La zona giorno

La zona giorno è il centro della casa e l’area maggiormente utilizzata. Può essere separata dal resto oppure unita all’ingresso e alla cucina; nel secondo caso assumerà le caratteristiche di un open space.
Gli arredi fondamentali da considerare per questa zona sono: mobile giorno, salotto, zona TV, pranzo.

Il salotto e la zona TV. Un salotto tutto a centro stanza, o ad angolo con uno dei lati a centro stanza sarà un salotto importante ed esteticamente gradevole. Cercare di dotare il salotto di un tavolino basso, di cortesia. Segnare la zona salotto con un tappeto, che può anche rimanere sotto i divani, abbastanza ampio.
Il salotto, per le nostre abitudini, sarà collegato alla zona TV, che ormai è diventata una zona importante e sempre più ampia per le dimensioni degli schermi in commercio. Se è possibile si prendano in considerazione schermi LCD o al plasma che, oltre al beneficio per la salute, hanno anche il pregio di essere poco ingombranti in spessore e alcuni modelli si possono fissare al muro come dei quadri.
Assieme alla TV si potrà pensare ad un sistema audio tipo home theatre: in questo caso si dovrà valutare bene lo spazio a disposizione in base al sistema audio scelto. La finitura del salotto potrà essere indipendente dal resto, anche con colorazioni particolari. La zona TV, a sua volta, sarà collegata al mobile giorno, oppure indipendente. Se inserita nel mobile giorno bisogna riservarle uno spazio significativo. Nel secondo caso ci sono in commercio mobili porta-TV poco ingombranti ed esteticamente gradevoli, oppure TV con incorporato il mobile.
Si tenga conto che questi angoli, arricchendosi via via di decoder e lettori vari, diventano pieni di fili che dovranno essere in qualche modo celati alla vista, o comunque parzialmente nascosti, quindi bisognerà pensare ad un mobile che possa contenerli egregiamente.
In prossimità della zona TV dovranno esserci almeno un punto luce, una uscita video e una uscita telefono/fibra ottica per i collegamenti dati. Inoltre, in prospettiva a breve-medio termine, si può ormai pensare la TV unita al PC e quindi a
Internet, con tutto quello che ne consegue in termini di spazio e fruibilità.

La zona pranzo. Il pranzo in genere è un po’ defilato rispetto al salotto, anche per non interferire con un angolo di relax così importante, e devono potere essere usati in contemporanea. Il pranzo è bene sia più al servizio della cucina, specialmente negli open space dove spesso la cucina non ha molti piani di appoggio.
Attorno al tavolo dovrà rimanere sufficiente spazio per muoversi e i passaggi non dovranno interferire con la zona salotto.
Il tavolo potrà riprendere la finitura del mobile giorno, ma potrà anche distaccarsene, ad esempio se si sceglie un tavolo in cristallo. Gli accostamenti tra mobile giorno minimal e tavoli in cristallo con base in legno sono particolarmente gradevoli. Nella zona giorno si prendano sempre in considerazioni gli elementi nel loro complesso, quindi gli arredi, ma anche gli accessori, le tende se ci saranno, e la finitura delle pareti.

Camini e stufe. A volte in questa zona c’è un caminetto o una stufa. Sono elementi importanti che creano un polo di attrazione. Possono essere a muro ma anche a centro stanza. Considerare che è necessaria una certa distanza dai mobili a seconda del modello scelto che potrà essere più o meno schermato.
Attenzione perché gli imbottiti classificati come ignifughi non è che non brucino, semplicemente bruciano molto lentamente evitando di dare fuoco subito a tutta la casa! Quindi vanno tenuti distanti dal calore e dal fuoco anche loro! Naturalmente non mettere un televisore sui ripiani superiori di un camino o al suo fianco.
Detto questo, l’angolo che si può creare attorno ad un camino o a una stufa è una delle zone più belle di una casa. Potrà essere moderno, come tradizionale, unito al salotto o separato a creare un luogo di relax supplementare.

Illuminazione. L’illuminazione del salotto e del pranzo potrà essere unitaria, ma anche differenziata. Ci sentiamo di consigliare due tipi di luce: una luce indiretta per la zona salotto e relax e una luce più classica, anche con lampadario, per il pranzo. In questo modo il salotto potrà essere usato indipendentemente con luce soffusa.

Consigli. Raccomandiamo subito di evitare, come già si è detto e se lo spazio lo consente, di sistemare tutti gli arredi sul perimetro, ma di cercare di creare delle aree funzionali. Immaginare dei percorsi in modo tale da evitare ingressi alle spalle del salotto e passaggi obbligati attraverso zone di relax.

Maggiori informazioni: www.tokonomaway.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *