Costruire un muro perimetrale alla casa

Chiunque voglia Costruire un muro perimetrale alla casa deve innanzitutto realizzare un muro di sostegno. I muri di sostegno sono tra le vie migliori per creare un più utile, bello, e qualche volta più sicuro panorama intorno alla nostra casa. Se preferiamo un panorama disposto a terrazze per piante e giardini, “addomestichiamo” un pendio troppo ripido con due o più muri di sostegno.

Costruire un muro perimetrale alla casa

Muro perimetrale della casaScaviamo e tracciamo lo schema. Cominciamo con uno scavo preliminare per creare un’ampia area dove il muro sarà localizzato, e livelliamo l’area sul lato discendente del muro. Poi introduciamo di alcuni centimetri dei paletti dal lato discendente dell’ubicazione del muro; tendiamo tra i paletti una corda per livellare a qualche centimetro dalla testa del picchetto.

È la volta di scavare un canale. Scaviamo un canale largo 45 cm e profondo 15 cm sul lato in salita della linea. Riempiamo il canale con del pietriccio e disponiamolo in maniera uniforme con un rastrello. Usiamo poi un pestello per com- pattare le pietre. Poniamo un regolo 2×4 sull’orlo e aggiungiamo 50 cm per verificare che il punto d’appoggio sia a livello.

Stendiamo il primo corso di mattoni. Poniamo il primo blocco sulle pietre ad una distanza ben definita dalla corda. Usiamo una livella per verificare che il blocco sia ben livellato. Allo stesso modo disponiamo i rimanenti blocchi per il primo corso di mattoni, usando una riga lunga circa un metro per verificare che i blocchi siano ben livellati e in linea l’uno con l’altro.

Tagliamo un blocco di partenza. Allo scopo di distribuire a intervalli dei giunti verticali, il primo blocco nel secondo corso di mattoni (e in ogni altro corso pari: quarto, sesto ecc.) deve essere tagliato nel mezzo. Per fare il taglio, adoperiamo uno scalpello da mattoni e un martello per incidere una linea intorno a tutto il blocco. Con pazienza e quando la linea segnata è profonda abbastanza su tutti i lati, il blocco si dividerà.

Poniamo la seconda fila di mattoni. Disponiamo semplicemente i blocchi per la seconda fila su quelli della prima, cominciando col blocco tagliato a metà. Spostiamo di un po’ all’indietro ogni blocco secondo quanto indicato dal fabbricante. Tipicamente dovremmo fare in modo che il muro si inclini all’indietro di 1 pollice per ogni 12 pollici di altezza.

Le ultime operazioni. Riempiamo e pestiamo il suolo dietro al muro appena lo avremo innalzato. Rinforziamo la terra dietro al muro ponendo un strato di un materiale chiamato geotessile (tessuto non tessuto). Tipicamente ogni sistema richiede questo materiale di rinforzo per muri ad una certa altezza e in ogni caso verrà specificato come e dove dovrà essere installato. Ripetiamo i passi 5 e 6 per le file successive.

Completiamo l’allineamento finale. Riempiamo il canale lungo la parte in discesa del muro con della ghiaia. Aggiungiamo della ghiaia lungo la parte posteriore del muro finché esso non disti dalla cima di pochi centimetri. Il grado dietro al muro dovrebbe essere livellato o leggermente in pendenza di solo pochi cm.

Piantiamo e godiamoci il lavoro svolto! Stendiamo del terriccio, spargiamo i semi, collochiamo le zolle e piantiamo il nostro giardino o disponiamo un patio e godiamoci il lavoro.

Conclusione. A seconda del progetto, possiamo scavare nel terreno e ridistribuire il suolo a mano, o possiamo avere bisogno di una macchina. Se ci sentiamo avventurosi, possiamo noleggiare uno scavatore meccanico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *