Spese per l’acquisto di un’abitazione

Alleghiamo di seguito una tabella che riassume in breve i costi per l’acquisto di un’abitazione: 

ACQUISTO DI ABITAZIONE E SUE PERTINENZE DA PARTE DI PRIVATO CON REQUISITI PRIMA CASA*

Chi vende Iva Registro ipotecaria e catastale valore imponibile
Privato no 3% 336 € Valore catastale
Impresa non costruttrice; impresa costruttrice o ristrutturatrice dopo 4 anni dall’ultimazione no 3% 336 € Valore di vendita
Impresa costruttrice o ristrutturatrice entro 4 anni dall’ultimazione 4% 168 € 336 € Valore di vendita

* Tra i requisiti vi è quello che l’abitazione non sia classificata come “di lusso”

ACQUISTO DI ABITAZIONE E SUE PERTINENZE DA PARTE DI PRIVATO NON ABBIA I REQUISITI PRIMA CASA*

Chi vende Iva Registro ipotecaria e catastale valore imponibile
Privato no 7% 3% Valore catastale
Impresa non costruttrice; impresa costruttrice o ristrutturatrice dopo 4 anni dall’ultimazione no 7% 3% Valore di vendita
Impresa costruttrice o ristrutturatrice entro 4 anni dall’ultimazione (fabbricato nondi lusso) 10% 168 € 336 € Valore di vendita
Impresa costruttrice o ristrutturatrice entro 4 anni dall’ultimazione (fabbricato di lusso) 20% 168 € 336 € Valore di vendita

Il Calcolo del valore catastale

Tipo di immobile Moltiplicatore ai fini imposte di registro, ipotecarie e catastali Moltiplicatore ai fini Ici
Fabbricati Base: rendita catastale Base rendita catastale rivalutata Base: rendita catastale Base: rendita catastale rivalutata
Abitazioni acquistate con le agevolazioni prima casa 115,5 110 105 100
Altre abitazioni; collegi, caserme, ospedali, biblioteche, magazzini, laboratori, box, garage, tettoie, palestre ecc 126 120 105 100
Uffici, studi professionali, immobili a destinazione speciale, cioè alberghi, immobili industriali, immobili ad uffici, 63 60 52,5 50
Negozi e botteghe, chiese, stazioni fari 42,84 40,8 35,7 34
Terreni reddito dominicale reddito dominicale rivalutato reddito dominicale reddito dominicale rivalutato
Terreni non edificabili 94,5 90 93,75 75
Terreni edificabili Non esiste valore catastale

fonte: mercato immobiliare

12 pensieri riguardo “Spese per l’acquisto di un’abitazione

  • 23 gennaio 2009 in 11:13
    Permalink

    Salve,
    vorrei acquistare un appartamento di circa 70mq ad un prezzo di 200000€, non conosco ancora il valore catastale ad ogni modo mi piacerebbe conoscere una stima anche approssimata delle spese da sostenere per tale operazione,
    Grazie

    Risposta
  • 23 gennaio 2009 in 12:41
    Permalink

    Buongiorno signor Di Nocera, le spese per l’acquisto (tra privati)in caso di PRIMA CASA sono le seguenti:
    € 168,00 imposta ipotecaria fissa al momento della registrazione del compromesso
    una percentuale dello 0,50% sull’importo della caparra confirmatoria al momento della registrazione del compromesso
    una percentuale del 3% sull’importo della rendita catastale (dovrà moltiplicare la rendita per il coefficiente 126 e otterrà un importo molto vicino a quello imponibile)
    onorari e tasse del notaio
    percentuale di agenzia.
    Saluti

    Risposta
  • 27 gennaio 2009 in 00:42
    Permalink

    Salve…
    La mia domanda è la seguente:
    quali caratteristiche dovrebbe avere un’impresa non costruttrice? Deve avere la caratteristica del commercio di immobili e non di quella di costruzione?
    Grazie.

    Risposta
  • 27 gennaio 2009 in 11:06
    Permalink

    salve Mirko, non riusciamo a capire la tua domanda, le caratteristiche di cui ci parli, a cosa sono finalizzate?

    Risposta
  • 18 luglio 2009 in 17:21
    Permalink

    Devo comprare una casa da ulitizzare come prima casa volevo sapere come si calcola il valore catastale avendo una rendita di 202,45 euro

    Risposta
  • 20 luglio 2009 in 10:46
    Permalink

    Per avere un valore approssimativo (molto vicino alla realtà) dovrà moltiplicare per 129.
    saluti

    Risposta
  • 19 febbraio 2010 in 15:16
    Permalink

    Buongiorno, avrei necessità di veder chiarito un grosso dubbio sulle effettive spese per l’acquisto di una prima casa.

    In giro sulla rete si trovano molti applicativi che dichiarano di servire per calcolare le spese.

    Non capisco però perchè alcuni prendono come base imponibile ed altri la rendita catastale!
    Quale è la versione giusta?
    Ho avuto il dubbio che magari nel frattempo la normativa è cambiata.
    Io devo acquistare un immobile che avrà come costo finale 700.000€ ed una rendita catastale di 1644,92.

    Mi potreste chiarire questo dubbio, che cambierebbe di molto il calcolo delle spese!

    Grazie

    Risposta
    • 20 febbraio 2010 in 10:59
      Permalink

      Buongiorno Salvatore, tutto dipende da chi è che vende, se chi vende è titolare di partita i.v.a, la compravendita sarà soggetta ad I.V.A e la base imponibile sarà il valore della compravendita stesso, se chi vende è un soggetto privato, la base imponibile sarà la rendita catastale. saluti

      Risposta
  • 24 aprile 2010 in 18:22
    Permalink

    salve vorrei sapere: se un’appartamento acquistato come seconda casa costa € 190000,00 quanta iva si dovrà pagare?grazie

    Risposta
  • 16 luglio 2010 in 10:12
    Permalink

    Buongiorno, devo acquistare un secondo box nello stesso complesso dove ho la prima casa col suo box.
    Che spese devo considerare?

    Grazie
    Marco

    Risposta
  • 30 agosto 2010 in 08:18
    Permalink

    Buongiorno, dovrei vendere la casa per acquistarne una più grande. Posso usufruire anche questa volta delle agevolazioni per acquisto prima casa o no?
    Grazie.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *