Beni espropriati

BENI ESPROPRIATI E VALORE DEGLI IMMOBILI.
Equitalia ha chiarito che in sede di esecuzione immobiliare il prezzo base dell’incanto è pari all’importo stabilito a norma dell’art. 52, c. 4 D.P.R. 131/1986 moltiplicato per 3, ovvero al triplo del valore catastale. Se non è possibile determinare il prezzo utilizzando tale metodo forfetario, il concessionario richiede l’attribuzione della rendita catastale del bene stesso al competente ufficio del Territorio, che provvede entro 120 giorni. La disposizione non può essere applicata anche alle aste per le quali è già stato espletato infruttuosamente il primo incanto. Per i terreni a destinazione edificatoria il prezzo è stabilito con perizia dell’ufficio del Territorio.

Fonte: Italia Oggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *