancato spazzolato oliato prefinito è stato posato in tutto l’appartamento tranne bagno e cucina, a parte il normale cambio di colore (si è leggermente scurito nel tempo), nella zona ingresso di maggior passaggio siè scurito, ma soprattutto ingrigito nelle venature, al punto da sembrare sempre sporco. Ho provato con i prodotti di pulizia che mi sono stati venduti dal rivenditore, senza alcun risultato, ho persin timore di fare ancora più danno! potete aiutarmi per favore? è il caso che mi rivolga ad un professionista? è già necessaria una levigatura? aiutatemi in qualche modo, per favore….

    Risposta
  • 22 maggio 2012 in 16:55
    Permalink

    Buongiorno,ho acquistato una casa con uno stupendo parquet, che mi è stato rovinato durante la ristrutturazione. La ditta mi ha assicurato che avrebbe fatto fare a sue spese la lamatura e verniciatura e che avrei avuto nuovamente il mio bel parquet. Dopo l’intervento ora mi trovo il parquet che se, visto in controluce, presenta su tutta la superficie una fitta “buccia d’arancia” e delle lievi ma visibili ondine perpendicolari rispetto ai listoni. Mi hanno detto che questo è il meglio che si può ottenere da una levigatura manuale. A me pare piuttosto strano e non capisco perchè non me lo abbiano detto prima dell’intervento. La lamatura/lucidatura deve ripristinare perfettamente lo stato precedente del parquet oppure è vero che i risultati non sono equivalenti? Qualcuno mi può dare una risposta affinchè mi sappia regolare con l’impresa responsabile del danno?Grazie

    Risposta
  • 29 maggio 2012 in 19:15
    Permalink

    Io invece ho acquistato un bellissimo parquet in TEAK… Fantastico.
    Ciao

    Risposta
  • 3 giugno 2012 in 20:00
    Permalink

    buonasera. ho un parquet della tucano 30×30 incollato da circa 20 anni . Posso montare sopra un parquet flottante? e se si…. devo comunque mettere il tappetino tra l’uno e l’altro? grazie Alessandro

    Risposta
  • 4 giugno 2012 in 13:24
    Permalink

    Buongiorno, chi mi può aiutare?
    per colpa di alcune infiltrazioni d’acqua, alcuni listelli nel bordo dellastanza si sono anneriti e emanano odore di muffa.
    Come posso ripristinarlo? ci sono nei prodotti specifici per la pulizia e l’igenizzazione dei listelli rovinati?
    grazie

    Risposta
  • 5 giugno 2012 in 20:25
    Permalink

    Buongiorno ho appena lamato e cerato il parquet, avendo gli imbianchini in casa ho pensato di coprire il parquet.
    Una volta terminato il lavoro degli imbianchini ho sollevato il panno di protezione e mi sono ritrovato un parquet con alcune macchie biancastre come se avessero fatto cadere qualcosa.
    Come faccio a togliere le macchie?

    Risposta
  • 18 giugno 2012 in 16:07
    Permalink

    Devo posizionare una lavatrice e una vaschetta per usi domestici in un ripostiglio ricavato nell’appartamento che, però, è pavimentato in legno verniciato (robinia in listarelle), come il resto della casa. Quali precauzioni è necessario prendere per evitare eventuali danni da perdite di acqua o, peggio, da allagamento…???

    Risposta
  • 1 settembre 2012 in 11:58
    Permalink

    Per favore vorrei sapere come fare a rilucidare un angolo del parquet scolorito dal sole.Oppure devo rivolgermi ad una ditta di lavori e lucidatura e quindi lucidarlo tutto anche se è diciamo nuovo ringrazio

    Risposta
  • 19 settembre 2012 in 10:43
    Permalink

    Salve, avrei una doppia richiesta per quanto riguarda il mio parquet panga panga.
    la prima è che nella mia cucina dove una parte era occupata da un divisorio in cartongesso che ora non c’è più è rimasta una zona(dove c’era il divisorio) più scura dell’altra orribile perchè non è neanche sfumata, il distacco è proprio netto. Vorrei sapere se esistono dei prodotti per schiarire la parte più scura.
    Inoltre vorrei sapere se è possibile sbiancare questo tipo di legno(sul bianco) oppure se mi consigliate qualche tecnica per schiarirlo dato che scuro cosi non mi piace più.
    grazie mille

    Risposta
  • 7 ottobre 2012 in 13:38
    Permalink

    Salve,

    ho appena fatto installare in casa circa 100 Mq di Teak incollato, laminato e poi trattato con vernice semi-lucida. L’ effetto immediato e’ di un tappetto assolutamente non omogeneo con un effetto magari solo ottico di collinette ed avvallamenti. Cosa puo’ aver determinato questo effetto ?

    Grazie.

    Saluti

    Risposta
  • 28 ottobre 2012 in 19:34
    Permalink

    Vorrei sapere per favore come risolvere il problema della impronta scura lasciata da un paio di scarpe bagnate dimenticate per una notte intera su di un parquet. Purtroppo, trattandosi di un appartamento in affitto all’estero ed occupato provvisoriamente da mia figlia non saprei fornire le caratteristiche del pavimento. Potete darmi ugualmente un consiglio? E’ piuttosto urgente! Grazie

    Risposta
  • 30 ottobre 2012 in 16:30
    Permalink

    Avendo cambiato il tipo di riscaldamento (ora a pavimento) il mio attuale pavimento in soggiorno è un parquet rovere spazzolato oliato

    Sulla scala, invece ho un parquet in rovere che è stato levigato per renderlo omogeneo a quello del soggiorno, ma che andrebbe comunque oliato

    In una puntata di “case e segreti” ho sentito che per rendere il parquet (quello della scala) meno delicato, andrebbe trattato con un prodotto sintetico: più resistente all’uso

    Le sarei grata circa una Sua cortese informazione in merito al prodotto da usare (sintetico o altro)e se ci sono particolari accorgimenti da seguire

    Una Sua risposta a giro di mail, sarebbe molto gradita in quanto i lavori sono in corso

    Cordiali saluti

    Laura Stefanoni Picco

    Risposta
  • 27 novembre 2012 in 20:12
    Permalink

    pulendo le finestre è caduta l’acqua insaponata sul palquet lasciandolo tutto bianco, adesso come lo pulisco il palquet e grezzo.

    Risposta
  • 3 dicembre 2012 in 18:34
    Permalink

    salve ho un problema con il mio parquet di castagno verniciato!!Mi spiego pensando di fare bene ho passato su di esso della cera da mobili….ora il problema è che ad ogni passaggio si evidenziano delle strisciature opache, ho lavato il pavimento con acqua calda piu volte ma il problema rimane sempre lo stesso!!!
    cosa mi consigliate di fare??
    grazie

    Risposta
  • 21 dicembre 2012 in 18:41
    Permalink

    Salve ho un casa in campagna isolata e leggermente rialzata dal piano.Sono amante del pavimento in legno e percio’ vorrei posarlo almeno nella zona notte.Vi chiedo se e’ consigliabile dal punto di vista dell’ umidita’,la casa non e’particolarmente umida(ma e’pur sempre in campagna)e considerate anche che devo effettuare sia lo sbancamento che la realizzazione di un nuovo vespaio.Considerato cio’ c’e’ un sistema che mi possa isolare il parquet dall’umidita’di risalita e da quella che potrebbe infiltrarsi dai muri perimetrali?O sarebbe meglio orientarmi sul gres? Grazie

    Risposta
  • 30 dicembre 2012 in 18:25
    Permalink

    Ho subito un allagamento e mi è saltato il parquet incollato su massetto di cemento.
    Per sostituirlo devo rimuovere la colla.
    Chi mi suggerisce il metodo più rapido ed economico per avere di nuovo un massetto perfetto per il nuovo incollaggio?
    Grazie

    Risposta
  • 15 gennaio 2013 in 14:56
    Permalink

    Buongiorno, vorrei sapere se posso pulire un pavimento in rovere naturale mooolto trascurato senza lamarlo, il problema sono delle macchie molto scure (quasi nere) nelle zone piu’ soggette a sfregamento, tipo ai piedi del divano o sotto le sedie. Ero tentato di intervenire manualmente con una carta vetrata molto fine ma penso sia una pessima idea.

    Grazie

    Risposta
  • 18 febbraio 2013 in 00:22
    Permalink

    Salve,
    ho un parquet di legno grezzo non trattato.
    ieri si era formata una macchiolina e, per andarla a rimuovere con uno straccio, ho creato un grosso alone (come se il legno si fosse leggermente sbiancato).
    sapete consigliarmi come rimediare?
    vi ringrazio davvero molto.

    Risposta
  • 19 febbraio 2013 in 18:33
    Permalink

    buon giorno, avrei bisogno di informazioni relative alla scelta del trattamento del pavimento in legno. abbiamo scelto rovere nodato naturale. ci è stato proposto un tratamento oliato e cerato in opara a freddo (res edile) e ci dicono che oltre ad essere maggiormente ecocompatibile è molto resistente al calpestio (anche per locali pubblici). Vi risulta? l’alternativa sarebbe un verniciato. vorremmo la soluzione più resistente da poter mettere in anche in cucina.
    Vi ringrazio
    Morena

    Risposta
  • 20 febbraio 2013 in 23:36
    Permalink

    Buonasera ho acquistato un appartamento attiguo al mio e vorrei farne uni unico. Dove vivo ho il parquet in tutto l’appartamento e vorrei montarlo anche nella nuova parte di abitazione. Come posso fare per rendere tutto l’appartamento omigeneo?grazie per la vostra cortese risposta

    Risposta
  • 10 maggio 2013 in 00:54
    Permalink

    Salve, vorrei sapere se è possibile lamare un parquet flottante
    Grazie

    Risposta
  • 30 maggio 2013 in 04:19
    Permalink

    Buongiorno, ho una casa nuova in cui è stato messo il parquet in rovere sbiancato prefinito in posa flottante.
    Per un rubinetto lasciato aperto si è allagata la casa completamente perchè non abitata è rimasto allagato per circa 7 ore lascio immaginare lo stato in cui si trova. In zona cucina dopo 1 settimanna sta gonfiando cosa faccio si assesterà da solo anche se esteticamente non saràpiù lo stesso? Saluti

    Risposta
  • 10 giugno 2013 in 08:14
    Permalink

    Buongiorno,
    ho in tutta la casa un parquet doussie’ a. verniciato opaco montato male da capitolato 5 anni fa . Da circa 4 mesi nelle zone di maggior passaggio e dove sono state lasciate delle gobbe e’ venuta via la vernice e ora lascia addirittura della polvererina legnosa ovunque Vorremmo tirarlo via almeno nella zona giorno ma ho visto il vostro sito e forse avete un idea da darmi per renderlo piu’ robusto senza ricoprirlo di molta vernice perche’ a noi non piace lucido e soffocato Vorremmo anche avvalerci di persone qualificate ma non sappiamo proprio a chi rivolgerci Grazie
    Cordiali saluti
    Cristina Fusetti

    Risposta
  • 24 giugno 2013 in 19:33
    Permalink

    Buongiorno
    Ho visitato il vostro blog, e vista la vostra notevole competenza in materia, ho deciso di inserire il mio quesito su un problema che ho da qualche settimana con il parquet. Ho acquistato la casa dove vivo circa una anno fa, ho il parquet in teak (posato circa 15 anni fa) in tutte le stanze per una superficie di circa 100 metri quadri, tranne cucina e bagni. Da qualche settimana sto notando che tra i listelli (6*30) si stanno creando delle fessure in alcuni casi addirittura si potrebbe infilare un unghia del dito. Dato che da quando ci siamo trasferiti non abbiamo modificato nulla relativamente a prodotti utilizzati per lavare il parquet (uso pronto legno detergente) mi chiedevo cosa stese succedendo e se la situazione potrebbe peggiorare con il ditaccamento dei listelli che in alcuni casi sembra addirittura si stiamo imbarcando.
    Attendo vostre nuove in merito
    Grazie

    Risposta
  • 28 agosto 2013 in 06:55
    Permalink

    Buongiorno,
    ho l’appartamento a piano terra con il parquet su tutte le stanze, tranne nei due bagni e la cucina, nell’appartamento c’è un cattivo odore, tipo quello che si avverte in alcune sacrestie, che viene assorbito anche dagli indumenti, la zona è molto umida. E’ possibile che l’odore sia rilasciato dal legno ed eventualmente cosa si puo’ fare per eliminarlo?

    Risposta
  • 28 agosto 2013 in 13:27
    Permalink

    Buongiorno!
    Ho un piccolo problema, e spero riusciate a darmi una mano.
    La mia ragazza spostando un mobile ha segnato/graffiato il parquet, tipo gno IROKO TRATTATO AD OLIO (LISTELLI INCOLLATI E LEVIGATI)
    Si riesce a riparare evitando di sostituire i singoli listelli?
    Se sì come posso fare?
    Grazie mille

    Mirko

    Risposta
  • 12 ottobre 2013 in 11:20
    Permalink

    Salve, ho un grande problema. E’ stato messo il parquet a casa mia ma è pieno di residui di colla… Come dovrei pulirli? Chi lo ma montato stava pulendo con l’alcool ma li ho fermati subito. Avete consigli?
    Grazie

    Risposta
  • 24 novembre 2013 in 17:03
    Permalink

    Buongiorno, sto per ristrutturare una casa che presenta un bellissimo pavimento in marmo lucido nella zona giorno, parquet a quadretti nelle camere da letto e piastrelle di ceramica nei bagni. Vorrei posare il parquet (listoni i di iroko 18-19cm e lunghi 1800-1900cm finitura ad olio) in tutta la casa. Potrei procedere incollando i listoni senza dover prima trattare il pavimento esistente? In questi casi il trattamento ad olio va bene? Tanti complimenti per il sito!!

    Risposta
  • 9 dicembre 2013 in 00:33
    Permalink

    Buonasera, sto pensando di far lamare il parquet che ho nella mia casa da otto anni in quanto, nonostante sia in buono stato, presenta in alcuni punti diversi graffi, buchini, ecc….unico dubbio: é obbligatorio svuotare casa? Devo togliere anche armadi delle camere? Sarebbe troppo complicato. …grazie x le risposte

    Risposta
  • 15 dicembre 2013 in 02:45
    Permalink

    Ho comprato casa da poco tempo e vorrei mettere il parquet sul pavimento esistente. L’appartamento è al primo piano in un condominio con un porticato che si estende al di sotto del mio appartamento per tutta la sua superficie. La soletta (pavimento di casa mia/soffitto del porticato) non è coibentata. In tale situazione è consigliabile mettere il parquet oppure l’eccessiva differenza di temperatura tra interno ed esterno ne comprometterebbe la posa in opera? Grazie

    Risposta
  • 9 gennaio 2014 in 00:07
    Permalink

    Ho acquistato una nuova casa facendo levigare e lucidare con vernice ad acqua un parquet doussiè di tipo tradizionale montato circa 13 anni fa. Appena andata ad abitare era perfetto ma giorno dopo giorno compaiono strisciate chiare simili alle normali striciate di scarpe da ginnastica che vanno via rapidamente, invece NON VANNO VIA. Il parquettista non sa darmi una spiegazione io gli ho chiesto di farmi una nuova verniciatura lui è anche disposto a farla ma dice di non potermi garantire con certezza un buon risultato…Cosa può essere successo? e cosa è meglio fare? GRAZIE

    Risposta
  • 13 gennaio 2014 in 17:49
    Permalink

    Salve ho un parquet doussiè africa verniciato della listone giorndano opaco da 5 anni e purtroppo la pulizia è proprio difficile perchè sembra che sia sempre grasso e opaco.
    Si formano facilmente aloni e il problema è che spesso non vengono via neanche con la pulizia ordinaria. Una due volte l’anno sono costretta a comprare dei deceranti e a fare una pulizia profonda con lo spazzolone per eliminare tutti questi aloni , strisce ecc. Per la disperazione volevo addirittura farlo verniaciare con la vernice lucida…ma sarebbe una tragedia per i mobili da spostare!
    Ho visto che hanno inventato una scopa a vapore adatta anche per il parquet in quanto regola la temperatura del vapore. Secondo voi potrebbe essere una soluzione per l pulizia? avete altri consigli da darmi???

    Risposta
  • 31 gennaio 2014 in 23:17
    Permalink

    Ho un parquet di wengè prefinito oliato da poco messo in posa che al limite del disastro. Il parquettista prima di entrare in casa ha dato una mano di olio per renderlo più vivace, purtroppo non che non si è assorbito si da costringerlo a togliere l’eccesso con l’orbitale. E da allora non dromo la notte ho un parquet costato un occhio della fronte inguardabile: ci sono segni circolari per tutta la casa. Lui mi assicura che con l’uso i lavaggi andranno via io sono da tre mesi a casa e lo vedo sempre peggio. Cosa devo fare? Grazie

    Risposta
  • 26 febbraio 2014 in 23:59
    Permalink

    Vi chiedo qualche consiglio. Da due mesi abbiamo finito la ristrutturazione e abbiamo fatto mettere il parquet sul marmo nelle camere da letto. L’essenza è iroko, ma nonostante ogni giorno vengano aperte le finestre si sente sempre l’odore di colla, o di vernice. Come posso eliminarlo?
    Grazie mille.

    Risposta
  • 26 aprile 2014 in 09:05
    Permalink

    Salve. Abbiamo finalmente deciso a far mettere il parquet in casa che, ovviamente, è ammobiliata. Abbiamo 3 armadi ed un mobile del salone a muro che non potranno essere spostati poiché arrivano al soffitto. Il parquettista mi chiede di contattare io stessa un operaio per lo smontaggio e per il rimontaggio degli armadi e solo per questo mi stanno chiedendo 1.550 euro. Mi sembra uno sproposito. Posso secondo voi avere un buon lavoro se il parquet verrà messo intorno ai mobili? Il parquettista non è felice di farlo ma non capisco se non lo è perchè lui dovrà lavorarci di più e con maggiori difficoltà o se si preoccupa per un lavoro che non verrà bene. Se dovessi cambiare i miei armadi, che mi sono costati molto ed intendo lasciarli li per molto tempo, vorrà dire che avrò sicuramente soldi per rimettere il parquet là dove manca. Grazie mille per il vostro parere (urgente) …vorrei decidere presto cosa fare. Rossana

    Risposta
  • 25 maggio 2014 in 20:43
    Permalink

    Ciao. Ho un problema con il parquet incollato, mi ha fatto una bolla in mezzo alla stanza per colpa dell’umidità. La mia domanda è se si può riparare.
    Ciao grazie

    Risposta
  • 21 luglio 2014 in 11:19
    Permalink

    Buon giorno, vorrei sapere da uno specialista per quali motivi la sbiancatura di un parquet in rovere montato ad incollaggio, eseguita in opera dallo stesso parchettista, può evidenziare le strisce di pittura bianca e, lungo il perimetro degli ambienti, striscette meno cariche della larghezza di circa cm.2. Il parchettista non riesce ad eliminare queste disuniformità.
    Grazie

    Risposta
  • 25 luglio 2014 in 15:14
    Permalink

    Ho fatto posare parquet prefinito in rovere Listone Giordano 120×15 circa 3 anni fa. Ora da qualche mese in una zona in camera di circa 30 cm x 50 cm, che purtroppo coincide con un punto di passaggio. si sente rumore di vuoto e qualche scricchiolio. Il parquettista è intervenuto praticando un foro e iniettando colla a espansione ma il problema persiste (solo in pochi punti è stata ripriostinata l’aderenza). Devo fare altri fori? non vorrei esagerare…. grazie

    Risposta
  • 1 agosto 2014 in 13:26
    Permalink

    Buongiorno, abbiamo acquistato casa e il costruttore ha previsto da capitolato un parquet prefinito in listoni. A noi piacerebbe un rovere sbiancato spazzolato però ho dei dubbi.
    Ho visto che il parquet spazzolato ha una finitura grezza ed ho paura che nelle venature del legno possa infilarsi della sporcizia creando un antiestetico alone più scuro nelle zone di maggior passaggio. Poichè il parquet sarebbe quasi bianco tale alone potrebbe essere visibile.
    E’ una possibilità concreta o sto esagerando?
    Grazie,
    Marta

    Risposta
  • 5 ottobre 2014 in 10:45
    Permalink

    Salve, mi è stato montato un parquet in dossie su ceramica, 13cm X 125cm con sotto un foglio di polistirolo laminato (il migliore). all’inizio le giunture longitudinali tra un listello e l’altro non si vedevano, adesso a distanza di un mese circa si vedono dei solchi longitudinali, forse non hanno lasciato gli spazi necessari tra il muro e il parquet o forse hanno assorbito l’umidità dell’aria. non abbiamo passato acqua, ma solo la scopa con quei fogli elettrostatici per la polvere. Cosa ne pensate? Grazie

    Risposta
  • 20 ottobre 2014 in 12:16
    Permalink

    Buongiorno, vorrei sapere se esiste un modo per eliminare le macchie create dall’urina del cane sul parquet. Ho un parquet in noce verniciato, rilamato qualche anno fa. Purtroppo non mi sono accorta subito della pipì e quando l’ho rimossa ha lasciato una macchia come se avesse corroso il legno. Ho provato prodotti appositi ma la macchia è penetrata tanto perciò non va via. Se utilizzo la carta abrasiva rischio di evidenziarla ancora di più? Grazie per l’attenzione e per la disponibilità

    Risposta
  • 6 novembre 2014 in 18:45
    Permalink

    L’imprenditore che deve fare dei lavori in casa mia dice che bisogna togliere il pavimento (piastrelle) in ottimo stato prima di mettere del parquet. E vero? Perché mi apporta tante spese in più!
    Grazie.

    Risposta
  • 23 novembre 2014 in 20:57
    Permalink

    Salve, per fare i lavori a regola d’arte bisogna rivolgersi a un parquettista e non a un posatore.

    Risposta
  • 20 dicembre 2014 in 17:20
    Permalink

    Salve devo ristrutturare casa e sul pavimento preesistente vorrei applicare del parquet non costoso visto che le spese saranno tante…ho visto i prezzi in un grande magazzino che mi sembrano ottimi ,posso fidarmi per esempio di questa descrizione : essenza rovere naturale prefinito plancia tre strips purezza brinell kg 3,7/mm spessore 14 mm € 26,00 oppure 3strips purezza uguale spessire10mm essenza rovere.si tratta di un grande magazzino.grazie,,

    Risposta
  • 18 gennaio 2015 in 18:15
    Permalink

    Salve, dovrei acquistare una casa nella quale il parquety è montato in tutte le stanze da circa 20 anni, non è messo male ma in alcuni punte presenta degli spazi tra i listelli che vanno da 2/5 mm. Volevo saper è grave? si spende tanto per sistemarlo? grazie

    Risposta
  • 19 gennaio 2015 in 18:05
    Permalink

    Salve potete dirmi se il parquet della woodco è buono oppure no? Ho letto che è un pavimento di terza categoria, che significa esattamente? Grazie

    Risposta
  • 26 gennaio 2015 in 18:35
    Permalink

    Circa un anno fa mi hanno montato un predefinito teak verniciato spazzolato su massetto radiante subito ho notato un alone lucido nella bisellature tra le due plance definito inizialmente dai progettisti colla di posa.Dopo un anno sono andata ad abitare e ho notato più punti della casa la presenza di questi aloni lucidi quasi tutti nelle bisellature.Non so come risolvere il problema,capire la causa e le responsabilità.Grazie

    Risposta
  • 9 febbraio 2015 in 14:05
    Permalink

    Buongiorno, io da due mesi nella mia nuova casa ristrutturata ho fatto posare sul riscaldamento a pavimento il parquet in rovere sbiancato florian parchetto artefluo’. Ora vedo in alcuni listelloni degli inizi di rigature/crepe. Cosa significa?
    Grazie

    Risposta
  • 26 aprile 2015 in 23:13
    Permalink

    Buonasera. Scrivo per un problema che non riesco a risolvere con il mio pavimento in rovere spazzolato. Quando passo l’aspirapolvere rimangono delle strisciate di gomma che non riesco a eliminare. Ho già cambiato due apparecchi, di buona qualità, con spazzole adatte al parquet ma il problema rimane. Volevo chiedere se succede spesso questo problema e se esistono prodotti apposta x cancellare i segni neri di gomma. Potete consigliarmi un modello di aspirapolvere che non crea problemi?Grazie

    Risposta
  • 6 maggio 2015 in 11:14
    Permalink

    buongiorno,
    pochi mesi dopo la posa di un parquet in noce americano prefinito accade che in corrispondenza dei nodi stuccati la vernice tenda a gonfiarsi e da trasparente diventare opaca.
    L’effetto estetico risulta naturalmente essere pregiudicato ed inoltre non so quanto durerà la verniciatura.
    La ditta e il posatore dicono che tale fenomeno è naturale…..
    La loro risposta però non mi convince.
    Non esiste una normativa a tale riguardo?
    Grazie!

    Risposta
  • 9 maggio 2015 in 12:45
    Permalink

    Ho acquistato un appartamento con un bel salone con parquet a lisca di pesce, non è tenuto male in superficie, ma ha un pò di spazio tra alcuni pezzi e scricchiola un pò troppo soprattutto in alcune zone. Cosa consigliate

    Risposta
  • 18 maggio 2015 in 17:34
    Permalink

    Buongiorno,
    Ho appena fatto mettere un parquet in bamboo, ma su questo rimangono impronte sia con scarpe che a piedi nudi talvolta difficili da togliere e comunque Davvero antiestetiche anche solo a causa di un solo passaggio.
    Mi è stata prospettata la soluzione di carteggiarlo per passare poi una mano di vernice.
    Mi era stato detto che il bamboo prefinito era stato trattato con 7 mani di vernice. Chiederei cortesemente se la carteggiatura toglie tutti questi strati e se il lavoro consigliatomi è l unic soluzione.
    Secondo voi il rimedio sarebbe togliere tutto e sostituirlo? Non mi va di pagare una posa come nuova se invece si cerca solo di rimediare il guaio fatto. Che cosa mi suggerite?
    Alessandro

    Risposta
  • 20 agosto 2015 in 12:21
    Permalink

    Buongiorno, nella mia nuova casa ho fatto posare un parquet prefinito di essenza rovere verniciato opaco acquistato online. La posa è flottante a click, senza l’uso di alcuna colla. Il posatore si è lamentato di quanto fossero “duri” gli incastri e, dando la colpa al pavimento, ha creato parecchie crepe nelle fessure tra una lista e l’altra e in alcuni casi sono rimaste delle fessure.
    Non so se il problema sia l’inesperienza del posatore o il pavimento danneggiato, ma ora mi preoccupano le conseguenze a lungo termine: in queste crepe temo possa infilarsi acqua o comunque umidità, che poi crei danni rilevanti. Lasciando perdere il fattore estetico (quando ci batte la luce risaltano queste irregolarità) cosa posso fare per evitare che la situazione peggiori nel tempo? Pesavo di stuccare ma poi lo stucco rimane ruvido e permeabile…certo non posso far riverniciare tutto!
    Il parquet è di quelli rustici, con molti nodi e con colore irregolare, esteticamente mi piace e potrebbe anche reggere delle stuccature visibili, mi ho paura che con della normale pasta di legno io non risolva il problema. Che posso fare?
    Grazie!
    Lella

    Risposta
  • 22 settembre 2015 in 15:41
    Permalink

    Buonasera volevo un consiglio per quanto riguarda il parquet..praticamente nella mia stanza ho delle porte ma poi mettendo il parquet e quindi si creerà spessore non riesco ad aprirle ?c’è un metodo per far si che le porte si aprino?

    Risposta
  • 25 settembre 2015 in 09:50
    Permalink

    Buongiorno, vorrei sapere se esiste un modo per eliminare le macchie create dall’urina del cane sul parquet. Purtroppo non mi sono accorta subito della pipì e quando l’ho rimossa ha lasciato una macchia come se avesse corroso il legno. Grazie per l’attenzione e per la disponibilità.
    Cordiali saluti

    Risposta
  • 28 ottobre 2015 in 10:43
    Permalink

    Buongiorno. Ho un parquet in teak del siam posato su piastrelle nel salone e altre due camere; dopo 23 anni ho fatto rilevigare il parquet e trattare con con una vernice oliuretanica. Risultato nel salone alcuni listelli sono in parte opachi e in parte lucidi nelle altre due camere no inoltre una decina di listelli di 5 x 25 scricchiolano perchè si stanno staccando. Cosa fare grazie

    Risposta
  • 28 ottobre 2015 in 19:45
    Permalink

    Salve
    ho installato un parquet prefinito in wengé in tutta la casa. Molto bello, rimane tuttavia troppo opaco rispetto alle aspettative. E’ possibile un trattamento per rendere la superficie sul satinato?
    Ho pensato di provare a passare una cera alla carnauba della saratoga (che sembrerebbe più lucidante di una cera d’api) e di lucidare con la lucidatrice.
    Fatto sta che la ceratura effettuata dal parquettista (usata non so quale cera) ha lasciato il parquet naturalmente opaco.
    Che suggerite? Cera o azzardare una varnice trasparente satinata? Ha senso questo prodotto su di un prefinito?

    Risposta
  • 17 novembre 2015 in 13:57
    Permalink

    Salve,vorrei fare una domanda: Per mettere parquet incollato sul pavimento già esistente ,che è in marmo veneziano devo passare prima con qualche prodotto isolante per non avere dei problemi ? Oppure basta la colla ecologica? Grazie mille

    Risposta
  • 17 novembre 2015 in 14:03
    Permalink

    Salve,vorrei fare una domanda: per mettere parquet incollato sul pavimento già esistente ,che è in marmo veneziano devo passare prima con qualche prodotto isolante per non avere dei problemi ? oppure basta la colla ecologica? Grazie mille

    Risposta
  • 20 novembre 2015 in 12:58
    Permalink

    Buongiorno. 15 giorni fa, mi è stato installato/incollato un parquet massello in rovere. Lo stesso dovrebbe essere lucidato lunedì prossimo, ma ho notato che in bagno (zona trattata con massetto + autolivellante) il parquet appare di colore grigio. Cosa mi suggerisce di fare? Grazie mille in anticipo

    Risposta
  • 8 febbraio 2016 in 18:44
    Permalink

    Buonasera,
    ho in casa parquet in Teak semilucido (da 10 anni). Ho sempre usato detergenti specifici, ma ultimamente ho usato alcune volte una scopa a vapore. Regolata al minimo è andato tutto bene, salvo che in un punto in cui mi è capitato di lasciare ferma la scopa per qualche minuto: è rimasta una macchia chiara, come se il lucido fossse stato “mangiato” ed il legno sbiadito. Posso rimediare in qualche modo?
    Grazie.
    Anna Maria

    Risposta
  • 20 marzo 2016 in 15:57
    Permalink

    una porzione di parquet sotto la finestra è macchiata e più scura del parquet della camera .come posso riportare questa parte allo stesso colore chiaro del parquet della stanza?

    Risposta
  • 10 aprile 2016 in 14:04
    Permalink

    Scusate, è normale che mi abbiano consegnato, listone giordano, 4 misure di lunghezza diversa, a totale discrezione della casa produttrice?
    Grazie.

    Risposta
  • 23 giugno 2016 in 11:07
    Permalink

    Buongiorno, le scrivo per chiederle un consiglio per un pavimento in iroko posato 20 anni fa che abbiamo fatto levigare e poi trattato con una vernice all’acqua,.
    Il risultato sembrava buono, ma sono affiorate moltissime macchie molto scure (vedi foto) che probabilmente erano già presenti, ma con cosi visibili.
    Cosa sono? e cosa si può fare per tirarle via?
    grazie mille!

    Risposta
  • 11 novembre 2016 in 10:36
    Permalink

    Buongiorno, ho fatto levigare e reincerare un pavimento in wengè predefinito.Il risultato è disastroso, pavimento opaco e con aloni. Ora il parquettista dice di voler ricarteggiare e rimettere un altro prodotto. Mi posso fidare? O sarà irrimediabilmente rovinato. Grazie!

    Risposta
  • 22 gennaio 2017 in 18:18
    Permalink

    Ho comprato nel 2008delle doghe di rovere francese massello dello spessore di 2 cm larghezza 18 cm e lunghezza 3 metri. Sono state incollate sul vecchio pavimento di piastrelle. Fino ad oggi abbiamo avuto nessun problema, ma da qualche giono sentiamo dei botti come se si spaccasse il legno ed in effetti notiamo che si sono formate delle crepe le quali stranamente non seguono affatto le venature. Il legno ha subito solo un’oliatura leggera schiarente e oltre a lavare con acqua ogni tanto, non facciamoe proprio non sappiamo cosa fare, ci può dare qualche consiglio? La casa con il pavimento in questione si trova in Olanda del sud e l’attuale è un inverno piuttosto rigido, ma in casa cerchiamo di non esagerare con i termosifoni.
    La ringrazio anticipatamente.

    Risposta
  • 15 febbraio 2017 in 12:00
    Permalink

    Buongiorno,
    ho un parquet prefinito in tek. Ho usato una scopa a vapore adatta all’utilizzo su parquet prefiniti a bassa temperatura come specificato nelle indicazioni di utilizzo e mi sono rimaste ovunque delle macchie bianche opache. Non ho utilizzato nessun detergente, solo acqua demineralizzata. E’ possibile fare qualcosa per rimuovere queste macchie? Aiutooooo! Ringrazio anticipatamente.

    Risposta
  • 26 febbraio 2017 in 00:42
    Permalink

    Ho fatto posare pqt rovere prefinito flottante nel mese di settembre u.s. – spessore 15mm. con relativo materassino sottostante, per un totale di m/2-35. Due camere da letto e disimpegno al primo piano, di un appartamento su due livelli. Massetto di anni 25.rivestito dall’origine da moquette. Che il palchettista si sia rivelato poco competente,lo si evince dal risultato del rivestimento del disimpegno.Non aveva creato un fondo adeguato alla posa per nemmeno 2m/q.Tolto quanto, ora il problema nasce sulla fornitura del Pqt. posato nelle camere.
    Sono progressivamente cominciate delle fessurazioni longitudinali nelle teste dove i listoni si uniscono.Ormai gli episodi si sono manifestati in 7/8 listoni. A sua volta la rottura in qualche listone è progressiva. Il fornitore mi ha girato una dichiarazione del fabbricante, dove la responsabilità di quanto sta avvenendo è dovuto ad una casa troppo secca (senza umidità). In prima istanza sembrava invece la conseguenza di una casa troppo umida. A mio modesto avviso la fornitura fà parte di un lotto che non ha avuto la giusta essicazione. Potrebbe essere anche considerata una eventuale responsabilità da parte del palchettista, vista la poca capacità professionale svolta nell’area del disimpegno? Ringraziando fin d’ora – porgo distinti saluti.

    Risposta
  • 7 maggio 2017 in 12:27
    Permalink

    Buongiorno, ho da poco comprato casa. Avrei bisogno di un consiglio. Sul parquet della sala i vecchi proprietari avevano un tappeto che si è letteralmente appiccicato al parquet (la gomma a rete che c’è sotto con la funzione di antiscivolo). C’ è un modo per toglierla senza rovinare il pavimento oltre ovviamente a farlo laminare e lucidare?
    Ringrazio e porgo cordiali saluti.
    Silvia

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *