Prendersi cura del proprio giardino

La manutenzione del giardino è molto importante per chi vuole impreziosire gli spazi all’aperto di una casa.
Un manto erboso curato, delimitato da siepi ordinate, migliora l’aspetto esterno della nostra casa.

Questo però richiede cure assidue e trattamenti continui che devono essere effettuati con attrezzature adatte in modo da facilitarci il lavoro rendendolo piacevole e veloce.

Ecco allora una rapida guida delle operazioni più importanti da eseguire nel corso dell’anno per una corretta manutenzione del tappeto verde e delle siepi circostanti, per prendersi cura del proprio giardino in modo sicuro ed efficiente.

Tosatura e drenaggio dell’erba

Prato del giardinoCon l’avvio della bella stagione le operazioni di tosatura, devono essere frequenti per favorire l’infoltimento. Queste andranno fatte dapprima ogni 10-15 giorni e successivamente circa una volta alla settimana.

In media l’altezza di taglio nei prati ornamentali deve essere intorno ai 3 cm in primavera e autunno e ai 5 cm in estate.

Per le siepi il taglio deve essere effettuato per ripristinare la forma voluta, compromessa dalla crescita di fogliame e rami.

Rigenerare il prato migliora l’ossigenazione, il drenaggio e l’assunzione di sostanze nutritive. Questo è compromesso dal muschio che si sviluppa in terreni ombrosi e dove c’è ristagno di umidità. L’ideale sarebbe prevenirne lo sviluppo vangando il prato con torba o sabbia fine prima della semina, in modo da renderlo soffice e permeabile.

In caso di infestazioni invece potremo intervenire con appositi prodotti, come il solfato ferroso, asportando quindi il muschio morto, praticando dei fori nel terreno, spargendo sabbia e torba e infine distribuendo un fertilizzante complesso per rigenerare il prato.

Oggi con l’arieggiatore elettrico potremo rimuovere senza fatica muschio ed erba infeltrita dal tappeto erboso.

Che tipo di rasaerba utilizzare?

Per la rasatura del prato erboso ricordiamoci che la scelta per l’acquisto del rasa erba (o tosa erba) deve essere fatta in base alle dimensioni del nostro prato:

Piccole estensioni (fino a 700mq): scegliamo un rasa erba con un apparato di taglio compatto e manovrabile, cioè con una larghezza di taglio dai 33 ai 44 cm. Potremo acquistare anche un rasa erba con motore elettrico.

Medie estensioni (fino a 1800 mq): dirigiamo la nostra scelta verso modelli con larghezza di taglio dai 48 ai 53 cm e dalla struttura più robusta, con scocca in acciaio o in alluminio.

Grandi estensioni (1800-2500 mq): sono i modelli professionali con larghezza di taglio da 53 cm e avanzamento a trazione, che associano la robustezza dei materiali all’affidabilità delle prestazioni.

Che tipo di tagliasiepe utilizzare?

Il taglia siepe, con motore elettrico oppure a scoppio, è essenziale per la manutenzione e la cura di siepi di tutte le dimensioni. Quelli elettrici hanno doti di maneggevolezza, peso contenuto ed elevata silenziosità e si prestano soprattutto per utilizzi su siepi con rami di piccolo diametro e poste in prossimità della presa di corrente.

Quelli a motore dotati di motori 2 tempi ed equipaggiati con lame più lunghe, sono adatti a lavori più intensivi o su siepi più consistenti (fogliame spesso, rami più robusti).

Un’altro attrezzo per la manutenzione del nostro giardino è il decespugliatore adatto a chi deve affrontare lavori più impegnativi come il taglio di erbacce e sterpaglie.

Manutenzione del rasaerba

Prima di ogni operazione di taglio: Controllo del livello dell’olio; Controllo del livello della benzina (ovviamente nel caso di modelli con motore a scoppio);

Alla fine di ogni operazione di taglio: Accurata pulizia della zona di taglio (sotto scocca); Pulizia del sacco di raccolta; Controllo dell’affilatura della lama; Controllo e pulizia del filtro dell’aria.

A fine stagione prima dell’inverno: pulizia generale della macchina; Pulizia del filtro dell’aria; Svuotamento del serbatoio della benzina; Svuotamento della vasca del carburatore; Controllo ed eventuale sostituzione dell’olio del motore; Controllo delle cinghie e della puleggia nel sistema di trasmissione; Pulizia del variatore di velocità; Affilatura della lama; Controllo ed eventuale lubrificazione dei cuscinetti delle ruote.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *