Realizzare una parete in vetrocemento

Vetrocemento d'arredoPer suddividere una camera in due zone realizzata con una parete tradizionale e non si ha a disposizione un punto luce, come una finestra o un vano balcone, si corre il rischio di creare una camera buia senza illuminazione naturale.

Il solo modo per ricavare un ambiente luminoso è quello di realizzare pareti in vetrocemento realizzati con diffusori reperibili presso negozi specializzati.

Potremo scegliere i diffusori decorativi con le relative intelaiature, oppure quelli standard annegati nella malta, come illustreremo in questo articolo.

Ricordiamoci di acquistare tutti i materiali a corredo per la messa in opera, come i distanziatori e tondini per il rinforzo.

Prima di realizzare una parete in vetrocemento…

Prima di realizzare una parete in vetrocemento è bene sapere alcune cose. Le pareti in vetrocemento non sono auto portanti, e richiedono quindi una struttura rigida da fissare la pavimento, alle pareti e al soffitto. Un muro non dovrebbe superare i 5 metri di lunghezza ne’ essere maggiore di 17, 18 metri quadri di superficie. Oltre i 2,50 metri di lunghezza si deve rinforzare la struttura con tondini metallici.

Inoltre, nel caso di pareti molto grandi, si installano una serie di giunti di espansione tra l’intelaiatura e i vetro mattoni, riempiendo i giunti con il silicone.

Struttura di sostegno della parete in vetrocemento

Prima di tutto bisogna determinare le misure della struttura di sostegno. Si posizionano i vetro mattoni in fila sul pavimento dove bisogna creare la parete, con interposti gli speciali distanziatori in plastica tra di loro, e tra il diffusore e le pareti esistenti. Con il medesimo procedimento si misura l’altezza.

L’intelaiatura di legno di spessore di 5 centimetri dovrà essere giuntata mediante caviglie di profondità, pari allo spessore dei diffusori. Quindi si posa la struttura a squadro, fissandola con delle viti alla parete esistente.

Posa dei vetro mattoni

Si ricorda di acquistare un numero appropriato di distanziatori in plastica, da inserire in ogni giunto e tra i vetro mattoni e il telaio. Si Prepara nel frattempo la malta con cemento bianco pronta all’uso, acquistabile in sacchetti da 12,5 kg.

Prima di posare il primo mattone si fissa il nastro di gomma ai montanti del telaio. Si stende il primo strato di malta sulla base del telaio e partendo da uno degli angoli si inserisce il distanziatore a forma di L vicino alla struttura e quello a T sull’altro spigolo del primo vetro mattone, che verrà posato senza malta.

Successivamente si applica la malta sul fianco del secondo diffusore e lo si posiziona inserendo un altro distanziatore.

Si procede allo stesso modo con gli altri vetromattoni.

Rinforzare la parete in vetrocemento

Una volta creata la prima fila dei vetro mattoni, per rinforzare la parete si inseriscono i tondini metallici in ogni fila orizzontale di malta. Il tondino dovrà essere inserito nel telaio per qualche centimetro in fori predisposti su ogni fila di vetro mattoni.
Si potranno inserire anche pezzi di tondini metallici nei giunti verticali man mano che si posano i diffusori.

Finitura dei giunti della parete

Una volta terminata la parete con tutti i vetro mattoni, si girano e si fanno scattare le piastre dei distanziatori, eliminando subito dopo con una spugna umida la malta in eccesso dai giunti e dalla superficie della parete di vetro. Appena la malta ha fatto presa si lisciano i giunti con un listello di legno.

Infine si applica il silicone bianco appena la malta è asciutta.

Ed ecco pronta la nostra parete di vetro, basterà pulirla e lucidarla con uno straccio e del detergente per vetro. Ora facciamo lavorare la nostra fantasia per dare un nuovo tocco di arredamento alla nostra casa magari incominciando dal bagno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *