Ristrutturare la casa

Dividere una StanzaConfermato lo sgravio fiscale: del 36% sulle ristrutturazioni e del 55% sul risparmio energetico per tutto il 2010. Ristrutturare la propria casa a volte conviene di più che cambiare.
La nascita di un figlio, la necessità di un piccolo studio, la voglia di più calore e di nuovi colori ci da spesso la sensazione che la nostra sia una casa davvero inadeguata questo ci fa nascere la voglia di cambiare, di avere finalmente una sensazione di spazio e di funzionalità che ci farà stare a nostro agio nel ‘pezzo di mondo’ in cui viviamo. Quindi comincia la caccia alla casa dei sogni e spesso non ci si rende conto che la propria abitazione ha delle potenzialità non sfruttate!

Facciamo due conti: se cambiamo casa dobbiamo sopportare i costi di intermediazione di agenzia, i costi notarili, le tasse di trasferimento, gli interessi passivi sul nuovo mutuo. A conti fatti in media non si spendono meno di 30.000 euro per i soli costi di trasferimento legale e in fine dobbiamo comunque ristrutturare la casa appena acquistata. Conviene quindi capire bene se e’ possibile con una radicale ristrutturazione e con soluzioni originali ottenere più spazio dalla propria casa tenendo conto che con le agevolazioni fiscali attuali il 36% delle spese ci viene restituito sotto forma di detrazione fiscale dallo stato.

Secondo la Covertec srl, (azienda specializzata in ristrutturazioni di interni) una ristrutturazione per una casa di circa 90 mq realizzata con buone finiture ha un costo finale di circa 60.000 euro e quindi la metà della cifra sarebbe già assorbita dai soli costi di acquisto prima elencati. Se poi si calcolano le somme ricevute in detrazione fiscale per circa 17.500 euro, (36% fino a 48.000 Euro il costo di totale per ottenere una nuova casa progettata secondo le esigenze della famiglia sarebbe di circa 15.000 euro!

Ma chi ci dice se la nostra casa è adatta a soddisfare i ns. bisogni? Ci sono diverse possibilità. Ci si può rivolgere certamente ad un architetto che potrà dare un parere con un semplice sopralluogo e ci sono anche imprese specializzate del Settore che possono fornire dei preventivi di spesa.
Uno degli esempi per realizzare una migliore distribuzione degli spazi è la parete salvaspazio. E’ possibile abbattere il tramezzo divisorio fra la cucina e il soggiorno e al suo posto è ricavare una parete attrezzata multimediale! In questa parete divisoria sono sistemati una televiione lcd da 42 pollici, il dvd, il sistema home theater, un mobile contenitore a due ante, a servizio del soggiorno, una libreriasuperiore, le casse del sistema di diffusione sonora e un delle nicchie illuminate per alcuni pezzi particolari che la coppia aveva trovato in giro per il mondo!

In questo modo la televisione può essere vista comodamente sia dal divano che dalla tavola durante la cena dove la famiglia finalmente si riunisce. Un ultimo particolare e’ riservato alla televisione che attraverso una staffa particolare puo’ essere lievemente estratto dalla nicchia in cui si trova e può essere orientato per una visione ancora migliore. Inutile dire che tutti i cavi sono passati all’interno della parete e quindi non li avremo a vista.

Fonte: Quotidiano Il Napoli del 12 gennaio 2010

8 pensieri riguardo “Ristrutturare la casa

  • 16 febbraio 2010 in 13:53
    Permalink

    Buongiorno,
    vorremmo comparare un appartamento a Milano di circa 90 mq.
    Il costo non è altissimo, ma bisogna metterci mano, chiaramente prima di comprare sono a chiedervi a cosa andremmo in contro per una spesa di ristrutturazione.
    1) la cameretta dei bambini è troppo piccola e pensavamo di sfruttare uno dei due bagni che confina con la camera per ingrandirla.
    2) Il secondo bagno resta nella stessa posizione, ma va rifatto.
    3) Per avere un secondo bagnetto avevamo pensato di sfuttare il ripostiglio(che si trova vicino alla nostra camera) per farlo diventare un vero è proprio bagnetto (con l’apertura all’interno della camera), di conseguenza bisognerebbe sistemare anche la porta.
    La sala è molto grande circa 30 mq. volevamo forse buttare giù una parete per renderla più ariosa, ma niente di più.
    Vorremmo mettere il parquet in tutta la casa, a parte la cucina, rifare le piastrelle della cucina (la cucina è veramente piccola), dipingere la casa.
    Lo so che forse è un pò troppo stringata la mia richiesta, ma a grandi linee cosa andiamo in contro??

    Grazie mille
    Luisa Brigatti

    Risposta
  • 22 febbraio 2010 in 22:01
    Permalink

    Buonasera,
    io e la mia ragazza vorremmo ristrutturare completamente un appartamento di circa 100mq, qual’è la spesa indicativa per fare un buona lavoro? Lavori previste e non:
    -impianti (elettrico, termoidralico) (2 bagni+cucina)
    -ripavimentazione
    -abbattimemto e rifacimento di 2/3 muri
    – etc etc
    <Grazie
    Cordiali saluti

    Risposta
    • 24 febbraio 2010 in 12:07
      Permalink

      NOn rilasciamo preventivi, saluti

      Risposta
  • 1 marzo 2010 in 23:28
    Permalink

    buonasera,sto cercando di capirci qualcosa di più sulle agevolazioni della ristrutturazione delle case.sono un ragazzo di 23 anni con un reddito annuale di 19500 euro avendo trovato un appartamento di 90mq al prezzo di 60000euro a cui vanno sommati lavori di ristrutturazione. come devo comportarmi? grazie in anticipo cordiali saluti

    Risposta
  • 30 marzo 2010 in 16:50
    Permalink

    Buongiorno,mi chiamo Massimo, e all’interno del condominio dove abito svolgo la funzione di amministratore, per non avere un amministratore esterno. Vi contatto perchè lo stabile necessita di un cappotto, per sopperire a diversi difetti di costruzione (crepe, infiltrazioni d’acqua, ecc…),le mie domande sono queste:avendo il codice fiscale del condominio, posso richiedere la detrazione del 36% e l’agevolazione fiscale del 10%, se si cosa e come devo fare, oppure ognuno dei dieci proprietari deve farlo per conto proprio? La ristrutturazione si deve considerare ordinaria o straordinaria? Grazie per le vostre risposte che mi sono sempre molto utili.

    Risposta
  • 8 aprile 2010 in 14:39
    Permalink

    Buongiorno, ho due dubbi sullla detrazione del 36% su alcuni lavori al mio appartammento che stanno per iniziare.
    1) l’agenzia delle entrate chiarisce che i coniugi cointestatari possono dividere la quota di detrazione, ma mi chiedo se sono obbligati a farlo o è possibile riservare ad uno dei due spese e detrazione? (preciso che nessuno è fiscalmente a carico dell’altro).
    2) Tra le spese ammissibili ci sono i materiali, le porte interne sono ammissibili? Preciso che si tratta di manutenzione straordinaria.
    Grazie

    Risposta
  • 6 novembre 2010 in 17:32
    Permalink

    Le detrazioni fiscali sono un buon incentivo per ristrutturare il proprio immobile anche se purtroppo diluite nel tempo.

    Risposta
  • 18 ottobre 2011 in 17:15
    Permalink

    Buongiorno. Ho presentato una SCIA per ristruttura il mio appartamento. Il comune ci ha richiesto la concessione edilizia della casa, ovvero la concessione che il comune avrebbe dovuto rilasciare quando è stata costruita nel 1954. Non troviamo tale documento. E’ lecito che ci venga richiesto? Grazie.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *