Arredare casa

Un soggiorno arredato in stile modernoPerché ci viene in mente di cambiare l’arredamento di casa o la sua disposizione?
Tanti possono essere i motivi che ci portano a spendere tempo e risorse nell’arredamento. Tempo e risorse spesi bene, perché quello sarà il luogo dove correrà la nostra mente anche quando saremo al lavoro o in viaggio.
Per la maggior parte delle persone la casa è uno dei centri della vita, un punto fermo che, anche cambiandolo spesso, rimane sempre un obiettivo da raggiungere. La casa è anche un grande investimento da valorizzare e non importa spendere cifre astronomiche, l’importante è riuscire a mediare tra 4 elementi fondamentali: necessità, funzionalità, estetica e gusti personali.

Ed è quest’ultimo elemento, il gusto personale, che spesso fa la differenza, che fa di ogni casa un unicum irripetibile e ci permette di sentirla nostra. Un progetto di interni deve rispondere a questi 4 elementi principali. Perché la casa sarà Tua, sarai Tu ad abitarla, tu arriverai a casa alla sera e potrai finalmente dimenticare una giornata stressante, Tu dovrai sentirti a Casa!

Cosa vogliamo che ci sia quando chiudiamo la porta? Quali stanze? Ingresso, soggiorno, cucina, pranzo, camere, servizi, ripostigli,… Una camera in meno farà sentire il suo peso quando nascerà il prossimo figlio, quando avremo la necessità di lavorare in casa, quando arriveranno i nipotini. Ma non è sempre necessario avere un ambiente in più, a volte basta pensare una camera in modo tale da potere ricavare un letto in più, un angolo studio, una zona libera per i giochi dei bambini. Si trova sempre una soluzione, che non è detto debba essere un ripiego, ma anzi un punto di forza dell’arredamento. Un ripostiglio farà sempre comodo per sistemare tutto ciò che si accumula ma non vogliamo o possiamo portare via. Potrebbe fare comodo un bagno in più utilizzabile anche dagli ospiti senza dover entrare nella zona notte ovvero nella zona privata della casa.

Quali ambienti vivremo maggiormente? Pensare di spendere cifre enormi in una stanza da letto può fare piacere, se questo è possibile, ma pensandoci quello non è l’ambiente dove si vive; si vive nella zona giorno, in salotto, in un open-space soggiorno e cucina. Dove studieranno i bambini? Se sono più di uno potranno studiare assieme? Allora la camera andrà pensata non solo per dormire. Sarà necessaria una cucina enorme se la usiamo solo 1 ora alla sera?

Ci sono dei bambini? Allora sarà necessario uno spazio per il gioco abbastanza libero e non pericoloso. Lavoreremo in casa? Allora sarà necessario un luogo attrezzato o un angolo da adibire ad ufficio.

E’ quindi possibile passare a determinare quale stile ci piacerebbe per l’ambiente dove vivremo: antico, moderno, contemporaneo, rustico, high-tech, tradizionale, caratteristico di qualche luogo o cultura. Queste considerazioni ci aiuteranno a determinare particolari situazioni che caratterizzeranno gli ambienti.

Fatto questo cosa si fa? Meglio dire cosa non fare in questo caso!
1) arrivare a casa dopo una giornata di lavoro e cominciare a spostare i mobili tra le invettive della vicina del piano di sotto, perché tanto un po’ di moto non ci farà male. Risultato: il giorno dopo piegati dal mal di schiena arriveremo alla conclusione che era meglio se rimaneva tutto come prima.
2) Recarsi nelle ultime due ore di apertura dei negozi di tutta la settimana seguente e pure nel week-end nei grandi magazzini di mobili dove verremo puntualmente assaliti da venditori che che non vedranno l’ora di venderci la famosa cabina armadio per la camera dei bambini che dovremo smantellare sicuramente l’anno successivo perché prende uno spazio enorme e non serve a nulla. Risultato: dopo avere aspettato i mobili per i 40 giorni stabiliti, che diventeranno minimo 2 mesi, ci renderemo conto che forse era meglio evitare l’acquisto.

Ma allora cosa fare? Per arredare una casa ci vuole un lasso di tempo ragionevole. Non si fa in una settimana ma neppure in un’eternità. Prendiamoci il tempo necessario per visitare sì i grandi magazzini, ma anche negozi più piccoli con prodotti di artigianato, specialmente per gli accessori, o prodotti locali e valutiamo i prezzi anche con ricerche su Internet. Gli arredi non costano poco, quindi è meglio soppesare bene il loro acquisto.
Ma il tempo dove lo troviamo? Certo lavorando fino alla sera di tempo ne resta poco. Il consiglio che mi sento di dare è di fare prima delle ricerche in rete, quindi andare a vedere i prodotti che ci sembrano facciano al caso nostro. Può essere utile anche farsi inviare i cataloghi per posta o via email.

Articolo prelevato dal manuale ufficiale di tokonomaway.com, interior design.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *