Tramezzi e muri di cartongesso

Il materiale interno con cui è formato il cartongesso

È un lavoro semplice e veloce. I blocchi di gesso hanno spiccate doti di coibenza termoacustica e sono sottoposti, dalle case costruttrici, a speciali procedimenti che li rendono molto resistenti. La superficie del tramezzo una volta ultimata si presenta piana e levigata così che è possibile (dopo aver stuccato i giunti) tinteggiarla o rivestirla con la tappezzeria senza aver bisogno di intonacarla. I blocchi in gesso sono prodotti in spessori limitati (6-10 centimetri) e in varie misure (50×66, 30×100 centimetri e altre).

La messa in opera è molto semplice soprattutto per quanto riguarda l’allineamento orizzontale e verticale del tramezzo: per unire i blocchi fra loro, le case produttrici forniscono uno speciale collante che sostituisce vantaggiosamente la malta di gesso impastata con acqua (vedere tabella delle malte). Gli attrezzi necessari sono la spatola per stendere il collante, il segaccio per tagliare i blocchi, squadra, livello, filo a piombo e staggia. Se si lavora su un pavimento finito, si applica direttamente uno strato di collante sopra al quale si posa il primo corso di blocchi; se il pavimento è al rustico, è meglio usare malta di gesso per fissare il primo corso di blocchi al pavimento, poi si procede applicando il collante, spalmato abbondantemente con la spatola sui giunti orizzontali e verticali. Per tagliare i blocchi (alcuni all’interno hanno delle cavità di alleggerimento che favoriscono la coibenza termoacustica) si usa il segaccio a grossa dentatura e si procede come per tagliare un’asse di legno.

Naturalmente, anche i blocchi in gesso devono essere applicati a giunti sfalsati.

240 pensieri riguardo “Tramezzi e muri di cartongesso

  • 13 novembre 2007 in 15:29
    Permalink

    Buon giorno,
    devo progettare una ristrutturazione interna ad uso uffici, prevedendo un pavimento galleggiante da 60×60 per alloggiamento sottostante dei servizi.
    I nuovi divisori in doppio cartongesso con isolamento interno devono assolutamente appoggiare sul pavimento sottostante, o possono appoggiare in qualsiasi punto del pavimento galleggiante ?
    Questa ultima eventualità consentirebbe il futuro eventuale spostamento dei tramezzi senza dover rimuovere il pavimento galleggiante.
    Inoltre, è possibile lasciare libera la sommità delle nuove tramezzature, senza doverle fissare al soffitto, semplicemente fissandola al nuovo controsoffitto (sempre a pannelli 60×60) ? O è meglio prolungare i montanti a C fino al soffitto?
    Grazie per una gentile risposta
    Cordiali saluti,
    Bartoli Franco

    Risposta
  • 14 novembre 2007 in 11:02
    Permalink

    Buongiorno, riguardo la sua richiesta mi sento di consigliarle quanto segue:
    i montanti e lo scheletro portante delle pareti in cartongesso è bene che vengano fissate al pavimento sottostante, per quanto riguarda i pannelli invece non c’è questa necessità. Stessa cosa per la seconda domanda.
    cordiali saluti.

    Risposta
  • 12 febbraio 2008 in 21:52
    Permalink

    Desidero sapere i prezzi dei blocchi in gesso; dovendo chiudere un sottoscala vorrei utilizzare tale materiale. Grazie

    Risposta
  • 18 febbraio 2008 in 18:31
    Permalink

    I prezzo dei pannelli di cartongesso montato con orditura metallica è solitamente compreso tra i 18 e i 25 euro al mq. Nel prezzo di solito è compresa la stuccatura dei giunti, delle viti e la rasatura della superficie.
    L’opera di pittura si aggira attorno ai 10 euro/mq.
    In ogni modo i prezzi variano molto da zona a zona…
    Ti consiglio di vigilare durante i lavori perchè devono essere fatti a modo; in caso contrario si potrebbero vedere dei punti in cui il lavoro risulta mal fatto.

    Buon lavoro,
    Claudio

    Risposta
  • 31 marzo 2008 in 10:16
    Permalink

    vorrei tramezzate tre pareti con carton gesso ma mi preocupa l’isolamento acustico in modo che da una stanza all’altra non si sentano ne rumori ne voci . posso tramezzare anche il bagno?che problemi possono sorgere per l’impianto elettrico se devo oassare i tubie dove devo farli passare.

    Risposta
  • 31 marzo 2008 in 10:18
    Permalink

    vorrei sapere se esitono dei corsi di formazione per l’uso del carton gesso

    Risposta
  • 31 marzo 2008 in 16:53
    Permalink

    In materia di isolamento acustico, i pannelli di foratoni o di poroton o di carton gesso non saranno efficaci, il rumore si propaga tramite le vibrazioni e lo spessore dei tramezzi che intende costruire non impediranno tale propagazione. Affinchè l’insonorizzazione sia almeno accennata le consiglio di rivestire le pareti con materiali appositi come la lana di legno oppure tramite i classici pannelli a coni con lamina di piombo o doppia lamina di piombo. Per quanto riguarda il bagno, le sconsiglio vivamente la tramezzatura in carton gesso per i motivi sopra indicati ed anche perchè tutte le tubature, i fili di eventuali impianti elettrici rimarrebbero a vista (canaline esterne). Riguardo eventuali corsi di formazione provi ad informarsi presso la camera di commercio o il comune della sua città.
    saluti.

    Risposta
  • 29 aprile 2008 in 13:04
    Permalink

    ho un locale d mq 120 a rustico. realizzati pareti esterne ed infissi .posso realizzare la divisione interna con pannelli anzichè con tramezzi usuali e procedere per gli impianti? i costi vengono abbattuti? E’ possibile evitare gli intonaci anche nelle pareti esterne e nel soffitto?

    Risposta
  • 29 aprile 2008 in 15:17
    Permalink

    Per la suddivisione interna potrai benissimo usare i pannelli, in questo caso i fili degli impianti saranno a vista, puoi decidere di ‘nasconderli’ in apposite canaline o evidenziarli pitturandoli di colori accesi (è l’ultima tendenza in fatto di design in spazi aperti).
    Per quello che riguarda gli intonaci, se le parti a vista sono in pietra o in mezzane di cotto sarebbe bello tu le valorizzassi con una sabbiatura…questo però non garantisce un abbattimento dei costi, ‘soltanto’ un risultato estetico nettamente migliore.

    Risposta
  • 29 aprile 2008 in 18:32
    Permalink

    devo tramezzare un appartamento di 140 m2 e vorrei usare il cartongesso per il bagno la cucina la cabina armadio e le altre mura interne. il tutto sopra il pavimento di gres.. con riscaldamento a pannelli radianti nel pavimento.vorrei sapere se vi sono controindicazioni o accorgimenti per il bagno e la cucina. inoltre posso far passare all’interno delle pareti l’impianto elettrico?

    Risposta
  • 30 aprile 2008 in 09:45
    Permalink

    In genere il carton gesso viene montato a pannelli, quindi la procedura dei fili al suo interno non è possibile, per quanto riguarda i vani cucina e bagno non penso ci siano grossi problemi per quanto riguarda la cucina, le sconsiglio invece la tramezzatura del bagno per gli ovvi motivi di isolamento.
    saluti

    Risposta
  • 14 maggio 2008 in 14:21
    Permalink

    Ciao. Devo risolvere un problema credo non frequente. Devo tagliare “da sotto” un controsoffitto già in opera e verniciato fatto in cartongesso. Devo inciderlo per effettuare un foro di circa 3.70 metri per 30 cm. Da una prima ispezione fatta rimuovendo un faretto mi sembra che non ci siano giunti ad omega metallici in vista (possibile?). Oltre al problema dei giunti metallici (mi si propone di utilizzare il rilevatore dei metalli per individuarli), c’è il fatto che il foro deve essere fatto quasi all’attaccatura del controsoffitto alla parete (quindi in un punto delicatissimo per la tenuta generale) e ho anche la preoccupazione che praticando il foro la verniciatura del resto del controsoffitto vada a farsi benedire. L’unica nota positiva è che ho una dima a disposizione. Mi hanno consigliato l’uso del cutter (ma ce la fa? Il controsoffitto è leggero, ma mi sembra difficile lavorarci e il taglio è lunghissimo), oppure della sega con denti da legno oppure ancora seghetti alternativi o a disco. Cosa mi consigliate di fare? Mi potete aiutare? Grazie, ciao, fabio.

    Risposta
  • 15 maggio 2008 in 09:26
    Permalink

    Ciao Fabio, purtroppo non sono in grado di darti una risposta certa, come già tu preannunci, il tuo intervento sul controffitto è molto delicato e senza poter effettuare un sopralluogo non saprei dirti dove e come tagliare la parete senza intaccarne la stabilità. Ti consiglio di chiamare un artigiano del mestiere per un sopralluogo gratuito ed un preventivo sul lavoro che poi deciderai se eseguire o meno.
    saluti

    Risposta
  • 23 maggio 2008 in 09:42
    Permalink

    1.Ho un preventivo per realizzare in mansarda la tramezzatura di un bagno in cartongesso con isolamento termico al costo di 50,00 €/mq. Il prezzo è equo?
    2. Mi è stato assicurato che sia l’impianto idraulico che quello elettrico correranno all’interno dei tramezzi e che non esistono problemi per la realizzazione e per l’uso del bagno.
    3. l’impianto idraulico per il riscaldamento ed i cavi elettrici corrono sotto il pavimento. Esistono possibilità di creare danni quando si realizza a pavimento l’incastellatura del cartogesso?
    4. Farò anche la contropplaccatura dei muri perimetrali della mansarda con il cartongesso. E’ una buona scelta?
    Grazie,
    piero

    Risposta
  • 26 maggio 2008 in 19:17
    Permalink

    Salve Piero, vado a rispondere ai tuoi quesiti.
    1- Il prezzo è nella media, sempre che i 50 Euro al metro quadro siano riferiti al prodotto finito.
    2- Non esistono problemi, il cartongesso è resistente al punto da poter essere utilizzato per l’impianto elettrico e quello idraulico. Certo se hai la possibilità io farei passare gli impianti da un muro in foratini per avere la certezza della buona tenuta.
    3- Per realizzare dei muri in cartongesso è necessario forare il pavimento per posizionarvi le guide. Bisogna quindi stare molto attenti quando si buca; se sotto passano tubi del riscaldamento o forassiti e accidentalmente si danneggiano c’è da levare le mattonelle in quella zona e aggiustare il tubo/forassite danneggiato/a. Quindi molta prudenza ed attenzione! Se hai una mappa degli impianti (o delle foto delle tracce) puoi consultare quella.
    4- Per rispondere a quest’ultima domanda ci vorrebbero maggiori dettagli. Perchè fai questo?

    Un saluto,
    Claudio

    Risposta
  • 10 giugno 2008 in 12:12
    Permalink

    Buongiorno,

    vorrei realizzare un tramezzo nel mio salone. Questo tramezzo (lunghezza desiderata 180 cm) deve pero essere ancorato solo a terra e al soffitto in modo tale da lasciare liberi i due passaggi latarali.

    Volevo sapere se, mancando gli appoggi laterali, si rischia di realizzare una struttura poco solida o se si riesce ad ottenere comunque una sufficiente stabilità.

    Inoltre volevo sapere se è possibile appendere qualche pensile , ovviamente leggero. grazie

    Risposta
  • 10 giugno 2008 in 14:43
    Permalink

    Salve Massimo,
    i tramezzi possono anche essere ancorati tramite apposite guide di ferro/acciaio solo al soffitto ed al pavimento, l’importante è magari non appesantirli troppo con pensili ed oggetti che gravano troppo sulla struttura del cartongesso.
    In teoria potrebbe essere creata anche una struttura con le guide soltanto al soffitto applicando al pavimento del nastro biadesivo; questo si fa quando per fare un tramezzo si è costretti per esempio a bucare il parquet (ma questo suppongo non sia il tuo caso).
    Quindi vai tranquillo.

    Un saluto,
    Claudio

    Risposta
  • 7 luglio 2008 in 10:44
    Permalink

    Devo fare un controsoffitto in cartongesso non calpestabile di misura 4,50 x 4,60.
    Come mi consigliate di operare e di che materiali avrò bisogno in particolare per la struttura di sostegno?

    Risposta
  • 7 luglio 2008 in 11:40
    Permalink

    Ciao Massimo, per creare un controsoffitto in cartongesso i passi da seguire sono sostanzialmente i seguenti:
    – Prendere la misura dal soffitto verso i muri del volume che si vuole abbassare. Assicurarsi che le misure prese siano in squadra misurando con opportune livelle. una volta prese le misure su tuttti e 4 i muri della stanza è necessario tracciare una giga per tutto il perimetro in modo da individuare i lati di appoggio del cartongesso.
    – Munirsi di apposite lamiere zincate (o similari) a ‘L’ per la posa del cartongesso ed applicarle tutto intorno alla stanza, in corrispondenza della linea precedentemente tracciata. Queste saranno la prima base di appoggio per il cartongesso.
    – Successivamente forare il soffitto ed applicare dei tiras che calano verso il basso di lunghezza uguale alle lamiere applicate intorno alle pareti. Queste saranno utilizzate per applicare altre lamiere (magari questa vola ad ‘U’) che incrociandosi tra loro ed appoggiando su quelle fissate ai muri, formeranno una struttura su cui poi è possibile applicare il cartongesso. La quantità e la disposizione delle stesse è una scelta personale e di buonsenso; è difficile riportare una disposizione delle lamiere adatta al tuo caso ma in ogni modo una disposizione a griglia va sempre bene.

    Un esempio qui sotto

    |—-+—-+—-|
    |                     |
    |                     |
    |—-+—-+—-|
    |                     |
    |                     |
    |—-+—-+—-|

    – Fatto questo è possibile applicare il cartongesso, magari portando delle forassiti ed applicando dei faretti per rendere il lavoro ancora più bello al colpo d’occhio.

    Spero di esserti stato d’auito…
    Ciao,
    Claudio

    Risposta
  • 17 luglio 2008 in 11:36
    Permalink

    Buongiorno,
    Premetto che non ho mai utilizzato il cartongesso però dovrei costruire una parete divisoria tra la porta d’ingresso e la cucina, posso solamente incollarla o devo fare una specie di scheletro in legno o metallo?
    Inoltre ci vorrei mettere due o tre mattoncini trasparenti colorati dello spessore di 8 cm, questo spessore di 8 cm che si verrà a creare posso lasciarlo vuoto oppure devo riempirlo?
    Grazie

    Risposta
  • 17 luglio 2008 in 14:36
    Permalink

    Salve Nicola.
    Molto dipende se la parete divisoria in cartongesso che vuoi costruire arriva fino al soffitto e se appoggia almeno su una parete.
    Se la parete divisoria poggia sul muro laterale e sul soffitto allora puoi fissarla in questi 2 punti ed utilizzare anche un nastro bi-adesivo per fermarla sul pavimento.
    In caso contrario (se il cartongesso appoggia solo al soffitto o solo ad una parete dovrai fissarlo anche sul pavimento, senza utilizzare il nastro bi-adesivo.
    In sostanza una parete di cartongesso per essere ben ancorata deve usufruire di 2 fissaggi stabili.
    Esistono delle apposite guide in metallo che devono essere fissate alle pareti di ancoraggio in modo da formare uno ‘scheletro’ della struttura in cartongesso che si vuol costruire. Basta posizionare (fissandole alle pareti, al soffitto o in terra) queste guide e successivamente applicare i pannelli in cartongesso.
    Per quanto riguarda i mattoncini colorati trasparenti penso che tu faccia riferimento al vetrocemento (o mattone in vetro), un esempio nella foto qui sotto:

    Questi possono essere applicati direttamente nella struttura del cartongesso lasciando opportuni spazi oppure forando la parete una volta realizzata.
    Lo spessore di 8 cm penso sia una misura standard sia per le pareti in cartongesso che per i mattoni in vetro cemento e quindi le due cose sono completamente compatibili.
    Se vuoi realizzare la parete da te ti consiglio in ogni modo di chiedere maggiori informazioni dove andrai ad acquistare i prodotti.
    Un saluto e buon lavoro,
    Claudio

    Risposta
  • 30 luglio 2008 in 17:54
    Permalink

    Salve Claudio,
    dovrei creare un controsoffitto calpestabile di circa 4 mq, e mi sono stati richiesti 800 €.
    Desideravi sapere se è un prezzo equo.
    Grazie mille.

    Rosa Maria

    Risposta
  • 31 luglio 2008 in 10:21
    Permalink

    Ciao Rosa Maria,
    il prezzo ritengo sia una cifra giusta per realizzare un controsoffitto calpestabile. Se fosse satato un semplice controsoffitto in cartongesso adibito ad uso rimessa o ripostiglio allora la cifra poteva risultare un pò esagerata, ma dovendo essere anche calpestabile la struttura deve essere rinforzata e quindi, ripeto, il prezzo può essere giusto.
    In ogni modo quando dobbiamo fare dei lavori io consiglio sempre di interpellare più ditte/artigiani per avere più preventivi e giudicare di conseguenza. Se provi a farti fare un altro preventivo (o anche più di uno) da altra persona potrai verificare da sola.
    Assicurati che il prezzo sia considerato a lavoro finito e che questo sia compreso o escluso d’iva.
    Ti saluto e torna a visitarci su caseinrete.org
    Claudio

    Risposta
  • 1 agosto 2008 in 18:05
    Permalink

    Grazie mille Claudio;
    la tua consulenza mi ha fatto però sorgere un altro dubbio.
    Il controsoffitto in oggetto dovrà essere utilizzato solo come ripostiglio, anche se probabilmente di oggetti pesanti (valigie, elettrodomestici di uso saltuario, etc)… a questo punto mi chiedo se sia assolutamente necessario farlo calpestabile, così come la ditta interpellata (che al momento sta eseguendo altri lavori in casa mia) sostiene.
    Che ne pensi?
    Grazie infinite,

    Rosa Maria

    p.s. tornerò eccome a visitare il sito, soprattutto in questo periodo… lo trovo di estrema utilità, complimenti.

    Risposta
  • 1 agosto 2008 in 18:54
    Permalink
    Non conosco bene le dimensioni del futuro ripostiglio (conosco solo la superfice totale che è circa di 2 metri) ma nel caso fosse per esempio 1 metro x 2 potresti optare per la soluzione in muratura utilizzando delle ‘tavelle’ o ‘tavellone’.
    Sono praticamente dei forati (mattoni con dei buchi) di dimensione appiattita ed abbastanza lunghe; ci sono di varie dimensioni.
    Nella foto qui sotto un esempio di tavella.
    Un esempio di tavella
    Applicando una traccia alle pareti (all’altezza del futuro ripostiglio) puoi applicare 3/4 tavelle di questo tipo murandole in orizzontale. Una volta fatto questo rimane soltanto da intonacare ed arricciare.
    In questo modo non avrai alcun problema di peso ed il lavoro penso sia più veloce ed economico.
    Spero di esserti stato di aiuto.
    Un saluto,
    Claudio

    Risposta
  • 2 settembre 2008 in 21:22
    Permalink

    buongiorno. dovrei far realizzare una parete in cartongesso, larga 130 cm per 270cm. la parete servirebbe per chiudere un angolo della sala così da poter avere una parete piana. nella parete in questione avrei un vano 92x35h, un vano 65x26h e l’ultimo 65x50h. e vorrei appendere lcd,peso 15kg. gentilmente quanto mi costerebbe realizzarla?
    grazie, alberto.

    Risposta
  • 3 settembre 2008 in 09:53
    Permalink

    Ciao Alberto, dalla tua domanda non riesco bene a capire se quello che vuoi costruire è una semplice parete di 130×270 oppure vuoi anche costruirne altre delle 3 dimensioni che mi hai indicato.
    In ogni modo per costruire una parete in cartongesso 130×270 dritta senza ne curve e ne angoli dovresti spendere intorno ai 400/500 Euro al massimo, lavoro finito con stucco ed imbiancatura.
    Il peso della televisione lcd non dovrebbe dare alcun tipo di problema alla parete in cartongesso.
    Saluti e buon lavoro,
    Claudio

    Risposta
  • 3 settembre 2008 in 18:43
    Permalink

    ciao claudio. la parete è una da 130×270. le altre misure sono i vani che vorrei fare nella stessa parete per alloggiare stereo, dvd,ecc. 1 vano da 92×35, uno da 65×26 e uno da 65×50. poi lcd.
    la parete dritta senza curve.
    grazie.

    Risposta
  • 3 settembre 2008 in 19:19
    Permalink

    per esserti più chiaro nel locale ho due muri che mi formano un angolo di 90 gradi. facendo questa parete in obliquo chiuderei l’angolo formando questa parete piana. così da poter incassare stereo, dvd,ecc. e appendere lcd.

    Risposta
  • 4 settembre 2008 in 15:37
    Permalink

    Perfetto Alberto, adesso è tutto più chiaro 😉
    Confermo che la spesa dovrebbe aggirarsi intono alle 500 Euro. Quelli che te chiami vani sarebbero delle nicchie scavate nella parete di cartongesso oppure delle mensole ad esse appese?
    Perchè nel primo caso dovresti, secondo me, fare due pareti parallele con il cartongesso a distanza tipo di 30 cm l’una dall’altra e forare la prima (quella più interna, quella a vista) nei punti dove vuoi creare le tue nicchie per tv, lettore dvd ed altri oggetti. Con appositi pannelli, sempre di cartongesso, potresti poi chiudere le due pareti làddove hai fatto i buchi creando le varie nicchie. L’effeto dovrebbe risultare lo stesso di quello nella foto seguente:

    Nel caso di parete doppi la spesa sostenuta dovrebbe alzarsi di circa 200/300 Euro.
    Saluti,
    Claudio

    Risposta
  • 4 settembre 2008 in 18:59
    Permalink

    proprio così. devo formare delle nicchie. ora mi è molto chiaro, grazie alle tue informazioni. per adesso ti saluto e ti ringrazio ancora nel caso avrò bisogno delle dritte ti disturberò ancora.
    ciao, grazie.
    Alberto.

    Risposta
  • 4 settembre 2008 in 19:47
    Permalink

    Nessun disturbo Alberto e se vuoi farci vedere il tuo lavoro completato saremmo lieti di pubblicare una foto e gli accorgimenti che hai utilizzato in modo che questi possano essere utili anche per gli altri visitatori.
    Buon lavoro,
    Claudio

    Risposta
  • 12 settembre 2008 in 13:40
    Permalink

    buongiorno, devo coprire una parete piana di casa con il cartongesso, perchè è molto rovinata. per applicare il cartongesso alla parete di muro esistente come faccio? ci vuole una struttura?
    grazie,saluti.
    Carmen

    Risposta
  • 12 settembre 2008 in 14:37
    Permalink

    Per costruire una parete in cartongesso è necessario creare una struttura con dei profilati di acciaio fatti ad U da fissare lungo le pareti, il pavimento ed il soffitto.
    Una volta creata la struttura puoi procedere con l’incastro delle plance attraverso degli appositi incastri e tappi ad espansione. Se lo desideri, prima di chiudere definitivamente la tua parete in cartongesso puoi riempire l’area compresa tra la nuova e la vecchia parete con del materiale isolante.
    Inoltre, dovrai predisporre delle apposite canalette per portare la corrette nella nuova parete e se ritieni necessario inserire anche dei faretti.
    Una volta fatto questo non ti rimane che stuccare in modo più omogeneo possibile le fughe ed i punti di fissaggio e dipingere la parete del colore che preferisci…
    Buon lavoro,
    Claudio

    Risposta
  • 21 settembre 2008 in 17:52
    Permalink

    buongiorno,vorrei sapere il prezzo al metro quadro di una parete in cartongesso da 13mm su due lati,con lana di roccia all’interno e il prezzo di rivestimento di un soffitto in doghe di legno con cartongesso da 10mm+30 di espanso isolante..
    Grazie…

    Risposta
  • 12 ottobre 2008 in 14:22
    Permalink

    Dovrei effettuare un lavoro di isolamente termico per un rustico interrato della mia casa. Le pareti di 7 m x 3,5 m sono di cemento armato. Non essendoci intercapedine spero di poter risolvere così il mio problema di freddo e umidità. Mi hanno proposto un lavoro con binari di alluminio che creerebbero un intercapedine di circa 3 cm sui quali fissare dei pannelli di cartone gesso di 1 cm circa. Secondo te sarebbe necessario applicare anche qualche presa per il ricircolo dell’aria ? Pensi che sia una soluzione valida per risolvere il mio problema e inoltre quanto pensi possa venire a costare x ogni metro quadro. Abito in provincia di RM nella zona dei Castelli Romani.

    Risposta
  • 20 ottobre 2008 in 10:35
    Permalink

    Quanto costa al mq la messa in opera e la fornitura di pareti e controsoffitti in cartongesso? Grazie.

    Risposta
  • 20 ottobre 2008 in 11:14
    Permalink

    Ciao Antonella,
    Il costo di pareti e controsoffitti in cartongesso montati con struttura metallica è di solito compreso tra i 18 e i 25 euro al mq. Compreso nel prezzo ci sono le opere di stuccatura dei giunti, delle viti e la rasatura della superficie.
    La verniciatura delle pareti o dei soffitti in cartongesso all’incirca costa 10 euro/mq.
    C’è da tenere conto che in ogni modo i prezzi variano da zona a zona e sono quindi abbastanza variabili. E’ anche da sottolineare il fatto che dipende dal tipo di parete da realizzare; se è liscia senza spigoli o scalini il prezzo scende, se ha molti angoli e dislivelli il prezzo può salire.
    Un saluto,
    Claudio

    Risposta
  • 21 ottobre 2008 in 13:26
    Permalink

    Ciao, mi chiamo Francesca e vorrei un consiglio da te…siccome devo realizzare un controsoffitto per adibirlo a ripostiglio, tieni presente che deve essere abbastanza robusto per contenere cose abbastanza pesanti, ho chiesto al suocero di mia figlia di realizzarlo e mi ha chiesto la cifra di 1000 euro. il ripostiglio è largo m 1,10 per una lunghezza di m 2,10, inoltre sarà provvisto di un portellone frontale. mi chiedo è giusto il prezzo? per la verità a me sembra un po’ troppo…ma quanto costa una tavola di compensato e il cartongesso necessario? volendo fare un fai da te è difficile realizzarlo? scusa se ti ho tempestato di domande ma non mi piace essere fregata…..!
    grazie anticipatamente

    Risposta
  • 21 ottobre 2008 in 16:03
    Permalink

    Ciao Francesca.
    Il prezzo che ti è stato proposto è da considerarsi abbastanza nella media in quanto il controsoffitto da realizzare in cartongesso deve essere abbastanza robusto (quindi con una struttura molto ben fissata) perchè dovrà sostenere pesi grossi. Questo comporta l’utilizzo di più materiale ma soprattutto di più tempo per realizzarlo; la struttura deve avere vari montanti che attraversano i due muri opposti in modo da garantire stabilità.
    Inoltre realizzare uno sportello in legno su misura è, in genere, un pò costoso; anche in questo caso è necessario prendere tutte le misure, tagliare i montanti, incastrarli al muro tramite viti ben fissate, applicare le cerniere e posare lo sportello. Ci sarà poi anche da verniciarlo (se i muri sono bianchi ti consiglio di bianco).
    Insomma un lavoro non difficile ma che porta via del tempo…
    E’ chiaro non è difficile realizzare una struttura del genere ma se chiami qualcuno a farla ci perde del tempo, e come si sa, il tempo è denaro…
    Un saluto,
    Claudio

    Risposta
  • 22 ottobre 2008 in 20:05
    Permalink

    Ciao Claudio sono Francesca, ti ringrazio dei consigli che mi hai dato e vorrei approfittare per chiedertene un altro: secondo te quanto potrebbe costare la messa in opera di un controtelaio per una porta a scrigno?
    Saluti

    Risposta
  • 23 ottobre 2008 in 11:18
    Permalink

    Ciao volevo sapere se su di una parete in cartongesso posso appendere i pensili di una cucina(armadietto, colapiatti, cappa…)
    Grazie mille

    Stefano

    Risposta
  • 23 ottobre 2008 in 18:52
    Permalink

    Salve ho un problema serio e urgente da risolvere, in un salone molto grande devo ricavare una stanza in cartongesso chiudendola a L con pareti 3×5 e 4×5 ma ho avuto divieto assoluto del propietario a bucare il pavimento. Esiste una tecnologia che mi consente questa realizzazione? Portanti a pressione soffitto terra o altra metodologia resistente per ancorare al pavimento la struttura.Se esiste un domani è ripristinabile lo stato dei luoghi quando sarà riconsegnato l’appartamento? Vi ringrzio anticipatamente per l’aiuto che potrete darmi e magari consigliarmi per l’acquisto. Saluti

    Risposta
  • 24 ottobre 2008 in 11:53
    Permalink

    Ciao Francesca,
    la messa in opera di un controtelaio per una porta a scrigno può variare molto in base allo stato attuale del muro in cui verrebbe applicato.
    Se il muro ha già la predisposizione e hai già il controtelaio penso che te la dovresti cavave con circa 200 Euro di mano d’opera.
    Un saluto,
    Claudio

    Risposta
  • 24 ottobre 2008 in 11:56
    Permalink

    Ciao Stefano,
    di solito si cerca di evitare di appendere i pensili della cucina su pareti in cartongesso. In ogni modo se la struttura della parete è ben fatta e solida non dovresti riscontrare problemi.
    Certo è che devi essere certo che la struttura della parete in cartongesso sia davvero robusta altrimenti rischieresti dei danni abbastanza grossi.
    Se procedi in questa direzione cerca di fissare i pensili proprio dove passano i montanti di acciaio della struttura.
    Un saluto

    Risposta
  • 24 ottobre 2008 in 12:01
    Permalink

    Ciao Rosario.
    Le strutture in cartongesso possono essere fissate anche senza bucare il pavimento; è possibile infatti utilizzare del nastro biadesivo tra la parete ed il pavimento stesso.
    L’importante, al fine della stabilità delle pareti, è dare sempre 2 lati di appoggio; se i montanti vengono fissati al soffitto e ad una parete con nastro bi-adesivo sul pavimento non dovresti riscontrare alcun problema.
    I prezzi si aggirano tra i 18 e i 25 Euro al metro quadro. L’opera di verniciatura circa 10 Euro al metro quadro.
    Ti consiglio di rivolgerti ad una ditta o ad uno specialista e farti fare dei preventivi.
    Saluti,
    Claudio

    Risposta
  • 28 ottobre 2008 in 12:37
    Permalink

    gentile redazione vorrei avere un parere sulla realizzazione
    di una parete da adibire a libreria delle dimensioni totali larghezza 4,00 h. 2,30 profondita’ 0,50 da realizzare in cartongesso
    Che costi devo affrontare e come si deve realizzare

    Risposta
  • 30 ottobre 2008 in 18:47
    Permalink

    ho comprato una casa che ha un sottotetto con trave a vista che ha una altezza minima di 50 cm. Dalla mansarda vorrei ricavare 2 stanze e un bagno e vorrei chiudere le citate stanze con un muro in cartongesso all’altezza di 140 cm. quanto potrebbe venire il costo del lavoro considerando che bisogna realizzare una parete lunga 9 metri con altezza 140 cm?

    Risposta
  • 8 novembre 2008 in 12:09
    Permalink

    Ciao sono Daniela vorrei realizzare un controsoffitto nel corridoio lungo m. 2,50 e largo m. 1,15 poichè deve reggere roba pesante è meglio farlo in cartongesso e compensato o in muratura? potrei sapere quanto mi verrebbe a costare orientativamente? Inoltre avrà due aperture provviste di portellone…grazie in anticipo

    Risposta
  • 8 novembre 2008 in 15:32
    Permalink

    Ciao Gianni.
    Io personalmente mi procurerei 2 pannelli di cartongesso larghi 4 ed alti 2,30 metri. Li disporrei in modo parallelo tra loro ad una distanza di 50 cm e applicherei dei fori al primo delle dimensioni che preferisci in modo da creare una libreria tipo nicchia.
    Per ogni foro chiaramente unirei il pannello a vista con l’altro a distanza di 50 cm con dei ripiani orizzontali e verticali in modo da creare delle vere e proprie nicchie.

    Ciao Giuseppe.
    Le dimensioni sono notevoli ma allo stesso tempo non dovrebbero esserci troppe curve o angoli. Quindi il costo dovrebbe essere di circa 50-60 € al metro quadro, lavoro finio con stuccatura e verniciatura.

    Ciao Francesca.
    Di solito i controsoffitti in cartongesso se realizzati con una buona struttura sono abbastanza resistenti ai pesi. In ogni modo non puoi utilizzarlo per esempio per metterci 50 mq di mattonelle avanzate dalla pavimentazione della tua casa; va bene per valigie, cambi di stagione ecc… Per pesi superiori io opterei per la muratura applicando tra parete e parete delle tavelle e poi intonacarle ed imbiancarle; anche in questo modo il lavoro dovrebbe essere perfetto e veloce.

    Un saluto a tutti,
    Claudio

    Risposta
  • 8 novembre 2008 in 16:29
    Permalink

    ciao sono dario.vorre sapere quali sono i pregi e i difetti di una tramezzatura con cartongesso(eventualmente acquapanel)rispetto ad una tramezzatura classica con forati e conseguente intonacatura.grazie

    Risposta
  • 8 novembre 2008 in 21:12
    Permalink

    Ciao sono massimo, vorrei conoscere il prezzo di un singolo pannello di gesso da 66,50 x 50 spessore 8.
    Quanto mi costerebbe realizzare una parete di 35 mq con questo materiale ..?
    A Palermo mi hanno chiesto 3.000 euro, e’ corretto..?
    Grazie.

    Risposta
  • 12 novembre 2008 in 02:46
    Permalink

    Salve… wowowowwo… dopo aver letto tutte le risposte che avete dato penso che soltanto voi mi potete aiutare! Dovrei costruire 2 pareti in cartongesso ad “L” (la piccola di circa 140cm e da un lato sarebbe confinante con un muro in mattoni; l’altra di 6metri, poggiata ad angolo con la parete da 140cm e da l’altro lato poggiata al muro in mattoni soltanto per 30-40cm circa nella porzione superiore, in quanto su quel muro vi è una finestra con un’altezza di 2metri circa, che parte dal pavimento). l’altro problema è che non posso ASSOLUTAMENTE rovinare le mattonelle del pavimento con bucchi, chiodi, viti,ecc e neanche il soffitto (in quanto ci sono i tubi per il riscaldamento a pavimento dell’appartamento di sopra). Per i muri non ci sono problemi… ahhhh quasi dimenticavo:: dovrei anche montare una porta su uno dei dui muri!!!
    che nè pensate??? C’e una soluzione??
    Grazie Mille… Mirna

    Risposta
  • 12 novembre 2008 in 02:56
    Permalink

    un’idea del prezzo…?? all’incirca…
    anche se probabilmente lo farò io insieme a mio padre!!! che avventura…. 😉

    Risposta
  • 13 novembre 2008 in 20:21
    Permalink

    ciao sono paolo ho unacostruzione in muratura di 10mt per 5mt e vorrei dividerla in due parti uguali per ricavarne due stanze con bagno, dovrei usare solo il cartongesso, gentilmente mi potete consigliare il tipo di cartongesso da utilizzare anche per i bagni che sono 2mt per2mt. Grazie

    Risposta
  • 17 novembre 2008 in 14:10
    Permalink

    Ciao Dario, i pregi del cartongesso sono
    – Facile posa.
    – Non provocano molto sporco, e quindi basta comprire l’arredamento di casa con dei semplici teli.
    – Puoi toglierli quando vuoi senza troppe difficoltà.
    – Una volta tolti il pavimento torna pressochè come prima.

    I difetti sono:
    – Minore stabilità (ma sempre ottima).
    – A seconda dei tipi meno insonorizzazione.
    – Non è consigliato appenderci pesi troppo elevati.

    Ciao Massimo. Il cartongesso costa circa 45 Euro al mq. Dipende anche dalle curve o dagli angoli della parete che vuoi realizzare.
    In ogni modo per realizzarne una da 35 mq dovresti spendere intorno ai 1500-200 Euro prodotto finito. Prova a farti fare altri preventivi.

    Ciao Mirna. Una parete di cartongesso dovrebbe avere almeno 2 punti di fissaggio nello spazio (pavimento, parete o soffitto) quindi nel tuo caso ne avresti solo uno, la parete.
    E’ possibile mettere del nastro bi-adesivo sul pavimento ma non è mai come fissarlo.
    Ti consiglierei di fissarlo bene alle 2 pareti e poi mettere delle viti sul pavimento o sul soffitto in corrispondeza dell’angolo di 90 gradi (quello a L) e dove andrai a mettere la porta. In questi 2 punti il fissaggio è indispensabile in quanto la parete di 6 metri è troppo larga. Per tutto il resto della parete del cartongesso utilizza del nastro biadesivo per fissarlo al pavimento.
    Il prezzo? Considera circa 50 € al metro quadro, ma ti consiglio di farti fare vari preventivi.
    Ciao ciao

    Ciao Paolo, se non hai problemi di insonorizzazione puoi usare quallo classico, altrimenti (se nelle due stanze devi per esempio farci le camere) ti consiglio di utilizzare quello apposito anti rumore.
    Un saluto

    Risposta
  • 17 novembre 2008 in 18:12
    Permalink

    Grazie mille per i consigli.. comunque ti farò sapere… ciao ciao

    Risposta
  • 17 novembre 2008 in 20:28
    Permalink

    Ok Mirna, ci tengo a sapere (e così anche gli altri utenti di CaseInRete) come hai risolto.

    Un saluto

    Risposta
  • 19 novembre 2008 in 12:17
    Permalink

    salve, ho un problemino!!! ho un salone di 200mq tutto in parquet. Ora ho bisogno di tramezzarlo in cartongesso ma come fare per fissare il cartongesso sul parquet? non c’è modo di realizzare un tramezzo con materiali tradizionali in questi casi?
    Grazie mille

    Risposta
  • 21 novembre 2008 in 19:42
    Permalink

    è possibile realizzare tramezzi con struttura portante da 7,5cm e due lastre da 13mm con le dovute stuccature dei giunti a € 13.00 al mq grazie

    Risposta
  • 12 dicembre 2008 in 18:23
    Permalink

    ho letto alcuni commenti da parte di admin ed elettra per quanto riguarda il cartongesso, abbastanza fuorvianti. In quanto artigiano del settore, il mio consiglio è quello di rivolgersi sempre a più ditte, sia per i preventivi, sia per i consigli per tutte le situazioni. Con il cartongesso si possono ottenere ottimi isolamenti termoacustici, dipende dai materiali usati in intercapedine, inoltre fino a 4 metri si possono realizzare solai calpestabili, meglio se si rimane sotto tale misura. Gradirei più competenza da chi risponde ai quesiti. Grazie

    Risposta
  • 12 dicembre 2008 in 18:29
    Permalink

    a 13 euro al metro iva esclusa ci si compra solo il materiale, poi c’è la manodopera. Le lastre in gesso rivestito standard sono spesse cm 1,25. Ce ne sono di altri spessori, mm 15, 18, 6, 9. Ognuna ha la sua funzione, dalla resistenza al fuoco alla tenuta all’umidità.Anche le strutture portanti variano di dimensione, dai 15 mm ai 10 cm, in acciaio zincato preferibilmente di 7 decimi di spessore.

    Risposta
  • 12 dicembre 2008 in 18:36
    Permalink

    un’altra cosa, admin. A 50 euro al metro eseguo lavori dove vuoi:) a tutti, comunque il consiglio è costruire pareti sempre in doppia lastra, più robusta e stabile. Per fissare pesi notevoli a parete, inserire delle tavole in modo da potersi ancorare ad esse attraverso il gesso. Esistono comunque in commercio dei tasselli ad espansione che assicurano ottime tenute. ciao e grazie dello spazio

    Risposta
  • 13 dicembre 2008 in 12:58
    Permalink

    Salve Christian, rispettiamo la tua opinione in quanto come dici te sei un esperto del settore. I tuoi consigli risultano sicuramente utili a tutti i nostri utenti.

    In ogni modo il prezzo di 50 Euro al mq è riferito al lavoro finito con stuccature e imbiancatura.
    Come hai indicato te il prezzo del cartongesso al metro quadro è di 13 Euro, più devi aggiungere il prezzo della vernice e dello stucco; diciamo circa 20 € totali.
    Se mettiamo circa 20/22 Euro di manod’opera al metro quadro arriviamo a circa 40/42 Euro al metro quadro lavoro finito.
    A questo devi aggiungere l’IVA al 20% e quindi ottieni circa 50€ al metro quadro; quanto avevamo detto precedentemente…
    So che PURTROPPO in Italia c’è l’abitudine molto diffusa da parte degli artigiani di non emettere ricevuta/fattura e quindi di non considerare il 20% d’Iva.
    A quel punto anche io sono d’accordo con te che 50 Euro sono tante e anche io andrei dappertutto a fare i lavori; ma se consideri di emettere ricevuta di 50 Euro per ogni metro quadro, dobbiamo considerare (tolte le spese) un guadagno di circa 15-20€.
    Non so se con un guadagno di questo tipo andresti da ogni parte…

    Risposta
  • 13 dicembre 2008 in 13:00
    Permalink

    Ah dimenticavo…
    Io non camminerei mai su un solaio di 2 metri X 2 metri (4 metri quadri totali) fatto di cartongesso… Preferisco un solaio in muratura.

    Risposta
  • 14 dicembre 2008 in 20:27
    Permalink

    buongiorno, vorrei realizzare ,all’altezza di 1,5m dal pavimento, una finestra di 40x80cm di vetrocemento in una parete di cartongesso.Devo fare qualche struttura o basta fissare il vetrocemento ad una mensola predisposta tra l’intercapedine dei due pannelli di cartongesso.
    cordiali saluti roberto

    Risposta
  • 16 dicembre 2008 in 13:36
    Permalink

    Salve Roberto,
    se la struttura della parete di cartongesso è solida non penso sia necessario fare niente di più.
    Un saluto e buon lavoro,
    Claudio

    Risposta
  • 16 dicembre 2008 in 13:47
    Permalink

    ciao Roberto ti consigliamo vivamente di realizzare una struttura in cartongesso che possa reggere il peso del vetro cemento, per fare questo ci sono le apposite staffe a forma di U che dovrai applicare all’interno delle pareti in cartongesso e solo dopo potrai appoggiare sopra la finestra che intendi realizzare.
    saluti

    Risposta
  • 25 dicembre 2008 in 16:32
    Permalink

    Devo fare il piano di lavoro in cucina (anzichè il marmo, visto che è costoso) ed un amico mi ha consigliato di usare il cartongesso da controsoffitto per il bagno e sopra di incolare le mattonelle. Vorrei avere un vostro parere sulla sua idea, se e vero che i mobili base si isolano dall’umidita in questo modo, esiste un prodotto migliore, oppure un prodotto eccologico? Se e fattibile che tipo di colla dovrei usare per inccolare le mattonelle sul cartongesso?
    Grazie per la vostra disponibilità,
    Florentina.

    Risposta
  • 3 gennaio 2009 in 11:31
    Permalink

    Ho da ristrutturare casa. Devo realizzare due tramezzi. uno bagno cucina e l’altro cucina soggiorno. Gradirei sapere se è consigliabile usare cartongesso a doppio strato (con intercapedine all’interno della quale far passare gli impianti). Quale materiale inserire nell’intercapedine per garantire una buona insonorizzazione?. Potrò appendere i pesanti mobili della cucina?. Quali vantaggi o svantaggi si hanno se tramezzo con pannelli di laterogesso?

    Risposta
  • 4 gennaio 2009 in 01:45
    Permalink

    Buongiorno, ho l’esigenza di dividere una stanza di circa 5×6 mt (altezza 3,6) in due stanze. L’idea è quella di avere una parete in cartongesso che divida in due la stanza e poi una più piccola che crei un corridoio per raggiungere la seconda stanza. Si tratta di camere e quindi l’isolamento acustico è molto importante. L’edificio è molto vecchio e il pavimento in travi di legno non sembra (a mio giudizio) poter portare molto peso. Mi chiedo (ma non sono un esperto) se sia possibile “appendere” la struttura della parete ad una struttura di sostegno che si appoggi alle due pareti laterali? Sarebbe poi in grado di sostenere la paretina del corridoio? Per quanto riguarda l’isolamento acustico quali materiali dovrebbero essere utilizzati per massimizzare il risultato? Sarebbe l’isolamento paragonabile a quello ottenibile con una parete in muratura? Grazie per l’aiuto. Saluti, Paolo

    Risposta
  • 8 gennaio 2009 in 22:08
    Permalink

    Salve, dovrei fare una parete in cartongesso in camera da letto per creare una cabina armadio; la parete dovrebbe essere lunga 4,5 metri alta 3 con un’apertura ad una delle estremità (alla parete verrà appoggiato anche il letto) ma a terra ho il riscaldamento a pavimento quindi non posso bucare per il fissaggio. Come posso fissare la parete? a terra ci sarà parquet, non ancora posato, il biadesivo tiene bene sulla caldana del pavimento?
    Tante grazie

    Risposta
  • 9 gennaio 2009 in 14:26
    Permalink

    Salve, vorrei isolare una parete della camera da letto esposta a nord con del cartongesso (quello che da un lato ha il polistirolo). Per la messa in posa mi consigliate di far aderire (con del collante, biadesivo o con tasselli) direttamente la parte in polistirolo alla parete o di creare una intercapedine di 1-2 cm?
    Tante grazie, Carmine

    Risposta
  • 10 gennaio 2009 in 13:28
    Permalink

    Vorrei sapere quanto mi costerebbe 1 mq di tramezzatura in blocchi di gesso da 10 cm con ulteriori infrmazioni sul tempo di lavorazione e costo e modalità(numero di operai richiesti) per la posa in opera.distinti saluti.
    mariachiara

    Risposta
  • 12 gennaio 2009 in 10:51
    Permalink

    Ciao. Io ho un problema diverso. Sto per finire un camminetto a casa però mi manca il cartongesso. Se come e la mia prima esperienza con il cartongesso mi potete dare una mano con i prezzi, i panelli di cartongesso, come si mettono perche non ho tanti soldi da buttare per la opera e quindi ho deciso di farlo da solo.

    Risposta
  • 12 gennaio 2009 in 17:55
    Permalink

    Salve Florentina,
    puoi senza problemi realizzare il tuo piano di lavoro della cucina in cartongesso magari isolandolo con appositi materiali. La colla da utilizzare per posare le mattonelle sul piano è quella classica che viene utilizzata per incollare le mattonelle ai muri.

    Ciao Pietro,
    puoi benissimo separare le varie stanze con il cartongesso e se vuoi insonorizzarle ti consiglio di utilizzare il cartongesso già predisposto all’insonorizzazione.
    Puoi anche passare forassiti o tubi all’interno dei tuoi tramezzi ma io non ti consiglio di caricare troppo le tue pareti con i pensili della cucina…

    Ciao Paolo!
    Per quanto riguarda l’isolamento termico esistono pannelli di cartongesso già insonorizzati che funzionano benissimo.
    Non ho ben capito quello che intendevi ma le pareti di cartongesso le puoi fissare al soffitto ed alle pareti laterali fissandole solo in 3/4 punti al pavimento… Non dovresti avere molto peso che grava sul tuo solaio.

    Salve Carmine.
    Se fissi la parete di cartongesso della tua cabina armadio sia al soffitto che alle pareti laterali dovrebbe bastare anche il nastro biadesivo.
    Se comunque il riscaldamento a pavimento non è ancora stato ultimato prova a lasciare degli spazi vuoti laddove andrai a realizzare la parete in cartongesso della cabina armadio.

    Ciao Mariakiara.
    I prezzi al metro quadro compresa la posa ed il materiale si aggirano intorno ai 50 Euro. Può bastare anche un operaio, ma questo richiede naturalmente più tempo…
    Il tempo richiesto varia quindi in modo direttamente proporzionale ai metri quadri del tramezzo ed in modo inversamente proporzionale al numero di operai che ci lavorano.

    Ciao Costa,
    detto così non è molto facile darti una mano in quanto non sappiamo che tipo di camino hai da realizzare. In ogni modo basta creare una griglia di strutture in acciaio attorno al camino dove poi andrai a fissare il cartongesso. Dove fissarle dipende da come vuoi realizzare il tuo caminetto e da che tipo di camino si tratta (bifacciale, a 2 lati frontale, angolare, nonoblocco, …).

    Un saluto a tutti…

    Risposta
  • 17 gennaio 2009 in 10:29
    Permalink

    Grazie per le cortesi ed esaurienti informazioni.
    Saluti.Pietro.

    Risposta
  • 23 gennaio 2009 in 20:41
    Permalink

    Sono comproprietario con mio fratello di un immobile, divisibile con un muro, che verrebbe a creare 2 unità con ingresso autonomo. A mia insaputa mio fratello ha venduto il suo lato di immobile, e l’acquirente ha diviso gli appartamenti mediante tramezzi con lana di roccia per la creazione della doppia parete di cartongesso. Tutto questo è legale? Come deve essere fatta la parete divisoria di 2 immobili condominiali? Potrò avere un domani problemi a vendere questo appartamento con tale parete?
    Grazie anticipatamente.
    Mario.

    Risposta
  • 23 gennaio 2009 in 20:50
    Permalink

    Ciao Mario, innanzitutto è curioso sapere come ha fatto tuo fratello a vendere una parte di appartamento che, a quanto ho capito, catastalmente risulta essere un’unica proprietà.
    In ogni modo i muri perimetrali e di divisione delle unità immobiliari ad oggi devono essere di 30 cm; il materiale da utilizzare sono i forati o i mattoni, il cartongesso generalmente viene utilizzato per divisioni interne.
    Un saluto,
    Claudio

    Risposta
  • 25 gennaio 2009 in 13:28
    Permalink

    Se ho una parete di 307 cm e le lastre sono da 100 cm, come si compensa lo spazio rimanente?

    Risposta
  • 30 gennaio 2009 in 16:15
    Permalink

    Buon giorno, vorrei un vostro consiglio in merito ad una nicchia che vorrei costruire in un angolo della mia sala in quanto ho un problema di umidità e vorrei nasconderla, cosa bisogna usare per fare in modo che non passi anche attraverso il cartongesso e che tipo di struttura devo usare per poter applicare il cartongesso su un angolo inferiore ai 45°? grazie

    Risposta
  • 30 gennaio 2009 in 17:01
    Permalink

    Ciao Stefano,
    basta tagliare la l’ultima lastra della misura necessaria a coprire tutta la parete.

    Ciao Ornella,
    per l’umidità esistono dei pannelli d cartongesso da applicare direttamente sulla parete con dell’isolante apposito. Per realizzare la nicchia puoi utilizzare questo tipo di cartongesso tagliato (tipo quartabuono) per formare l’angolo di cui hai bisogno.

    Saluti,
    Claudio

    Risposta
  • 30 gennaio 2009 in 19:24
    Permalink

    Ciao, io dovrei dividere la camera da letto con un muro in cartongesso solo che il soffitto è con le travi a vista, e il muro dovrebbe seguire la linea della trave, posso mettere il muro sotto la trave?

    Risposta
  • 30 gennaio 2009 in 19:48
    Permalink

    Ciao Cristian,
    se sei obbligato per qualche ragione, puoi tranquillamente mettere la parte in cartongesso sotto la trave; nessun prolema…
    Ciao ciao

    Risposta
  • 9 febbraio 2009 in 18:03
    Permalink

    Vorrei sapere se posso appendere un televisore LCD su una parete in cartongesso dello spessore di circa 12 mm.

    Anticipatamente ringrazio

    Risposta
  • 9 febbraio 2009 in 18:05
    Permalink

    Vorrei sapere se posso appendere un televisore LCD che pesa circa 16 Kg su una parete in cartongesso dello spessore di circa 12 mm.

    Anticipatamente ringrazio

    Risposta
  • 9 febbraio 2009 in 19:53
    Permalink

    Salve Massimo, nessun problema nell’appendere una televisione di circa 16 Kg ad una parete di cartongesso. L’unica accortezza da seguire è di attaccarla laddove è presente un montante della parete. Se hai un punto nelle parete di cartongesso dove c’è un montante della struttura puoi attaccarla lì.
    Se puoi ti consiglio di farci una nicchia dove posizionarci la Tv, esteticamente è molto carino…

    Risposta
  • 10 febbraio 2009 in 22:55
    Permalink

    Salve dovrei creare un tramezzo in una camera largo 3,50 e alto 2,00. Quindi non lo devo ancorare al soffitto, in quanto essendo a botte non vorrei nascondere la continuità. Pensate che regge se lo stesso? Che consigli mi date?

    Risposta
  • 11 febbraio 2009 in 02:49
    Permalink

    Ciao Stefano.
    Non ho ben capito se il tramezzo dividerebbe interamente la stanza (e quindi in questo caso con una porta per il passaggio) oppure arriverebbe fino ad una certa misura e lascerebbe il passaggio libero su un lato (ovvero come funzione di separè).
    Nel secondo caso non dovresti avere molti problemi di stabilità anche se io per sicurezza preferirei ancorare la parte finale dello stesso con un montante (magari di acciao o come preferisci te, in ogni modo che sia adeguato con il tuo arredamento) con il soffitto. Dipende anche da cosa dovrai eventualmente appendere sulle pareti o dall’uso che andrai a farne, la parete non è poi così piccola…
    Nel primo caso hai un ancoraggio ulteriore in una nuova parete; tuttavia, essendo una porta una parte in cui ci vengono fatte ripetute pressioni, non potrei confermarti la corretta riuscita. Pò darsi che la struttura ‘balli’ un pò alla chiusura della porta.

    Risposta
  • 17 febbraio 2009 in 18:30
    Permalink

    Vi prego ho comprato casa, una casa nuova è vorrei un aiuto perchè sono in crisi perchè vorrei separare il cucinino dalla sala da pranzo è vorrei un bel muro di cartongesso che sia di una bella forma insomma bello da vedere potete aiutarmi?
    Grazie.

    Risposta
  • 18 febbraio 2009 in 11:58
    Permalink

    Ciao Fortuna.
    Le forme che puoi creare con il cartongesso sono tantissime, dipende molto dall’ambiente e soprattutto dai tuoi gusti personali…
    Puoi avere le pareti ad angolo retto oppure puoi farle con delle semicurve; puoi fare un arco oppure lasciare il montante della parete dritto. Dipende anche se il tuo arredamento è moderno o rustico.
    Ci sono talmente tante soluzioni che è difficile, senza vedere dal vivo l’ambiente, darti un consiglio.
    Una cosa che ti consiglio (a mepiace moltissimo) è di creare nella parete di cartongesso, delle nicchie dove poi potrai inserire vasi, foto ed oggettistica da arredamento.
    Un saluto,
    Claudio

    Risposta
  • 22 febbraio 2009 in 18:58
    Permalink

    Ciao, devo realizzare una cabina armadio in camera da letto ed ho alcuni dubbi che spero mi aiuterete a risolvere.
    La cabina sarà angolare con l’apertura sulla parte centrale, cioè quella che non ha contatti con i muri e le sue dimensioni interne devono essere di 1,60 m * 1,50 m con una profondità di 0,60 m quanto deve essere lo spessore del cartongesso? Posso ancorare il cartongesso solo al soffitto e al muro perimetrale senza bucare il pavimento (ho il marmo)? Posso attaccare direttamente le ante di chiusura direttamente al cartongesso con le cerniere tipo ante cucina? Quanto potrà costare questa struttura?
    Grazie anticipatamente.

    Risposta
  • 28 febbraio 2009 in 23:41
    Permalink

    dovrei chiudere il vano scala che porta in mansarda con una porta all inizio della scala con le misure di 250×270 e 90×270
    quanto dovrei spendere al massimo senza porta solo cartongesso
    lavoro finito grazie da Firenze

    Risposta
  • 1 marzo 2009 in 17:40
    Permalink

    Ciao Esmeralda,
    purtroppo dovrai appoggiare la parete di cartongesso e all’altezza della porta dovrai anche fissarla in terra in quanto lo scorrimento delle ante deve avvenire in modo sicuro e stabile.
    Per quanto riguarda lo spessore del cartongesso puoi decidere te. Ricorda che, nel caso in cui decidi di appendere delle mensole al cartongesso, dovrai, nel punto di ancoraggio, creare dei montanti per rendere più stabile la struttura.

    Ciao Antonio,
    sinceramente senza capire le misure della parete che dovrai realizzare è difficile darti una stima del prezzo; ci dai 2 misure ma sono riferite ad un’unica porta…
    In ogni modo considera che il cartongesso (prodotto finito) viene circa 45 € al metro quadro.

    Saluti,
    Claudio

    Risposta
  • 3 marzo 2009 in 13:54
    Permalink

    Salve,
    quanto costa indicativamente creare una cabina armadio in cartongesso semplicissima di circa 6 mq?
    A Milano!
    Grazie

    Risposta
  • 3 marzo 2009 in 16:54
    Permalink

    Buongiorno,
    su una “fredda” parete perimetrale della mia sala ho problemi di umidità da condensa, nel senso che di inverno il vapore presente in casa si consensa sulla parete in questione creandomi delle macchie di muffa. Avrei pensato di risolvere il problema rivestendo detta parete (4,5 m x 3 m) con cartongesso. La parete è interrotta da una finestra e da un termosifone. Per problemi di spazio vorrei “rubare” meno spessore possibile. A vostro avviso la soluzione è tecnicamente adeguata e fattibile? Il semplice muro di cartongesso (senza intercapedini) svolge già di per sè una funzione di isolamento termico?

    Risposta
  • 4 marzo 2009 in 19:46
    Permalink

    Salve Francesca,
    il costo del cartongesso al metro quadro è di circa 45 Euro al metro quadro.

    Ciao Giovanni,
    quella che indichi te è una delle soluzioni che vengono applicate in caso di problemi del tuo tipo. Esistono dei pannelli di cartongesso appositamente fatti per questi problemi; hanno un ulteriore strato di materiale apposito che si interpone tra il muro e la parete di cartongesso.

    Saluti,
    Claudio

    Risposta
  • 7 marzo 2009 in 01:09
    Permalink

    Buonasera,
    purtroppo ho forti carenze nel settore edilizio e mi scuso anticipatamente se la mia domanda possa sembrare stupida o banale.
    Il piano di ristrutturazione del mio immobile prevede l’applicazione di lastre in cartongesso sia come controsoffitto che alle pareti in muratura(intramezzi divisori di camere).
    Questo per risparmiare, a detta del mio tecnico, tempo e denaro dato che SIA il controsoffitto CHE i muri divisori sono allo stato attuale grezzi, senza intonaco (praticamente si vedono i mattoni e pignate)e in più qua e là anche malmessi (alcune pignate del soffitto sono bucate).
    La mia domanda è: sarebbe meglio rasare i muri e il soffitto (o almeno dare un’arricciata di cemento) o posso applicare direttamente il cartongesso? La mia preoccupazione è che senza rasatura o un minimo di calce sul muro perdo l’insonorizzazione o si produca polvere e sporcizia. Il dubbio mi sta perseguitando; vi ringrazio di cuore per l’aiuto. Davide

    Risposta
  • 9 marzo 2009 in 02:37
    Permalink

    Ciao Davide,
    io non so quanti muri e quanti soffitti hai ma di sicuro se fosse casa mia oopterei per un lavoro fatto in modo decente. Quindi se fossi in te, prima di posare il cartongesso) prenderei in seria considerazione di fare i muri come devono essere fatti i muri.
    Quindi non poserei il cartongesso su pareti che magari rischiano di sgretolarsi o cedere in parte con il passare del tempo…

    Risposta
  • 12 marzo 2009 in 02:55
    Permalink

    Buongiorno a tutti,
    forse qualcuno può consigliarmi la cosa migliore.
    Ho nella mia nuova cucina una cappa Elica optica staccata di 30 cm dai pensili con il tubo (10 cm diametro) che scarica nel muro verso sinistra compiendo un percorso di 80 cm. Vorrei coprire il tutto in quanto non sta ben che si veda questo tubo.
    Mi consigliate di utilizzare il cartongesso costruendo una sorta di mensolone che inglobi il tubo? Avrei anche la possibilità di mettere così dei faretti…
    Grazie
    Simone

    Risposta
  • 12 marzo 2009 in 10:16
    Permalink

    Ciao Simone,
    sicuramente operando con una sorta di controsoffitto in cartongesso potresti anche applicare dei faretti e rendere ancora migliore l’impatto visivo della tua cucina.
    Un’altra soluzione sarebbe quella di prendere le misure della cappa e farsi fare dal fabbro una prolunga del solito materiale che arriva fino all’accordo nel muro e che quindi copre tutto.

    PS. Ho cercato il modello e la tua cappa è proprio bella!!!

    Risposta
  • 20 marzo 2009 in 17:55
    Permalink

    Buongiorno vorrei informazioni per colorare un appartamento di circa 150 mq con tempera bianca lavabile. Quanto potrei spendere, un inbianchino mi a chiesto 1800 euro non sono un po troppi?
    Premetto che i locali sono in buono stato e non necessitano di interventi particolari.
    In attesa saluto,
    Daniele

    Risposta
  • 24 marzo 2009 in 22:26
    Permalink

    Devo creare una nicchia in cui poserò una vasca. Per problemi di spazio pensavo di creare una delle pareti in cartongesso, spessore 8cm. Presupposto che in questa parete non passeranno ne tubi ne cavi, volevo sapere se il cartongesso è adatto e che accorgimenti devo usare affinche la parete riesca a lavorare a contatto con l’acqua?
    Grazie
    Giacomo

    Risposta
  • 25 marzo 2009 in 01:01
    Permalink

    Ciao Daniele,
    diciamo che per dipingere la tua casa il costo al metro quadro parte dai 5 € al metro quadro per colori chiari (nel tuo caso il bianco) e sale via via che la tonalità dei colori diventa più forte. Prova a fare un calcolo approssimativo della superfice delle pareti che devi imbiancare e guarda quanto viene al metro quadro.

    Ciao Giacomo,
    puoi utilizzare il cartongesso per il tuo scopo anche se sarebbe da preferirsi un muro in forati o in mattoni. Questo perchè essendo a contatto diretto con l’acqua il cartongesso potrebbe risentirne in quanto ha un primo strato molto sottile di cartone ed un supporto di circa 1 cm di gesso.
    Se decidi di procedere con la parete in cartongesso ti consiglio comunque di rivestirla in modo da non far penetrare l’acqua oppure potresti utilizzare anche apposite vernici impermiabili; non ti consiglio invece di pitturare la parete in cartongesso con vernice normale.
    Saluti,
    Claudio

    Risposta
  • 2 aprile 2009 in 10:18
    Permalink

    Devo chiudere un’apertura sul soffitto del bagno di mt. 1.00 lungo e cm. 0,60 largo, avevo pensato di farlo con il vetro cemento, potete indicarmi un link o mandarmi un manuale illustrato sul montaggio corretto dello stesso

    Risposta
  • 2 aprile 2009 in 19:01
    Permalink

    Salve.
    Ho un sottotetto adibito a mansarda, i muri sono finiti con mattoni forati e così anche il soffitto, non essendoci intonaco è possibile incollare direttamente i pannelli di cartongesso? se si mi puoi indicare il tipo di prodotto da utilizzare?
    grazie

    Risposta
  • 3 aprile 2009 in 10:05
    Permalink

    Ciao Carmine,
    è possibile farlo in vari modi.
    Puoi applicare un impasto idoneo (tipo una colla poliuretanica) in vari punti del pannello di cartongesso che poi andrai a posare direttamente sul forato; devi cercare di distribuire l’impasto in modo uniforme sulo pannello ed una volta posato con una livella accertati che questo sia in squadra. Ricordati di inumidire il forato prima di procedere.
    Per applicare i pannelli puoi anche aiutarti con dei tasselli da posizionare in modo regolare sul cartongesso.
    Ricordati che prima di procedere devi accertarti che il muro esistente non abbia problemi di umidità ed in questo caso utilizzare pannelli di cartongesso appositi.

    Risposta
  • 19 aprile 2009 in 22:40
    Permalink

    Buonasera, data la tua esperienza vorrei un consiglio in merito a due interventi:
    parete divisoria per un corridoio con inserimento di una 1)porta nel mezzo ; le misura e’ 1.50 di larhezza per 2 metri di altezza, Mi consigli il cartongesso? Vorrei un minimo di isolamento acustico dato che il corridoio da’ direttamente sul salone.

    2)parete divisoria tra cucina e salone anche qui il cartongesso e’ consigliabile? potrei mettere delle mensole su quella parete (casse dello stereo di circa 5 chili cadauno) oppure e’ meglio usare qulache altro materiale?In questo secondo caso la differenza di costo quanto inciderebbe?
    Ti ringrazio anticipatamente per i tuoi ottimi consigli
    Luca

    Risposta
  • 20 aprile 2009 in 17:05
    Permalink

    salve, devo far tramezzare una mansarda completamente libera, compresa la realizzazione di un bagno, su pavimento messo a tappeto. Il costruttore mi suggerisce pareti in cartongesso. Volevo sapere a quali tipi di svantaggi andrei incontro, specie per quanto riguarda l’umidità nel bagno e la possibilità di poter appendere degli oggetti al muro, tipo quadri, mensole o fissare qualcosa di più pesante (tipo attrezzatura da cabina armadio, ecc).
    Grazie

    Risposta
  • 20 aprile 2009 in 23:42
    Permalink

    Ciao Luca,
    puoi benissimo utilizzare il cartongesso per il corridoio posando anche una porta delle misure che hai indicato; per l’insonorizzazione puoi utilizzare materiali appositi che ti saprà sicuramente indicare chi ti fornirà il cartongesso.

    Per quanto riguarda la parete tra soggiorno e cucina, visto che ci vuoi appendere mensole, casse e magari altre cose dovrai fare una parete di cartongesso con una struttura che ti permetta di farlo; devi mettere molti più montanti nei punti dove andrai ad appendere gli oggetti. Oppure puoi utilizzare il classico muro a forati; la differenza di prezzo, se si considera sia il materiale che la posa in opera, non dovrebbe essere molto differente.
    Ti consiglio di farti fare qualche preventivo per entrambe le soluzioni.

    Ciao Sebastiano,
    io per le pareti del bagno farei il muro con forati; ci passano anche i tubi e gli scarichi, non vorrei rischiare neanche la minima possibilità di rottura.
    Per appendere mensole ed oggetti di vario tipo devi individuare i punti precisi e da lì farci passare dei montanti creando una struttura di acciaio che regga i vari pesi.

    Saluti

    Risposta
  • 26 aprile 2009 in 09:57
    Permalink

    Ciao, sono Maria. Devo traslocare e nella casa dove devo andare, dovrei cercare di ricavare due stanze per i miei figli. Dovrei buttare giù un muro ed alzarne un’altro, largo circa 4 metri, per allargare un pò la stanza, e poi dovrei inoltre alzare un’altro muro largo circa 6 metri, per dividere un altra stanza e ricavarne così stanza e corridoio.Mi è stato consigliato, dato che non ho una grande disponibilità economica, di fare le due pareti in carton gesso, dove la spessore dei pannelli e di 12 millimetri, e la larghezza della struttura metallica è di 7 cm. In totale, quindi la parete è spessa cm 9,4. Mi è stato detto che ciò mi verrebbe a costare circa 50 euro al metro quadro, escluso il materiale di sughero da inserire all’interno per insonorizzare le pareti e la finestra che vorrei inserire in una e la porta nell’altra. Esistono pareti in cartoon gesso che hanno già finestra e porta? E’ un prezzo equo? Ci potrei mettere delle mensole e appendere quadri e robe varie? E’ la soluzione migliore? Fare 2 pareti in mattone costerebbe di più? Ringrazio e cordialmente saluto.
    Maria

    Risposta
  • 27 aprile 2009 in 11:33
    Permalink

    Salve,
    ho la necessità di dividere la camera dei ragazzi per farne due, ma per fare due camere decenti devo rubare 50 centimetri al salone con questa confinante.
    Allora devo demolire una parete di mt. 4,5 circa e costruire due pareti di 4,5 mt circa. Il mio dubbio è questo: quali materiali usare tra laterizio, cartongesso o gasbeton tenendo tenendo conto soprattutto del PESO che le pareti che vado a costruire avranno sul solaio(specie per quella che costruirò al centro dell’attuale cameretta) e dello spostamento della parete della sala, che non sarà piu di sostegno al solaio dell’appartamento sopra il mio? Inoltre che pesi posso appendere nelle pareti di cartongesso o gasbeton?? GRAZIE INFINITE. Emma Roma

    Risposta
  • 27 aprile 2009 in 18:56
    Permalink

    Ciao Admin,
    ho già letto una domanda simile (v.59) ma non ho trovato risposta;
    Voglio realizzare dei tramezzi perpendicolari alla parete del salone e fissando delle mensole a parete realizzare una libreria;
    a terra però c’è il parquet…
    è un problema fissare i tramezzi sul parquet?
    Grazie per l’aiuto..

    Risposta
  • 30 aprile 2009 in 04:48
    Permalink

    Devo ristrutturare casa e dato che la cucina,il soggiorno e il corridoio sono un unico ambiente,vorrei cercare di dividere queste zone.Avrei in mente per la zona cucina-soggiorno 2 pannelli di muro prefabbricato di 50 cm ciascuno di lunghezza uniti sopra da una striscia rettangolare di vetrocemento.Più in là metterò una porta scorrevole esterna dove il binario si appoggia sui muri e nella parte di mezzo sul vetrocemento.Premetto che un muro si appoggia su una parete,sul pavimento e sul soffitto occupato dal vetro,mentre l’altra parete sarà ad L e appoggerà solo sul pavimento e soffitto con vetro.Le mie domande sono queste:
    1)i muri prefabbricati possono essere tagliati a misura?Quanto costano all’incirca?Possono essere forati per ospitare il vetro?
    2)per far sostenere il vetro nella parte centrale cosa devo fare(dato che non ha nessun appoggio)?C’è un’alternativa al costoso vetrocemento?Confido in una risposta celere dato che sto x iniziare i lavori.Grazie infinite

    Risposta
  • 3 maggio 2009 in 13:13
    Permalink

    Buongiorno, vorrei delle informazioni sull’insonorizzazione di un controsoffitto in cartongesso già in opera con faretti, da tagliare dall’interno, di circa 150 mq. Come fare?Quale materiale usare? Quanto costa? Vi è un intercapedine di 4-5cm.Vi è infine una ditta specializzata, nella mia città Messina o dintori, Catania/Palermo. Grazie

    Risposta
  • 4 maggio 2009 in 21:58
    Permalink

    per la realizzazione dei tramezzi di un bagno ho utilizzato delle tavelle di gasbeton spesse 10 cm. Nella scelta dei sanitari posso optare per quelli sospesi, che, com’è noto, vanno staffati alle pareti?
    Gazie mille

    Risposta
  • 26 maggio 2009 in 16:10
    Permalink

    ciao,sono nadia, volevo un vostro parere:
    ho un muretto in cartongesso di 12 cm di spessore,78 cm di lunghezza e 91 cm di altezza,incollato con biadesivo sul parquet e ancorato al muro nel lato da 12 cm….la mia domanda è se posso mettere un piano d’appoggio (larghezza 54 cm,lunghezza 100 cm,spessore 0,3 cm )di marmo su questo muretto o potrebbe cedere?
    grazie mille

    Risposta
  • 27 maggio 2009 in 08:39
    Permalink

    Ciao Nadia,
    se desideri mettere il piano di appoggio sopra il muro non ci sono problemi (sempre che il muretto in cartongesso sia stato fatto a regola d’arte), se invece vuoi appendere tipo mensola il piano di appoggio allora ho qualche dubbio.
    Prima di tutto perchè devi fissarlo dove sono i montanti del muro (e questo devi saperlo, non puoi fissarlo a caso) e secondo, essendo il piano di appoggio non una semplice mensola ma un pezzo di marmo, ho paura che sia troppo peso ed il muro possa cedere (il muro in cartongesso è fissato da una sola parte).

    Risposta
  • 5 giugno 2009 in 16:17
    Permalink

    carissimi,
    vorrei realizzare una cabina amadio in un angolo della stanza costruendo due pareti in cartongesso (che spessore ?) 3 metri e 1,40 altezza 2,80, le pareti non possono essere ancorate al soffitto che è ribassato e anche troppo alto (la casa è antica), la struttura, inoltre, andrebbe coperta. Come può essere stabile e sicura una struttura così? Grazie

    Risposta
  • 24 giugno 2009 in 06:21
    Permalink

    Buongiorno, devo abbellire le pareti di una cantina ora con mattoni vuoti(160mq di muri) ad uso misto deposito e stanza giochi. Un muratore mi ha suggerito in alternativa alla rizzatura (avendo problemi di portare materiale d’uso su una scala ripida e per sporcare meno) di fissare dei pannelli di cartongesso antimuffa…possono essere una valida alternativa??? Un po’ più costosa certo (22euri al mq) ma rapida e pulita???
    Fissare poi pensili o cose del genere (che naturalmente andrebbero a fissarsi al mattone con tasselli) crerebbe problemi?
    Grazie
    Silvio da Torino

    Risposta
  • 25 giugno 2009 in 17:23
    Permalink

    Buongiorno Silvio, io opterei per una soluzione più classica, in quanto essendo un locale ad uso cantina, non vorrei che i muri così “chiusi”, avessero problemi di traspirazione.
    saluti

    Risposta
  • 10 luglio 2009 in 14:37
    Permalink

    salve,
    devo cominciare la ristrutturazione di una casa a tre livelli, abiterò solo la parte centrale, per non “sprecare” spazio calpestabile mi hanno consigliato di utilizzare il cartongesso sia per i le “tramezze” sia per l’isolamento termico dall’interno, ed eventualmente un cappotto esterno.
    la mia domanda è questa: ho vari mobili pensili quali accorgimenti devo prendere? è possibile comunque utilizzare questo materiale?
    grazie

    Risposta
  • 12 luglio 2009 in 16:53
    Permalink

    Salve, ho bisogno di realizzare 3 colonnine in carton-gesso della dimensione di 30 cm x 30 cm x 2.20 metri di altezza e il preventivo di una ditta è di 400 euro; inoltre devo chiudere un vano sottoscala di circa 70 cm x 2.10 metri di altezza con una porta, e ho già sia la porta stessa che telaio, controtelaio e mostre, va solo allargato leggermente il vano murario e montata la porta e la stessa ditta mi ha chiesto 240 euro. Posso considerare questi prezzi equi?
    Grazie mille.

    Risposta
  • 26 luglio 2009 in 22:34
    Permalink

    Salve, vorrei sapere se posso fare un’angolo, per chiudere un’altro angolo di muro, per ricavare un bagno di 200 x 100 con doccia. Su un lato va inserita la porta e so che non è un problema, ma la mia domanda è:”Il cartongesso resiste all’umidità e all’acqua del bagno nell’uso della doccia?”
    Chiaramente va anche piastrellato, ma quale sarebbe il lavoro ottimale da fare?
    Oppure si può fare lostesso lavoro con materiali più adatti?
    Mi scuso se ho fatto troppe domande, ma non so veramente il tipo di materiale idoneo.

    Risposta
  • 11 agosto 2009 in 11:08
    Permalink

    Buon giorno,
    desideravo sapere come posso progettare un arco a tutto sesto in cartongesso con relative colonne da 15 cm situato prima di entrare nella vasca da bagno, calcolando che la vasca misura 170cm e cosa più importante come potrei simularlo prima di iniziare il lavoro per vedere se mi piace.
    Ringrazio anticipatamente

    Risposta
  • 21 agosto 2009 in 12:55
    Permalink

    Buongiorno, ho un appartamento al piano terra con sotto una cantina di 50 mq di proprietà del condominio.
    Vorrei acquistarla, ristrutturarla (ha i muri grezzi, perciò va isolata termicamente, penso a pannelli in sughero o in polistirolo, intonacata e fatto il pavimento e ovviamente l’impianto elettrico)e collegarla all’appartamento con una scala a chiocciola.
    Mi sapreste indicare il costo di questo lavoro?
    Sapete anche darmi indicazioni sulle pratiche in comune e dal notaio per un utilizzo abitativo? Grazie e cordiali saluti.

    Risposta
  • 25 agosto 2009 in 11:47
    Permalink

    Buongiorno,

    Vorrei realizzare un tramezzo in cartongesso largo 100cm e alto 290cm. Siccome vorrei ricavarci due nicchie della misura rispettivamente di 60cmx60cm e 60cmx30cm avrei pensato a due pareti in cartongesso distanziate di 30 cm e poi ricavare nle nicchie con la procedura che avete più volte desritto.
    Inoltre a questo tramezzo vorrei affiancare un muretto dello stesso spessore (30cm), lungo 200cm e alto 100cm in cui ricavare un’altra nicchia larga circa 100cm e alta 60cm.

    Potete darmi un’idea di quanto mi potrebbe venire a costare il lavoro finito (e se non mi convenga piuttosto un lavoro in muratura)?

    Grazie!

    Risposta
  • 25 agosto 2009 in 12:13
    Permalink

    Buongiorno,

    vorrei creare un tramezzo largo 100cm e alto 290 cm e ad esso affiancare un muretto lungo 200cm e alto 100cm.
    Entrambe le opere dovranno essere larghe 30 cm in quanto vorrei creare rispettivamente due nicchie (cm 60×60 e 60×30) nel tramezzo e una nicchia (cm 100×60)nel muretto.
    Abito a Milano.
    Quanto può venirmi a costare l’opera finita?
    Grazie

    Risposta
  • 26 agosto 2009 in 12:18
    Permalink

    Buongiorno,
    volendo separare idealmente la zona giorno, che è grande e luminosa, in due parti (zona soggiorno e zona salotto) ma senza creare due stanze separate vorrei creare un tramezzo in cartongesso largo 100cm e alto 290 cm (quindi a soffitto) e ad esso affiancare un muretto, sempre in cartongesso, lungo 200cm e alto 100cm.
    Entrambe le opere dovranno essere larghe 30 cm in quanto vorrei creare rispettivamente due nicchie (cm 60×60 e 60×30) nel tramezzo e una nicchia (cm 100×60) nel muretto, da adibire a libreria/porta oggetti.
    Nelle nicchie del tramezzo vorrei poi inserire dei faretti.
    Dovendo chiedere dei preventivi quale può essere una cifra “ragionevole” per l’opera finita, considerando che abito a Milano?

    Risposta
  • 18 settembre 2009 in 10:15
    Permalink

    Ho appena acquistato un appartamento in un condominio.
    dovrei fare grossi lavori di ristrutturazione quali: spostare qualche parete interna mantenendo la stessa cubatura, sostituire pavimenti, impianti idraulici ed elettrici,porte interne ed infissi esterni.
    Vorrei ben sapere quale è l’iter per fruire delle eventuali detrazioni 36% e 55%.
    I materiali li comprerei io personalmente ed i lavori li affiderei ad artigiani diversi a secondo dei lavori. GRAZIE

    Risposta
  • 18 settembre 2009 in 12:24
    Permalink

    Buongiorno Michele, per fare i lavori menzionati dovrà incaricare un tecnico (geometra, architetto) di sua fiducia, che provvederà a presentare una D.I.A. In base ai lavori effettuati e a chi deciderete di affidarli, potrà usufruire delle relative detrazioni, si faccia consigliare in tal senso dal tecnico che progetterà la ristrutturazione.
    saluti

    Risposta
  • 29 settembre 2009 in 20:44
    Permalink

    Buonasera, complimenti per le ottime informazioni (utili e al tempo stesso semplici).
    La mia domanda è questa: Stanza d’ingresso (che è anche sala) con porta che dista circa 80cm dal muro di destra (perpendicolare alla parete della porta). Questo muro è lungo circa 2m e alto 2,7m. Alla fine della parete c’è il passaggio verso la cucina largo circa 2,6m (paralello alla parete stessa). Su questa parete vorrei mettere un armadio a 2 ante da ingresso largo circa 1m, profondo 45cm e alto circa 2,2m (per contenere gli abiti, cappelli, borse ecc) e una/due mensoline per uso poggia telefono e svuotatasche e per soprammobili leggeri. Nell’armadio vorrei mettere un bastone per appendere le grucce. Ho chiesto un preventivo in legno e volevo capire se è possibile realizzare l’opera in cartongesso (come chiudo “l’armadio”?) e più o meno quanto potrebbe costare.

    Grazie mille, saluti, Gianfranco.

    Risposta
  • 30 settembre 2009 in 21:53
    Permalink

    Salve, volevo sapere se una parete in cartongesso puo’ regggere un tv lcd di 5,5 Kg.Vi ringrazio.

    Risposta
  • 1 ottobre 2009 in 13:17
    Permalink

    Buongiorno,vorrei ristrutturare un piccola casa nel centro storico (non vorrei spenderci molto).Uno dei problemi che ho è che, due pareti nella stanza dove volevo farci la cucina non sono a piombo, ma di molto…almeno 10 cm, sono muri vecchi e mi hanno assolutamente sconsigliato di tagliare..è possibile farci due pareti di cartongesso a coprire, sulle quali poi appendere i pensili?
    Grazie
    Cinzia

    Risposta
  • 1 ottobre 2009 in 19:19
    Permalink

    si Cinzia, certo che è possibile, la struttura però dovrà essere ben stabile, pertanto si faccia assistere da un tecnico specializzato nel montaggio del carton gesso.
    saluti

    Risposta
  • 1 ottobre 2009 in 19:19
    Permalink

    Si Elvira, andrà ancorato ai montanti, comunque si faccia consigliare da un tecnico.
    saluti

    Risposta
  • 2 ottobre 2009 in 22:24
    Permalink

    Salve, vorrei costruire una libreria che raccolga i miei 4mila e rotti libri. Su tre pareti della sala, da pavimento a soffitto (2,70 mt) senza soluzione di continuità. Temo il peso dei libri. Il cartongesso è sufficientemente robusto e resistente per tale peso? Quali accorgimenti devo prendere per evitare problemi? E’ in definitiva un lavoro che si può fare o è preferibile una struttura differente? Grazie
    Stefano

    Risposta
  • 9 ottobre 2009 in 22:10
    Permalink

    Buongiorno, dovrei realizzare un muro in cartongesso come continuazione di un muro tradizionale. Speravo di inserire tra i due uno spazio vuoto delimitato da materiale semitrasparente per illuminarlo dall’interno. Non sono sicura però del risultato e soprattutto come unire le tre superfici.Grazie Paola

    Risposta
  • 24 ottobre 2009 in 21:29
    Permalink

    Gentile staff,
    sto ristrutturando casa con il parquet. La domanda è questa: nella sala ci sono delle nicchie ricavate nel muro sotto la scala che porta al piano superiore; esse sono in muratura. Sono profonde un metro e alte altrettanto (diciamo a forma di triangolo). Vorrei sapere se e come possono essere rivestite (se possibile di parquet o materiale simile) in quanto sono antiestetiche e diventano difficili da spolverare essendo di muratura.
    Grazie. Antonella

    Risposta
  • 31 ottobre 2009 in 19:43
    Permalink

    Buongiorno,dovrei realizzare un controsoffitto calpestabile in cartongesso in 2 camere di circa 16 m quadrati cad’una,vorrei sapere se e’ fattibile? Inoltre ho dei problemi di umidita’sui muri esterni della casa, vorrei sapere se si possono “rivestire “i muri con il cartongesso tenendo lo stesso leggermente scostato dall’intonaco esistente,per facilitare il circolo dell’aria per poi dipingerli come una facciata tradizionale.
    Grazie Roberto

    Risposta
  • 1 novembre 2009 in 21:05
    Permalink

    Buona sera, sto ristrutturando il mio appartamento e vorrei sapere se è possibile creare una parete non portante in cartongesso da 6cm. Inoltre avendo problemi di isolamento acustico vorrei sapere se è possibile isolare le camere con dei pannelli e di che spessore devono essere. Grazie e Saluti. Paolo

    Risposta
  • 4 novembre 2009 in 18:02
    Permalink

    La mia domanda è la seguente:
    Sto ristrutturando un piccolo appartamento di 36mq.
    Sono state ricostruite le pareti interne utlilzzando blocchi di gesso forati all’interno, il mio timore è in particolare per uno di queste mura ( più esattamente il muro che divide il bagno dall’angolo cottura) ho paura che gli stop non reggano il peso della caldaia stagna (lato bagno) e dei pensili situati dalla parte opposta del muro (lato cucina).
    Il muratore mi ha assicurato che il muro è saldo e che utilizando gli stop per i blocchi in gesso non ci saranno problemi. E’ vero?

    Risposta
  • 4 novembre 2009 in 19:33
    Permalink

    Buonasera. Vorrei dividere il muro ove si trova la cucina, lungo ml 4.80 e alto ml.3.15, con un setto trasversale in cartongesso alto ml. 3.15 ( a tutt’altezza), profondo ml. 0.85 e spessore minimo, talchè separi la zona ove è ubicata una brutta caldaia (a ml. 0.60 da esso)dai mobili della cucina. Tale pannello non è portante e funzionerebbe da semplice separè. Le mie domande sono:
    1) Qual’è la dimensione dello spessore minimo da utilizzare?
    2) Devo realizzare un telaio, talchè non “svirgoli”?
    3) Nel caso di risposta affermativa alla domanda 2), è possibile realizzarlo con un telaio che non fori il pavimento e le piastrelle del muro (che lo rivestono per un’altezza di ml. 1.60), pur ammettendo fori sulla parte di muro intonacato o sul controsoffitto?
    4)Devo utilizzare materiali o accorgimenti speciali per la presenza della caldaia, distante da questo cm.60?
    5) Avete una stima di costi per un lavoro di questo tipo o è meglio realizzare un pannello in legno tipo finto mobile?
    A maggior chiarimento illustro uno schema di quanto intendo realizzare:

    //////////////////////////////////////////////////////(muro)
     (caldaia) ||
     ||(Setto)
    ~~~~~~~~~~~~~~~||
    (tendina)

    Vi ringrazio anticipatamente per le risposte, mi congratulo per l’utilità del sito e porgo
    Cordiali saluti.
    Fabio

    Risposta
  • 9 novembre 2009 in 21:36
    Permalink

    Devo appendere ad un parete di cartongesso un porta abiti particolarmente pesante (circa 40kg)Misure alt. 1,90 larghezza 40 cm spessore circa 3 centimetri). Lo stesso é dotato di due supporti nella parte più alta dove infilare due ganci a “Elle” fissati alla parete. Ho trovato dei tasselli in plastica universali della ditta Fischer applicabili dopo aver effeuato un foro con punta da 8. Però non mi fido temo che una volta appeso il porta abiti possa far cedere la parete sotto il suo peso. Ho visto che ci sono anche dei tasselli in ferro che richiedono una particolare pinza per il loro fissaggio sembrerebbero più resistenti ma anche li nella confezione non é indicata la portata. Chiedo consigli. Io ho pensato di fissare alla parete con quattro viti e relativi tasselli per cartongesso una tavoletta di legno della larghezza del porta abiti e quindi fissare l’appendiabiti con ulteriori due viti alla tavoletta e al cartongesso forando entrambi i materiali ma temo che troppi buchi possano indebolire la parete. Ci sono alre soluzioni o mi sapete dire qual’é la migliore.-
    Grazia

    Risposta
  • 12 novembre 2009 in 04:32
    Permalink

    Devo attaccare al muro,quello che separa il mio appartamento da quello del vicino,una tavola a muro.Cioè una specie di tecnigrafo per disegnare.Questa tavola è formata da una piastra pesante in alluminio,lunga un metro e alta 25 cm, che si fissa con 10 fischer in acciaio da 9 mm,ad un altezza di 90 cm da terra,collegata con due bracci snodati in metallo ad una tavola basculante,1 metro per 150,in medium densiti spessa 2 cm, che è poi un tavolo da disegno che quindi ,anche se usato pressochè in verticale o con inclinazione di 30 gradi,avrà uno sbalzo di almeno 40 cm.Non conosco il peso del tutto,ma la mia domanda era:un normale muro divisorio tra due appartamenti,è in grado di reggere una simile installazione?Eventualmente quali opere di rinforzo mi conviene fare,prima di procedere?
    grazie in anticipo per i vostri consigli
    alberto

    Risposta
  • 17 novembre 2009 in 20:21
    Permalink

    volevo sapere dove potevo trovare del vetrocemento di ultima generazione, in quanto i blocchi sono in plastica e si montano ad inncastro

    Grazie Alessandra

    Risposta
  • 8 dicembre 2009 in 19:47
    Permalink

    ciao…
    dovrei mettere del cartongesso in due pareti di casa, però mi sorge un dubbio. posso appendere i pensili della cucina? posso mettere una mensola angolare per la televisione? e infine posso attaccarci della pietra in questa parete?
    spero di essere stato chiaro grazie Andrea…..

    Risposta
  • 12 dicembre 2009 in 21:19
    Permalink

    Ciao, devo realizzare un piccolo tramezzo all’ingresso per chiudere la zona notte da quella giorno posso usare il vetrocemento a mò di arco? Quanta ci vuole per la spesa? Grazie Anna

    Risposta
  • 21 dicembre 2009 in 01:38
    Permalink

    Salve,
    io ho appena acquistato un monolocale e avrei l’esigenza di separare la zona giono da quella notte.
    Il cucinino si trova in un altra “stanza”.
    La sala che vorrei dividere e’ lunga cica 4,5 mt e larga 3,9.
    Stavo pensando ad una parete attrezzata con solo il ripiano in basso sul quale appoggiare la tv. Da un lato della stessa metterei un letto una piazza a mezza e dall’altra parte, di fronte alla parete attrezzata, un divano che pero’ disterebbe poco meno di 2 mt dalla tv.
    Secondo voi potrebbe andar bene? Avete per caso altri consigli? Il fatto e’ che vorrei scongiurare l’utilizzo del divano letto, ma, nel contempo, vorrei una soluzione originale e che non soffochi troppo l’ambiente.
    Inoltre, a terra ho un parquet di qualita’ e non vorrei romperlo con delle strutture da installare al pavimento.
    Se volete posso anche inviarvi la piantina per farvi rendere conto della distribuzione degli spazi.

    Grazie,
    S.

    Risposta
    • 21 dicembre 2009 in 12:36
      Permalink

      perchè non pensa ad una struttura in altezza? con un letto sospeso, sorretto da una struttura in legno…ovviamente se le altezze superano gli standard, altrimenti la sua soluzione ci sembra buona. saluti

      Risposta
  • 25 dicembre 2009 in 23:52
    Permalink

    Salve,
    avrei bisogno della Sua competenza per un consiglio. Vorrei dividere una stanza 4 metri per 4, con una sola finestra in uno dei 4 lati. Vorrei ottenete 2 ambienti finestrati.
    1) E’ possibile dividere la finestra in 2 finestre autonome?
    2) E’ possibile con il cartongesso dividere le due stanze isolandole completamente?
    Tanti cari auguri

    Risposta
  • 4 gennaio 2010 in 13:31
    Permalink

    Salve,
    ho letto un pò dei commenti soprastanti ma non ho trovato l’informazione desiderata.
    Vorrei un tramezzo delle dimensioni di circa 130cm x 240cm, dal pavimento al soffitto e appoggiato solo su di un lato, lasciando cioè una parte libera. Inoltre desidererei aprirci una finestra al centro (l’ho vista ieri su di un giornale e mi è subito piaciuta l’idea).
    Quanto può essere grossa al massimo l’apertura?
    E il costo su quanto si aggirerebbe all’incirca?
    Poi un’altra domanda se non le spiace. Questa parete verrebbe addossata agli ultimi tre gradini di una scala che però hanno un toro abbastanza pronunciato,circa 3 cm. E’ possibile incassare il toro nel pannello?
    Grazie mille fin d’ora,

    Pierluigi

    Risposta
  • 4 gennaio 2010 in 14:33
    Permalink

    Buongiorno,

    In casa ho una scala a chioggiola comunicante con il piano inferiore della casa, c’è la possibilità di chiuderla ma non definitivamente?
    Nel senso (mi spiego meglio), vorrei solo togliere la ringhiera e l’ultimo gradino per mettere una specie di ‘tappo’ in legno che si aggangi al muro con appositi gani fissati nel muro, così se io voglio camminarci sopra, senza nessun rumore dal piano inferiore posso farlo tranquillamente, ma se devo scendere, basta che alzo il ‘tappo’.
    Esiste una cosa del genere?
    Grazie mille

    Risposta
  • 5 gennaio 2010 in 14:00
    Permalink

    Buon giorno, lieto di avere scoperto il vostro sito, spero possiate aiutarmi.

    Sto ristrutturando una appartamento in un condominio del 1936 e quanto segue è la mia domanda. E’ un alloggio di 110 mq. che divido in due unità immobiliari. Siccome non voglio appesantire la soletta mi interessa sapere se per fare le tramezze interne ha più peso un metro quadro di mattone da 8 oppure un metro quadro di gasbeton da 8.

    Spero possiate aiutarmi.
    Gazie e buon lavoro.

    Risposta
  • 5 gennaio 2010 in 16:09
    Permalink

    Salve,
    nessuno ha mai sentito di nuovi edifici con tramezzi completamente in cartongesso?
    il costruttore,mi ha comunicato che tutte le pareti sono in cartongesso, anche quella divisoria con il vicino di casa.
    Ho molte perplessità su resistenza del cartongesso, ho tutti i mobili da appendere, sulle pareti piastrellate (si scolleranno mai dal cartongesso?), isolamento acustico con il vicino, etc…
    grazie
    Simone

    Risposta
  • 6 gennaio 2010 in 13:55
    Permalink

    innanzitutto congratulazione per il vostro lavoro.
    Devo tramezzare il mio studio con un sistema comodo e veloce.
    devo ricavare in un ambiente ampio una stanza divisa con parete in cartongesso . Vorrei renderlo anche antiacustico e leggero . come potrei afre per contattarvi?
    quanto costa a m.q. il vostro prodoto , quanto la manod’opera?
    Tonino de Luca

    Risposta
  • 11 gennaio 2010 in 15:19
    Permalink

    è possibile dividere mediante un tramezzo una finestra unica in due finestre che servirebbero 2 ambienti distinti?

    Risposta
  • 11 gennaio 2010 in 17:00
    Permalink

    Buonasera,
    fortunatamente vi ho trovati.
    avrei alcune domande alle quali non so dare risposte per la realizzazione di una libreria ad angolo “sospesa” (dimens. L. 240 cm P.30 cm H 160) in cartongesso a circa 110 cm da terra e ancorata oltre che alla parete anche al soffitto.
    secondo voi:
    – è fattibile?
    – per la struttura posso utilizzare solo le guide da 27×30?
    – vanno bene le lastre di cartongesso da 1 cm?
    spero di essere stato chiaro
    grazie anticipartamente per il Vs. aiuto
    Saluti
    Leonardo

    Risposta
  • 13 gennaio 2010 in 17:47
    Permalink

    Salve, ho la necessita di creare una controparete nella quale ricavare delle nicchie. Relativamente alla struttura perimetrale (Profili a U e a C) mi è tutto chiaro, quello che non so è come procedere per realizzare queste nicchie. Bisogna forse creare un ulteriore telaio interno? E Se si in che modo? Vorrei inoltre evitare mi mettere una ulteriore lastra di cartongesso nella parte posteriore della nicchia (quella che si vede) per non perdere profondità!
    Mi sapete dare dei consigli su come realizzare?
    Grazie

    Risposta
  • 15 gennaio 2010 in 15:33
    Permalink

    Buongiorno,
    avrei bisogno di un vostro parere. Ho un ampio garage (circa 100 mq) con soffitto alto circa 4m ed una pianta che mi consentirebbe, facendo una tramezzatura in cartongesso, di ricavare un locale palestra (circa 25 mq). La parete da tramezzare è intervallata da un pilastro di sostegno e pertanto in realtà le pareti da posare sarebbero 2: una circa 3.5 x 4m e l’altra circa 2.5 x 4m. Essendo io un neofita, ritenete che sia un lavoro alla mia portata? L’altezza della parte (4m) potrebbe essere un problema per la stabilità del tutto? Potrebbe essere necessario l’inserimento di qualche elemento ulteriore (oltre ai consueti profili a U e C)?

    Grazie anticipatamente per l’aiuto

    Cordiali saluti

    Enrico

    Risposta
  • 17 gennaio 2010 in 18:01
    Permalink

    Buongiorno.
    dovendo creare pareti interne divisorie in un negozio vorrei usare il cartongesso, anche per poter sagomare delle nicchie espositive.
    la mia domanda è:lo spessore totale del cartongesso?compreso telaio e i 2 strati di cartongesso?
    grazie

    Risposta
  • 22 gennaio 2010 in 22:25
    Permalink

    Salve,
    devo costruire un muretto di tali misure:spessore 10cm,altezza, 1m, e lunghezza 60 sul quale a circa 80cm da terra verra fissato,tramite 2 viti, una
    pianale in legno(simil piano di un tavolo)che all’altra estremità poggerà su 2 gambe di legno.Mi hanno consigliato di farlo in gasbeton ma ho delle domande:
    il gasbeton può sostenere il peso di questo tavolo?
    il gasbeton mi si attaccherà bene a terra dove ho del parquet?
    le viti di fissaggio del tavolo faranno una buona presa del gasbeton o è meglio metterci una piastra in ferro o in legno la dove andranno le 2 viti?
    grazi fabio

    Risposta
  • 2 febbraio 2010 in 11:40
    Permalink

    Buongiorno,
    sto progettando una mansarda ( tetto termico in legno) e stavo valutando la possibilità di realizzare le pareti divisorie interne in cartongesso, o meglio mi hanno parlato di una parete composta da:
    – pannelli cartongesso all’esterno
    – interno una sorta di isolante che mi sembra di aver sentito si chiami “lana-pietra”
    – il tutto rivestito da un’altro pannello di nn so cosa
    Questa combinazione dicono ,mi consentirebbe di avere le stesse “prestazioni” di una parete in mattoni; quindi possibilità di appendere quadri, pensili ( della cucina ad esempio ) oltre ad un miglior isolamento termico e acustico, e mi evita di sporcare-rovinare il tetto saltando tutte le fasi per l’intonaco etc etc .
    Saprebbe per cortesia fornirmi maggiori informazioni riguardo a queste pareti consentono sul serio di appendere quadri pensili o quant’altro?? e i costi sono maggiori rispetto ad una parete classica in mattoni ??
    Grazie mille per la sua disponibilità e ancora buona giornata
    Annamaria

    Risposta
  • 5 febbraio 2010 in 16:01
    Permalink

    Salve, su un terazzo esterno vorrei creare in cartongesso due basi per un grosso tavolo in vetro di 3 cm.(90 x 350). Quali consigli mi date? Il cartongesso va bene per l’esterno? é preferibile rivestirlo con mattonelle o esiste una pittura per questo utilizzo? Se possibile, per avere un aspetto gradevole, che forma mi consigliate per le basi? Grazie per i Vs. consigli.

    Risposta
  • 8 febbraio 2010 in 11:44
    Permalink

    Salve vorrei costruire un muretto in cartongesso ma è la prima volta e ho dei dubbi. Esso è ancorato solo da un lato ed è lungo 2,60 metri, finisce ad angolo con un altro piccolo muretto di 70 cm, dove vi fisserò sopra un legno per creare un tavolo penisola dove poter mangiare. L’altezza è di 85cm. Anche lungo tutto il muretto metterò del legno.
    Pensi che vada bene come idea oppure è troppo fragile? E’ meglio usare altro materiale?
    Grazie

    Risposta
  • 9 febbraio 2010 in 13:43
    Permalink

    Buongiorno,
    in camera da letto mansardata ho una parete in cartongesso nella quale è stata fatta un’apertura per posizionarsi una porta. Tale porta ha una dimensione di cm.180 il lato basso, cm.215 il lato alto e cm.77 diciamo il tetto. Vorrei realizzarla in vetro ed ancorare le cerniere in alluminio sul cartongesso. La parete in cartongesso ha uno spessore di circa 10 cm, però non so se è stata ancorata al pavimento ed al soffitto o solo incollata. Secondo voi può tenere?
    grazie del consiglio

    Risposta
  • 10 febbraio 2010 in 13:48
    Permalink

    Ciao e complimenti per il blog.
    Avrei bisogno anche io di un consiglio:
    ho un sottotetto dal quale ricaverò 2 camerette ma il disegno che mi è stato proposto prevede dei tratti di parete che hanno tra loro un’angolo di circa 30 gradi… siccome vorrei provare a farmi questi tramezzi da me, come si fa perunire pareti con angoli diversi da quello semplice a 90???
    Grazie

    Risposta
  • 11 febbraio 2010 in 23:29
    Permalink

    Buonasera, avrei un quesito da sottoporvi. Alcuni anni fa nel nostro salone fu realizzata, su disegno di un architetto,una libreria in muratura scenograficamente di grande effetto e funzionalmente molto utile per le nostre necessità. Fu dipinta di bianco con la stessa finitura e colore delle pareti (pittura ad acqua, bianco opaco). Nel corso del tempo,tuttavia,ci siamo resi conto che la gran quantità di polvere prodotta dai libri assai numerosi rende le mensole sgradevolmente sporche e che lo sporco non è agevolmente asportabile. Può suggerirmi un altro modo per dipingerla? Grazie anticipatamente

    Risposta
    • 12 febbraio 2010 in 18:02
      Permalink

      può colorare la base dove appoggia il libro oppure rivestirla con carta da parati oppure con tinta lavabile. saluti

      Risposta
  • 13 febbraio 2010 in 11:09
    Permalink

    Buongiorno a tutti.
    Dovrei appendere uno specchio di 1 mt x 1 mt piuttosto pesante ad una parete in cartongesso.
    Ho acquistato i tasselli specifici per il cartongesso ma non ho ancora avuto il coraggio di forare la parete per paura che crolli tutto.
    Gentilmente mi potete dare un vostro parere in merito?
    Grazie molte.
    Ciao

    Risposta
  • 15 febbraio 2010 in 00:57
    Permalink

    Salve, ho un problema che vorrei risolvere.
    Ho una cucina di 6mt. x 3mt.x 2,95alt. completamente piastrellata per una altezza di 1,80mt e devo farla diventare camera da letto; posso coprirla con del cartongesso? E se sì esiste in commercio un collante per questo tipo di operazione? E orientativamente quanto dovrei spendere se il lavoro lo faccio io? Vi ringrazio anticipatamente per la risposta che vorra darmi.

    Risposta
    • 16 febbraio 2010 in 17:18
      Permalink

      le consigliamo di togliere le mattonelle che saranno incollate e pertanto non saranno difficili da staccare. saluti

      Risposta
  • 16 febbraio 2010 in 23:59
    Permalink

    salve, mi picerebbe creare una libreria in una parete di circa cm. 200 x cm 250 con ripiani ogni circa 30 / 35 cm in altezza, quanto mi verrebbe a costare all’incirca ?
    Inoltre un controsoffitto all’ingresso di circa cm 360 x cm 160 a (scendere cm 30) chiuso non devo caricarlo… grazie mille !

    Risposta
  • 17 febbraio 2010 in 14:41
    Permalink

    Buongiorno, ho un grosso problema che devo risolvere al più presto. Ho una bella casa su due livelli (7°/8° piano: l’ultimo), ma con il difetto di avere i muri perimetrali in cemento armato senza camera d’aria. Risultato, casa fredda (d’estate calda), condensa, muffe ecc. Tra l’altro il livello superiore ha il problema del terrazzo sovrastante condominiale che d’estate in Sardegna diventa incandescente. Il mio obiettivo è isolare termicamente i 120 mq di pareti esposte e 64 mq di soffitto. Cosa mi consigliare dal punto di vista economico e di risoluzione del problema condensa/muffa. (devo sostituire anche tutti gli impianti e pavimenti). Grazie

    Risposta
  • 2 marzo 2010 in 10:32
    Permalink

    Buongiorno,
    volevo chiedere se la posa di un controsoffitto in cartongesso con lana di roccia può creare problemi di condensa e umidità nello spazio vuoto, non più ventilato ed areato, tra controsoffittatura e tetto.
    Grazie

    Risposta
  • 4 marzo 2010 in 00:18
    Permalink

    salve, dovrei abbattere una parete di 2,40 m per 3m che divide due camerette, e rifare la stessa parete, ma in cartongesso, spoastata di 1,30m in modo di poter allargare una stanza, quindi dovrei creare una parete di cartongesso ad L di 2,40 per 3 ed una più piccolina di 1,30 per 3. Dato che saranno due camerette di bambini mi hanno consigliato una parete di cartongrsso con doppi fogli per lato, e con isolante al suo interno.
    Mi consigliate questo tipo di parete? il costo tra questo tipo di parete e quella normale cambia di molto? ne vale la pena?
    infine vi chiedo se possibile il costo totale secondo voigiusto per abbattere la parete; rifarla in cartongesso (doppio), e riverniciare le due stanzette di 12 m quadri e 7 metri quadri. ciao e grazie

    Risposta
  • 5 marzo 2010 in 00:54
    Permalink

    Salve volevo un consiglio,
    io devo coprire dei tubi che passano all’interno di una sala e sono sistemati tra il soffitto e la parete come se fossero adagiati in una L io devo realizzare la L complementare per nascondere questi tubi… in sostanza devo creare un finto trave che corre lungo il soffitto. Mi hanno detto che in commercio esistono dei fogli di cartongesso già tagliati ad L e vero? In ogni caso come posso realizzare questo lavoro??
    Grazie

    Risposta
  • 16 marzo 2010 in 16:33
    Permalink

    Salve, dovrei realizzare una parete attrezzata (mobiletto con ante nella parte bassa e libreria in alto) in cartongesso. Le pareti del soggiorno sono color pesco. Il cartongessista mi ha proposto di pitturarla in finto legno, ma io sono titubante. E’ possibile avere una foto di un lavoro simile ? Per voi si tratta di una buona soluzione?

    Risposta
  • 24 marzo 2010 in 18:04
    Permalink

    In due stanze sulle pareti più fredde ho problemi di muffa da condensa.Con il cartongesso posso risolvere questo probema,lasciando tra muro e cartongesso una piccola intercapedine o devo usare altro? Quanto verrebbe a costare per coprire circa 40mq? Grazie

    Risposta
  • 7 aprile 2010 in 11:37
    Permalink

    La parete di divisione tra due appartamenti è da considerarsi condominiale? Il proprietario dell’appartamento confinante,per recuperare spazio, ne vuole ridurre lo spessore di circa 15 cm , applicando successivamente dei pannelli fonoassorbeti di 2 cm. Arrecherà dei danni al sottoscritto?. L’amministratore,sebbene avvertito, ha ricusato ogni responsabilità in merito.
    Vi sono sentenze su una simile problematica?

    Risposta
    • 16 aprile 2010 in 16:20
      Permalink

      L’amministratore non può ignorare questo intervento che comunque dovrà essere autorizzato dal Comune. saluti

      Risposta
  • 9 aprile 2010 in 08:01
    Permalink

    Buongiorno, posseggo un sottotetto con pareti strutturate con telaio in massello di abete ricoperte da perline classiche. Non mi piace la perlina come finitura, posso fissare dei pannelli di cartongesso direttamente sulla perlina o sul telaio in massello anziche’ dover creare un telaio in metallo? Questo potrebbe crearmi problemi di crepe, visto che il legno si muove? Premetto che il massello e le perline sono molto vecchi.
    Grazie

    Risposta
    • 16 aprile 2010 in 16:07
      Permalink

      è sempre consigliabile posare il controsoffitto su un telaio di metallo, saluti

      Risposta
  • 13 aprile 2010 in 22:06
    Permalink

    Salve,volevo sapere come applicare delle tavelle di gasbeton,su una superfice piastrellata.
    In poche parole vorrei fare una cucina in muratura,è mi hanno consigliato questo materiale.
    Ci sono dei collanti apposta?Un ultima cosa..si può forare visto che è un materiale poroso.
    Grazie per la vostra consulenza

    David

    Risposta
  • 17 aprile 2010 in 17:19
    Permalink

    Su una controparete in cartongesso devo installare uno split del condizionatore ed una cappa aspirante. Mi chiedevo se le vibrazioni di tali apparecchi possano essere amplificate dal cartongesso rendendo il tutto più rumoroso, e se in tal caso ci sono delle precauzioni da prendere prima dell’installazione.
    Grazie per la consulenza.

    Risposta
  • 21 aprile 2010 in 20:30
    Permalink

    salve,vorrei sapere se è posibile tagliare i muri perimetrali della casa per mettere la guaina contro la muffa.Grazie

    Risposta
  • 23 aprile 2010 in 01:03
    Permalink

    Salve

    Devo spostare un tramezzo interno dell’appartamento . in modo da rimpicciolire lo studio dagli attuali 4 x 4 a 4 x 3 ed allargare il soggiorno dagli attuali 4×4 a 4×5 in modo che da questo ambiente più largo possa ricavare un bagnetto .
    non vorrei rifare il perimetrale in mattoni di argilla forati perche temo che il peso di circa 800 kg circa , posizionato in modo diverso da quello originario possa sollecitare troppo la soletta del pavimento e pertanto ho pensato di realizzarlo in cartongesso . ma ho il problema dell’impianto idrico che per la maggiorparte sarà sotto il pavimento , ma poi ci sono le risalite verso il lavandino . Avevo pensato di fare una doppia parete in cartongesso distanziata di 5 cm in modo che in questa intercapedine passino i tubi. Il costo raddoppierebbe e non so se il gioco vale la candela oppure nascondere le risalite dei tubi d’acqua con canaline.
    che consigli potete dare

    vi ringrazio anticipatamente
    Salvatore

    Risposta
  • 29 aprile 2010 in 10:35
    Permalink

    Salve, sto procedendo alla realizzazione di un massetto a secco su gettata grezza con listelle di legno messe in bolla e sui quali poi applicherei del trucilare grezzo idrofugo sui quali a sua volta verrà posizionato il parquet..

    Mi chiedevo se fosse possibile al posto del trucilare grezzo utilizzare come sottopavimento del cartongesso di spessore adeguato.

    Grazie

    Risposta
  • 10 maggio 2010 in 20:34
    Permalink

    Dovrei ricoprire un tubo di scarico nel mio garage, con dei pannelli di cartongesso.
    Il tubo di scarico parte dal solaio superiore del garage, e arriva fino al pavimento, ed è aderente ad una parete del garage.
    Come posso montare i pannelli?
    Grazie

    Risposta
  • 19 maggio 2010 in 17:01
    Permalink

    Vorrei sapere come montare un telaio basculante per due vetrocemento, grazie.

    Risposta
  • 3 giugno 2010 in 23:53
    Permalink

    ciao,vorrei sapere il procedimento di come si effettua il montaggio di pannelli in cartongesso su pareti grezzi formati da blocchetti di cemento.
    Ti ringrazio ciao!!!

    Risposta
  • 21 giugno 2010 in 23:01
    Permalink

    Buongiorno, ho la necessità di costruire delle cabine in cartongesso all’interno di un locale commerciale, non posso forare il pavimento e le cabine devono essere a cielo aperto, cioè la parete di cartongesso non deve arrivare fino al soffitto, ma comunque almeno due pareti di cartongesso vengono appoggiate al muro portante, quindi la struttura metallica fissata con tasselli a tali pareti. E’ possibile realizzare tali cabine in questo caso specifico?

    Risposta
  • 25 giugno 2010 in 15:59
    Permalink

    Ciao, ho un una parete un pò umida quindi volevo creare una controparete in cartongesso per ovviare al problema. Come sarebbe meglio procedere? Applicare un telo barriera al muro e poi creare il telaio per il cartongesso o utilizzare un altro sistema? Ho le piastrelle in materiale duro quindi molto difficili da forare, posso fermare la guida solo con il biadesivo? Ho sentito parlare di lastre di cartongesso antiumido….Con il loro utilizzo cosa dovrei fare?Grazie.

    Risposta
  • 30 giugno 2010 in 14:38
    Permalink

    Buongiorno! Siamo 2 psicologhe e abbiamo preso in affitto uno studio che ha un’unica stanza che dovremmo dividere in due studi. Mi sono informata e le possibilità sono:
    – cartongesso con lana di vetro isolante: questa permetterebbe di realizzare l’isolamento acustico, ma non, a detta del negozio di materiali edili, di inserire blocchi di vetrocemento (necessari per dare più luce ad uno dei due studi, meno illuminato dell’altro) ed, eventualmente, uno specchio unidirezionale
    – blocchi di gasbeton: di più facile utilizzo, con la possibilità di inserire, senza alcun problema qualsiasi elemento necessario (specchio e blocchi di vetrocemento).
    Personalmente opterei per il gasbeton (anche per un motivo economico), ma tutti me lo sonsigliano, in particolare il geometra che si preoccupa del fatto che se un domani dovessimo lasciare lo studio e fosse necessario eliminare le pareti in gasbeton, le piastrelle sarebbero irrimediabilmente rovinate.
    Domanda: a me sembra che l’intelaiatura necessaria per il cartongesso rovini molto di più soffitto e pavimento. Ho torto?
    Non ci sono diluenti che possano eliminare la colla particolare di cui abbisogna il gasbeton?
    Quale delle due soluzioni è, secondo lei, comunque migliore per rispondere alle nostre esigenze di isolamento acustico e di inserimento di blocchetti di vetrocemento e specchio unidirezionale?

    Risposta
  • 21 luglio 2010 in 11:18
    Permalink

    Salve, ho, nel mio soggiorno, un controsoffitto in cartongesso con dei faretti incassati che vorrei eliminare. Quale è il sistema migliore per chiudere i fori di circa 8 cm di diametro che resterebbero? grazie mille

    Risposta
  • 26 luglio 2010 in 15:21
    Permalink

    Buongiorno,
    ho la necessità di dividere una stanza in 2 camere distinte. In un primo momento volevo utilizzare il cartongesso, ma, visto lo spazio limitato, avevo pensato di utilizzare come parete divisoria un armadio composto da più elementi che arrivano fino al soffitto e servono per metà una stanza e per metà l’altra. La mia domanda è se in questo modo l’isolamento acustico è minore rispetto al cartongesso.
    Grazie mille per la risposta

    Risposta
  • 5 settembre 2010 in 21:48
    Permalink

    Salve avrei una domanda da rivolgervi devo costruire un ripostiglio in cartongesso ed ho un dubbio ,la porta che monterò e a libro molto semplice e con un peso di 13kg, ed un binario sup. posso fissarla direttamente el montante del vano porta senza controtelaio? grazie

    Risposta
  • 24 settembre 2010 in 18:43
    Permalink

    Dovrei costruire due appartamentini in unqa mansarda con 130 mq di pareti e 140 mq di controsoffittatura (il tetto sono pannelli della ISOPAN)cosa mi consigli cartongesso o altro.non devo caricare molto il solaio esistente grazie – angelo da marina di massa

    Risposta
  • 18 ottobre 2010 in 16:50
    Permalink

    Buonasera, sto costruendo casa e a breve inizierò le divisioni per le stanze (utilizzando porte scorrevoli con controtelai ad intonaco). Vorrei sapere la parete del controtelaio può essere bucata x inserire tasselli per mensole o mobili vari. Grazie 1000

    Risposta
  • 11 novembre 2010 in 13:58
    Permalink

    Ciao,
    ho visto oggi questo sito e trovo le tue risposte estremamente chiare e esaurienti.
    Dovrei costruire una parete divisoria tra il divano e la cucina di dimensioni: 170 x 110 (L x h).
    Posso ancorarla solo al muro ed usare il nastro biadesivo (per l’appoggio a terra, come consigliavi in un tuo post) o devo forare anche il pavimento?
    Tutto questo perche’ ho un pavimento particolare con piastrelle durissime ed ho paura di far danni…
    Tieni conto che la parete avra’ da una parte la schiena del divano e dall’altra un mobile contenitore della cucina (aggiuntivo) ed un piano di lavoro.

    Grazie.
    Saluti.

    Alessandro

    Risposta
  • 17 novembre 2010 in 13:14
    Permalink

    Ciao,
    Avrei la creare un armadietto/portascope sfruttado lo spazio (50 cm) tra la parete ed una colonna portante – posta tra angolo cottura e soggiorno. L’armadietto dovrebbe aprirsi con anta battente) solo a lato cucina ed essere alto circa 160/170 cm. L’idea è poi di realizzare anche una o due nicchie per arrivare ad altezza soffitto (270 cm).
    Premettendo che ho il parquet e il riscaldamento a pavimento (eviteri quindi di forare), chiedevo se ci sono particolari difficoltà nella realizzazione del lavoro e nell’eventuale utilizzo di bioadesivo per fissaggio (considerando il riscaldamento).
    Grazie.

    Risposta
  • 24 novembre 2010 in 01:54
    Permalink

    Buonasera. Dovrei realizzare delle pareti in cartongesso per chiudere un piccolo bagno che ho ricavato in un sottotetto. Queste pareti non sono però tra loro ortogonali (viste in pianta sono circa un semi-esagono). Come si possono realizzare?
    Vi ringrazio anticipatamente, Elisa

    Risposta
  • 25 novembre 2010 in 14:18
    Permalink

    Io ho il problemma opposto ai più….vorrei eliminare il controsoffitto. L’edificio in questione risale al ‘900 e l’appartamento è all’ultimo piano: presumo quindi che il soffitto originale presenti travi a vista. E’ complicato? Cosa comporterebbe in termini di costi?
    Grazie

    Risposta
  • 12 dicembre 2010 in 18:38
    Permalink

    Salve Silvia, non comporta alcun costo se operi senza chiamare un imbianchino ed il lavoro non dovrebbe essere troppo difficile. Si tratta semplicemente di togliere i pannelli di cartongesso.
    Il problema è se dovrai risanare il soffitto; ma questo dipende dallo stato di manutenzione dello stesso.

    Ciao Elisa,
    puoi realizzare le pareti in cartongesso nella forma che più ti piace; magari con più angoli il lavoro si complica leggermente.

    Salve Ezia, da una parte puoi inserire un pannello di cartongesso dell’intera altezza e dall’altra lasciare lo spazio in cui andrai ad inserire la porta (quindi il cartongesso andrebbe solo nella parte superiore). Per la porta ti conviene inserire dei montanti di legno attaccati al muro e lì fissare la tua porta a battente.

    Risposta
  • 30 dicembre 2010 in 10:36
    Permalink

    Buongiorno,
    devo realizzare due divisori in cartongesso su un pavimento a pannelli radianti, in entrambi i casi devo inserire una porta,
    una delle paretiè lunga 6 metri l’altra è ad L. E’ possibile?
    Avete un uggerimento? Grazie!!!
    Manuela

    Risposta
  • 12 gennaio 2011 in 17:21
    Permalink

    Salve,devo realizzare una libreria di H.270cm L.130cm P.30cm in cartongesso,quanto mi verrebbe a costare?

    Risposta
  • 20 gennaio 2011 in 15:44
    Permalink

    Grazie ai vostri consigli ho appeso un piccolo porta riviste su un tramezzo di cartongesso. Potrà contenere una trentina di giornali ed è leggero: non credo cadrà!

    Risposta
  • 14 febbraio 2011 in 01:04
    Permalink

    Salve sto ristrutturando un appartamentino leggermente seminterrato e di conseguenza umido , le pareti a detta del costruttore e dell’architetto sono rovinate e mi consigliano di ricoprirle tutte con pannelli di cartongesso soprattutto per contenere le spese. Vorrei sapere se c’é veramente così tanta differenza di prezzo tra il risistemare direttamente le pareti e il loro rivestimento con i pannelli di cartongesso. Di solito cosa é preferibile fare per risolvere il problema dell’umidità?
    Voi cosa mi consigliereste di fare?
    Grazie
    Nicola

    Risposta
  • 10 marzo 2011 in 14:19
    Permalink

    Buongiorno! Dovrei fare una libreria in controgesso in una rientranza nel muro, queste sono le misure H 218 cm L 128 cm e P 37 cm. Mi potreste aiutare a organizzare gli spazi, quali geometrie? Vi ringrazio tantissimo in anticipo, complimenti per il blog. Nando

    Risposta
  • 27 marzo 2011 in 18:40
    Permalink

    Salve, sto restaurando casa e vorrei sapere se su un pavimento gia esistente conviene, in termini di costo e di praticità, realizzare un tramezzo in cartongesso o in blocchi di gesso

    Risposta
  • 17 maggio 2011 in 18:52
    Permalink

    Buona sera,io dovrei montare una parete divisoria in una stanza del mio ufficio.Ho pero’ un grosso dubbio,la parete in questione,deve essere fissata lateralmente ad una parete (gia’ esistente)totalmente in vetro.E’ possibile ancorarla???

    Risposta
  • 17 maggio 2011 in 18:53
    Permalink

    Preciso che la parete sara’ in cartongesso.Grazie

    Risposta
  • 22 maggio 2011 in 21:06
    Permalink

    Ciao, una info. Una parete in gasbeton può reggere i pensili di una cucina?
    Grazie-

    Risposta
  • 29 maggio 2011 in 17:50
    Permalink

    Buongiorno, sto pensando di realizzare una parete attrezzata in cartongesso, volevo sapere se alcuni dei vani è possibile successivamente chiuderli con delle ante di legno ed eventualmente dei cassetti. Grazie, Lorena

    Risposta
  • 5 luglio 2011 in 21:05
    Permalink

    Buonasera,
    Vorrei sapere se è possibile creare un divisorio per la doccia in cartogesso.
    Il divisorio sarebbe appoggiato al pavimento e ad una parete e sarebbe largo 70cm. ed alto 200cm.
    Infine, dovrebbe essere piastrellato su tutti i lati.
    Se tutto questo fosse possibile, vorrei sapere un prezzo di massima e, soprattutto, lo spessore finito.
    Grazie!

    Risposta
  • 10 luglio 2011 in 11:26
    Permalink

    Buongiorno, dovrei rivestire due pareti ad elle con fogli di cartongesso+lana roccia. Vorrei sapere se sono sufficienti due punti di ancoraggio (parete e soffitto), senza intervenire sul pavimento, per avere garanzia di una buona tenuta delle lastre, anche in prospettiva di dover appendere dei quadri alla parete rivestita. In altre parole, a lavoro finito, posso appendere tranquillamente dei quadri e fino a quale peso? Grazie.

    Risposta
  • 5 agosto 2011 in 11:48
    Permalink

    sto ristrutturando un salone. dal tetto, proprio ad angolo escono per circa 7 centimetri i tubi del condizionatore che rovinano l’angolo.Non essendo possibile eliminarli e nemmeno farli annegare dentro il muro, vorrei creare qualcosa di gesso che copra e nello stesso tempo sia esteticamente gradevole. sono in gran confusione. che fare?Marisa

    Risposta
  • 31 agosto 2011 in 15:39
    Permalink

    Buon giorno

    Ho acquistato una casa da una coppia di amici. Nelle camere hanno controsoffittato con una struttura e dei pannelli di polistirolo tipici dei controsoffitti che si possono trovare in ospedali o uffici. Tale soluzione esteticamente e’ davvero inguardabile, di conseguenza mi chiedevo se era possibile utilizzare comunque la struttura applicando dei fogli di cartongesso,in poche parole volevo evitare di dover togliere tutto e creare un controsoffitto in cartongesso nuovo.
    Grazie e buona giornata

    Risposta
  • 8 settembre 2011 in 12:21
    Permalink

    Salve, dovrei creare una perete in cartongesso (o se ci sono altri materiale che potrei utilizzare) di larghezza 0,90 cm e altezza 2,88 cm circa. Il problema è questo, che non posso forare il pavimento e che i due lati non hanno appoggi di pareti inquanto devono fungere da passaggio (tipo colonna al centro della stanza), QUINDI L’UNICO PUNTO LIBERO è IL SOFFITTO. Comesi risolve??? E’ cmq fattibile eventualmente anche con altri materiali?!?!? Grazie

    Risposta
  • 11 settembre 2011 in 22:26
    Permalink

    Buongiorno,
    dovrò effettuare una ristrutturazione in cui è previsto l’inserimento di una porta scrigno di 200 di luce e 100 circa di telaio interno. come posso realizzare sulla parete della porta scrigno una struttura a libreria in cartongesso? Ringrazio anticipatamente. Saia

    Risposta
  • 15 settembre 2011 in 14:17
    Permalink

    Ciao, vorrei creare una piccola parete (60 cm base per 270 cm altezza) da mettere in un corridoio largo per coprire la spalla di un mobile, vorrei crearla in cartongesso ma ho il parquet e non conosco i passaggi dei tubi nel pavimento. Considerando che è piccola posso fissarla solo su soffitto e parete magari usando solo un biadesivo per il pavimento? grazie 1000

    Risposta
  • 8 ottobre 2011 in 11:56
    Permalink

    Buongiorno, avrei bisogno di un consiglio:
    sto ristrutturando un piccolo bagno che presenta su una stessa parete lavatrice, lavandino e doccia. Abbiamo pensato di realizzare il mobile in muratura. Per tentare di recuperare spazio è possibile utilizzare al posto dei forati da 8 quelli da 5 sia per il mobile lavandino-lavatrice sia per il tramezzo che divide la doccia?
    Grazie Francesca

    Risposta
  • 19 ottobre 2011 in 17:53
    Permalink

    Buonasera, dovrei ricavare da un sottoscala con le dimensioni di 1.20 di larghezza; 2.2.50 di lunghezza e 2.90 di altezza a scendere una cella frigo per la conservazione della birra (4/8) gradi vorrei sapere per favore come fare il lavoro quali materiali mi consiglia e la spesa che piu’ o meno dovro’ affrontare.
    grazie

    Risposta
  • 7 novembre 2011 in 11:36
    Permalink

    Salve,vorrei pannellare le pareti piastrellate del bagno con dei pannelli di cartongesso per ricoprirle creando cosi l’effetto muro,senza dover eseguire dei lavori di demolizione e riposatura di piastrelle
    E’ un lavoro fattibile oppure comporta dei problemi di vario genere?
    grazie per l’attenzione..

    Risposta
  • 10 novembre 2011 in 11:46
    Permalink

    Salve sono Sergio, volevo sapere se posso fare un muro in e quindi bucare il pavimento in una stanza con riscaldamento a pavimento? Su una parete in cartongesso posso attaccare una tv LCD o e troppo pesante? Grazie

    Risposta
  • 23 novembre 2011 in 21:52
    Permalink

    buona sera,vorrei un informazione dovrei creare una stanza di cartongesso all’interno di un’altra stanza ,ma vorrei evitare di bucare il pavimento visto che è piastrellato cosa posso fare?? cordiali saluti

    Risposta
  • 5 dicembre 2011 in 12:58
    Permalink

    Buongiorno,
    mi servirebbe un consiglio da gente esperta…
    ho un mini appartamento e dovrei appendere i pensili della cucina al controsoffitto in cartongesso.

    mi hanno assicurato che con una struttura rinforzata
    non ci sono problemi.

    è vero?!

    Grazie

    Risposta
  • 19 dicembre 2011 in 13:22
    Permalink

    Ciao sto realizzando una libreria in cartongesso, sui piani e i montanti ho messo i paraspigoli, sono alla fase della stuccatura e mi è sorto un dubbio, ma gli angoli vanno creati sempre con lo stucco oppure basta semplicemente verniciarli?
    Grazie

    Risposta
  • 15 gennaio 2012 in 10:03
    Permalink

    Salve, io ho due pareti 90 gradi vorrei realizzare una terza formandone un triangolo.
    Come fisso la struttura? 2,3L x 3H

    Risposta
  • 13 marzo 2012 in 00:54
    Permalink

    Ciao
    Vorrei realizzare un armadio in mansarda con il cartongesso …
    ma ho un dubbio , le cerniere delle ante, le avvito direttamente sul montante in metallo a ” c ” rivestito di cartongesso , o è meglio utilizzare un montante in legno ?
    Il montante in metallo a ” c” , ha una sufficente resistenza ..alla torsione dovuta all’apertura ante ?

    grazie

    Risposta
  • 16 marzo 2012 in 11:44
    Permalink

    buongiorno, vorrei sapere quanto mi potrebbe venire a costare chiudere una finestra 170 x 120 con il cartongesso e di che spessore lo dovrei fare e con quanti tramezzi perchè ci vorrei attaccare LCD da 50″.

    Grazie mille!

    Valentina

    Risposta
  • 21 marzo 2012 in 17:52
    Permalink

    salve! ho necessità di realizzare un controsoffitto in cartongesso su due stanze di dimensioni mt 2,50 x mt 5,00. il soffito delle stanze risulta affrescato e non mi è possibile ancorare il controsoffitto perchè rischierei di sciupare gli affreschi esistenti. Vorrei sapere se esiste il modo di realizzare il controsoffitto ancorandolo solo alle murature perimetrali delle stanze e se questo può incidere molto sul costo dell’opera a differenza di un normale controsoffitto ancorato al soffitto soprastante. grazie

    Risposta
  • 17 luglio 2012 in 08:00
    Permalink

    Buongiorno,
    Ho in mente di realizzare una piccola cabina armadio in camera da letto: la parete su cui si svilupperà, è una parete esterna (rivolta ad est) quindi mi chiedo se tra la parete e il pannello che vi applicherò ad uso schienale è opportuno inserire del materiale isolante?
    Grazie per il suggerimento!
    Sara.

    Risposta
  • 22 luglio 2012 in 17:48
    Permalink

    Salve,volevo sapeerne di piu sulle librerie in cartongesso
    ho capito benissimo il sistema dei montanti e delle mensole,ma ho visto dei video di montaggio dove sullo spazio davanti mensola e montanti non si applicava il cartongesso ma applicavano degl’angoli zincati (quelli di lamiera forellata)come rinforzo e poi direttamente lo stucco sul zincato.
    Ma l’angolonon mi grea uno spessore?? non capisco

    Risposta
  • 9 agosto 2012 in 19:12
    Permalink

    salve Claudio,vorrei sapere quanto mi verrebbe a costare una parete divisoria dritta in cartongesso di circa 15 mq che poggia sia su soffitto,pavimento e su entrambi i lati su altre pareti in muratura,inoltre su questa parete in cartongesso devono essere poste 2 porte.

    grazie

    Risposta
  • 28 settembre 2012 in 11:20
    Permalink

    Ciao, ho un problema.
    Devo fare il computo metrico per una perizia. Trattasi di sostiuzione di pannelli di cartongesso del controsoffitto ammalorati a causa di infiltrazioni d’acqua. Avrei due domande: 1- computo i mq di superfice ammalorata, o devo cmq considerare di togliere l’intera striscia di pannello?
    2- qual è il peso del cartongesso a mq per pannelli di spessore di 15 mm? questo mi serve per il trasporto a discarica di quelli vecchi, per il quale il computo richiede il peso.
    Grazie anticipatamente,
    Valentina

    Risposta
  • 21 maggio 2014 in 22:24
    Permalink

    ciao sono emanuele
    dovrei costruire una parete a L di m 240 per m 5 posso appoggire il tutto su una parete gia esistente di cartongesso e sul pavimento dato che il soffitto è alto m4.

    Risposta
  • 5 dicembre 2014 in 21:40
    Permalink

    Ciao sn Nicola
    avrei bisogno di un consiglio, dovrei creare una parete in cartongesso lunga 5.40 m ed alta 2.20 circa, inserendo all interno una porta scrigno.
    il mio dubbio è:
    dato che la parete andrà fissata sui 2 muri laterali, ma nn arriverà fino al soffitto (4m), ho paura che ci possa essere un oscillazione.
    Cosa posso fare? grazie mille…

    Risposta
  • 30 ottobre 2015 in 16:24
    Permalink

    In risposta ad Elettra, è vero che la sabbiatura fornisce un risultato estetico permettendo di eliminare residui di sporco, muffa o verniciature precenti, ma consente anche di conservare meglio i manufatti attraverso lavorazioni successive che permettono una migliore reazione agli agenti atmosferici e alle polveri.

    Risposta
  • 18 novembre 2015 in 08:28
    Permalink

    Devo dividere una camera in due camerette con una parete in cartongesso dim. 3.80×2.70 nella quale è inserita una porta scorrevole a due ante 1.40×2.10. Il pavimento è in gres porcellanato su pannelli radianti. È possibile usare adesivo o silicone per l’ancoraggio a terra? La dilatazione e quindi il movimento del massetto crea problemi alla parete?

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *