Costruire un portafaretti

FarettiUn porta faretti può essere allo stesso tempo bello e funzionale. Si crea un’atmosfera particolare in ogni stanza col volgere la luce nella direzione voluta. La varietà di riflessi consente di controllare ombre e intensità della luce. Si adegua facilmente alle modifiche apportate nella stanza con la sua capacità di adattamento. Ed ora qualche suggerimento da seguire.

Passo 1: via la corrente. Togliamo la corrente alla luce del soffitto e adoperiamo un tester per accertare il distacco. Rimuoviamo poi l’impianto di luce esistente disinserendo accuratamente i fili.

ATTENZIONE! Prima di maneggiare i fili è opportuno sempre assicurarsi che è interrotto il passaggio di corrente!

Passo 2: iniziamo il lavoro. Inseriamo i fili della tensione ai capi dei faretti ed assicuriamoli utilizzando le viti adatte. Quindi installiamo i faretti sull’apposito braccio. Naturalmente occorre prestare attenzione al modo in cui vengono collegati i fili e poi non si deve assolutamente dimenticare di collegare la massa.

Passo 3: il trapano. Prima di tutto occorre segnare con cura sul soffitto i punti in cui si realizzeranno i fori, servendosi dei riferimenti presenti sul braccio porta faretti. Si può ricorrere al trapano e alle viti a pressione necessarie per il fissaggio. Si può infine assicurare il supporto del braccio al soffitto, avvitando con cura ciascuna delle viti.

PASSO 4: collegare i faretti. È la volta di collegare ai faretti i fili della tensione e di assicurarli col nastro isolante. Si monta, poi, il braccio sul supporto precedentemente fissato, facendo uso delle opportune viti. Il gioco è fatto! Non resta altro da fare che ripristinare la corrente e curare l’angolatura dei faretti per volgere la luce dove si vuole. E ora… Godiamoci la stanza come mai si è fatto prima d’ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *