Firenze – Mutui e affitti alle stelle, le case all’asta

Mutuo o affitto. Buona parte dello stipendio finisce qui. È sempre stato così, però da settembre 2006 qualcosa è cambiato. A fine mese la rata cresceva, prima 50 euro in più, poi altri 100.
Colpa dei tassi, si sentiva dire dalla banca. Gli istituti, in fondo, che potevano farci se l’Eribor (il riferimento per i mutui a tasso variabile) cresceva. Colpa della crisi americana, dicevano.
E non è poi così chiaro perchè un cittadino che vive sull’Arno debba spendere di più per colpa di questi ‘subprime’. Ma si continua a pagare. Arrivare al 27 del mese è un’impresa. E senza neanche capire bene come, ci si ritrova con la casa all’asta o con un’ingiunzione di sfratto. Sono casi estremi, certo, ma da un anno a questa parte, in netta crescita. A Firenze e provincia, secondo il Codacons, sono 15 le persone che hanno la propria casa all’asta.
In città, poi, gli sfratti per morosità sono aumentati del 20% (14% per quel che riguarda i negozi), secondo quanto emerso dalla relazione dello stato della giustizia in Toscana, durante l’inaugurazione dell’anno giudiziario. Da 959 a 1.153 casi in un solo anno. In tutta la Toscana sono circa 30mila le famiglie indebitate.

Fonte: Quotidiano Il Firenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *