Il controsoffitto o soffitto ribassato

Un esempio di controsoffitto con faretti

Il modo più semplice per abbassare un soffitto è quello di usare le lastre in cartongesso. Una controsoffittatura può essere necessaria in molti casi, come, ad esempio, quando si debbono nascondere imperfezioni del soffitto, o travetti poco estetici. Per realizzare un soffitto in cartongesso servono il martello, chiodi zincati a testa conica, un taglierino affilato, la spatola per stuccare e nastro di vetro per rinforzare le stuccature. Se la soffittatura è sotto a un solaio di legno, le lastre possono essere fissate direttamente alle travi purchè disposte a un interesse non superiore ai 50 centimetri. È sempre preferibile che le lastre siano applicate con i lati lunghi perpendicolari alle travi del solaio. Giunti sui lati minori vanno fatti in corrispondenza delle travi e tenuti sfalsati. Il fissaggio va fatto con chiodi o viti da legno: nel primo caso si usano chiodi lunghi circa 50 millimetri a testa leggermente conica, piantati a circa 10-15 centimetri uno dall’altro. I chiodi si piantano perpendicolarmente alla superficie del pannello, curando che le teste penetrino leggermente nel cartone, senza però tagliarlo. È un lavoro questo che richiede un aiutante, altrimenti bisogna predisporre un puntello a t per sostenere un lato del pannello, mentre si piantano i chiodi sul lato opposto. A lavoro finito, tutti i giunti vanno stuccati con l’apposito prodotto e rinforzati con nastro di vetro. Quando lo stucco è perfettamente asciutto bisogna passarlo con carta vetrata fine e poi si tinteggia. Se non esistono travi in legno a cui attaccarsi, bisogna utilizzare una intelaiatura di sostegno con listelli di legno fissati lungo il perimetro del locale e travetti posti a 45-50 centimetri uno dall’altro. I listelli a muro vanno fissati con tasselli.

19 pensieri riguardo “Il controsoffitto o soffitto ribassato

  • 15 dicembre 2008 in 20:32
    Permalink

    Salve, io dovrei montare nella mia abitazione un controsoffito, per isolare alcuni rumori, diciamo un controsoffitto antiacustico. Vorrei solo sapere qual è il miglior prezzo, o comunque quello assolutamente nella norma, per la mano d’opera al metro quadro. Cioè, quanto prenderebbe l’operaio per montare ogni metro quadro di controsoffitto. Infine vorrei sapere qual è il prezzo più alto possibile per il miglior materiale possibile, perfettamente antiacustico.
    Spero, di ricevere presto una risposta.

    Grazie tanto, Mauro.

    Risposta
  • 16 dicembre 2008 in 13:30
    Permalink

    Per l’isolamento acustico esistono:
    Prodotti Fonoassorbenti: sono porosi e molto leggeri che gazie alle loro caratteristiche assorbono le onde di rimbalzo ed impediscono la diffusione del rumore (rimbombo, eco o rumori particolarmente grossi). E’ possibile reperire questi prodotti in poliuterano espanso e in melammina espansa. Esistono elementi di ogni tipologia; da sospensione, rettangolari e cilindrici; prodotti strutturati con ganci o sagomatura a ‘T’ ed elementi da utilizzare come controsoffitto.
    Esistono inoltre anche prodotti realizzati in fibra di poliestere, anche con rivestimento in TNT utilizzati in particolare per intercapedine a controsoffitto o a parete.
    Tutti questi materiali affinchè funzionino correttamente devono essere a contatto diretto con il rumore; per questo devono essere posizionati a vista oppure sotto uno strato di materiale forato (per esempio gesso forato, soffitti grigliati).

    Prodotti Fonoisolanti: sono utilizzati per l’isolamento acustico in quanto bloccano la propagazione dell’onda sonora del rumore. Il materiale con cui vengono realizzati questi pannelli sono per esempio il piombo, l’EPDM, la gomma vulcanizzata perchè tutti hanno la caratteristica comune di un’elevata massa o densità; possono essere applicati da soli oppure in aggiunta ai materiali fonoassorbenti.

    Il costo al metro quadro penso si aggiri attorno ai 15 Euro.

    Un saluto,
    Claudio

    Risposta
  • 19 febbraio 2009 in 13:55
    Permalink

    Per effettuare un controsoffitto e soppalco non abitabile come deposito bisogna effettuare una dia oppure rientra in quei lavori di ordinaria amministrazione?

    Risposta
  • 19 febbraio 2009 in 18:47
    Permalink

    Non dovresti aver bisogno di presentare una Dia se utilizzato come contenitore non calpestabile.

    Risposta
  • 19 febbraio 2009 in 20:09
    Permalink

    ciao, la D.I.A riguarda:
    opere di manutenzione ordinaria e straordinaria, interventi di restauro e risanamento conservativo, interventi di ristrutturazione edilizia, pertanto, se intendi realizzare il lavoro dovrai aprire una D.I.A.
    saluti

    Risposta
  • 15 luglio 2009 in 22:55
    Permalink

    Come posso realizzare una mensola in cartongesso per inserire dei faretti non potensola fissare a delle pareti laterali ma solo su quella dietro.
    Grazie.

    Risposta
  • 9 agosto 2009 in 12:50
    Permalink

    Ho un grosso quesito da sottoporre. Stiamo ristrutturando a nuovo il nostro appartamento e l’impresa edile ha intonacato a nuovo i muri verticali tralasciando la parte del soffitto. Il soffitto presenta delle imperfezioni dovute alle opere murarie per il passaggio di impianti elettrici e incostrazioni per l’abbatimento dei vecchi muri. Mi viene consigliato di mettere il cartongesso per tutti i soffitti dell’appartamento (cucina e bagno compresi). E’ la migliore soluzione ??
    Grazie.

    Risposta
  • 18 settembre 2009 in 16:02
    Permalink

    Perchè NON rispondete ??
    By Walter

    Risposta
  • 18 settembre 2009 in 17:11
    Permalink

    Gentile Walter, non le abbiamo risposto perchè, non potendo visionare l’immobile non possiamo prospettarle la MIGLIORE soluzione, possiamo solo avallare la tesi del controsoffitto.
    saluti

    Risposta
  • 19 settembre 2009 in 12:48
    Permalink

    Ho optato infatti per il controsoffitto, la Vostra risposta mi rasserena ulteriormente per la scelta fatta. Grazie e complimenti per il sito.
    By Walter.

    Risposta
  • 7 ottobre 2009 in 11:16
    Permalink

    Buongiorno,

    Vorrei realizzare un controsoffitto nell’ingresso in modo da occultare alla vista una tubazione del gas che corre lungo il soffitto. Nel controsoffitto verranno inseriti dei faretti.
    So che per legge devo inguainare il tubo del gas con materiale autoestinguente.
    Posso avere maggiori dettagli sulla tipologia dell’intervento?
    Una volta inguainato il tubo è in ogni caso necessario creare un’apertura di ventilazione nel controsoffitto e/o una botola di ispezione?
    Grazie.

    Risposta
  • 18 novembre 2009 in 14:41
    Permalink

    Salve,

    abbiamo una casa con travi in legno uso fiume a soffitto. Vorrei “riempire” lo spazio libero (circa 10 cm.) tra la trave ed il soffitto. Come posso procedere? Con dello strucco? Con del cartongesso? O cos’altro?

    grazie

    Risposta
  • 7 dicembre 2009 in 23:55
    Permalink

    Ciao! Che cosa è migliore soluzione per isolare camera da letto da rumori e botte che vengono da sopra ? esiste una soluzione economico che puo risolvere il mio problema?Potrebbe aiutare mettere Controsoffitti in fibra minerale? Grazie!

    Risposta
  • 7 gennaio 2010 in 03:02
    Permalink

    Poichè ho avuto l’incarico di insonorizzare una villetta, desidero sapere quali materiali adoperare ed i relativi costi.

    Risposta
  • 15 agosto 2010 in 22:27
    Permalink

    Ciao, il nostro soffitto è un po alto e voglio abbassarlo tra altre ragioni per ridurre il consumo dei caloriferi. Si possono utilizzare pannelli di polistirolo incollati al soffitto?, in questo caso ci sono dei particolari da considerare? in caso affermativo, quale è l’incollante più idoneo? Grazie.

    Risposta
  • 1 dicembre 2010 in 22:56
    Permalink

    Salve, vorrei abbassare il soffitto del salotto di circa 30/40 cm, la stanza è molto grande, circa 50 mq (5×10 mt).
    Potete dirmi cosa occorre e come poter fare il lavoro?
    Grazie

    Risposta
  • 26 marzo 2011 in 19:36
    Permalink

    come posso abbassare un soffitto di 6 mt con un classico controsoffitto in cartongesso?

    Risposta
  • 30 gennaio 2012 in 18:46
    Permalink

    gent.mi tutti.. ho un locale di 10 x 10 metri completamente open (senza colonne) e di altezza 6 metri. ho il problema del riscaldamento e avevo pensato di abbassare il soffitto utilizzando polistirolo o simili ma mi hanno detto tutti che bisogna effettuare la “tendinatura” dal soffitto originale perchè non esiste un modo alternativo
    cosa mi consigliate per evitare di spendere tanto..?

    grazie!

    Risposta
  • 10 marzo 2012 in 18:14
    Permalink

    E’ possibile abbassare il soffitto utilizzando delle sospensioni elastiche ancorate al soffitto originale, utilizzando dei pannelli fonoassorbenti nell’intercapedine.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *