Costruire un armadio a muro

Cabina armadioRecuperare gli spazi inutilizzati per posizionare degli armadi a muro, permette di riempire zone senza alcuna utilità e nello stesso tempo di avere a disposizione ulteriori scaffali, cassetti e stipetti per riporre con ordine l’abbigliamento di tutta la famiglia.

Un modo pratico ed invisibile per raccogliere in modo ordinato vestiti, scarpe, accessori d’abbigliamento e qualsiasi altro oggetto che solitamente viene lasciato a giro nella nostra camera da letto.

Inoltre, costruire un armadio a muro potrebbe risultare utile per sostituire od integrare un ripostiglio mancante.

Infatti la soluzione “cabina armadio” personalizza l’ambiente, risolve problemi di spazio e di capienza, regalando un aspetto estetico decisamente originale.

In questo articolo illustreremo in quali casi è possibile realizzare dei capienti armadi a muro o cabine armadio.

Dove posizionare una cabina armadio?

Di solito gli spazi liberi per posizionare una cabina armadio, si trovano nelle rientranze dei corridoi, dei disimpegni e delle altre camere, purché ci sia spazio a disposizione per i camminamenti allo interno delle stanze. In camera da letto ad esempio, la cabina armadio potrà sostituire l’armadio classico creando, ove possibile, anche un “locale nel locale”.

La versatilità della cabina armadio permette di ricavare spazi supplementari, ben utilizzabili, mediante elevazione di pareti in cartongesso o in pannelli di truciolato, alle quali fissare il portale con le ante.

Ad esempio è molto suggestiva la cabina armadio inserita in una parete ad angolo o lineare, dove la chiusura avviene con un sistema di ante autonome, sostenute da un portale o dai binari, con aperture a battenti, pieghevoli o scorrevoli.

Un’altra soluzione molto utilizzata è la cabina armadio “spogliatoio”, che si differenzia dalla cabina armadio convenzionale per essere attrezzata internamente su un lato solo, mentre l’altro viene allestito con accessori quali specchi, alveari porta cravatte, ripiani svuota tasche e altro

Struttura esterna dell’armadio a muro

Se l’armadio che andiamo a posizionare insiste tra due pareti o all’interno di una nicchia, si potranno realizzare solo le porte esterne, siano esse scorrevoli, ad ante o pieghevoli. Questa soluzione è adatta per creare una cabina armadio sfruttando lo spazio della nicchia come locale per posizionare l’armadio.

Le porte potranno essere realizzate a battente, pieghevoli o scorrevoli. Per queste ultime si rende necessario l’installazione di un binario a pavimento e a soffitto. Il binario a soffitto andrà nascosto da una mantovana.

Struttura interna dell’armadio a muro

La struttura interna dell’armadio a muro può essere realizzata in 2 modi :

  1. Con una pannellatura di rivestimento, a tutta parete, con supporti di sostegno per ripiani e tubi appendiabiti, spostabili liberamente in altezza. Inserendo cassettiere autonome, su rotelle.
  2. Con moduli armadio, ovviamente privi di ante, con ripiani, tubi per abiti, cassettiere, ripiani estraibili e tutti gli accessori disponibili.

Tipologie di armadi a muro

A volte un cabina armadio serve anche a rendere squadrata una stanza o una parete. Nel caso di spazio molto ampio, è possibile realizzare una vera cabina spogliatoio.

Quest’ultima infatti, permette di sfruttare una vera propria stanza, dove all’interno saranno posizionati gli scaffali, cassetti, ripiani, scarpiere, porta cravatte e altri accessori per riporre ogni sorta di indumento.

Armadio che sfrutta lo spazio inclinato di una parete

Esistono molte situazioni in cui la cabina armadio può essere realizzata sfruttando lo spazio inclinato di una parete. In questo modo si potranno sistemare le cassettiere i ripiani e tutto ciò che occorre per sistemare gli indu- menti. Se lo spazio è abbastanza ampio lo si può usare anche come spogliatoio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *