Pubblicità su Caseinrete.org

Arriva primo nei motori di ricerca, aumenta i visitatori del tuo sito ed incrementa le tue vendite.

Pubblicità su caseinrete.org http://www.caseinrete.org è un portale dedicato alle case e a tutto ciò che riguarda l’argomento ‘casa’ dall’arredamento, alla ristrutturazione, alla costruzione, alla compravendita, alle rifiniture.. Ed ogni giorno è visitato da una media di 1.500 visitatori unici per un totale di oltre 2.000 pagine visitate; di seguito il link delle
statistiche giornaliere:
Statistiche di Caseinrete.org

I nostri visitatori sono anche utenti interessati all’acquisto di prodotti commercializzati dalla tua ditta, pertanto proponiamo l’inserimento di una pagina dedicata alla tua azienda con link alla pagina del tuo sito aziendale per un periodo da te scelto.

La nostra redazione provvederà ad inserire sul sito www.caseinrete.org un articolo interamente dedicato alla tua azienda con link e foto riguardanti l’argomento trattato, in questo modo, automaticamente, la vostra azienda verrà posizionata in pochi giorni nelle prime pagine di Google, Yahoo, Virgilio, Bing, Altavista per la maggior parte delle chiavi di ricerca contenenti i prodotti da te venduti.

Per esempio, se la tua ditta vende tavoli da giardino, creeremo una pagina apposita per la vendita di tale prodotto e chiunque cerca su google (e su gli altri motori di ricerca) la parola tavoli da giardino troverà nelle primissime posizioni il suddetto articolo con i tuoi recapiti ed il link al tuo sito e potrà così contattarti per informazioni sull’acquisto di tavoli da giardino.

Garantiamo, grazie alla potenzialità consolidata del nostro sito, una visibilità immediata della vostra azienda per tutti i lettori dell’articolo interessati all’argomento tavoli da giardino e una promozione mirata del vostro sito che, in pochi giorni, avrà un sostanziale incremento di visite da parte di potenziali clienti.

La nostra web agency è a vostra disposizione per ulteriori chiarimenti e per studiare insieme la miglior soluzione per la vostra azienda. Potrete contattarci ai seguenti recapiti:

Tel./Fax: 0574-711225 Mobile: 328-2194403
info[at]firenze-online.com info[at]caseinrete.org
Lo Staff di caseinrete.org

29 pensieri riguardo “Pubblicità su Caseinrete.org

  • 25 gennaio 2010 in 23:30
    Permalink

    Il 30/06/2008 ho acquistato un appartamento sito al 3 ed ultimo piano di una piccola palazzina degli anni 60.
    Ad ottobre del 2008 con la prima pioggia ho riscontrato infiltrazioni di grandi dimenzione in tutte e tre le stanze.
    Fatto presente in assemblea di tale situazione, vengo a conoscenza che gia a luglio del 2007 nell’appartamento confinante erANO PRESENTI infiltrazioni e che le stesse avevano compromesso la staticita’ del tetto, il quale gia di suo a seguito di perizia presentava evidenti e gravi sottodimenzionamenti della struttura portante (travi di 15 cm di diametro, spaziate tra di loro di ca 3 m, completa assenza della guaina)pertanto era stato proposto ùdall’imgegnere incaricato, il completo rifacimento del tetto di tutta la palazzina, ma l’assemblea decise di intervenire solo sulla parte dell’altro appartamento che risultava altrimente inagibile e di rimandare il lavoro residuo in un prossimo futuro.
    Naturalmente l’ex proprietario non mi ha informato di tale situazione (io ho più volte chiesto se l’appartamento presentava delle problematiche) anzi mi ha garantito che l’appartamento era in condizioni perfette e che addirittura il tetto prevedeva una coibendazione molto efficacie. Il mio quesito è questo, io oggi mi trovo a dover non solo rifare l’intero tetto , ma sono inoltre costretta ad intervenire anche sulle pareti, sulle quali la struttura poggerà, in quanto le attuali non sorregerebero il nuovo tetto, posso io chiedere al ex proprietario il rimborso di tale spese o l’annullamento del contratto di compravendita? Se si quale è la strada migliore e più vloce,considerando il fatto che per fare tali lavori io sarò costretta ad abbandonare la mia abitazione e che non ho parenti nel raggio di 420 km.
    Restando in attesa di una vostra risposta colgo l’occasione per ringraziarvi anticipatamente.

    Risposta
    • 30 gennaio 2010 in 11:22
      Permalink

      Buongiorno Suellen, può far causa al vecchio proprietario, ma la soluzione è tutt’altro che veloce. saluti

      Risposta
  • 12 febbraio 2010 in 00:53
    Permalink

    Salve,
    potete per cortesia chiarirmi chi (acquirente o venditore) dovrà sostenere tutte le spese di registrazione della proposta o preliminare di compravendita? Grazie

    Risposta
    • 12 febbraio 2010 in 18:01
      Permalink

      La parte acquirente, in quanto, l’imposta di registro in misura proporzionale, verrà scomputata in sede d’atto. saluti

      Risposta
  • 21 febbraio 2010 in 18:01
    Permalink

    Buonasera,
    vorrei sapere se la possibilità di inserire annunci immobiliari è indirizzata solo ai privati o anche alle agenzie immobiliari?

    Grazie in anticipo per una Vs. risposta
    Cordiali saluti
    G.F.

    Risposta
  • 25 febbraio 2010 in 13:13
    Permalink

    Gentile Guido,

    l’inserimento di annunci immobiliari è completamente gratuito per i privati. Per quanto riguarda le agenzie immobiliari diamo la possibilità di inserire fino ad un massimo di 3 annunci immobiliari gratuiti; dopodichè è possibile acquistare ‘pacchetti di annunci’ seguendo dei tariffari che invieremo al momento opportuno.

    Per inserire gli annunci immobiliari gratuitamente:
    http://immobili.caseinrete.org/inserisci-un-annuncio-gratis/

    Cordiali saluti,
    Claudio Giagnoni

    Risposta
  • 10 marzo 2010 in 13:41
    Permalink

    Al momento del rogito, le tasse da pagare sull’acquisto della prima casa sono da calcolare sul valore catastale dell’immobile o sul prezzo di acquisto stabilto nel contratto preliminare regolarmente registrato?
    Grazie
    Laura 2010

    Risposta
    • 11 marzo 2010 in 18:07
      Permalink

      dipende se l’acquisto è tra privati o soggetto ad I.v.a. Nel primo caso la base imponibile è la rendita catastale, nel secondo la base imponibile è il valore della compravendita. saluti

      Risposta
  • 16 marzo 2010 in 19:30
    Permalink

    Buon giorno.
    Io e mia sorella siamo comproprietari di un piccolo immobile (di valore modesto, circa 25.000 euro),che vorremmo vendere ad una ragazza rumena che fa la badante e la sera collabora nel locale che gestisce mia sorella.
    La ragazza è da poco in Italia e non possiede i soldi necessari per acquistare l’immobile, nè può chiedere finanziamenti ad una banca.
    Abbiamo pensato di fare un contratto preliminare di vendita con il quale la ragazza si impegna mensilmente per 4 anni a riconoscere un tot mensile e nel contempo le permetteremo di occupare l’immobile oggetto di vendita al fine di evitare di pagare l’affitto che attualmente paga.
    Chiedo cortesemente se quanto sopra è fattibile ed inoltre di sapere quanto segue:
    1 I pagamenti mensili come vanno regolati.
    2 L’occupazione, in attesa di rogito notarile, andrà regolamentato con un comodato d’uso? e se sì bisognerà specificare che il comodato è finalizzato alla vendita dell’immobile?

    Risposta
    • 18 marzo 2010 in 17:05
      Permalink

      Buongiorno Antonio, le opzioni sono entrambe fattibili ma, dato che comunque si tratta di pagamenti che verranno scomputati dal saldo al momento del rogito notarile di trasferimento della proprietà , sarebbe bene inserirli sul compromesso a titolo di Acconto prezzo, vi consigliamo comunque di rivolgervi ad un notaio e chiedere qual’è la soluzione migliore in questo caso. saluti

      Risposta
  • 27 marzo 2010 in 13:21
    Permalink

    Buongiorno,
    mio marito ed io abbiamo firmato una scrittura privata per la vendita della nostra casa, successivamente registrata come preliminare di vendita.

    Nella scrittura si indica che la casa verrà lasciata “libera di cose e persone”.

    La mia domanda è: il box doccia, l’antifurto (installato senza fili), la tenda parasole del balcone, il mobile del bagno con lavandino integrato sono da considerarsi accessori e quindi possiamo disinstallarli per utilizzarli in casa nuova?
    Togliendo il mobile del bagno con il lavandino integrato, devo lasciare un altro lavandino installato?
    Non sono mai stati presi accordi per iscritto o verbali per lasciare questi oggetti.

    Eventualmente, possiamo richiedere un prezzo per lasciare questi oggetti agli acquirenti?

    Grazie,
    Gio

    Risposta
    • 16 aprile 2010 in 18:44
      Permalink

      Buongiorno Giorgia, tutti gli affissi ed infissi dovranno essere lasciati in quanto proposti in vendita, non può smontare un bagno e sostituirlo con uno vecchio, così per il box doccia, così per la tenda parasole, l’unico accessorio che può eventualmente togliere è l’antifurto. saluti

      Risposta
  • 21 aprile 2010 in 00:16
    Permalink

    Buonasera Elettra,
    il mio dubbio è: anche i lampadari sono “infissi” così come per esempio i porta asciugamani? Che differenza c’è con la tenda, che è stata montata senza opere murarie e può essere rimossa senza variare la destinazione d’uso o la funzionalità del balcone?
    Grazie
    Gio

    Risposta
    • 23 aprile 2010 in 17:37
      Permalink

      no Giorgia, sono affissi, comunque troverà le definizioni sul codice civile. saluti

      Risposta
  • 16 giugno 2010 in 20:28
    Permalink

    Buongiorno mia suocera possiede un edificio rurale accatastato C6 (stalla + portico ) di cui ha gia presentato una dia per ristrutturazione con cambio d’uso per farlo diventare abitazione. Io e mia moglie vorremmo aquistarlo, e quindi subentrare alla dia in comune , per farla diventare la nostra abitazione principale .Mia suocera a ritirato la dia ma non ha ancora iniziato effetivamente i lavori di restauro : vi chiedo 1)abbiamo diritto alle agevolazioni sulla compravendita come prima casa ? 2) la richiesta a Pescara per la detrazione 36% va inviata da mia suocera o può essere inviata da noi prima di iniziare i lavori , e se inviata da mia suocera abbiamo noi diritto alla detrazione facendosi intestare le fatture e pagando con bonifico ? grazie per l’attenzione

    Risposta
  • 10 luglio 2010 in 00:13
    Permalink

    buonasera,
    devo comprare casa , ma non intendendomi di immobili, prima di spendere qualsiasi cifra, mi piacerebbe sapere se il prezzo richiesto per l’ acquisto della casa che sto valutando di comprare e’ eccessivo o giusto
    in pratica mi piacerebbe sapere se sto facendo un affare , se sto per prendere una fregatura o se invece sto comprando un immobile al prezzo giusto
    l’ immobile in questione e’ situato a genova sampierdarena (quartiere non molto in voga ultimamente ) ma in una traversa di una via principale ( via cantore)
    la descrizione dell’ immobile e’ la seguente :

    Adiacenze via Cantore, luminoso appartamento ultimo piano, 6,5 vani, 110mq + terrazzo 20mq, vista aperta panoramica, ottima esposizione, silenzioso, palazzo completamente rifatto, interni da riordinare. Richiesta 210.000 TRATTABILI.

    io aggiungo dopo averlo visto : COMPLETAMENTE da ristrutturare e quando dico completamente intendo tutto .
    la cosa positiva e’ che in prospettiva potrebbe essere la casa che mi e’ sempre piaciuta ma ho paura di pagarla troppo. potete aiutarmi a stabilire un’ offerta giusta da proporre all’ agenzia ?

    grazie e cordiali saluti

    Risposta
  • 17 luglio 2010 in 21:01
    Permalink

    Salve, sono un privato che che ha intenzione di acquistare una villetta a schiera tramite un agente immobiliare. Contemporaneamente vorrei affidare la vendita in esclusiva del mio attuale appartamento allo stesso agente. Devo pagare la mediazione su entrambe le eventuali compravendite o c’è una consuetidine che mi possa fare risparmiare qualcosa? Grazie per l’attenzione

    Risposta
  • 20 luglio 2010 in 18:21
    Permalink

    Buonasera avevo mandato una richiesta di chiarimenti in merito ad un edificio C6 di proprietà di mia suocera il giorno 16 giugno ma non ho ancora avuto risposta
    grazie per l’attenzone
    gilberto

    Risposta
  • 1 settembre 2010 in 17:43
    Permalink

    Buongiorno,
    vorrei sapere se uno degli obblighi di una agenzia immobiliare, visto che secondo il codice civile, il loro è un ruolo di mediazione in cui vige l’imparzialità, considerando che la loro prestazione ha un costo sia per il locatore sia per il conduttore, vorrei sapere se sono tenuti pertanto a tutelare entrambe le parti, verificando eventuali vizi nascosti ( tubature marce visibili ( lavandino di cucina )) e dovendo farlo presente alle parti.
    nello stao dei luoghi redatto dalla agenzia appare la voce impianto idraulico in perfette condizioni, come nuovo. Posso in qualche modo rivalermi ?
    La ringrazio per l’interessamento.
    Cordiali Saluti

    Dario Pizzati

    Risposta
  • 9 settembre 2010 in 14:01
    Permalink

    Buongiorno, avrei un dubbio da dirimere, spero possiate aiutarmi.
    Sto comprando casa da costruttore edile, trattasi di PRIMA CASA! Il costruttore ha intenzione di attivare il contatore della luce a nome dell’impresa (con contratto agevolato al 10%).
    Il costruttore mi addebiterà le spese di attivazione e poi dovrò effettuare la “voltura”, cioè far un cambio d’utenza. In questo caso dovrò pagare nuovamente le spese di attivazione per il nuovo contratto?? Vorrei cortesemente sapere se attivandolo direttamente “a mio nome” posso usufruire dell’IVA agevolata al 4% prevista x la “prima casa”?
    Ringazio anticipatamente.

    Risposta
    • 27 settembre 2010 in 18:46
      Permalink

      buongiorno Manuela, è corretta la procedura suggerita dal costruttore, saluti

      Risposta
  • 23 settembre 2010 in 12:12
    Permalink

    Buongiorno, sono Roberto Visentin, figlio d’arte. Mio padre, rinomato e tra gli ultimi artigiani di Treviso, è alla ricerca di un mercato in grado di sviluppare la sua produzione di Ceramiche, maioliche e piastre in vetro, di enorme impatto visivo. Questi pezzi sono ovviamente enorme pregio per un mercato sofisticato ed esigente, per via che la produzione possa essere totalmente personalizzata; per i decori a mano -ormai una singolarità; per l’impiego di materie prime come oro fino a 24 carati o decori con ori di caratura differente per ottenere giochi di luminosità. Sapete dirmi una strada efficace per sviluppare, per l’appunto, un mercato ormai di monopolio? Grazie.

    Risposta
  • 24 settembre 2010 in 09:43
    Permalink

    Salve,
    ho un appartamento mansardato a Benevento-Zona Pacevecchia alla Via Calandriello 8, categoria A/2, Classe 1, Vani 7 , e vorrei avere una Vostra stima immobiliare corrispondente ad un probabile valore di mercato.
    L’ immobile è situato al 7° piano di un edificio condominiale di 16 appartamenti, realizzato negli anni 60 con struttura in cemento armato e copertura a falde inclinate rivestite di tegole e si compone di una superficie utile residenziale interna di mq. 123,74 e non residenziale interna di mq. 43,73 + 2 terrazzi esterni di mq. 51,98 .
    L’ appartamento è sottotetto con doppio accesso dal vano scale condominiale .
    Le finiture sono di buon livello (riscaldamento autonomo a gas, aria condizionata solo nell’ ambiente soggiorno), con parquet che copre tutta la superficie tranne i bagni e la cucina .
    La zona è periferica, di buona edilizia residenziale, con facile possibilità di parcheggio.
    Spero di aver dato tutte le principali caratteristiche per una Vostra valutazione immobiliare.
    Grazie e cordiali saluti .
    Carlo

    Risposta
    • 27 settembre 2010 in 17:09
      Permalink

      gentile Carlo, il servizio delle stime immobiliari è ancora attivo ma non è più gratuito, se è interessato ci invii una mail e le daremo tutte le informazioni sui costi. saluti

      Risposta
  • 10 novembre 2010 in 12:33
    Permalink

    Buongiorno a tutte,cerchero’ di riassumere brevemente, per quanto possibile il mio problema.
    Abito in un condominio in un appartamento in affitto.
    Il 16 Ottobre ho trovato nella buca delle lettere una comunicazione dell’amministratore dove informava che il giovedi seguente (dopo quattro giorni!) sarebbero iniziati dei lavori di montaggio impalcatura.Quindi non si poteva piu’ usufruire dei box auto per tutta la durata dei lavori (non so neanche quanto dureranno).
    Vi chiederete che lavori?????!!!anche io me lo sono chiesta, visto che alle assemblee di condominio non partecipo essendo inquilina e ci va il proprietario che non mi ha mai comunicato niente. Ma io so che lavori sono perche’ due mesi fa ho incontrato la mia ex vicina di casa che mi ha detto che avevano deliberato il rifacimento del tetto e dei frontalini dei balconi.

    Ora la mia domanda e’ questa…il proprietario era tenuto ad informarmi dell’inizio dei lavori (credo di si’ anche se e’ buono solo a prendere i soldi del canone!)e che non potro’ usufruire del box auto creando notevole disagio visto che dovro’ lasciare le auto in strada? con tutto quello che ne consegue…. (ricerca posto..non sempre c’e’, bimba piccola e io che devo sfacchinare con il pancione fino alla macchina…intemperie..) ma sopra a tutto vorrei sapere se ho diritto ad una riduzione del canone di affitto dove e’ compreso il box auto doppio??????

    mi dite la vostra, grazie

    Risposta
  • 6 aprile 2011 in 14:27
    Permalink

    Ho deciso di comprare un piccolo appartamento ai miei due figli che studiano a Bologna. Mentre il primo andrebbe ad abitare in questo appartamento il secondo preferisce vivere da solo in una stanza in affitto.
    Intestando questo immobile ad entrambi i figli potrebbero godere delle agevolazioni per l’acquisto di prima casa?
    Un grazie sentito per la risposta che spero tanto sia veloce.

    Risposta
    • 8 aprile 2011 in 11:04
      Permalink

      Buongiorno, la risposta è si, sempre che non abbiamo altri immobili intestati e non abbiano mai usufruito di tali agevolazioni, anche l’altro figlio però dovrà stabilire la residenza nell’appartamento. saluti

      Risposta
  • 26 aprile 2011 in 13:48
    Permalink

    Buon giorno,

    a febbraio dell’anno scorso ho acquistato una casa (prima casa) che precedentemente era stata divisa in due appartamenti (con due schede catastali).
    Il vecchio proprietario aveva richiesto l’accorpamento al catasto (il quale lo ha accettato prima del mio rogito).
    a distanza di un anno il catasto considera divisibile in due appartamenti la casa.

    In che misura mi posso difendere?

    Grazie in anticipo

    Cordiali saluti

    Fabrizia

    Risposta
  • 20 giugno 2011 in 12:49
    Permalink

    Nell’ottobre del 2010 ho dato mandato all’agenzia imm. (per 6 mesi) per la vendita del mio appartamento. Dopo circa 5 mesi l’ageniza mi ha fatto avere una proposta di vendita che dopo averla valutata l’ho firmata per poter così acconsite alla vendita l’appartamento, così mi veniva data una caparra di €. 5.000,00 che io ho trattenuto sino al giorno del rogito, ma in tale sede l’acquirente ha avuto dei dubbi e abbiamo rimandato la sottoscrizione del rogito per un’altra data. Dopo circa 15 gg di telefonate e cose varie vengo a conoscenza che l’acquirente non ha più intenzione di acquistare la mia casa così l’affare è saltato. dopo circa una settimana l’agenzia imm. mi chiama e mi dice che le spettano €. 3.000,00 per il lavoro svolto.Volevo sapere, se le sono dovuti questi soldi e se si quale criterio di percentuale si attua in questa situazione.
    Grazie.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *