Immobiliaristi, Ricucci spera nel patteggiamento

Accetta tre anni di carcere, che sono però coperti dall’indulto; obbligo di dimora per Coppola.
Tre anni di reclusione, pienamente condonati grazie all’indulto, e il pagamento di 654.800 euro, tra Magiste Real Estate, Magiste International e Garlsson Real Estate. Questa è la proposta di patteggiamento avanzata dai legali di Ricucci, d’accordo con la procura, ai giudici della V sezione penale del tribunale davanti al quale l’immobiliarista è imputato per un fallito tentativo di scalata a Rcs, per la compravendita di un palazzo in via Lima e per presunte irregolarità nell’assegnazione del patrimonio immobiliare dell’Enasarco.
Un’altra richiesta di patteggiamento, a un anno e dieci mesi di reclusione (pena sospesa), è stata avanzata anche da un ex collaboratore di Ricucci, Luigi Gargiulo. Sui patteggiamenti il tribunale deciderà nell’udienza del 10 dicembre prossimo. Intanto la II sezione penale del tribunale di Roma ha stabilito l’obbligo di dimora per Danilo Coppola.

Revocata dunque la misura degli arresti domiciliari, che l’immobiliarista stava scontando nella casa romana della madre, perché ritenuta inutilmente afflittiva. Coppola, imputato per bancarotta fraudolenta e falso ideologico nel processo per il fallimento della Micop, non potrà allontanarsi da Grottaferrata, comune di residenza.

Fonte: Quotidiano Il Firenze del 7 Ottobre 2008

Un pensiero riguardo “Immobiliaristi, Ricucci spera nel patteggiamento

  • 8 ottobre 2008 in 17:57
    Permalink

    Salve,

    Mi spiace contattarla cosi ma potremme mettermi in contatto con la persona che si occupa della pubblicitá sul vostro sito?

    Grazie Mille

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *