Pavimenti in resina

Pavimento in resinaDa qualche anno è sempre più frequente sentir parlare dei pavimenti in resina; ma cosa sono, quanto costano e quali sono i pregi ed i difetti di questo materiale fino ad a poco tempo fa utilizzato solo nei grandi capannoni industriali, ospedali e nei centri commerciali?

La resina è un materiale sintetico molto resistente agli urti e che ha un aspetto molto elegante, adatto principalmente in ambienti caratterizzati da un arredamento in stile moderno. E’ possibile posare resine di vari tipi, con diverse finiture e molte colorazioni; finiture opache, lucide o satinate e colori di qualsiasi tipo, anche combinabili tra loro per avere un effetto decorativo della stanza. In effetti la resina decorativa è sempre più utilizzata per pavimentare le abitazioni e, se fatta bene, risulta un vero e proprio complemento d’arredo.

Pregi e difetti della resina
Di seguito cerchiamo di elencare quelli che sono i pregi ed i difetti dei pavimenti in resina; notiamo per per alcune caratteristiche ed aspetti pratici ci possono essere osservazioni soggettive e che quindi possono variare in modo dipendente dai punti di vista anche se in realtà le maggiori perplessità da parte di coloro che sono indecisi se montare un pavimento in resina derivano da timori di carattere pratico.

  1. La resina è resistente all’usura ed agli urti in modo analogo al legno ed alla pietra.
  2. La resina gode di impermeabilità assoluta.
  3. La superficie particolarmente liscia, senza fughe e uniforme potrebbe mettere in evidenza piccoli segni dovuti alla caduta di oggetti e ‘micrograffi’ dovuti al naturale calpestio quando rimangono sotto le suole delle scarpe piccoli sassolini. Questo dipende molto dal tipo di finitura ed è tanto più evidente quanto più è uniforme il trattamento cromatico. Infatti per esempio un pavimento scuro sfumato resiste di più rispetto ad una superfice uniforme magari di colore chiaro. E’ comunque limitare questo ponendo degli zerbini all’ingresso degli ambienti dove è presente il pavimento in resina.
  4. I pavimenti in resina hanno delle irregolarità nella finitura (dipende dalla manualità della posa) e questo è da considerarsi un pregio per l’effetto visivo molto apprezzabile, ma per alcuni può essere anche un suo difetto.
  5. La visibilità dei piccoli graffi ed ammaccature può essere evidenziata dallo sporco che eventualmente si accumula. Pertanto con una regolare pulizia del pavimento in resina (resa semplificata vista la completa assenza di fughe) restituisce alla superfice lucentezza e brillantezza.
  6. Facilità di pulizia vista la completa assenza di fughe.
  7. Con una buona manutenzione, una pulizia regolare ma non ‘assillante’, i pavimenti in resina sono molto duraturi.
  8. Per avere il pavimento in resina protetto è una buona norma applicare uno strato finale (film protettivo) con cera metallizzante in modo da saturare i pori in superfice. Per questo tipo di protezione è però necessario utilizzare appositi prodotti per rigenerare la cera (da evitare candeggina e ammoniaca). E’ importante stare attenti ai prodotti utilizzati ed è sempre bene farsi consigliare da esperti in quanto prodotti sbagliati possono provocare danni al pavimento in resina alle volte rimediabili solo con la rimozione del primo strato attraverso macchine monospazzola apposite (in modo analogo a come si procede con il parquet). Se si hanno spazi molto grandi è consigliabile utilizzare appositi macchinari lava pavimenti ed in ogni modo consigliamo sempre di chiedere al personale specializzato.
  9. Nel caso di un danno grosso e permanente al pavimento in resina è possibile riprenderlo in modo locale oppure effettuare una carteggiatura dell’intera superfice e stendere un nuovo strato di resina e/o di film protettivo. In questo caso è possibile anche scegliere un nuovo colore nel caso in cui il vecchio ci sia venuto a noia.
  10. I pavimenti in resina sono inodori e non sono assolutamente dannosi per la salute in quanto non presentano alcuna emissione nociva.
  11. Nel caso di mano d’opera scarsa o di poca esperienza nella posa i pavimenti in resina possono creparsi in alcune zone.
  12. Prezzo non molto economico.
  13. Può essere posata direttamente su pavimenti pre-esistenti senza alcuna controindicazione e quindi si presta molto nelle ristrutturazioni.

Prezzo della resina al metro quadro
Il costo medio per applicare la resina varia da 80 Euro a 100 Euro al metro quadro, per un lavoro fatto bene, completo e finito in ogni sua parte; dipende molto dai metri quadri che dobbiamo fare (più metri quadri dobbiamo pavimentare, più il prezzo al metro quadro della resina diminuisce), dalla facilità di posa (particolari angoli, molti muri di divisione, ecc…) e dalla località. In effetti non è molto economico, il prezzo è analogo ad un parquet a listoni o ad una ceramica di ottima qualità. Ma, se lasciamo da parte il parquet a listoni che è una cosa anch’essa particolarmente bella, un bel pavimento in resina la maggior parte delle volte è molto più bello di una qualsiasi mattonella in ceramica o similari.

20 pensieri riguardo “Pavimenti in resina

  • 23 novembre 2010 in 17:24
    Permalink

    con un riscaldamento a pavimento, questo tipo di soluzione è attuabile?

    Risposta
  • 23 novembre 2010 in 18:13
    Permalink

    In generale il pavimento in resina risulta compatibile con il riscaldamento a pavimento perchè i materiali dello stesso permettono un’ottima trasmissione del calore e sopportano anche sbalzi termici.
    In ogni modo, dato che esistono vari tipi di resina consigliamo di chiedere informazioni ad un esperto e magari farsi rilasciare una certificazione.

    Risposta
  • 13 dicembre 2010 in 21:42
    Permalink

    E’ stata realizzata presso una mensa aziendale una pavimentazione autolivellante con resine.
    Nel giro di qualche giorno si sono create delle bolle sullo stesso.
    Gentilmente mi potete spiegare la causa e allo stesso tempo quali alternative possono essere adottate per risolvere il problema.
    Rimango in attesa di una gentile risposta.

    Risposta
  • 8 marzo 2011 in 23:13
    Permalink

    Veri tutti i pro e i contro. La resina è abbastanza complicata e necessita di 6 o 7 riprese. Dunque l’artigiano dovrà venire 6 o 7 volte almeno, il che spiega parte dei costi dei lavori in resina: se volete resinare una superficie piccola, l’artigiano dovrà perderci davvero un sacco di tempo anche solo per recarsi nel cantiere. Dove tra l’altro nessun altro dovrà entrare per tutta la durata dei lavori (in alcuni casi può risultare complicato, ad esempio se nella casa ci abitate di già o se intervengono altri artigiani). Oltretutto già il materiale in sè ha un costo elevato … ma è davvero affascinante per le innumerevoli possibilità creative che offre!

    Risposta
  • 30 maggio 2011 in 18:10
    Permalink

    Con la resina si fanno proprio dei lavori eccezionali, complimenti!

    Risposta
  • 19 giugno 2011 in 20:29
    Permalink

    Probabilmente i pregi superano di gran lunga i difetti

    Risposta
  • 14 ottobre 2011 in 00:22
    Permalink

    Un bellissimo articolo con degli ottimi commenti,
    ma vorrei precisare su alcuni punti.
    Al punto 8 : il pavimento in resina viene gia protetto con un fil trasparente ( se si parla di stucchi ) mentre negli autolivellanti bicomponenenti non viene effettuata una ulteriore mano di film protettivo ( per via dei costi )la mano di cera metallizzata non ha una funzione di turapori o protezione, vista la sua scarsa resistenza all’usura , ma è molto utile per preservare la resina dai micro graffi dovuti al calpestio , in parole piu semplici serve per una manutenzione semplice, tenendo presente che su pavimenti opachi le normali cere ne alterano l’aspetto.

    Al punto 11 . cito “Nel caso di mano d’opera scarsa o di poca esperienza nella posa i pavimenti in resina possono creparsi in alcune zone.”

    Credo che questo punto sia del tutto insensato
    non dico che i posatori di resina siano infallibili ma qui avete un po generalizzato il problema tirando frettolosamente le somme . la formazionedi crepe nel pavimento possono avvenire per molteplici casi,per citarne qualcuno “assestamento” della casa o pavimentazione . Oppure per un cedimento del massetto non eseguito correttamente . si puo formare una crepa in prossimita di una giuntura tra due diversi materiali ( trave in metallo con cemento o trave cls compresso e massetto ). in grossi saloni o open space se non si è eseguito un buon massetto armato e meglio posare la resina con fibra di rete … ma questo raddoppia i consumi ..
    e di solito è il cliente che decide.
    le resine come avete detto … hanno pregi e difetti alcune assorbono bene le sollecitazioni perche piu elastiche ( come gli stucchi acrilici o le poliuretaniche ) altre sono piu rigide ( autolivellanti epox )ma tutte nel caso di un cedimento del massetto ne seguiranno l’andamento.Questo succede molto piu raramente sulle pareti.
    citando anche un caso di errore del posatore ( e un metodo per creare l’effetto creple su pavimento) e posare due resine con diversi tempi di asciugatura ed accellerarne l’asciugatura superficiale. spero di esser stato utile

    per quanto riguarda i prezzi le resine variano molto piu di quanto dite ci sono resine a rullo che partono dalle 18/20 euro spatolati da 60/80 autolivellanti 80/100 da inglobamento … a consumo
    per poi variare per tipologia di posa … a rullo due mani 20 euro .. 3 mani …
    spatolati anche qui in base al tipo al consumo ed alla finitura
    autolivellanti … come sopra
    oltretutto in alcuni casi il prezzo al mq non è aplicabile o varia in base ai metri, un pavimento da 100mq a 68xm euro e fattibile
    un piano cottura o una doccia di 6mq a 100xm euro non è fattibile

    distinti saluti
    fabio

    Risposta
  • 16 ottobre 2011 in 19:01
    Permalink

    questo problema delle bolle sul pavimento in resina è capitato anche a me..ma l’artigiano che ha fatto la messa in opera della resina mi ha risposto che non si può far più nulla!devo tenermi il pavimento con le bolle??cosa posso fare?vi ringrazio cordialmente

    Risposta
  • 23 ottobre 2011 in 11:06
    Permalink

    L’applicazione delle resine è un lavoro delicato e richiede alta professionalità e tempo. Dopotutto le creazioni migliori necessitano di pazienza e precisione…. questo giustifica il prezzo, purtroppo elevato di materiale e posa in opera. Ma vi assicuro che con un po’ di fantasia e poca fretta i risultati sono fantastici e consentono di personalizzare in modo incredibile il proprio ambiente.

    Risposta
  • 17 novembre 2011 in 13:20
    Permalink

    Io ho fatto realizzare diversi lavori in resina. Ad ora posso dirvi che ho capito che il risultato finale dipende molto dalla professionalità e dalla bravura della ditta che esegue i lavori. Sono molto soddisfatto della collaborazione con una ditta di roma, che ha operato per mio conto su tutto il territorio nazionale, con ottimi risultati estetici e funzionali. Se qualcuno avesse bisogno posso fornire dettagli maggiori, o mettervi in contatto con qualche responsabile dela stessa. ciao a tutti

    Risposta
  • 10 gennaio 2012 in 14:58
    Permalink

    Per Claudio: sto ristrutturando un appartamento ed avrei bisogno di contattare una ditta specializzata nella posa di pavimenti in resina. Ti spiace fornirmi, per favore, il nome della Ditta di Roma di cui parli? Grazie mille

    Risposta
  • 3 marzo 2012 in 23:10
    Permalink

    Ciao a tutti. Un info: che differenza c’è tra resina e cemento cerato?
    Per Claudio: sto costruendo casa e sto cercando un buon artigiano che sappia lavorare la resina. Potresti condividere il riferimento di cui parli? Grazie.

    Risposta
  • 19 marzo 2012 in 14:24
    Permalink

    Io mi sono fatto fare il bagno in resina, si apavimento che rivestimento.

    E’ una figata, costasa, ma neanche tanto, ho risparmiato sui lavori di muratura (togliere piastrelle vecchie e posa ecc)

    Ciao

    Risposta
  • 20 aprile 2012 in 22:53
    Permalink

    Ciao. Ho appena acquistato una casa che è in costruzione. Prox set termineranno di intonacare e quella successiva dovrebbero fare il massetto. Volendo fare un pavimento in resina, considerando che c’è riscaldamento a pavimento, è preferibile massetto in sabbia e cemento o autolivellante? Mi è stato detto che per il riscaldamento a pav.sarebbe meglio l’autolivellante (perchè essendo liquido passa perfettamente tra tutti i tubi) mentre per il pavimento in resina è preferibile massetto in sabbia e cemento. E’ vero? E poi, che differenza c’è tra cemento spatolato e resina? E cosa sono queste bolle che si potrebbero formare?? Mi sono fatta fare un preventivo da un artigiano della zona: 52,50 euro (iva esclusa) a mq per una superficie di ca 67 mq. E’ troppo poco? Grazie.

    Risposta
  • 27 aprile 2012 in 11:36
    Permalink

    Salve io dovrei realizzare il calpestio di una scala interna e vorrei sapere se il cemento cerato è confacente per tale operazione, vivo a napoli e se è facile da trovare in commercio nella mia città grazie

    Risposta
  • 11 giugno 2012 in 18:13
    Permalink

    salve a tutti
    io mi occupo di resina da molti anni e volevo segnalare la nostra presenza a genova e garantire la nostra assistenza sia su genova sia altrove per qualsiasi tipo di pavimento in resina; leggo delle bolle sui pavimenti, presumo realizzati in resina autolivellante; il motivo è sicuramente da cercare nella mancanza di asciugatura adeguata del sottofondo; la resina e impermeabile e non consente la fuorisciuta dell’umidità che di consgeuenza crea le bolle.unica soluzione è rimuovere la resina che si è sollevata e posare un nuovo strato totale di resina; per il cemento consiglio un rasante acrilico-cementizio, adatto anche a scale e gradini. ciao a tutti alessandro

    Risposta
  • 20 giugno 2012 in 15:01
    Permalink

    Veramente un prodotto unico, consigliato, la rivoluzione consiste nel fatto di non dover rimuovere la superficie esistente.

    Risposta
  • 11 luglio 2012 in 09:16
    Permalink

    Un articolo veramente interessante. Che approfondisce il tema in maniera eccelsa. Le resine poi sono fantastiche…

    Risposta
  • 13 luglio 2012 in 18:04
    Permalink

    Ho il bagno tutto in resina.Si e’ macchiato di cera delle candele che si sono sciolte dal caldo.Come posso pulirlo?Grazie

    Risposta
  • 22 ottobre 2014 in 18:58
    Permalink

    Salve a tutti dove è possibile trovare informazioni e fotografie di massetti e di pavimenti in resina?

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *