Domotica, il futuro della tecnologia

DomoticaTecnologia applicata alle mura domestiche. A volte sembra fantascienza. Vedere finestre e persiane che si aprono e si chiudono da sole. Televisori ultra piatti a scomparsa che appaiono solo nei momenti opportuni. Non si tratta di film di Steven Spielberg e nemmeno della casa dove abita Bill Gates. Ma semplicemente della domotica integrata. Di cosa si tratta? È una scienza che studia le tecniche più moderne e utili per migliorare il modo di vivere nella propria abitazione.
Questa disciplina cerca non solo di inserire nella quotidianità alcuni comfort tecnologicamente avanzati, ma anche di rendere una casa più sicura ed ecologica, tramite l’integrazione dei diversi apparecchi elettronici. Si parla insomma di ‘home automation’, cioè di automazione domestica. Unione e collaborazione di prodotti e servizi per la gestione e il controllo della casa.

Quali sono le aree in cui è possibile applicare la domotica? La prima è quella che riguarda la gestione dell’ambiente. Insomma si tratta di rendere tecnologico per esempio l’impianto di climatizzazione, il riscaldamento, l’illuminazione. Non solo. Anche la distribuzione dell’energia elettrica, l’irrigazione del giardino e l’azionamento dei sistemi di apertura dell’ingresso.
Un esempio. L’impianto di annaffiamento permette di programmare i tempi e gli orari di funzionamento. Inoltre tiene conto dei fattori meteorologici. Se il proprietario possiede in giardino una piscina può sfruttare la domotica per ottenere comfort anche in acqua. Infatti grazie alle nuove tecnologie è possibile meccanizzare alcune funzioni, in base alle abitudini o ai desideri dell’abitante.

Per esempio si può impostare la temperatura preferita oppure selezionare la copertura in caso di mal tempo. Il secondo ambito in cui sfruttare la domotica riguarda la gestione degli apparecchi domestici. Lavatrice, asciugatrice, lavastoviglie. Ma anche frigoriferi, cucine, forni, sauna e idromassaggio. Elettrodomestici e non diventano così super veloci, migliorano le loro prestazioni e aumentano le funzioni.

Un terzo campo che può essere ‘contagiato’ è quello che riguarda la comunicazione e l’informazione. Quali sono gli elementi che possono essere gestiti da un sistema domotico? Si va dal telefono alla segreteria, dal videocitofono al fax. E ancora, l’accesso a internet e i sistemi audio e video di svago. In quest’ultimo caso, per esempio, un impianto di gestione permette la diffusione audio-video nei vari ambienti domestici secondo le richieste dell’utente.

Infine le tecnologie avanzate possono essere applicate con successo nella sicurezza. In che senso? Tramite strumenti sofisticati è possibile dotare la propria dimora con protezioni antirapina, antifurto, antincendio e antiallagamento. Ma anche con telecamere per il videocontrollo locale e a distanza oppure telesoccorso e teleassistenza, specialmente nel caso si tratti di persone sole.

Fonte: Quotidiano Il Milano del 26 Novembre 2009

Un pensiero riguardo “Domotica, il futuro della tecnologia

  • 1 febbraio 2010 in 14:13
    Permalink

    Da qualche mese mi sto interessando alla domotica, e leggendo qua e là mi sono resa conto che spesso si parla di questa tecnologia come fosse una cosa avveniristica, case come astronavi… invece questo articolo spiega in maniera semplice cosa si può fare grazie alla domotica. I miei complimenti quindi!
    La comodità di poter gestire illuminazione ed elettrodomestici con un pannello touch screen centralizzato è veramente interessante! Ho trovato su google una casa domotica visitabile
    vividomotica.it/ita/domotica/2_casa.jsp
    e penso proprio che prima di metter su casa col fidanzato farò un giretto, per capire se c’è qualche soluzione adatta alle nostre tasche, e che magari limiti l’impatto ambientale (cosa che mi interessa molto).
    Mi piacerebbe sentire il parere di qualcuno che ha visitato questa o atre case domotiche 😉

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *