Domotica per la casa

Domotica per la casaLa parola domotica non esiste ancora neanche sul più recente dizionario della lingua italiana ma già rappresenta un’applicazione innovativa per la trasmissione e l’operatività a distanza (Internet, ethernet, telefonia tradizionale o cellulare, onde radio, reti informatiche ecc.) della l’automazione domestica e degli impianti intelligenti.

La parola domotica composta dal latino domus, “casa” e dalla parola (informa)tica, è una nuova scienza che si occupa del controllo a distanza delle applicazioni dell’informatica e dell’elettronica applicate all’abitazione. Oramai la domotica per la casa è una caratteristica sempre più diffusa e richiesta e nelle nuovi costruzioni vengono già predisposti gli impianti per installarla.

EVOLUZIONE DELLA DOMOTICA

Sin dal dopoguerra le principali aziende produttrici del settore hanno accompagnato la crescita del nostro Paese, contribuendo a modernizzarne il patrimonio edilizio e spesso anticipando le scelte del mercato, con prodotti innovativi, sicuri, efficienti, ben disegnati, semplici da installare e da usare.

Prodotti come le prese modulari, che hanno facilitato il lavoro di progettisti e costruttori o come il salvavita, simbolo per eccellenza della sicurezza; prima a trasformare il semplice interruttore della luce in un componente d’arredo; protocolli come il sistema SCS (Sistema a cablaggio semplificato, SCS) che offriva già un concetto di automazione domestica completo, funzionale, semplice da installare.

DOMOTICA E CONTROLLO A DISTANZA

Ecco che adesso tutti questi prodotti innovativi possono essere controllati a distanza senza difficoltà e con più sicurezza, più comfort, più risparmio energetico e sopratutto risparmio economico.

SISTEMA DOMOTICO IN CASA

Un sistema domotico in casa è progettato per ottenere una protezione globale degli spazi interni ed esterni, delle persone e delle cose e per poter gestire in modo flessibile l’intero impianto, sia quando siamo in casa sia quando siamo fuori.

DOMOTICA IN CASA… In casa, per esempio, potremo attivare i sensori solo in alcune zone, o solo per l’esterno, o solo per un locale. Oppure proteggere solo le porte e le finestre, così da muoverci liberamente all’interno dell’abitazione.

DOMOTICA MENTRE SI ESCE… Quando stiamo uscendo, potremo sfruttare l’intelligenza del sistema domotico, che ci ricorda se l’impianto non è stato attivato o se c’è una finestra aperta.

DOMOTICA FUORI CASA… Quando siamo fuori, il sistema può rispondere alle chiamate al telefono, al citofono o al campanello, utilizzando il trasferimento della chiamata verso un qualsiasi telefono fisso o cellulare, facendo credere che la casa non è disabitata.

DOMOTICA DALL’UFFICIO… Quando siamo in ufficio, il sistema può riprodurre sul video del pc la pianta della casa e vederla sul monitor, grazie al video controllo a distanza, per verificare la situazione. O, ancora, ricevere sul cellulare un allarme e allertare la società di sorveglianza. Come negli impianti di tv a circuito chiuso delle banche o degli uffici pubblici, la sicurezza del video controllo entra anche in casa, con la massima semplicità: un sistema domotico in casa permette, infatti, il controllo delle immagini rilevate sfruttando le apparecchiature dell’impianto del video citofono, senza alcun filo in più.

VIDEOCONTROLLO…

Il sistema di videocontrollo dà la possibilità di sorvegliare visivamente le parti di passaggio e le aree comuni, interne o esterne all’abitazione, riportando le immagini dei punti strategici sui monitor dei videocitofoni. In questo modo, un rumore sospetto o una segnalazione di allarme del sistema antifurto può essere immediatamente verificata. Sicurezza anche dal controllo dei suoni, per le persone. Grazie ai centralini telefonici, non solo è possibile integrare videocitofonia e telefonia, ma è anche possibile creare una “rete” nella propria abitazione di videocitotelefoni intercomunicanti. Da qui al “room monitoring” la strada è breve: negli appartamenti grandi o su più livelli, o nelle ville su più piani, si può controllare anche a distanza il riposo o il gioco dei bambini, oppure il sonno di una persona anziana o malata.

DOMOTICA E CONTROLLO FUGA GAS…

Ma la funzionalità e la modularità del bus di MY HOME può essere sfruttata anche per altre applicazioni, inserendo altri rilevatori di allarme, che utilizzano lo stesso sistema ma con canali differenti, così da generare messaggi specifici in base al rilevatore attivato. Per esempio, il rilevamento di una fuga di gas da parte di un sensore fa chiudere l’elettrovalvola e bloccano l’erogazione del gas; e, contemporaneamente, invia il segnale di allarme alla portineria del palazzo, attraverso il videocitofono, o al cellulare del proprietario, attraverso il telefono, o ai vigili del fuoco.

TELESOCCORSO…

L’applicazione del sistema domotico si allarga così fino a raggiungere il telesoccorso: attraverso un apposito medaglione, infatti, indossato da un malato o da un anziano, è possibile inviare l’allarme a un parente o a un medico per il pronto intervento.

FACILE DA USARE E INSTALLARE

Con un sistema domotico le nuove tecnologie sono al servizio della casa, per una migliore qualità della vita. Tutto questo, senza installazioni complesse né eccessivi sforzi di apprendimento da parte dell’utilizzatore, né dell’installatore, grazie a una serie d’importanti innovazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *