Il comfort del fuoco

Un’immagine di un camino in casa colonicaL’aumento dei prezzi dei combustibili tradizionali ha contribuito al successo crescente di stufe e camini che possono essere utilizzati come fonte di calore primaria o aggiuntiva, senza considerare la loro qualità estetica e di arredamento. Dobbiamo infatti sottolineare che l’aspetto che un appartamento assume con l’inserimento di un bel camino migliora tantissimo; per non parlare del calore che il camino stesso, specialmente nelle sere invernali più fredde, riesce a trasmettere a tutti coloro che sono seduti davanti al divano a guardare la televisione. In alcuni casi il camino diventa proprio un amico che tiene caldo e che fa compagnia per tutto il periodo in cui abitiamo la nostra casa. Inoltre nei camini medio-grandi (in special modo nei camini con areazione nei quali l’effetto è proprio quello del forno ventilato) esiste anche la possibilità di cuocere alimenti come carne (per le buonissime grgliate), pane (per fare il pane da soli o per i gustosissimi crostoni), pesce, castagne e qualsiasi altra cosa possa venire in mente. L’installazione di camini e stufe deve rispettare le norme edilizie, quindi prima di scegliere il modello ideale è necessario considerare diversi fattori:

  • Grandezza dei vani ed altezza delle pareti
  • Esistenza di canna fumaria
  • Tenuta limite di carico del pavimento
  • Capacità isolante di porte e finestre

A questo punto si potrà scegliere se installare un camino a focolare aperto, che valorizza la bellezza delle fiamme, a inserto o monoblocco chiuso da un vetro ceramico con possibilità di elettroventilatore che convoglia l’aria calda in uno o più ambienti della casa. Se invece preferite una stufa i modelli sono diversi per dimensioni e potenza, facili da installare con possibilità di aggiunta di forno o scaldavivande, con alimentazione a legna e/o a pellet. L’autonomia dipende dalla capacità del serbatoio e può  arrivare fino a 48  ore. Come per i camini le stufe,  se dotate di ventilatore, consentono tramite la canalizzazione,  di convogliare l’aria calda in più stanze. Ciò che oggi le caratterizza è il sistema di combustione pulita, ovvero la quasi completa combustione dei gas del pellet o della legna con conseguente rendimento termico maggiore. 

Un pensiero riguardo “Il comfort del fuoco

  • 7 maggio 2010 in 15:27
    Permalink

    desidero sapere se riscalda meglio un inserto a legna oppure un monoblocco a legna.
    grazie

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *