Enti locali, mutui per 62 milioni

Ogni cittadino italiano tramite le amministrazioni ha sulle spalle un debito per 1.045 euro. Ogni cittadino italiano, tramite le regioni e gli enti locali, ha sulle spalle un debito per 1.045 euro. Gli enti territoriali, al primo gennaio 2007, avevano infatti un debito con gli istituti bancari e con la cassa depositi e prestiti, per complessivi 61,8 miliardi di euro. È quanto emerge dall’ultima Indagine sui mutui contratti dagli enti territoriali per il finanziamento degli investimenti realizzata dalla Ragioneria Generale dello Stato.
Dall’indagine, che aggiorna i dati a tutto il 2006, emerge che a fronte di uno stabile ricorso ai mutui da parte di Comuni e Province – che hanno stipulato nel 2006 mutui per circa 6 miliardi – c’è invece un aumento esponenziale del ricorso ai mutui da parte delle Regioni: nel 2006 hanno contratto mutui per 3,6 miliardi, più del doppio degli 1,7 miliardi dell’anno precedente.
<--more-->
Lo studio realizzato dalla Ragioneria dello Stato suddivide il ricorso ai mutui delle regioni da quello degli altri enti locali. Ed indica anche qual’è l’importo dell’indebitamento ‘pro capite’ dei residenti delle diverse aree. Il ‘peso’ dei mutui è in media di 808,21 euro per quanto riguarda le amministrazioni locali (province e comuni) e di 237,30 euro per i contratti sottoscritti dalle regioni.

Fonte: Quotidiano Il Firenze del 1 Luglio 2008

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *