Come recintare il giardino

Recintare il giardinoChi possiede uno spazio esterno, almeno una volta, si sarà chiesto come recintare il giardino. Le recinzioni del giardino sono la forma più diffusa per delimitare i confini, perché offrono molti vantaggi rispetto ad altri sistemi di divisione dei terreni come quelli realizzati con muretti.

Nel breve periodo, le recinzioni possono risultare molto economiche dei muretti, ma nel lungo periodo hanno bisogno di manutenzioni e di sostituzioni che eliminano il risparmio iniziale.

E’ bene quindi valutare attentamente le nostre esigenze prima di decidere la delimitazione del giardino. Queste scelte devono essere orientate alla protezione di sguardi indiscreti, alla possibilità di bloccare l’ingresso ad animali o bambini oppure alla protezione di forti venti dominanti in aree particolarmente esposte.

Progettazione della recinzione del giardino e permessi

In genere la realizzazione di recinzioni è consentita, ma si devono controllare presso l’Ufficio Tecnico del Comune le eventuali norme in materia, come le altezze massime, le tipologie di materiali utilizzabili, le distanze dal confine di strade, marciapiedi, spazi pubblici ecc..

E’ opportuno discuterne con i vicini anche in considerazione dei permessi per poter lavorare durante l’installazione sui due lati del confine.

I paletti devono essere piantati lungo il confine con i correnti rivolti verso la nostra proprietà. Vediamo quali tipi di recinzioni potremo scegliere per il nostro giardino.

Recintare il giardino con la rete metallica

Recinzione del giardino con rete metallicaLe recinzioni in rete metallica sono quelle che vengono utilizzate per creare una forma di barriera puramente utilitaristica. Presso i centri di giardinaggio si possono trovare tipi di rete metalliche decorative per basse delimitazioni di confine.

Chi sceglie questo tipo di recinzione dovrà poi schermarle con piante rampicanti o siepi per nascondere il giardino dalla vista dell’esterno.

Sono realizzate con rete a maglia quadrata inclinata di 45° di robusto filo zincato o ricoperto di pvc, sospese con fili metallici tesi tra i paletti.

Recintare il giardino con il graticcio

Le recinzioni a graticcio sono realizzate da listelli incernierati di legno ancorate a paletti anch’essi in legno. Sono adatte particolarmente come sostegno delle piante rampicanti e arredano il giardino in modo molto piacevole, ma non sono molto resistenti e quindi vanno scelte per confini non troppo trafficati.

Recintare il giardino con un tavolato

Le recinzioni con tavolato sono costruite inchiodando tavole a bordi assottigliati sovrapposte ai correnti orizzontali.

Sono molte costose ma anche molto resistenti e formano schermi resistenti e piacevoli.

Recintare il giardino con pannelli prefabbricati

Per la facilità di costruzione le recinzioni realizzate con pannelli prefabbricati sono molto comuni. Di solito sono formati da tavole di larice intrecciate o sovrapposte, inserite in telai di legno grezzo.

Queste recinzioni garantiscono una buon resa dei costi ma durante l’estate si ritirano lasciando dei vuoti che non garantiscono l’intimità completa al nostro giardino. Le tavole possono essere rustiche quando il bordo non è rifilato.

Recintare il giardino con staccionate

Le basse staccionate sono delle recinzioni ancora molto diffuse nelle case di campagna. Vengono di solito installate sul fronte del confine dove non sono necessarie recinzioni alte. Sono realizzate da stecche verticali fissate ad interasse di 5 cm. Sono reperibili anche in pannelli prefabbricati per facilitare la posa.

Recintare il giardino con paletti correnti

Le recinzioni basse formate da semplici correnti orizzontali fissate a paletti corti e robusti sono l’equivalente moderno delle staccionate.

Spesso vengono verniciate in modo che il legno si mantenga in buone condizioni, anche se oggi si stanno diffondendo quelle in plastica che durano una vita.

Recintare il giardino con il calcestruzzo

Le recinzioni in calcestruzzo prefabbricato offrono la sicurezza e la durata dei muretti. Le sezioni orizzontali a incastro si mettono in opera l’una sopra l’altra sino all’altezza necessaria. I pannelli sono sostenuti da scanalature realizzate nei pilastri in calcestruzzo che fanno parte del sistema di montaggio.

Recintare il giardino con altri tipi di recinzioni

Ci sono tanti tipi di recinzioni, molte volte basta avere un pò di fantasia per realizzare una recinzione personalizzata.

Per esempio è possibile recintare il nostro giardino anche con tronchi di legno legati verticalmente, oppure con dei semplici paletti in calcestruzzo o in legno e una catena in metallo agganciata su ognuno di essi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *