Come bordare il legno

Bordare il legno
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Cos’è un bordo? Come bordare il legno? Innanzitutto è necessario saper che il bordo è la faccia più stretta di una tavola, quella che vi permette di vedere il tipo di legno “in taglio” e, quando è visibile, la più esposta. Vediamo quindi qualche consiglio utile su come bordare il legno.

E’ quindi necessario coprire il bordo per due ragioni: dissimulare la struttura del legno in particolare quella dei derivati come truciolato, compensato e listellare e per proteggerlo dagli urti. Questa funzione viene svolta con diversi procedimenti, quello che sicuramente risulta il più comodo è l’utilizzo di strisce di impiallacciatura che hanno lo stesso aspetto della superficie del legno. Queste strisce la cui larghezza varia per adattarsi allo spessore del legno si posano tramite termo incollatura: la colla con cui è rivestita la loro faccia di contatto con il legno, fonde sotto l’effetto del calore ed assicura l’adesione.

Al posto del bordo pre incollato si può ricoprire il “taglio” anche con bacchette di legno (molto utili quando si vogliono ottenere stondature) oppure con speciali bordi in gomma già arrotondati che si applicano praticando un taglio nel legno ed inserendovi l’apposita guaina. Applicare i bordi da se è molto vantaggioso in quanto è un’operazione che non necessita di attrezzature, ma solo di manodopera.

Posa del bordo pre incollato

Scegliete il bordo della larghezza, del materiale e dell’essenza adeguata al pannello su cui dovrà essere applicato. Srotolate la striscia appoggiando la parte pre incollata a contatto con il legno, tenetela con una mano e con l’altra passate il ferro da stiro regolato sulla posizione “lana” (fornirà il calore necessario alla fusione della colla) con un movimento lento senza mai soffermarvi troppo a lungo in uno stesso punto (non dimenticate che si tratta di un foglio di legno sottile e fragile che potrebbe bruciare).

Per precauzione, sistemate un foglio di cartone tra il ferro e la striscia; per i bordi arrotondati servitevi piuttosto di un arricciacapelli.

A questo punto la parte eccedente del bordo va rifilata con un cutter. Per lavorare con maggiore sicurezza, appoggiate la lama dell’attrezzo sulla faccia del pannello facendola scorrere lungo il profilo. In fase di finitura, levigate leggermente gli spigoli con la carta vetrata fine posta su un blocco per levigare.
Per bordare molti pannelli disponiamo anche di una macchina bordatrice portatile che cediamo a noleggio, nonché una serie di altri utensili utili alla lavorazione del legno.

Fonte: esXti – esperti – Axel group

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *