Verniciare il pavimento

È un fai da te impegnativo, è vero, ma i lavori che impegnano di più sono anche quelli che danno alla fine le maggiori soddisfazioni. Mettersi a verniciare i pavimenti di casa è un’impresa che può presentare non poche incognite tuttavia, sapere come si fa, può essere utile. Utile soprattutto quando si ha una casa in campagna, la voglia di cimentarsi in qualche lavoro manuale, l’impossibilità di far intervenire l’esperto di turno (come sempre introvabile) e magari c’è tutta la famiglia disposta a dare una mano. Dunque, sapere come si fa, non guasta mai.

Il pavimento in legno. Se il pavimento è in legno, renderlo impermeabile alle macchie e allo sporco porta non pochi vantaggi. La vernice vetrificante può essere lucida oppure opaca ed è quella più conveniente per questo tipo di pavimento. Una volta essiccata indurisce molto e resiste notevolmente all’usura. Certo non è fatta per camminarci sopra con le scarpe da golf, ma si può star certi che scalpiccio e lavaggi ripetuti non la scalfiranno per un bel po’ di tempo. Se il pavimento è nuovo, prima di verniciarlo, basta togliere la polvere con uno straccio inumidito e poi lasciare asciugare molto bene per non imprigionare umidità sotto la vernice. Se il pavimento è incerato, è necessario lavarlo accuratamente con acqua e detersivo, magari sfregando con una spazzola dura. Dopo che è stato ben sciacquato lo si lascia asciugare perfettamente. Quando il pavimento è in cattivo stato, cioè ci sono tavolette che si staccano, scalfiture profonde o macchie indelebili, è d’obbligo l’intervento di un parquettista che sistemi le pecche e levighi il pavimento. Prima di mettersi a trattare il pavimento che si è deciso di verniciare, bisogna naturalmente sgomberare il locale da tutti i mobili. Il locale resterà inagibile per due o, meglio ancora, per tre giorni. La vernice poliuretanica (la vetrificante) si applica in due o tre mani e va diluita come e quanto è indicato sulla confezione. Il pennello da usare è un ovalino dalle setole dure, piuttosto largo e, naturalmente, perfettamente pulito. Per evitare che nell’ambiente dove si lavora rimangano vapori fastidiosi, bisogna che il locale sia adeguatamente arieggiato.

Per facilitare le cose è preferibile ripiegare sulle vernici poliuretaniche monocomponenti che non creano problemi di dosaggio e miscelazione. Il risultato è identico a quello che si ottiene con i prodotti a due componenti che richiedono invece un’accurata preparazione e una corretta miscelazione. La verniciatura dovrebbe seguire la direzione della venatura del legno, in larghe fasce che vanno da una parete all’altra. Non bisogna interrompere il lavoro prima di aver terminato la mano in corso e bisogna lasciare essiccare la vernice prima di applicare quella successiva: fra una mano e l’altra il pavimento va leggermente levigato asportando le poche scorie con l’aspirapolvere. Dopo la passata finale si aspettano i due o tre giorni indispensabili e poi il locale ridiventa abitabile e il pavimento lavabile con acqua e detersivo, senza paura di infiltrazioni.

Il pavimento in cotto. Il pavimento in cotto ha un suo fascino particolare specialmente se è quello delle vecchie case rustiche, magari un po’ logoro e consunto. Un fascino che si paga con una manutenzione piuttosto faticosa. Ma il vecchio pavimento in cotto si può verniciare: lo si può fare con le stesse vernici poliuretaniche indicate per i pavimenti in legno, ma utilizzando il tipo opaco per non alterare il normale aspetto del cotto. La vernice va stesa con un pennello duro: le mani giuste sono tre, la prima più diluita, le altre due sempre meno.

Il pavimento in cemento. È spesso quello del box o dello scantinato: è un pavimento polveroso che può cambiare faccia se trattato con gli appositi smalti poliuretanici monocomponenti. Si trovano in commercio in molti colori e vengono anche definiti rivestimenti ceramici. Perchè il lavoro, una volta ultimato, risulti come si deve, il pavimento deve essere ben asciutto e, naturalmente, sgrassato e pulito. Lo smalto va passato con una pennellessa oppure con un rullo a pelo lungo: occorrono tre mani, la prima allungata con la stessa quantità di diluente, la seconda con metà diluente, l’ultima con il trenta per cento di diluente rispetto alla quantità di vernice.

Ceramica. Capita soprattutto nelle vecchie case di campagna, nella casa di famiglia, quelle costruite dai padri e magari dai nonni tanti anni fa: le piastrelle della cucina sono un po’ consunte e gli apparecchi sanitari sarebbero da sostituire. Se si vogliono evitare spese e disagi si può fare da sè con ottimi risultati, dando una buona rinfrescata a piastrelle e sanitari con una speciale pittura che li fa diventare come nuovi. Sono smalti speciali che aderiscono perfettamente alle superfici ceramiche e non solo a quelle: infatti vanno benissimo anche per pitturare il laminato plastico. Questi smalti sono per lo più a due componenti (un prodotto di base e un cosiddetto indurente) che miscelati secondo le regole riportate sulla confezione producono alla fine uno strato duro e liscio che è ben difficile scalfire. Basta una mano per ottenere un ottimo risultato perchè il prodotto è denso e ben coprente. I due componenti, che uniti danno questo smalto, vengono venduti in dosi giuste per essere mescolate fra loro ed è quindi impossibile commettere degli sbagli. Però, attenzione: una volta miscelati i due ingredienti, il prodotto va usato prima che cominci a indurire, cioè non oltre i quaranta, cinquanta minuti successivi. Naturalmente gli elementi verniciati non si potranno utilizzare per qualche giorno: per essere sicuri, dovrebbero passare tre giorni interi.

Accorgimenti

  1. Prima di iniziare a verniciare bisogna togliere le eventuali incrostazioni passando la superficie con carta abrasiva.
  2. Esiste in commercio uno stucco speciale, che indurisce molto in fretta, da usare se ci sono crepe o scalfiture. Le stuccature, dopo qualche ora, si passano con carta abrasiva a grana media.
  3. È buona norma prima di verniciare, pulire la superficie con detersivo abrasivo da sciacquare via con molta acqua. Lasciare asciugare bene.
  4. Prima di verniciare gli apparecchi igienici bisogna chiudere accuratamente i fori di scarico dell’acqua.
  5. Per evitare di andare con lo smalto sulle parti metalliche, conviene ricorrere al solito nastro adesivo crespato, da staccare con cautela un paio d’ore dopo aver finito il lavoro.
  6. Solo quando tutto è pronto si inizia a miscelare gli ingredienti.
  7. Il pennello adatto è di tipo piatto, largo 5-6 centimetri, in setole dure.
  8. Si procede dall’alto verso il basso incrociando le pennellate.
  9. Attenzone alla povere È nemica delle verinci per ameno otto ore dopo averpitturato evitare di far polvere.
  10. Se, indurito lo smalto, ci fosse qualche imperfezione (o qualche pelo di pennello incorporato nella pittura), bisogna levigare con carta abrasiva media, spolverare e poi ricoprire le parti opache con la vernice cristallizzante indicata per il parquet.
  11. Per la pulizia si usano soltanto detersivi liquidi.
  12. Piastrelle. Dopo aver steso lo smalto attendere circa mezz’ora e passare la superficie con un rullo di lana a pelo rasato che va fatto scorrere nel senso verticale della parete: in questo modo la verniciatura risulta perfetta. Una raccomandazione che non guasta ripetere: prima di interrompere il lavoro bisogna terminare un’intera parete, o comunque è indispensabile finire il pezzo che va da spigolo a spigolo.

148 pensieri riguardo “Verniciare il pavimento

  • 14 luglio 2008 in 17:30
    Permalink

    Ho un problema riguardante la verniciatura del pavimento a piastrelle del mio bagno con vernice bicomponente.
    Nel tempo il pavimento comincia a sfaldare in piu’ punti, si stacca una pelicola plastica. Tirando potrei ‘spellare’ l’intero pavimento. Ho commesso l’errore di non cartavetrare le mattonelle prima di stendere il bicomponente! Come posso rimediare? Esiste una vernice da passare sul bicomponente che possa fare da fondo ad una nuova stesura di bicomponente, o qualche altra vernice vetrificanteda passare sopra il mio pavimento spellato per evitare che si spelli ulteriormente?
    grazie anticipatemente per la rispsota:)
    lucia

    Risposta
  • 14 luglio 2008 in 18:29
    Permalink

    Se il bicomponente (come tutte le vernici) non è aggrappato bene ad una prima stesura, non aggrapperà più. L’unica soluzione è eliminare le parti che si sfaldano e riverniciare da capo. Mi dispiace ma non ho notizie migliori da darti, anzi, più continui a stendere vernici sulla parte che si sfalda e peggio è, quindi non ti resta che ‘armarti di pazienza’ e rifare da capo.
    saluti.

    Risposta
  • 18 luglio 2008 in 22:54
    Permalink

    Nel nostro negozio di arredamento abbiamo un pavimento in cotto a mattoncini attualmente coperto da parquet ma che dobbiamo togliere perchè si è rovinato. Ho pensato di verniciare il cotto di colore bianco; quale potrebbe essere il risultato finale come resistenza ed anche estetico. Eventalmete che tipo di vernice mi consiglia ? Grazie dell’informazioni.

    Risposta
  • 21 luglio 2008 in 10:00
    Permalink

    Il risultato è molto bello, moderno e di design, ideale per il tuo negozio di arredamento, è essenziale che tu ripulisca perfettamente il cotto ritrattandolo a nuovo perchè anche una piccola quantità di resina/colla pre-esistente impedirebbe il passo successivo: in genere per verniciare il cotto di bianco, viene usata la calce, quella buona, e poi la cera microcristallina che lo rende un po’ più resistente. Per la pulizia raccomandiamo detergenti neutri non aggressivi.
    buon lavoro

    Risposta
  • 21 luglio 2008 in 11:26
    Permalink

    Ciao Luciano.

    L’ambiente del tuo negozio di arredamento è moderno o rustico? Nel senso che potrebbe anche essere un’idea lasciare il cotto del suo colore naturale (riportato a nuovo con opportuni detergenti); secondo il mio punto di vista infatti il cotto (specialmente se è datato) è molto bello al naturale.
    Se nel locale ci sono anche archi a mattoncini oppure foffitti con mezzane e travi a vista il cotto in terra è il fiore all’occhiello…
    Anche in questo caso nessuno ti impedirebbe di studiare un arredamento moderno che creerebbe un contrasto ambiente rustico-arredamento moderno di grande impatto visivo.
    Ma chiaramente qui si va sui gusti personali, volevo solo metterti in luce questa possibilità, secondo me molto valida… 😉

    A presto,
    Claudio

    Risposta
  • 22 luglio 2008 in 18:37
    Permalink

    Nel mio negozio di arredamento (150mq) ho un pavimento in ceramica.
    E’ possibile verniciarlo in colore bianco o colori scuri?
    La resistenza al trascinamento dei mobili?
    Che tipo di vernice mi consiglia?

    Risposta
  • 22 luglio 2008 in 18:38
    Permalink

    Nel mio negozio di arredamento (150mq) ho un pavimento in ceramica.
    E’ possibile verniciarlo in colore bianco o colori scuri?
    La resistenza al trascinamento dei mobili?
    Che tipo di vernice mi consiglia?
    Grazie dell’informazione

    Risposta
  • 23 luglio 2008 in 10:49
    Permalink

    Ciao Paolo,le piastrelle, come avrai letto sul nostro blog, si possono verniciare e il colore sarà resistente alla pulizia giornaliera, ma il trascinamento continuo di mobili potrebbe essere un problema nonostante lo smalto risulti uniforme e ben resistente, comunque, per effettuare una buona verniciatura dovrai prima sgrassare le piastrelle con del solvente nitro, poi grattare lo smalto con la carta vetrata e pulire attentamente il tutto. Verniciare con smalto bicomponente. (ricordati di aprire la confezione dello smalto e miscelarlo solo al momento dell’utilizzo perchè altrimenti indurisce e non potrai più usarlo). Se il tuo pavimento attuale è montato con le fughe fai attenzione a non dipingerle perchè il risultato visivo sarà diverso, eventualmente potrai usare lo stucco.
    saluti.
    Elettra

    Risposta
  • 29 luglio 2008 in 16:31
    Permalink

    Abito da 18 anni in una villetta di due piani. Quando fu costruita per le terrazze, ballatoi dei balconi e scala d’ingresso ci consigliarono di utilizzare il cotto Impruneta. Purtroppo col passare degli anni il pavimento comincia a sfaldarsi, nonostante parecchi interventi di pulitura e prodotti antirepellenti, ho grossi problemi, quali infiltrazioni di acqua nei locali sottostanti, screpolatura della mattonelle di cotto, formazione di muffa in certi punti.
    Vorrei tassativamente evitare di smantellarlo tutto pre sostituirlo con altra pavimentazione (sono circa 200 mq).
    Come potrei evitare lo smantellamento? La resina o un’eventuale verniciatura speciale sarebbe possibile?
    Grazie per l’eventuale Vs. consiglio.
    Cordiali saluti. f.sco

    Risposta
  • 29 luglio 2008 in 18:17
    Permalink

    dovresti prima dare una mano di biocida che uccide licheni, muffe ect…poi lavare bene il cotto con acqua e poi una mano di consolidante, solo a questo punto potrai ripassare con una mano di protettivo. In questo modo la situazione si stabilizzerà.
    saluti.

    Risposta
  • 22 agosto 2008 in 12:18
    Permalink

    Salve,

    Devo riverniciare un pavimento di mattonelle in ceramica. Posso verniciare col bicomponente anche le vie di fuga o l’effetto finito è antiestetico?

    Sè è antiestetico come devo fare per le vie di fuga?

    Prima di verniciare le piastrelle devo trattare le vie di fuga con un prodotto speciale ? Come è la procedura?

    Saluti

    Risposta
  • 22 agosto 2008 in 15:27
    Permalink

    Salve,
    sto risistemando la cucina di una appartamento con pavimenti in cotto e travi e travicelli al soffitto. Il fatto è che al muro della cucina ci sono delle orribili mattonelle bianche. Poichè la cucina che ho scelto è di desing (cucine Ferretti, modello traccia bianco) e che i componenti sono di acciaio, vorrei dipingere le mattonelle color argento.
    é possibile?Le mattonelle sono a parete, restano sopra il piano di appoggio, quindi mi chiedevo se è possibile dipingere le mattonelle in verticale e se il color argento rende bene.
    Grazie

    Risposta
  • 22 agosto 2008 in 16:41
    Permalink

    Salve Teresa, innanzitutto complimenti per la scelta della cucina. Sono andato a visitare il sito uficiale delle cucine Ferretti ed il modello traccia laccato bianco è davvero molto bello; inoltre in un ambiente rustico un arredamento moderno per me è il massimo!
    Ma veniamo a noi… Visto che hai acquistato una cucina così bella io non azzarderei a tingere le mattonelle (brutte a quanto mi dici) pre-esistenti; toglierle richiede un’oretta di lavoro e una volta tolte puoi sceglierne un altro tipo. Io, per esempio, ci vedrei bene un rivestimento con tinta a cera magari di colore bianco oppure grigio; il costo è i circa 50 Euro al metro quadro.
    Se non vuoi togliere le vecchie mattonelle ma vuoi semplicemente ritingerle ti avverto che non è una cosa sicura riuscita. Innanzi tutto la riuscita dipende dal tipo di mattonelle; alcune tengono meglio il colore, altre, quelle lucide, lo trattengono meno. Inoltre è importante anche scegliere la tecnica di pittura adatta; nel caso della verniciatura a spruzzo il colore viene più omogeneo ma si rischia di creare delle gocce di colore che colano, nel caso della classica verniciatura col pennello rimangono chiaramente le pennellate che possono piacere o meno.
    Per quanto riguarda il colore secondo me un argento ci starebbe molto bene; a seguire il bianco.
    Un saluto e faci sapere che soluzione hai adottato!
    Claudio

    Risposta
  • 22 agosto 2008 in 16:56
    Permalink

    Ciao Hendry,
    obiettivamente verniciare mattonelle e fughe di un colore omogeneo può risultare poco piacevole come impatto visivo. Ti consiglierei di verniciare le mattonelle e non le fughe magari applicando dello stucco su di esse.
    Puoi sgrassare le mattonelle con del solvente nitro e verniciarle con uno smalto bicomponente.
    Ti consiglio in ogni modo di chiedere maggiori informazioni neltuo negozio di ferramenta di fiducia in quanto ci sono varie soluzioni dipendenti dal tipo di mattonelle e dal tipo di fughe.
    Un saluto e buon lavoro,
    Claudio

    Risposta
  • 3 settembre 2008 in 10:50
    Permalink

    Buongiorno!
    Sto ristrutturando una piccola terrazza di una caffetteria.
    Il suolo è di mattoncini in pietra, molto porosi, per cui qualunque cosa cada lascia antiestetiche macchie.
    Pensavo di dipingerlo con una vernice che lo renda impermeabile, però non so che tipo di prodotto risulterebbe adatto. Il dubbio riguarda anche il fatto che la terrazza si trova in prossimità di una spiaggia in una località ventosa, per cui anche scegliendo un giorno senza molto vento il pavimento è sempre esposto alla polvere/sabbia.
    E’ possibile realizzare questo tipo di intervento?

    Risposta
  • 3 settembre 2008 in 11:34
    Permalink

    Devi usare una calce apposita che si chiama “grassello”, lo stendi con la spatola finchè non viene liscio, aggrapperà bene e verrà fuori una specie di incausto (hai presente le pareti lavabili che si usano nei bagni?)pertanto polvere e solventi scivoleranno sopra e potrai lavare tranquillamente il pavimento.
    saluti e buon lavoro.
    Elettra

    Risposta
  • 8 ottobre 2008 in 00:48
    Permalink

    Buongiorno ,
    chiederei che tipo di prodotto usare per la pulizia quotidiana dei pavimenti in ceramica con fuga , per evitare il danneggiamento della fuga stessa : ad esempio una fuga in origine scura se trattata con detergente aggressivo può schiarirsi e quindi perdere il suo colore originale ?
    Grazie per la risposta.
    Paola

    Risposta
  • 8 ottobre 2008 in 11:21
    Permalink

    Ciao Paola, in genere le fughe se sono già scure non si scuriscono più di tanto, semmai è vero il contrario perchè detergenti troppo aggressivi possono “mangiare” il protettivo e creare un alone chiaro sulla fuga. ti consiglio l’utilizzo di prodotti neutri,li trovi in qualsiasi mesticheria o negozio che vende prodotti per la casa.
    ciao.

    Risposta
  • 8 ottobre 2008 in 14:02
    Permalink

    Grazie per la risposta.
    Un’ultima cosa : dopo la pulizia del pavimento con il prodotto neutro , se saltuariamente uso anche la vaporella a vapore , la fuga può essere danneggiata e quindi assumere un alone chiaro ?
    Ringraziando per la risposta invio cordiali saluti.
    Paola

    Risposta
  • 8 ottobre 2008 in 15:09
    Permalink

    Vai tranquilla, il vapore non rovinerà niente.
    saluti

    Risposta
  • 10 ottobre 2008 in 13:09
    Permalink

    Gentile esperto/a ,
    ho in casa un parquet molto rovinato con una zona cucina -di circa metri 2×3 – in ardesia (ancora più rovinata).

    Vorrei pitturare l’ardesia in modo che non si vedano più le numerose chiazze che danno un fastidioso senso di sporco (l’ardesia è liscia ma evidentemente non impermeabilizzata).Come colore pensavo Terra di Siena/cotto. Ma se occorresse, il colore passerebbe in secondo piano.

    Leggendo le varie risposte mi è venuto in mente che potrei dipingere anche il parquet – possibile?

    Che suggerimenti puoi darmi circa i due problemi – ardesia e parquet?

    Rigrazio sentitamente

    R. reghelin

    Risposta
  • 10 ottobre 2008 in 14:52
    Permalink

    Ciao Rita.
    Io distinguerei l’ardesia dal parquet…
    Per l’ardesia (pietra color canna di fucile, grigio scuro) esistono dei prodotti appositi che smacchiano. Anche io ho dei piani in ardesia (nel mio caso a spacco, non liscia) e li ho trattati con 3 prodotti differenti:
    – Il primo che pulisce la pietra, da dare con un’apposita spugna rossa (tipi quella che si usa per rigovernare i piatti)
    – Il secondo che dona un colore intenso e brillante alla pietra.
    – Il terzo che crea uno strato protettivo rendendo la pietra impermiabile.
    Agendo in questo modo la tua pietra dovrebbe tornare come nuova. I prodotti li ho acquistati alla ditta Geal in provincia di Pistoia; se vuoi puoi chiamarli oppure cercare i prodotti in un negozio più vicino a te (non so di dove sei).

    Per quanto riguarda il parquet dipende molto dal tipo di trattamente pre-esistente. Verniciare il parquet lo ritengo una cosa sensata solo se il parquet era già precedentemente verniciato. Se è invece trattato ad olio o ad acqua o in ogni modo con prodotti naturali io non lo vernicerei…
    Semplicemente io lo levigherei con opportuni macchinari (magari contatta un parquettista) togliendo lo strato in superfice di un millimetro di legno nobile e riportare così tutto il parquet come nuovo.
    Di solito i parquet durano decine di anni proprio per questo, possono essere levigati e riportati come nuovi… I tipi di parquet poi si dividono tra prefiniti (di solito almeno 5 mm di legno nobile) e legno massello (tutto legno nobile, di solito minimo 1 centimetro).
    Non so che tipo di parquet hai montato in casa…

    PS. Se vuoi inserisci un commento sul nostro Forum, esperti sapranno darti tutte le delucidazioni al riguardo.

    Un saluto,
    Claudio

    Risposta
  • 20 ottobre 2008 in 14:25
    Permalink

    Salve, gradirei un consiglio.
    I pavimenti e i rivestimenti dei bagni e le piastrelle della cucina sono in cattive condizioni, per cui avrei pensato di verniciarle con lo smalto. Sono piastrelle lucide dai colori chiari. Gradirei un consiglio sulla riuscita finale e sulla eventuale qualità di smalto da utilizzare.
    Ringrazio per l’attenzione, Rosaria.

    Risposta
  • 20 ottobre 2008 in 17:49
    Permalink

    Ciao Rosaria, per effettuare una buona verniciatura dovrai prima sgrassare le piastrelle con del solvente nitro, poi grattare lo smalto con la carta vetrata e pulire attentamente il tutto. Una volta fatto questo procedimento di preparazione della superficie potrai verniciare con smalto bicomponente…per la scelta del colore dovrai optare per tinte decise e coprenti.
    saluti

    Risposta
  • 17 novembre 2008 in 10:14
    Permalink

    Salve avrei bisogno di un cosiglio,
    sto arredando casa ma in salotto e nelle stanze da letto non ho cambiato il pavimento perchè buono solo che il pavimento attuale è in cotto(marrone scuro) ed io vorrei arredarlo con il moderno. potresti darmi alcune idee? potresti consigliarmi i mobili moderni più adatti.
    grazie

    Risposta
  • 1 dicembre 2008 in 12:25
    Permalink

    Salve, abbiamo acquistato una cucina rovere scuro. bianca e acciaio. Purtroppo non ci piacciono le vecchie piastrelle in gress porcellanato con decori floreali. Abbiamo letto che si possono vernicciare con ottimi risultati, come ci consigliate di operare? Si possono utilizzare più colori per creare movimento cromatico? Attendo con urgenza vostra risposta (la cucina arriva venerdi 5/12)porgo cordiali saluti e ringrazio
    Pina

    Risposta
  • 2 dicembre 2008 in 00:10
    Permalink

    Ciao Pina, è consigliabile utilizzare un aggrappante sulla superficie soprattutto se liscia;dopo di che puoi usare della vernice a smalto del colore che preferisci, troverai vari colori miscelabili in modo da creare la fantasia o tonalità che più ti piace.considera un giorno per far asciugare l’aggrappante poi stendi lo smalto al tatto dovrebbe asciugare in 3-4 ore se vedi che non basta per coprire una sola mano stendi una seconda mano e aspetta ancora un giorno prima di qualunque contatto.ciao Pina

    Risposta
  • 5 gennaio 2009 in 12:22
    Permalink

    Vorrei verniciare le piastrelle della mia cucina. I mobili sono bianchi laccati lucido e alcuni wengè. Altezza piastrelle 1.95, mentre la stanza misura 4.80 di lunghezza per 2.80 di larghezza; la parete attrezzata si trova sulla lungh.4.80 per intero. Preferisco i colori caldi (arancio, giallo ecc..), per cerare un bel effetto come devo verniciare le piastrelle e il muro sopra di esse? Sopratutto che vernici usare? Inizio lavori a breve.
    GRAZIE

    Risposta
  • 12 gennaio 2009 in 23:25
    Permalink

    Avrei bisogno urgentemente di un consiglio.
    In vista di un trasloco abbiamo provveduto a ripulire un alloggio che ha circa 27 anni.
    In bagno il pavimento era pesantemente incrostato per cui siamo stati costretti a ricorrere ad una polvere disincrostante per togliere il calcare e lo sporco resistente. Ha funzionato perfettamente sui sanitari e nei punti più ‘difficili’ del pavimento.
    Ahimè pero’ a lavoro terminato abbiamo notato sul pavimento stesso numerose macchie di varie dimensioni biancastre, potrei paragonarlo ad un ‘effetto candeggina’, non so se mi spiego… Provando a passare una spugna leggermente abrasiva le macchie si sono leggermente attenuate lasciando però un risultato ancora peggiore, un pavimento ad ondate biancastre e ad ondate verdine.
    In aggiunta a cio’, il pavimento ha perso completamente il suo lucido. E’ rimasto molto opaco e spento.
    Quando è bagnato sebbene non sia bellissimo ma almeno è leggermente più uniforme e lucido. Da asciutto torna il disastro più totale.
    Cosa possiamo fare? Esistono prodotti che possano aiutarci a riportarlo ad uno stato quanto meno di decenza? Se si’ potete consigliarmeli?
    Grazie, Clara.

    Risposta
  • 13 gennaio 2009 in 19:15
    Permalink

    ciao Clara, probabilmente con il prodotto acido che hai usato hai intaccato il lucido della mattonella che deduciamo sia ceramica, ma non possiamo consigliarti un intervento sicuramente risolutivo senza vedere le macchie che si sono formate, ad ogni modo, l’unica soluzione per ritornare ad una situazione almeno decente è quella di grattare tutto il pavimento con la spugna abrasiva e dopo passare una mano di “protettivo per pavimentio” che troverai in qualunque mesticheria o nei centri che rivendono prodotti per la casa. Otterrai così un effetto lucido tipo cera e più omogeneo, può darsi che in alcune zone tu abbia grattato più che in altre, potrai notare il dislivello in controluce, in quei casi, una volta che il protettivo è asciugato, dai una seconda mano nei punti in cui serve. Buon lavoro.

    Risposta
  • 14 gennaio 2009 in 03:51
    Permalink

    Avrei bisogno urgentemente di un consiglio.
    Vorrei acquistare una cucina moderna di colore rosso e vorrei sapere se va bene il pavimento in cotto lucido oppure lo devo cambiare?
    Grazie,
    Nello

    Risposta
  • 14 gennaio 2009 in 12:42
    Permalink

    Ciao Nello, non vige una regola per cui il cotto non possa essere accostato ad una cucina moderna, nel senso che se la cucina ed il pavimento incontrano i tuoi gusti personali non c’è alcun tipo di problema, posso solo darti un consiglio che però è soggettivo. Il pavimento in cotto è universale e si presta a svariate combinazioni di accostamento con arredi moderni, classici, rustici….la perplessità in questo caso è il colore della cucina. Il colore rosso è molto impegnativo, dipende poi dalla quantità di colore, ovvero, se la cucina ha inserti rossi non vedo particolari problemi, se invece la cucina ha le ante tutte rosse, magari lucide/laccate, credo che l’accostamento sia abbastanza rischioso. Una cucina rossa si presta a bellissimi accostamenti con un pavimento in legno, chiaro o scuro, con una monocottura, con un gres, ma con un cotto che è color arancio rischia di risultare eccessiva. Questo è solamente un parere, ti consiglio però di farti dare un campione della tua cucina e provare ad accostarlo al terreno oppure richiedi all’arredatore del negozio dove stai comprando la cucina di realizzarti un rendering ovvero un disegno tridimensionale dove potrai visualizzare come verrà la tua stanza.

    Risposta
  • 29 gennaio 2009 in 09:37
    Permalink

    Ho delle porte in laminato che vorrei verniciare come posso fare e che materiale posso usare?
    Grazie,
    Maria.

    Risposta
  • 29 gennaio 2009 in 18:16
    Permalink

    Ciao Maria, in genere si usano vernici a base poliuretanica, rivolgendoti ad un negozio fai da te troverai i prodotti più adatti anche perchè il colore che scegli è di fondamentale importanza per ottenere un effetto più o meno coprente.
    saluti

    Risposta
  • 5 febbraio 2009 in 11:12
    Permalink

    Avrei la necessità di rivestire pavimento e pareti di un bagno piastrellato con mosaico a tasselli circolari. Ho letto che ci sono prodotti adatti e vorrei sapere quali sono, come si applicano e se è necessario stuccare prima di applicarli per ottenere un risultato liscio e omogeneo.
    Grazie,
    Cinzia.

    Risposta
  • 6 febbraio 2009 in 17:40
    Permalink

    ciao Cinzia, per il rivestimento di un bagno, specialmente se a mosaico, ti consigliamo vivamente di rivolgerti ad un piastrellista qualificato in quanto non è un’operazione così semplice. si usano le colle a base di resina ma la superficie dove applicare il rivestimento deve essere omogenea e liscia e solo un professionista può garantirti un buon risultato. Poi, una volta incollato il rivestimento si passa sopra la biacca per le fughe.
    saluti

    Risposta
  • 9 febbraio 2009 in 20:49
    Permalink

    in qualche discussione precedente ho letto questo…
    “Sto ristrutturando una piccola terrazza di una caffetteria.
    Il suolo è di mattoncini in pietra, molto porosi, per cui qualunque cosa cada lascia antiestetiche macchie..
    la risposta è stata la seguente…Devi usare una calce apposita che si chiama “grassello”, lo stendi con la spatola finchè non viene liscio, aggrapperà bene e verrà fuori una specie di incausto (hai presente le pareti lavabili che si usano nei bagni?)pertanto polvere e solventi scivoleranno sopra e potrai lavare tranquillamente il pavimento.
    mi chiedevo ma tale procedimento andrebbe bene anche per un pavimento di un bagno quindi su gres porcellanato non lucido?
    l’effetto parete bagno lavabile sarebbe quello tipo colore non omogeneo tutto striato? se è quello mi piacerebbe molto.
    essendo poi per un interno è consigliabile dato che il tipo di sporco è diverso da un pavimento esterno?…grazie per ogni consiglio..patrizia

    Risposta
  • 11 febbraio 2009 in 18:28
    Permalink

    Ciao Patrizia, l’effetto incausto è quello che indichi tu, lo stesso procedimento puoi tranquillamente farlo in bagno, sarà sicuramente più efficacie e più resistente.
    saluti

    Risposta
  • 11 febbraio 2009 in 19:41
    Permalink

    grazie per la rispota, ho molto apprezzato..la cosa mi interessa molto e volevo chiedere se c’è un iter da seguire…che ne so sgrassare prima il pavimento con un prodotto particolare, grattare con carta vetrata poi, ma di che tipo…e soprattutto andando a comprare il prodotto cosa dovrei chiedere? perchè facendo qualche piccola ricerca ho visto il grassello che viene usato solo su muri e quindi credo, poco adatto per un pavimento.
    ultima domanda, spesso ho visto che questi muri hanno formato dopo l’essiccatura qualche crepa, se capita cosa bisogna fare?
    grazie ancora per la disponibilità data…patrizia

    Risposta
  • 11 febbraio 2009 in 20:33
    Permalink

    Prego Patrizia, l’iter è giusto quindi:
    – sgrassare con prodotto solvente
    – “scartare” ma in questo caso tutto dipende dallo smalto del pavimento perchè potresti non riuscirci…ad ogni modo non è necessario quindi, una volta pulito bene il pavimento il grassello di calce è lo stesso che usano per le pareti ma non è così semplice da applicare, ci vuole una buona manualità. Devi stendere il prodotto come se tu stessi stuccando e lisciare molto bene. Questo è solo il primo strato, dovrai lasciarlo asciugare a lungo e siccome probabilmente ci saranno imperfezioni dovrai scartare e pareggiare, poi dare una seconda mano e portare a livello, se non basta a coprire il colore del pavimento sottostante dai ancora un’altra mano e poi la lucidi con la spatola specifica per lo stucco veneziano (la compri insieme al grassello) che praticamente liscia lo stucco e da’ l’effetto lucido.
    Buon lavoro

    Risposta
  • 25 febbraio 2009 in 14:58
    Permalink

    Salve,
    5 anni fa ho ristrutturato una piccola casa in cn-storico (69 mq) per il pavimento optai per la rimozione dei vecchi granigliati e piastrelle (non omogenei, brutti e pesanti) passando con il rullo una vernice poliuretanica bicomponente con un meraviglioso risultato (color sabbia uniforme in tutti gli ambienti) bello da vedere e facile da pulire.
    Pur non essendo un esperto del faidate sono riuscito nell’operazione e con un po’ di fatica ho limitato le spese. Il problema è sorto in seguito. In alcune parti, soprattutto dove avevo insistito con più vernice si sono aperte delle crepe, verificatesi anche dove l’opera dei muratori era stata evidentemente più ‘rapida’.
    Insistendo con la stessa soluzione o con altre ma che diano lo stesso effetto e abbiano gli stessi limitatissimi costi, cosa posso fare?
    E ancora esistono dei materiali (nel faidate) che compensino le imperfezioni e i piccoli dislivelli?
    Una sorta di gomma liquida poi resistente al calpestio, che abbia quel minimo di spessore ed elasticità da poter resistere anche ad un fondo non eccezionale?
    Grazie,
    Riccardo

    Risposta
  • 6 marzo 2009 in 23:58
    Permalink

    Ho un pavimento cemento bianco e segato di marmo in sala corridoio e cucina con quale vernice posso coprirlo? Posso lucidare a piombo il pavimento e cambiare eventualmente il colore del fondo bianco di cemento?
    Ti ringrazio moltissimo
    Luca

    Risposta
  • 20 aprile 2009 in 23:21
    Permalink

    Ho ereditato una vecchia casa e ho pochissimi soldi per rimetterla a nuovo. Tra le varie idee “economiche” c’è quella di dipingere le mattonelle, che sono “a granella” (non so come meglio descriverle, sono grigie con una granella bianca)oppure di coprirle con mattonelle autoadesive in PVC. Che cosa costa di meno e ottiene i risultati migliori? Premetto che farò un arredamento molto colorato, ridipingerò i mobili etc . Possibilmente voglio fare i lavori io…quindi qual è la soluzione che richiede meno abilità manuale? Specifico che NON voglio esaltare il colore originale delle mattonelle ma dargliene uno nuovo a pennello, che possibilmente copra anche le fughe. Grazie!

    Risposta
  • 20 aprile 2009 in 23:34
    Permalink

    Ciao Andrea io personalmente metterei i parquet dell’Ikea o di altre catene di negozi low cost tipo Leroy Merlin, Brico, ecc…
    Costano poco, montarli è semplice e la resa secondo i miei gusti personali è ottima; non mi metterei a dipingere il pavimento…

    Risposta
  • 22 aprile 2009 in 22:49
    Permalink

    Grazie, sono stato a vedere in qualche catena ma i parquet a incastro che ho trovato sono molto più costosi della pittura, non bastano 11-13 euro a metro quadro (e in più sono ‘impedito’ nei lavori di taglio e assemblaggio… mentre con la pittura me la cavo bene) e come dicevo preferirei avere una casa molto colorata.
    Il mio negoziante di fiducia insiste che se non ci sono infiltrazioni di umidità le vernici poliuretaniche daranno ottimi risultati, e con meno di 250 euro ci faccio tutta la casa. Restano i dubbi perché ovviamente non l’ho mai fatto prima…

    Risposta
  • 22 aprile 2009 in 22:55
    Permalink

    E la mia domanda è: come faccio a misurare l’umidità? Che credo sarebbe comunque un problema anche se monto un parquet. Sono a pianterreno leggermente rialzato (tre gradini) in una casa degli anni 40, sotto metà del pavimento c’è una cantina direi abbastanza asciutta.

    Risposta
  • 23 aprile 2009 in 01:15
    Permalink

    Ok andrea, tutti i gusti son gusti 😉
    L’umidità si misura con l’igrometro che può essere elettrico o a carburo prendendo un campione del massetto del tuo pavimento.
    Buon lavoro.

    Risposta
  • 24 aprile 2009 in 14:59
    Permalink

    ciao paolo.
    ho appena ricevuto una casa in donazione, in realtà è una mansarda al rustico con sotto un garage.
    la domanda:
    -ho i pavimenti finiti in cemento
    la mia idea e poterli levigare e lasciarli cosi
    volevo un tuo parere , se era possible e più o meno la spesa?
    e sopratutto se era possibile poterlo fare da me.
    grazie e complimenti per il sito. molto bello ed esaudiente
    cordiali saluti massimiliano

    Risposta
  • 2 maggio 2009 in 18:57
    Permalink

    Ho un pavimento di segato di marmo a scaglie piccole in cucina e soggiorno, che non vorrei sostituire. Diversi anni fa un tubo rotto sotto il pavimento ha provocato la formazione di piccoli buchi e macchie scure. Effettuata la riparazione, nel tempo le macchie sono sparite mentre i buchi sono rimasti. Sarei disposta a fare il lavoro certosino di stuccare i buchi e lucidare, visto che non si tratta di una grande superficie, ma solo di una fila di lastroni lungo la parete. Una ditta specializzata in genere provoca il finimondo in casa, mentre possibilmente io farei il lavoro poco per volta senza mettere necessariamente tutto a soqquadro; una volta, tanti anni fa,l’ho pure fatto in una parte piccolina, usando un po’ di materiale lasciato dalla ditta che aveva eseguito la prima lucidatura.Come fare e quali prodotti devo acquistare? Marta

    Risposta
  • 6 maggio 2009 in 17:00
    Permalink

    Ho comprato una nuova cucina ed ho cambiato le vecchie piastrelle di rivestimento. Le nuove sono in gres fine porcellanato lucido/opaco color lavagna (30×60). Sono bellissime ma purtroppo dopo la posa ho scoperto con rammarico che qualsiasi goccia d’acqua le sfiori si vede. Per rivedere il colore originario bisogna attendere alcuni minuti che l’acqua asciughi. Ho pensato di risolvere il problema verniciandole con uno smalto. Perderei l’effetto opaco, ma ci guadagnerei in…. estetica! Oggi mi sono rivolta ad un colorificio che mi avrebbe proposto un plastificante eposidico trasparente (Plastivel). Mi devo fidare? La parete è quella della cucina: che problemi potrebbero esserci con la vicinanza di fornelli, con eventuali schizzi di olio bollente, ecc.? Che sicurezza di durata ho nel tempo? Nel caso fosse una buona soluzione, che accorgimenti devo usare x stendere il prodotto in modo che non si creino problemi successivi?
    Avete eventualmente altre soluzioni da propormi?
    Grazie 1000 per l’attenzione e per le risposte.
    Ciao
    Antonella

    Risposta
  • 17 maggio 2009 in 01:02
    Permalink

    Ciao, io sto traslocando e nella nuova casa il pavimento è con il cotto ma non liscio quello un pò ruvidino semilucido, lo vorrei verniciare avorio, credi sia possibile? mi hanno detto che ci sono degli smalti ma che non aderisce, dovrei fare mattonella per mattonella, altrimenti mi viene un lastrone intero, cosa posso utilizzare per poter fare il questo pavimento avorio?!!! credo che per evitare che si sfaldi saltando via lo smalto io debba poi passare sopra una vernice trasparente lucida per cotto, oppure resina, ma per far aderire il colore?!!
    Grazie mille, attendo con urgenza grazie ancora

    Risposta
  • 2 luglio 2009 in 10:48
    Permalink

    SALVE, ABITO A PIOVE DI SACCO IN PROV, DI PADOVA, PRECISAMENTE FR. ARZERELLO, SONO PROPRIETARIA DI UN PICCOLO FABBRICATO TOTALMENTE INAGIBILE.
    IL FABBRICATO E’ DI CIRCA 100 MQ.COSI’ COMPOSTO:
    PIANO TERRA E PRIMO PIANO – PRIVO DI SERVIZI IGENICI ED INOLTRE PRIVO DI UN QUALSIASI SPAZIO ESTERNO, ESISTE SOLO UNA SERVITU’ DI PASSAGGIO PER ENTRARE IN CASA.
    RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE DELLA VS. GENTILE RISPOSTA
    DANIELA

    Risposta
  • 24 luglio 2009 in 10:58
    Permalink

    Salve,
    per la pavimentazione esterna della mia casa ho posato un gres porcellanato che però adesso non mi piace come credevo….
    esiste un modo per rivestirlo o verniciarlo senza dover togliere tutte le mattonelle?
    grazie mille

    Risposta
  • 24 luglio 2009 in 16:13
    Permalink

    Le sconsigliamo vivamente un’operazione del genere su un pavimento da esterni, forse è più conveniente montare un’altra mattonella.
    saluti

    Risposta
  • 6 settembre 2009 in 11:38
    Permalink

    Salve a tutti, ho una casa con solai rustici con travicelli e mezzane di cotto. I commenti di cemento tra le mezzane mi stanno facendo polvere e vorrei in qualche modo arginare il problema, avreste dei consigli?
    Grazie!
    Tommaso

    Risposta
  • 17 settembre 2009 in 16:05
    Permalink

    Ciao,
    io ho una monocottura in salotto, corridoio e scale e volevo sapere come poter fare per verniciare tutto di un colore neutro, o se conviene resinare visto che il mio pavimento ha le fughe tra le mattonelle, che con la verniciatura credo si vedano e che non credo sia semplice stuccare.

    Grazie,

    Matteo

    Risposta
  • 22 settembre 2009 in 13:18
    Permalink

    Salve,
    un amica francese ha ridipinto le piastrelle del bagno, cambiandone completamente il colore con una vernice che non necessita di aggrappanti o simili ( e non è bicomponente), ma è utilizzabile come una qualsiasi pittura da muro.
    Nei giornali di arredamento francesi viene tra l’ altro utilizzata per rapidi “prima e dopo”.
    Ho già chiesto in molti colorifici , ma pare che in Italia sia introvabile.
    Potreste aiutarmi voi?
    Grazie

    Risposta
  • 27 settembre 2009 in 20:05
    Permalink

    buonasera, termino adesso di imbiancare cucina.
    essendo una casa molto bella ma con piastrelle vecchie , color senape con disegni circolari in verde chiaro..e .appunto vecchie, sembra un pavimento sporco e da l impressione di ..poco curato.
    vorrei poter verniciare il pavimento. cucina chiara e pareti gialle , soffito lasciato bianco.
    mi date un consiglio per favore sull accostamento dei colori…ne ho visti tanti e poi tanti che adesso sono un po in confusione ..
    grazie mille e …buon lavoro
    stefano

    Risposta
  • 2 ottobre 2009 in 21:39
    Permalink

    Ciao…devo arredare il mio appartamento che é già munito di pavimenti in tutte le stanze e piastrelle sia nel bagno che in cucina…
    vorrei ridipingere sia i pavimenti che le piastrelle sia del bagno che della cucina…il pavimento é una monocottura, non ho capito bene come devo procedere, la piastrella del pavimento la devo dipingere ad una ad una oppure come se fosse un’intera superficie da spennellare con il rullo…perché in quest’ultimo caso dipingerei anche gli spazi tra mattonelle e mattonella…giusto???
    ps vorrei creare un ambiente caldo, accogliente e luminoso…non amo i colori forti e gli ambienti moderni ma amo il bianco, avorio, il panna, vorrei consigli sul colore del pavimento
    grazie!!!

    Risposta
  • 14 ottobre 2009 in 15:13
    Permalink

    Salve avrei il pavimento del piano terra che mi fa la muffa bianca e le pareti umide per circa 30 centimetri d’altezza.
    Quindi suppongo che sia dovuto all’umidita di risalita, cosa posso fare io personalmente per evitare costi eccessivi.
    Saluti Giuseppe.

    Risposta
  • 14 ottobre 2009 in 15:29
    Permalink

    Salve,
    Vorrei riverniciare le piastrelle del cucinotto di casa.
    Al momento sono montate delle antipatiche mattonelle 20x30cm con una fantasia geometrica. La cucina IKEA (che nn ho scelto io ma il mio compagno prima del mio “arrivo”) è in ottime condizioni quindi non vorrei cambiarla. Non è più in produzione ma potete vederla a questo link:
    http://www.marieclaire.it/casa/guida-design/prodotti/cucina-adel (l’unica differenza è il piano nero africa che potrei eventualmente cambiare)
    Avrei bisogno di un consiglio per i colori. Oltre al bianco (già in foto) pensavo ad un arancio, o a un verde o a un azzurro carta da zucchero per la sola parete di fondo dove è posizionata la cucina, per il resto vorrei usare un colore chiaro bianco avorio per non appesantire troppo uno spazio già piccolo.
    Domanda tecnica: si possono pitturare anche le fughe insieme alla mattonella?oppure è possibile stuccare le fughe prima della pittura?Grazie!
    Saluti,
    Rosella

    Risposta
    • 16 ottobre 2009 in 18:02
      Permalink

      Buongiorno Rosella tra i colori che ci ha segnalato, il più indicato è sicuramente il verde, può osare anche per un verde acido dato che parliamo di una cucina. Riguardo le fughe sarebbe meglio non pitturarle ma lasciarle a vista di un colore diverso, per questo le consigliamo di coprirle.
      saluti

      Risposta
  • 8 novembre 2009 in 17:48
    Permalink

    Buongiorno, sto restaurando una casa di fine ‘800 con i pavimenti in piastrelle quadrate di cotto (mattone). Anche se sono abbastanza rovinate mi piacerebbe conservarle. I pavimenti quando la casa era abitata erano stati trattati con cera rossa, i muratori non hanno avuto alcuna cura dei pavimenti pertanto si sono sporcati di cemento e si sono creati alcuni buchi, poi hanno lavato con soda caustica ed il pavimento è diventato più scuro e a macchie pertanto abbiamo carteggiato la camera dove questo è successo mentre l’altra camera l’abbiamo solo pulita con un prodotto apposito ed il pavimento è rimasto più scuro rispetto a quello carteggiato. Sul pavimento carteggiato ci hanno consigliato l’olio di lino cotto usato puro, ma il pavimento diventa scuro mentre mi piacerebbe rimanesse color mattone chiaro come dopo carteggiato. Vorrei chiedere un consiglio su come trattare le due camere per avere un risultato omogeneo ed i pavimenti protetti e cosa si può utilizzare per stuccare i buchi.

    Risposta
  • 24 novembre 2009 in 11:07
    Permalink

    Vorrei sapere cosa posso fare con le mie porte che sono state dipinte tante volte, di cui l’ultima con vernice all’acqua. Adesso le vorrei dipingirle con pittura a smalto, come posso fare?
    Grazie del vostro consiglio ed della vostra gentilezza.
    Aspetto risposta vi saluto tanti auguri di BUON NATALE!
    grazie VOLPES MARIA CONCETTA

    Risposta
    • 27 novembre 2009 in 11:37
      Permalink

      Sicuramente sarà utile togliere un po’ di vernice, quindi usare la carta vetrata e uniformare bene la superficie prima di applicare nuove tinte. saluti

      Risposta
  • 3 gennaio 2010 in 16:16
    Permalink

    Salve, dovrei verniciare il pavimento del terrazzo fatto in gres porcellanato di grigio. Mi hanno detto che devo comprare una vernice bicomponente…. ma non so quale prodotto sia migliore dell’altro. grazie

    Risposta
  • 9 gennaio 2010 in 13:04
    Permalink

    Ho in tutta casa un vecchio pavimento a marmittoni senza fughe, di colore diverso in ogni stanza. Vorrei verniciarlo con un colore coprente uguale in tutte le stanze in modo che non si veda la differenza. Il risultato sarebbe liscio al tatto ed uniforme? La vernice si consumerebbe camminandoci oppure no? Che prodotti dovrei utilizzare e soprattutto costerebbe meno che rifare i pavimenti nuovi (90 mq. circa)?
    Grazie, Valentina

    Risposta
  • 24 gennaio 2010 in 10:16
    Permalink

    Vorrei dipingere il pavimento del mio negozio che è di marmo trani serpeggiante,liscio satinato. Come devo fare per avere
    un risultato ottimo resistente al calpestio? non vorrei mettere
    altre piastrelle sopra. Grazie

    Risposta
  • 25 gennaio 2010 in 03:16
    Permalink

    Scusate ho corretto la mia e-mail grazie nuovamente

    Vorrei dipingere il pavimento del mio negozio che è di marmo trani serpeggiante,liscio satinato. Come devo fare per avere
    un risultato ottimo resistente al calpestio? non vorrei mettere
    altre piastrelle sopra. Grazie

    Risposta
  • 6 marzo 2010 in 20:39
    Permalink

    salve, sto valutando una casa in cui entrare in affitto a breve e volevo sapere se dei brutti e vecchi pavimenti di marmo, tutti diversi di colore e fantasia (non so se si chiama graniglia), possono essere ricoperti con vernici atossiche con buoni risultati e senza una spesa eccessiva. vorrei sapere quali tipi di vernici vanno usate e avere un’ idea indicativa dei costi per la vernice (la casa è circa 75 mq) e la posa e se è consigliabile affidarsi ad un esperto data la mia totale inesperienza.

    grazie

    Risposta
  • 7 aprile 2010 in 15:26
    Permalink

    Ho comperato un palazzetto dei primi del ‘900. Il corridoio ha un bel disegno geometrico di piastrelle, ma queste sono screpolate ai bordi e consumate. Non vorrei sostituirle né tantomeno coprirle con una vernice colorata. Esiste una vernice lucida per ravvivarle? E per le screpolature dei bordi? Grazie.

    Risposta
  • 22 aprile 2010 in 21:59
    Permalink

    dove posso comprare lo smalto bicomponente? quale è il suo nome preciso? è adatto per coprire il pavimento piastrellato di una cucina? tra gli spazi delle mattonelle , posso passarlo anche li?

    Risposta
  • 23 aprile 2010 in 22:13
    Permalink

    salve,
    volevo sapere se è possibile verniciare anche pavimenti in gres porcellanato, si tratta di un pavimento nuovo ma purtroppo non in tono con l’arredamento, nel caso fosse possibile mi potrebbe consigliare i prodotti…
    Grazie!!!!!
    Carolina

    Risposta
  • 23 aprile 2010 in 23:48
    Permalink

    Ho comprato una casa in campagna, al piano terra ho pavimenti in graniglia, ogni stanza diversa dall’altra; una in particolare è davvero bruttina e vorrei verniciarla.
    L’anno scorso prima di entrarci l’ho fatta levigare ma in alcuni punti è rimasta qualche irregolarità.
    Chiedo se verniciare la graniglia può dare un buon risultato.
    Inoltre non so se la vernice (la vorrei molto chiara) metterebbe in evidenza le ammaccature.
    Grazie
    Milena

    Risposta
  • 26 aprile 2010 in 11:03
    Permalink

    salve
    sono propietario di un appartamento che si affaccia sul terrazzo pavimentato circa 45 anni fa con mattonelle in gres
    ovviamente oggi il pavimento ha perso lucentezza e in piu`e` coperto di varie macchie di grasso ,vorrei un consiglio sulla soluzione migliore per rinnovarlo senza dover cambiare il pavimento o aggiungere un ulteriore pavimento su quello esistente che comporterebbe un scalino sulle finestre (varie )che accedono al terrazzo e le persiane dovrebbero essere ridotte di misura per essere aperte.
    esiste una vernice resistente alle piogge e al sole che potrebbe rinnovare il pavimento
    Grazie

    Roberto

    Risposta
    • 28 aprile 2010 in 16:41
      Permalink

      dovrà eliminare le macchie con uno sgrassatore e poi far trattare le mattonelle con una vernice idrorepellente, saluti

      Risposta
  • 3 maggio 2010 in 10:13
    Permalink

    Salve! Ho acquistato una casa con i pavimenti in marmo segato. Ho la possibilità di variarne l’aspetto verniciandolo, oppure usando un’altra tecnica? grazie.

    Risposta
  • 10 maggio 2010 in 01:55
    Permalink

    Sergio: sai che anche io ho il marmo segato? se non era per te non avrei controllato, qui da noi chiamano tutto graniglia.

    Ce l’ho in salotto, è il pavimento più chiassoso che abbia mai visto. Ci vivo da un anno e già non ne posso più di averlo sotto gli occhi.
    Qui nessuno ci ha risposto, mi sa che siamo arrivati tardi con le domande.

    Milena

    Risposta
  • 10 maggio 2010 in 20:33
    Permalink

    esiste una pittura o vernice opaca che non riflette il sole sopra il mio terrazzo di piastrelle bianche lucide? necessito assolutamente di un rimedio.GRAZIE.

    Risposta
  • 13 maggio 2010 in 17:54
    Permalink

    gentile Milena, gentile Sergio, non è possibile rispondere alle vostre domande in quanto in questi casi, prima di esprimersi coi consigli sul come agire e quali prodotti usare, bisognerebbe avere la certezza dei materiali su cui andiamo ad intervenire, questo perchè verniciare un materiale piuttosto che un altro, in base alla porosità del materiale stesso, può solo creare danni. saluti

    Risposta
  • 13 maggio 2010 in 20:23
    Permalink

    salve ho, bisogno subito di un consiglio,da pochi giorni ho pavimentato la mia abitazione.Ho comprato delle piastrelle,porcellanato gres rustico,consigliate da un amico.Dopo avere passato la fuga,ho fatto la prima pulita al pavimento,accorgentomi che non posso lavare con mocio perche non scivola,la scopa lascia dei peli,non so cosa fare.Per favore dammi un consiglio cosa posso passare sul pavimento per farlo diventre piu liscio ti ringrazio,anticipatamente

    Risposta
  • 16 maggio 2010 in 01:12
    Permalink

    Elettra
    ho fatto la stessa domanda al negozio di vernici ed ho ottenuto la sua stessa risposta: anche descrivendo accuratamente il pavimento che ho non si prendono la responsabilità del risultato.
    Quindi non so che fare.
    Inoltre per fare una “prova” dovrei comprare un minimo quantitativo (che sono 5 kg.) di vernice piuttosto costosa, con il rischio di danneggiare invece che migliorare il pavimento.
    Per le resine servono solo artigiani specializzati: costi alle stelle.
    Alla fine era meglio disfare e rifare tutto il pavimento.
    Grazie comunque.
    Milena

    Risposta
  • 16 maggio 2010 in 10:12
    Permalink

    buon giorno, vorrei dipingere il pavimento in 2 stanze della mia case e le scale, i pavimenti sono in vecchi marmittoni (marmo ricomposto) e la scala ha i gradini in cemento ricomposto (credo sempre con graniglia di marmo) è una vecchia casa di campagna in cui vivo da un anno, avevo pensato di lasciare i pavimenti originali ma non si armonizzano con il resto. può darmi un consiglio?

    grazie
    Sandra

    Risposta
  • 25 maggio 2010 in 16:55
    Permalink

    Nel mio bagno ho elimiato la vasca ed al suo posto ho fatto installare un box doccia. Adesso ho un problema a delle piasrelle. Quelle che prima erano sotto la vasca si sono opacizzate stando a contatto con il cemento (sembra che la parte superficiale si sia consumata). Ho provato di tutto per farle ritornare lucide ma tutto è stato inutile. Potete consigliarmi un prodotto per ridare quella pellicola lucida che ora non c’è più? Grazie mille. Lucia

    Risposta
    • 26 maggio 2010 in 15:13
      Permalink

      gentile Lucia, bisognerebbe capire di che materiale sono le piastrelle, solo in questo modo possiamo provare ad aiutarla, saluti

      Risposta
  • 3 giugno 2010 in 19:11
    Permalink

    Buongiorno,ho un palchetto trattato ad olio ma abitando ad un piano terreno,tra figli e cane,ho preso la decisione di verniciarlo.
    La mia domanda e’:si puo’ trattare con dei mordenzanti senza necessariamente levigarlo? e quindi procedere poi alla verniciatura.
    Grazie a chiunque potra’ alleviare il mio percorso

    Risposta
  • 22 giugno 2010 in 12:15
    Permalink

    salve
    ho il pavimento della cucina in monocottura simil cotto 20×20 con fughe larghe, vorrei rinnovarlo e mi piace molto l’effetto cemento industriale, ma so che mi verrebbe troppo rialzato rispetto al resto della casa…
    so che dovrei optare per una resina effetto grigio cemento, ma ho letto di prezzi proebitivi
    la superfice è di circa mq 20, come posso fare ? il mio budget è di circa € 1000
    se stendessi una vernice impermealizzante per terrazze ?
    grazie
    p.s. abito a roma, magari mi potete consigliare qualche ditta

    Risposta
  • 22 giugno 2010 in 18:42
    Permalink

    io ho un pavimento in ceramica…e sulle mattonelle…dato che la qualita’ delle mattonelle e’ molto scarsa….sono uscite parecchie righe…nella mattonella…io vorrei sapere innanzitutto se in questo caso e’ possibile verniciare il pavimento..e sopratutto dove si trova o si puo’ comprare questa vernice…e che nome ha….mille grazie

    Risposta
  • 14 luglio 2010 in 14:36
    Permalink

    Salve, vorrei ricolorare il pavimento della terrazza. Al momento è solo colore (orrendo) e impermeabilizzante. La domanda è: che tipo di vernici vanno usate? la classica pittura per interni con sopra un impermeabilizzanti si mantiene nonostante pioggia, sole, ecc? Grazie

    Risposta
  • 17 luglio 2010 in 19:36
    Permalink

    Ho una cucina con pavimento tipo cotto cristallizato (non poroso) di colore molto scuro che evidenzia ogni piccola bricciola o sporco; in più la cucina è a nord e dà una sensazione di buio.
    Vorremmo verniciarlo di chiaro; dalle letture dei vari commenti capisco che si può avere un lavoro bello ed affidabile.
    Mi può indicare qualcuno che mi consigli e mi faccia il lavoro? Io abito a Merale (Lecco).
    10 mq quanto mi possono costare alla fine, tutto compreso?
    Graziei

    Risposta
  • 5 agosto 2010 in 16:10
    Permalink

    ho riverniciato il parquet con vernice all’acqua passata con rullo specifico (due mani rispettando i tempi consigliati tra una mano e l’altra)si sta sfogliando tutto,cosa ho sbagliato?

    Risposta
  • 24 agosto 2010 in 16:52
    Permalink

    vorrei dipingere di bianco gli zoccolini della mia casa che sono di ardesia , il materiale non è ruvido o rustico ma ben levigato e un po’ lucido. Come devo fare?

    Risposta
  • 4 settembre 2010 in 17:06
    Permalink

    Abbiamo una scala in MARMO TRANI lucido … è bruttissima e vorremmo colorarla.
    Esistono delle vernici chiaramente lavabili ed adatte all’uso, utili per il fai da te?
    Vi ringrazio per la risposta

    Risposta
  • 20 ottobre 2010 in 15:54
    Permalink

    Ciao a tutti, vorrei dipingere delle mattonelle in ardesia italiana a spacco naturale di colore bianco per poi farle spazzolare ed ottenere una superificie tigrata esiste una vernice resiste o un prodotto da applicare alle piatrelle in modo che la vernice non si scrosti durante i ripetuti calpestii? Dove posso trovarla? Che procedura devo seguire per applicarla?

    Risposta
    • 20 ottobre 2010 in 18:00
      Permalink

      servirà un aggrappante, si informi presso i “fai da te”. saluti

      Risposta
  • 21 ottobre 2010 in 16:25
    Permalink

    Per l’ardesia mi hanno consigliato una vernice epossidica. Sapete di che si tratta? Quanto resisterà, tenendo conto che il passaggio di persone è ripetuto e continuo?

    Risposta
  • 5 dicembre 2010 in 03:57
    Permalink

    Ciao a tutti,
    ho una cucina con un vecchio pavimento in mattonelle di graniglia (bianco/nero). E’ una graniglia un po’ grossolana, non di quelle a puntini piccoli piccoli, e non mi piace granchè.
    C’è un sistema per coprirla con una apposita pittura?
    Considerando che si tratta della cucina, bisogna tener presente che il pavimento andrebbe lavato di frequante.
    Grazie per la risposta

    Risposta
    • 6 dicembre 2010 in 16:56
      Permalink

      Ciao Silvana, una soluzione pratica e molto bella esteticamente è di coprire il pavimento esistente con la resina, può consultare l’articolo inserito sul nostro blog informativo a proposito.

      Risposta
  • 9 dicembre 2010 in 23:32
    Permalink

    come poter cambiare colore ad un nuovo pavimento in gres?? grazieeee!!!

    Risposta
  • 29 dicembre 2010 in 23:15
    Permalink

    Ciao a tutti voi volenterosi del fai da te, avrei bisogno di sapere come fare per far ritornare al suo antico splendore un pavimento in graniglia, ( grana piuttosto grossa), dove prevale il marrone in varie tonalità e con pezzi color avorio il tutto racchiuso in quadrotti di circa 70 cmq. con la cornice formata da stecche in marmo beige di circa 2 cm. di spessore. Se qualcuno può aiutarmi dovrebbe spiegarmi le varie fasi della lavorazione, i prodotti e le attrezzature da usare. Grazie anticipatamente a chi vorrà consigliarmi…..

    Risposta
  • 30 dicembre 2010 in 00:36
    Permalink

    salve,
    sto per ristrutturare il mio nuovo negozio e ho bisogno di un consiglio riguardo ai pavimenti. Al momento il pavimento, seppur intatto è molto anonimo (le classiche mattonelle 20×20 bianco latte tipiche dei supermercati), io apro un negozio per bambini e mi piacerebbe ‘creare’ un pavimento a tema… Qualche fiore, qualche cuore, qualche gioco qua e là… Vorrei però lasciare come base in pavimento già esistente e intervenire con questi intermezzi che lo ravvivano… Mi chiedevo se esistono vernici che posso utilizzare con un risultato duraturo in questo modo, considerato che i disegni saranno nella parte centrale del negozio, e quindi ‘calpestati’ in continuazione…
    Grazie mille,
    Valentina

    Risposta
  • 4 gennaio 2011 in 20:02
    Permalink

    buon giorno, vorrei dipingere il pavimento in 2 stanze della mia case e le scale, i pavimenti sono in vecchi marmittoni (marmo ricomposto) e la scala ha i gradini in cemento ricomposto (credo sempre con graniglia di marmo) è una vecchia casa di campagna in cui vivo da un anno, avevo pensato di lasciare i pavimenti originali ma non si armonizzano con il resto. può darmi un consiglio?

    Risposta
  • 5 gennaio 2011 in 15:23
    Permalink

    Buongiorno,
    ho dentro casa, che è su 4 livelli, una scala in marmo beige con venature grigio chiaro, ed essendo l’ultima rampa molto ripida, l’ho fatta allungare. Ho chiesto al marmista per i nuovi scalini un marmo che fosse il più possibile simile al resto, ma purtroppo lui mi ha garantito che ne aveva trovato uno simile e, senza farmelo prima vedere, l’ha già tagliato.
    Il marmo per i nuovi scalini è più giallo ed è senza venature.
    Vorrei sapere se esiste un trattamento che io possa fare per rendere il marmo un po’ più scuro, cercando di farlo diventare un po’ più beige.
    Grazie

    Risposta
  • 19 gennaio 2011 in 20:43
    Permalink

    Salve,vorrei dare un tocco di modernità al mio bagno e verniciare le piastrelle delle pereti di nero…
    Ora…prima domanda,il bagno è molto piccolo,non è che i vapori possono causare problemi?e poi,quanto possono costare queste vernici e si trovano facilmente in commercio???
    GRAZIE MILLE!

    Risposta
    • 21 gennaio 2011 in 18:20
      Permalink

      ciao Arianna, ti sconsigliamo vivamente di adottare il colore nero per un ambiente piccolo e poco luminoso come in genere sono le stanze da bagno, ad ogni modo le vernici le trovi nei centri del fai da te. saluti

      Risposta
  • 24 gennaio 2011 in 13:09
    Permalink

    Salve, vorrei verniciare il pavimento di una terrazza scoperta di circa 40 mt. quadri, le mattonelle sono di cotto non trattato; avevo già provato una volta con uno smalto ma il risultato è insoddisfacente e per di più è andato via. Grazie

    Risposta
  • 2 febbraio 2011 in 19:51
    Permalink

    salve a tutti, vorrei informazioni su come pulire bene il pavimento di marmo tipo trani serpeggiante,che in qualche zona è anche macchiato dai bambini con merende calpestate, strisciate di scarpe da ginnastica e giocattoli.C’è chi può darmi qualche consiglio?

    Risposta
  • 22 febbraio 2011 in 11:29
    Permalink

    Buon giorno,ho un pavimento in gress porcellanato lucito fugato,la mia domanda e cosa posso usare per verniciare le fughe esistenti grazie.

    Risposta
  • 5 marzo 2011 in 13:28
    Permalink

    salve a tutti mi chiamo carmen e sono alla ricerca spasmodica di un consiglio!questo è il mio problema: ho ereditato dai miei una casa di fine 800 ma 10 anni fa completamente ristrutturata..in cucina mia mamma (amante del rustico) volle metterci il cotto d’este le mattonelle sono grossi quadrati di colore rossiccio insomma il classico cotto! io,invece,sono amante del moderno e la cucina che con molta probabilità acquisterò è la salvarani system modello 05 i cui colori praticamente sono il rovere caffè e bianco laccato..ora non ho disponibilità economica sufficiente da xmettermi di rimuovere quasi 50mq di cotto!cosa mi consigliate? di tenerle così come sono, di dipingerle magari con un colore avorio o di coprirle con un altro tipo di pavimentazione? VI PREGO AIUTATEMI! datemi un cosiglio!!anticipatamente ringrazio!

    Risposta
  • 12 marzo 2011 in 15:35
    Permalink

    Buongiorno, in tutta la casa ho posato un pavimento tipo cotto e, se possibile, vorrei dipingerlo di grigio. E’ possibile? Grazie.

    Risposta
  • 1 aprile 2011 in 18:41
    Permalink

    Come si chiama il prodotto per coprire la mattonelle sul muro della cucina? Grazie

    Risposta
  • 25 aprile 2011 in 23:54
    Permalink

    Salve,
    ho letto i vostri preziosi cosigli.
    E vorrei dipingere con vernice bicomponente colore chiaro coprente il pavimento della cucina fatto di matonelle di ceramica bianca molto rovinate, qualcuna scheggiata.
    Se non volessi dipingere anche le vie di fuga,
    avete consigliato lo stucco.
    Ma che tipo e come fare?
    Prima disporlo, poi dipingerlo e poi levarlo?
    Non mi è chiaro il procedimento….
    Grazie saluti

    Risposta
  • 4 maggio 2011 in 22:00
    Permalink

    Il balcone di casa dei miei genitori è in cotto. Bellissimo da vedere ma molto difficile da pulire. Praticamente il moccio o qualsiasi altro straccio si attacca al pavimento il quale si riempie tutto di “pelucchi”. Desidererei sapere se esiste una vernice od un qualsiasi prodotto che lo renda lucido ma sopratutto più facile da lavare. Grazie

    Risposta
  • 28 maggio 2011 in 21:40
    Permalink

    Salve, avrei bisogno di un serio consiglio perchè non so come comportarmi. Dovrei verniciare il pavimento esterno di un balcone. L’iniziale pavimentazione era di cotto rosso (quello a mattonelline piccole per intenderci), l’ultimo inquilino di questo appartamento ha rivestito il pavimento di resina bianca (dice chiamarsi murgum), adesso pero’ in alcuni punti la resina si è scoppata e lascia intravedere queste orrende chiazze rosse sotto allo strato di bianco. Sverniciare tutto è un impresa storica, il balcone e’ di circa 80 mq. Pensate che levigando superficialmente tutto potrei ripassare una qualche vernice per uniformare il tutto? E se si di che tipo? Grazie infinite
    Patrizia

    Risposta
  • 18 giugno 2011 in 11:35
    Permalink

    Ciao a tutti! Ho una casa a due piani tutta con pavimento in cotto (Zoni)che mi dà tanti problemi perchè si macchia e soprattutto guardandolo controluce non è mai pulito come dico io per via del colore. Non ho la possibilità di cambiarlo,ma vorrei almeno tingerlo di bianco.. si può?? E possiamo farlo io e mio marito??Quali prodotti è necessario usare e come fare?? Aspetto una cortese risposta.Grazie mille!!

    Risposta
  • 5 luglio 2011 in 16:52
    Permalink

    Buongiorno,
    sto ristrutturando casa,fatto il massetto vorrei verniciarlo, intrno ed esterno con dello smalto.
    Potete consigliarmi?
    grazie anticipatamente per quanto potrete fare.

    Risposta
  • 5 luglio 2011 in 18:46
    Permalink

    ciao sono daniela ti scrivo perche’ ho un problema con il cotto del mio terrazzo, nonostante abbiamo utilizzato tutti i materiali richiesti per la pulizia e’ rimasto comunque tutto macchiato quindi abbiamo pensato di verniciarlo ma non sappiamo che perodotti esistono per la verniciatura del cotto e soprattutto dove possiamo trovarli. ci puio aiutare??? preferirei una tua risposta sulla mia casella postale grazie per l’aiuto e buona giornata

    Risposta
  • 11 luglio 2011 in 21:15
    Permalink

    Salve, vorrei dare un consiglio a tutti: non dipingete pavimenti in piastrelle con smalti all’acqua anche se il prodotto è specifico, io ho utilizzato uno smalto dal costo di 56 euro per 2,5kg, che il rivenditore diceva essere adatto addirittura nei box auto con pneumatici caldi, che una volta applicato (con tutti gli accorgimenti) viene via semplicemente grattando con l’unghia, l’unica possibilità è la resina (che però è altamente tossica) non perdete tempo e soldi.

    Risposta
  • 13 luglio 2011 in 23:15
    Permalink

    buonasera. io sono Rosanna. ho appena fatto mettere delle mattonelle in gres sulle scale interne della mia casa. dovrei essere contenta e invece non lo sono perche’ il colore risulta scuro e mi piacerebbe tanto poter cambiare il colore. e’ possibile? grazie fin da ora, rosanna.

    Risposta
  • 13 luglio 2011 in 23:17
    Permalink

    vorrei sapere se una scala interna rivestita in gres, puo’ essere colorata. grazie. rosanna.

    Risposta
  • 25 luglio 2011 in 16:57
    Permalink

    ho un pavimento realizzato con cotto antico.vorrei sapere come rendere la superfice da ruvida a liscia lasciando il colore naturale.
    grazie ciao

    Risposta
  • 25 luglio 2011 in 16:58
    Permalink

    ho un pavimento realizzato con cotto antico. Vorrei sapere come rendere la superfice da ruvida a liscia lasciando il colore naturale.
    grazie ciao

    Risposta
  • 31 luglio 2011 in 15:28
    Permalink

    Buongiorno
    il pavimento del mio monolocale e’ in cotto con tessiture molto variate con fughe in cemento abbastanza spesse. Per rendere il tutto piu’ luminoso vorrei schiarire totalmente il pavimento usando quindi un bianco o un grigio molto chiaro. Se mantengo la base di piastrelle vorrei sapere cosa fare per:
    – ottenere una superficie monocroma omogenea e perfettamente liscia
    – ottenere una superficie monocroma dove si veda il disegno delle vecchie piastrelle e delle fughe
    – ottenere una superficie quasi bianca che pero’ lasci intravedere un pochino il colore del pavimento sottostante.
    Come si comporta in termini di manutenzione un pavimento verniciato con pitture bicomponente?
    Grazie mille e saluti

    Risposta
  • 2 settembre 2011 in 13:57
    Permalink

    buon giorno a tutti, vorrei gentilmente sapere se posso riverniciare il mio vecchio pavimento in ceramica, dato che ho pochi soldi e non posso permettermi di farlo rifare nuovo. riuscirò da sola nell’opera?? e otterò risultati soddisfacenti?? ciao

    Risposta
  • 19 ottobre 2011 in 22:08
    Permalink

    Un consiglio,dovrei decorare le piastrelle di un bagno,avevo pensato di eseguire il decoro con colori acrilici e poi dare una bella mano di vernice bicomponente. Ho il dubbio pero’ che i due prodotti non siano compatibili,cosa mi consigli di fare????

    Risposta
  • 19 ottobre 2011 in 22:09
    Permalink

    Un consiglio,dovrei decorare le piastrelle di un bagno,avevo pensato di eseguire il decoro con colori acrilici e poi dare una bella mano di vernice bicomponente. Ho il dubbio pero’ che i due prodotti non siano compatibili,cosa mi consigli di fare?Grazie.

    Risposta
  • 31 ottobre 2011 in 16:26
    Permalink

    Buongiorno,

    ho un vecchio pavimento in cotto lucido (credo sia cotto, ma potrebbe anche essere gres porcellanato per quello che ne capisco!). Trovo che sia terribilmente brutto e inoltre rende visibile ogni minima macchia. Vorrei capire come posso renderlo opaco… E’ una cosa fattibile?

    Grazie infinite!

    Risposta
  • 5 dicembre 2011 in 14:24
    Permalink

    buongiorno, ho pulito troppo intesamente il pavimento insistendo nelle fughe con un prodotto forte che ha sbiadito e opacizzato la parte delle pistrelle piu vicino alle fughe stesse, il pavimento è nuovo ed bianco lucido. come risolvere esiste un lucido da mettere solo sulle parti opache? grazie

    Risposta
  • 8 gennaio 2012 in 19:11
    Permalink

    Ho un pavimento in ceramica di circa venti anni, molto delicato di colore bianco che si è consumato in molti punti.
    Vorrei verniciarlo con un prodotto che garantisca una perfetta adesione.
    Gradirei sapere quale tipo di vernice o composto posso utilizzare.
    * il pavimento non sopporta la varichina, basta una minuscola goccia per creare una corrosione profonda.

    in attesa di risposta ringrazio e saluto.

    Risposta
  • 13 gennaio 2012 in 19:50
    Permalink

    Salve a tutti,
    abito nella mia casa da oltre 30 anni e il pavimento della sala è in piastrelle lucide di colore molto scuro. Vorrei provare a pitturarle schiarendole, poichè il costo per cambiarle è troppo alto.E’ possibile farlo? E con quali smalti? Se eventualmente fosse possibile, il continuo calpestio potrebbe rovinare lo smalto?
    Ringraziandovi per la collaborazione, cordiali saluti

    Risposta
  • 28 gennaio 2012 in 19:44
    Permalink

    salve, scrivo a claudio, vedasi punto nr 5,….dove hai trovato quell’immagine??? mi sono innamorata di quel camino e dell accostamento creato, ma non riesco a trovare le fonti della foto x sapere su ke marchio di camino parare! (edilkamin?..girolami?…..bha…help me,grazie mille)

    Risposta
  • 30 gennaio 2012 in 02:15
    Permalink

    Ciao a tutti,
    Io e la mia ragazza abbiamo appena acquistato un appartamentino di 50mq e siccome le piastrelle non ci piacciono ma nn abbiamo molti soldi diciamo neanche x i mobili…pensavamo di risolvere verniciandole con la resina. Qualcuno di voi può indicarmi quale possa essere il prezzo per tale metratura con il “fai da te” e quello Che eventualmente potrebbe chiedermi uno del mestiere? …mi piacerebbe farlo da me ma ho paura di creare un casino non avendo mai fatto queste cose 🙁

    Risposta
  • 18 marzo 2012 in 16:49
    Permalink

    Ciao, ho un pavimento in cotto naturale che vorrei verniciare di colore ebano..
    Cosa mi consigliate per aver un buon risultato? Grazie

    Risposta
  • 19 marzo 2012 in 01:03
    Permalink

    vorrei sapere un po di costi.grazie

    Risposta
  • 19 maggio 2012 in 15:38
    Permalink

    buongiorno,
    io da diversi anni rivernicio il cotto con una specie di vernice vetrificante, dura due o tre anni e poi va rifatto. Ogni volta però bisogna prima togliere tutto il residuo precedente e farlo a mano è una fatica improba. Non esiste qualche macchinario adatto per questa sverniciatura?

    Risposta
  • 30 maggio 2012 in 18:12
    Permalink

    Volevo congratularmi, perchè è un blog dove si leggono consigli seri e fondati su una reale esperienza.
    I miei complimenti.

    Risposta
  • 4 giugno 2012 in 11:59
    Permalink

    Salve, innanzitutto vorrei farvi i complimenti per il blog, io ho un piccolo ma per me grosso problema,ho un pavimento in gress porcellanato lucido color avorio, l’altro giorno, involontariamente è caduta qualche goccia di antiruggine e mi ha corroso una piastrella,cosa posso fare per riparare a questo danno senza tirar via la mattonella?

    Risposta
  • 17 marzo 2013 in 14:32
    Permalink

    salve da un paio di anni ho ristrutturato il bagno, ma quasi subito mi sono resa conto di aver sbagliato ( anche mal consigliata dall’arredatrice del negozio)abbiamo usato lo stesso gres porcellanato per il pavimento e per il rivestimento( gres porcellanato grigio grezzo, quindi non del tutto liscio.mi sono resa conto subito che l’effetto era poco luminoso e freddo, vorrei ridipingere le pareti di un colore chiaro e luminoso senza togliere le mattonelle è possibile?

    Risposta
  • 17 marzo 2013 in 14:34
    Permalink

    è possibile riverniciare un gres porcellanato un po ruvido che è un rivestimento di un bagno?

    Risposta
  • 4 settembre 2013 in 10:17
    Permalink

    Salve, da poco abito in una vecchia casa, e ho due problemi: il primo è che il pavimento è fatto di mattoni e si sta sfaldando formando tanta polvere tipo terra molto sottile; il secondo è che vorrei tingere le pareti e disinfettarle, perchè ho trovato tracce di pipì di gatto e penso che occorra qualcosa di più forte della vernice.
    Grazie Francesca

    Risposta
  • 2 luglio 2014 in 18:49
    Permalink

    Ciao,
    vorrei un aiuto. Ho fatto lucidare i pavimenti granigliati a piombo, ma purtroppo si scivola molto e non riesco a capire come posso risolvere il problema.
    C’è un detergente antiscivolo per poterli lavare?
    Grazie
    Giuseppina

    Risposta
  • 16 gennaio 2015 in 22:04
    Permalink

    Devo ridare vernice ad un pavimento color verde militare vorrei cambiare colore, cambiarlo con bianco mi hanno detto che esistono dei colori adatti per riverniciare e cambiare colore . A chi mi devo rivolgere grazie

    Risposta
  • 18 giugno 2015 in 18:01
    Permalink

    Buongiorno, vorrei cambiare look alla mia scala interna. Attualmente i gradini e l”alzata sono rivestiti in klinker. Pensavo di ricoprire i gradini con il legno, mentre l’alzata vorrei dipingerla di bianco. Ci sono in commercio prodotti per dipingere il klinker? Grazie e buona giornata
    Silvia

    Risposta
  • 20 ottobre 2015 in 23:52
    Permalink

    Buonasera ho acquistato una cada con un pavimento in cotto già trattato lucido vorrei farlo opaco come posso fare? Che trattamento utilizzare? Grazie mille

    Risposta
  • 1 gennaio 2016 in 16:10
    Permalink

    buongiorno, anch’io ho un problema di pavimento interno a mattonelle 20×20 (circa 45 mq spalmati su due locali), il materiale è marmo (pregiato, mi si dice), in ottime condizioni ma di un colore terribile (esattamente i colori di fondo di questo sito (nero-marrone e come “spruzzato” di macchie color cannella). Non ho a disposizione grosse risorse, l’unica sarebbe di verniciarlo. Non ho ancora capito se è possibile, ed eventualmente a quali inconvenienti potrei andare incontro. Il marmo è praticamente nuovo, e dunque abbastanza lucido. Ma è veramente brutto e non riesco ad arrendermi all’idea di tenermelo com’è… E’ possibile avere un consiglio? Grazie!

    Risposta
  • 9 aprile 2016 in 16:02
    Permalink

    Buona sera ho fatto dipingere il muro del mio bagno con smalto ad acqua ma già dopo pochi giorni le pareti intorno agli infissi presentano punte di muffa(ho cambiato gli infissi e non ci sono infiltrazioni di alcun genere) inoltre a distanza di un mese lo smalto di sta sfaldando e staccando. Ho notato che il pittore non ha rispettato la diluizione riportata sulla confezione ma ha aggiunto più acqua e fatto più passate. cosa devo fare???

    Risposta
  • 9 aprile 2016 in 16:06
    Permalink

    Buona sera ho fatto dipingere il muro del mio bagno con smalto ad acqua ma già dopo pochi giorni le pareti intorno agli infissi presentano punte di muffa (ho cambiato gli infissi e non ci sono infiltrazioni di alcun genere) inoltre a distanza di un mese lo smalto di sta sfaldando e staccando. Ho notato che il pittore non ha rispettato la diluizione riportata sulla confezione ma ha aggiunto più acqua e fatto più passate. Cosa devo fare???

    Risposta
  • 4 dicembre 2016 in 11:45
    Permalink

    Salve, nel portico e nel marciapiede ho dei mattoni in cotto sul rosso e molto porosi, li ho trattati con vari prodotti ma non ho ottenuto nessun risultato, continuano a macchiarsi e a scurirsi. Ho notato, però,che sotto i vasi, il pavimento, con il tempo e non so per quale fenomeno, è diventato più liscio e molto più chiaro,decisamente diverso da come era in origine, mi piacerebbe che diventasse tutto così. Come posso fare? come posso renderlo anche più liscio e meno poroso? Grazie mille

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *